domenica 10 dicembre 2006

La Cina e la crociera sullo Yang Tse, monti falesie e indifferenza

Una via fluviale storica, di un paese in forte metamorfosi. In tempo per ammirare le leggendarie Tre Gole prima che verranno sommerse dalle acque per la diga più grande del mondo, il cui progetto influenzerà il destino di Pechino, Xian e Shiangai.

Pechino al mattino, è un incrocio di strade, superstrade e sopraelevate, sembra una metropoli americana. Non è rimasto nulla di quanto descritto da Marco Polo ma neanche del mio viaggio negli anni ’90. Le Olimpiadi del 2008, saranno ricordate come la più grande speculazione urbana della storia. Sulla Piazza Tien’amen, la piazza più grande del mondo, una grande fila per la città proibita; nella stanza del trono i turisti si ammassano, cosi come sulla Grande Muraglia che da oltre duemila anni sfida gli uomini e il tempo di qualsiasi invasione. Facciamo una visita a Xian , la capitale cinese per dodici dinastie, per vedere l’esercito di terracotta di 7000 cavalieri che si prendono cura per eternità della tomba di Qin Shi Huangdi, il primo imperatore della Cina, uno spettacolo magnifico al di là di qualsiasi aspettativa.

Un'altra cosa è Chongqing, la metropoli del Sichuan , la più grande della Cina sud orientale dove ci attende la nostra barca per la crociera sullo Yang-tsè. L’antico fiume che accomuna 32 milioni d’abitanti percorre 6.300 km , nasce dal Tibet e sfocia a Shangai,, è il terzo fiume più lungo del mondo. Da sempre questo itinerario fluviale separa il nord dal sud e collega l'ovest all'est . Il fiume cambia nome a secondo delle regioni che attraversa ed è noto in cinese con Chang Jiang (lungo fiume), rappresenta la storia della Cina, nel periodo della rivoluzione culturale fu utilizzato come propaganda politica da Mao, lo attraversò a nuoto per dimostrare le sue doti di leader.

Tra le città di Fengjie e Yichang si trovano le spettacolari tre gole, il paesaggio naturalistico più bello della Cina. Il panorama e lo scorrere tumultuoso delle acque è stato fonte d’ispirazione di poeti e pittori cinesi. Nel 2009 verrà ultimata la diga che imbriglierà le acque del fiume e inonderà l’intera regione con l’emigrazione di oltre due milioni di persone. Sarà la diga più grande del mondo, ma questo luogo e ambiente scomparirà. Al vuoto gli serviti appelli delle associazioni ambientaliste. Così quello che vedrò oggi, domani non ci sarà più, ma questo sentimento non tocca i cinesi. I biglietti si acquistano presso China International Travel Service o al Molo Chaotianmen.

Le prime ore di navigazione, non sono molto esaltanti, si vedono soltanto fabbriche, aree dimesse alternati da quartieri dormitorio, poi si apre in una campagna verdeggiante nei pressi della città di Fuling, si passa Fengdù, (nota per l’immagine di demoni lungo il percorso), Zhongxian, Shibaozhai (nei cui pressi si ammira su una roccia alta 30 metri si può vedere un tempio del 1700 di undici piani in legno rosso),si giunge a Fengjie.


Da qui ci si affaccia sulla prima gola quella di Qutang sulla sponda settentrionale. La gola di Qutang è la più piccole delle tre, ma le acque scorrono impetuose e come disse un poeta cinese Su Donpò “sembra come se un migliaio di mari sono confluiti in una sola coppa”. . La seconda gola di Wu Xial, chiamata anche gola delle streghe, celebre per la sua bellezza, è lunga circa 40 metri con pareti alte 1000 metri; sia annuncia dalla vista di montagne alte e misteriose, entriamo nella zona dello Wushan terra delle foreste di bambù e delle grotte dei panda.

