martedì 3 marzo 2009

Viaggiare inseguendo i fiori

Dall'ultimo BIT sono uscito abbastanza deluso, poche proposte valide, tutti ora parlano di turismo lento, ma io credo che la lentezza è importante come scelta, non obbligata dalle condizione dell'economia, si va tutti lenti perchè l'economia è crollata, è un ripiego, e non c'è nulla di che essere fieri, specie quando le lentezza è sinonimo di povertà e deboli condizioni economiche. Sta che un po di tutti si dedicano alla ricerca di un turismo lento e facile come risposta per una domanda interna o locale di ricerca di leisure, arriveranno a valanga proposte di itinerari locali alla scoperta del turismo locale che non è turismo lento ma solo una gita fuori porta.

Una proposta fra i partecipanti al workshop mi ha incuriodito molto sono i Botanical Travel, cioè i viaggi alla ricerca delle specie arboree in tutto il mondo. questo per riaffermare che il turismo lento non è la negazione del viaggio e della conoscenza ma è l'approccio che lo differenzia. Una proposta di viaggi molto difficile ma affascinante piena di interesse botanico e culturale.

Tra i miei preferiti in cerca di orchide sul Gargano, la scoperta della flora del Madagascar, lo scorso anno avevo parlato delle fioriture sulle alpi liguri e sulla costa azzurra sulla strada delle mimose. Info: Bormelesmimosas

6 commenti:

  1. Bello viaggiare in questo modo, poi io adoro la natura e mi fermo continuamente a guardare ora questo, ora quel particolare. Mi piacerebbe fare un viaggio così, e prima o poi lo farò, mi manca solo il tempo.
    Baci profumati

    RispondiElimina
  2. non è solo molto romantico anche istruttivo, per imaprare a consocere il territorio

    RispondiElimina
  3. le tue considerazioni sono reali , spesso si confonde una necessità con un modo di vivere ; ma vivere la lentezza è un modo di essere , un andare oltre l'abitudine e il pensiero imposto. Come dire ? è la stessa differenza che passa tra mangiare una frittata assaporandola come la cosa più buona che c'è , o semplicemente mangiarla perchè così fan tutti.I tuoi itinerari sono sempre generosi di ispirazioni , tutti quelli che non posso fare mi regalano comunque la gioia di poterli immaginare . buona primavera che arriva!

    RispondiElimina
  4. Ciao Carmine, di nuovo un OT per segnalarti che sei nella lista dei primi 5 blog della sezione italiana al Lonely Planet Blogger Award.
    Incredibilmente ci siamo anche noi! ;o)
    Vai a vedere, se vuoi puoi inserire un loghino nel tuo blog.
    ciao ciao

    RispondiElimina
  5. forse questo è il periodo più bello e silenzioso per andare in provenza, il risveglio della natura

    RispondiElimina
  6. Davvero molto originale l'idea dei botanic travel, romantica e istruttiva, concordo! grazie della segnalazione, buona vita a tutti

    RispondiElimina