mercoledì 28 aprile 2010

Turismo Lento a Roma : Viaggi a Km zero, giovedì 29 aprile


Per tutti i lettori di Roma e di coloro che vi viaggiano intorno, il giorno 29 aprile alle 20,00 si svolge pressi Antù, via G. Libetta 15 c zona Ostiense, l'evento "Viaggi a Km zero".

Un’occasione per conoscere da vicino cosa vuole dire viaggio a Km zero, una serata che regala la possibilità di viaggiare attraverso il racconti, il suono della musica, il ritmo della danza,la ricchezza delle immagini dal mondo, la degustazioni di tradizioni culinarie diverse. Una serata dedicata alla possibilità di scoprire un nuovo modo di viaggiare a Km zero.

Alle 20.00: Presentazione del libro “La cucina d’Armenia-viaggio nella cultura culinaria di un popolo”, di Sonya Orfalian (Ponte alle Grazie Editore)

Dalle 21.00 alle 22.00, racconti dai viaggiatori:
Rotafixa//viaggi in bici/in bici viaggi, SCI-Città dell’Utopia//partire con il Servizio Civile Internazionale, Perù Turismo Responsabile//attraversando l’America Latina, Couch Surfing//surfando da un divano all’altro in giro per il mondo

A partire dalle 22.00: “Straverso”, il primo slam di racconti di viaggio.
Un concorso per viaggiatori che hanno voglia di raccontare dal vivo le proprie esplorazioni.
http://www.antu.it/

In Sala Sapori:
Performance di Tango contemporaneo, con Cesare Magrini, Le biciclette a ruota fissa/ installazione di Rotafixa, Degustazioni/viaggio tra sapori lontani, Degustazione del Vino vegano we have a dream/ associazione We have a dream ONLUS

In Galleria: mostra a cura di Officine Fotografiche

Info: Antù, via G. Libetta 15 c zona Ostiense Roma Tel 0681107625

5 commenti:

  1. che bella iniziativa si può viaggiare anche cosi, anzi personalmemnte mi paice di più, so che non è la stessa cosa ma va bene

    RispondiElimina
  2. e allora beato chi è li per potyersela godere !!

    RispondiElimina
  3. Gianna Aliverti29 aprile 2010 08:38

    interessante questa idea di portare l'armenia una destionazione sconosciuta

    RispondiElimina
  4. Viaggiare è bello in tutti i modi...anzi prima di un viaggio vero è forse ancora più bello scoprire un posto e desiderarlo...
    non potrei mai pensare all'Armenia senza averne prima visto costumi e usanze... ben vengano queste iniziative!

    RispondiElimina
  5. Lo dirò a mia sorella, chissà che non riesca ad andarci se riesce a mollare i pargoli al marito! dubito che vogliano vivere "lentamente" loro... grazie della segnalazione, ciao!

    RispondiElimina