Passata la gola di Wu si prosegue per la terza gola , quella di Xiling la più lunga delle tre di circa 80 km, ogni roccia corrisponde una figura, ad ogni figura una leggenda. Alla fine della gola, la gente si volta per vedere le spettacolari chiuse della diga di Gezhou. Dopo le tre gole per un tratto di oltre 200 km ci sono una serie di piccole gole di diversa ampiezza, da un minimo di 100 metri larghezza a massimo 3000 metri. Un percorso fluviale molto affascinante. Il viaggio si chiude a Shangai chiamata anche la Parigi dell’estremo oriente oramai divenuta più la New York dell’Estremo Oriente con i suoi alti e possenti grattacieli ma nulla riesce più ad emozionare .

mercoledì 15 novembre 2006

Australia, Cairns to Forsayth, Queenslands

Australia, Cairns to Forsayth, Queenslands
Distanza: 423 km
Tempo : 35 ore
Un grande viaggio avventuroso a nord dell’Australia nel North Queensland lungo il golfo di Savannah. Un viaggio in un Australia per noi insolita e selvaggia, che ricorda quella dei vecchi pionieri. L’area che il treno attraversa fa parte di quel territorio che viene considerato la “terra degli aborigeni. Il treno attraversa la savana e il deserto, non è raro trovarsi faccia a faccia con canguri ed emù, i primi abitanti del continente. Ogni tanto fa delle soste, ma non perché non funziona, con il solo obiettivo di fare ammirare ai visitatori paesaggi flora e fauna. A richiesta è possibile fermarsi per visitare le miniere storiche che hanno caratterizzato i primi del ‘900 l’arrivo di emigranti da tutto il mondo, miniere d’oro, d’argento, di diamanti e rubini, oramai chiuse sono divenute degli autentici monumenti dell’archeologia industriale.

martedì 5 settembre 2006

Espresso del deserto

Espresso del deserto
Windhoek to Swakopmund, Namibia
Distanza : 373 km
Tempo : 20 ore
Venne costruito dai tedeschi con l’obiettivo di collegare la capitale del paese con la costa dell’Oceano Atlantico. È stato disegnato secondo la ricerca del design tedesco con otto carrozze dotate di molti comfort, più spazioso delle carrozze che in genere viaggiano in Europa e negli Stati Uniti. Oggi le carrozze dotate di bagno con doccia, aria condizionata, una piccola libreria con la storia e la natura della Namibia e perfino una carrozza per organizzare meeting. Il viaggio per la maggior parte attraverso il deserto del Namib, al quale è possibile per entrambe le destinazioni estendere la permanenza con soggiorni presso Elotha National Park (il parco nazionale più grande della Namibia ) per un safari o la visita alla miniera di diamanti di Kolmanskop. A Windhoek nella stazione ferroviaria a costruita nel 1912, ospita il TransNamibia Railway Museum con la storia e l’immagini del periodo coloniale e delle ferrovia. Il treno parte due volte a settimana al costo di circa 236 dollari www.trasnamib.com.na

mercoledì 5 luglio 2006

The blue train

Cap Town – Pretoria- Cascate Vittoria, (Sud Africa- Zimbawe)
Distanza : 1596 km.
Tempo : 2 giorni
La nascita di questa linea ferroviaria è avvolta nella leggenda e nel sogno del Sud Africa del 1890, allora parte dell’Impero Britannico. La costruzione della linea ferroviaria è per merito di Sir Cecil John Rhodes (proprietario di una delle più grandi miniere d’oro e diamanti) e del suo sogno di costituire una linea ferroviaria che avrebbe collegato Cap Town con Il Cairo.
Il percorso si snoda dalla vista delle spiagge di sabbia banca di Cap town, al Hex River valley, famosa in tutto il mondo per la produzione di vino, le zona montuosa del Table Mountain, si prosegue attraverso la regione del Great Karoo tra meraviglie naturali e faunistiche . Una breve sosta a Pretoria e inizia la parte del viaggio più affascinante attraversando Matobo Hill Nationl Park, la terra del popolo zulu e Hwanfe National Park famoso per la fauna selvaggia e i branchi d’elefanti, fino ad arrivare alle cascate Vittoria scoperte da David Livingstone nel 1855. È un treno di gran comfort e lusso, con aria condizionata, televisione, sala ristorante, si può ritenerlo un vero e proprio albergo sulle rotaie a cinque stelle.

sabato 10 giugno 2006

California Zephir

California Zephir
Chicago to San Francisco
Distanza : 3.923 km
Tempo : 3 giorni e due notti
Gli Stati Uniti nonostante il suo sviluppo nel 1800 e inizio del 1900 sia legato all’estensione della rete ferroviaria, l’utilizzo del treno per gli spostamenti è oggi piuttosto limitata, mentre esiste una grande rete di autobus che collega il paese in modo capillare. Il percorso del California Zephir è stato inaugurato nel 1949 dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale con l’obiettivo di collegare la capitale commerciale Chicago con la California. Oggi offre uno spettacolare viaggio attraverso gli Stati Uniti con attraversamento delle catena delle montagne rocciose, Sierra Nevada e i canyon del Calorado e Utah.

giovedì 4 maggio 2006

Nilgiri express

India, Madras – Ootacamund, Nilgiri Hills
Distanza: 626 km
Tempo: 16 oreSono molto i treni che partono e finiscono in luoghi totalmente diversi , ma questo è decisamente incredibile. Si parte dalla città di Madras, sulle rive dell’Oceano Indiano e termina in uno dei luoghi dell’India denominato Nilgiri Hills,un vecchio avamposto dell’ex colonia britannica. Ootacamund sorge all’altezza di 2249, vi si giunge dove avere attraversato una serie si 25 viadotti e 16 tunnel passando in mezzo alla giungla, non è raro che il treno si fermi per dare precedenza sui binari agli elefanti. Parte alle sei del mattino da Madras per arrivare a sera. Un viaggio alla scoperta di un India del Sud inedita tra foresta,campi di riso, campi di the, la cui qualità “Nilgiri” è nota in tutta l’India

sabato 15 aprile 2006

Cuzco – Aguas Calientes- Machu picchu

Incas express, Perù
Cuzco – Aguas Calientes- Machu picchu
Durato 80km
Tempo: 4 ore
È uno dei percorsi più affascinanti verso il sito archeologico più visitato del continente americano. Si parte da Cuzco dalla Estacion San Pedro, alla mattina molto presto attorno alle sei del mattina e arrivano a Aguas Calientes tra le 9,40 e de 10. Il viaggio inizia con una salita ripida talmente ripida che per poter essere affrontata con normali curve dei binari, il treno deve inerpicarsi procedendo alternativamente per ben 4 volte a marcia indietro e marcia avanti per mezz’ora, successivamente i binari scendono gradatamente attraversando una valle coltivata, che conduce alla stazione di Ollantaytambo. Uscendo dalla stazione una vista sulle rovine di Ollantaytambo e il monte Nevado Veronica dall’altezza di 5.750 metri, il treni si lancia poi verso una gola profonda con fantastiche viste fino ad arrivare a Aguas Calientes denominata anche Machu Picchu Pueblo. Per arrivare a Machu Picchu ci vogliono ancora otto chilometri che è possibile fare in autobus o trekking per i più sportivi.

venerdì 7 aprile 2006

The World's Top Biking Cities in Europa

Quali sono le citta dove un turista è più comodo girare in biciletta, nessuna altra città modalità è cosi bella e affascinante
1) Copenhagen
2) Amsterdam, servizio di Orange Bike
3) Munich, call a bike
4) Parigi, velib service
5) Berlino

domenica 12 marzo 2006

Nordic walking nei colli euganei

Due proposte per vivere in mezzo alla natura in Veneto e in Particolare sui Colli Euganei per la pratica del Nordic Walking. Il è una disciplina sportiva che si pratica all’aria aperta, un allenamento dolce che sviluppa resistenza, forza e fitness. Allena tutti i muscoli importanti, in modo analogo allo sci di fondo. Braccia e spalle sono coinvolte attivamente rendendo l’esercizio più efficace. Inoltre è facile da praticare, un movimento naturale con ritmo alternato. Due percorsi il Sentiero del Monte Fasolo luno circa 5 km in un ora e mezzo e il sentiero del monte venda 5,5 km informazioni: Parco Colli Euganei, Malachin Viaggi