venerdì 25 giugno 2010

Isole delle lentezza: Hvar

È giorno di festa a Hvar, dalla cattedrale si diffondono i rintocchi del campanile, nelle vie e sulla piazza medioevale, la folla assiepata si anima all’ arrivo della processione, i bambini lanciano petali di rosa, passano pregando prima le donne poi gli uomini. Un rito di sempre che resiste alle mode, alla politica al tempo, si festeggiare il giorno dell’Eucarestia.
Camminando per Hvar la dominazione di Venezia dal 1420 al 1797 ho lasciato un impronta indelebile nel territorio e nella cultura, i toponimi Piazza Santo Stefano o “pjaca stiepana” riservata ai pedoni, come la vie della maggior parte della città. Ancora più forte nell'architettura composta da campanili, chiese bizantine, palazzi gotici, il Palazzo vescovile, il piccolo teatro rinascimentale ‘600.
Di buon mattino è bene andare al mercato per acquistare legumi e frutta di stagione, non perdetevi l' olio di oliva locale e il formaggio di capra, ma soprattutto la lavanda. Hvar è un isola di pescatori ma anche di agricoltori e allevatori, la sua ricchezza arriva dai prodotti della terra. Gli appezzamenti di terra caratterizzano il paesaggio interno con di piccoli muri di pietra a secco che ne delimitano sia i confini e proteggono dall’erosione il terreno, attraversare l’isola si è inebriati dall’odore delle erbe aromatiche. ci sono rosmarino, erica, salvia, timo, maggiorana e soprattutto Lavanda da cui vengono estratti essenza e olio, durante la fioritura colora tutto il paesaggio dell’Isola che sembra di stare in Provenza.

Hvar è diventata località turistica solo da pochi anni il mare adriatico è di un blù offre fondi marini in cui immergersi. La cucina risente dell’influenza italiana, con la presenza nelle ricette con abbinamento di verdure e pesce con olio d' oliva . Il piatto più noto è la “gregada” una zuppa di pesce arricchita con patate.



Indirizzi UtiliCome arrivare: da Fiume e Spalato traghetti tutti i giorni collegano a Hvar, inoltre la società Snav collega le città italiane Pescara . La krilo collega Spalato e Hvar in un'ora di navigazione. Jadrolinija collega hvar con Fiume e Dubrovnick due volte alla settimana.
Per muoversi sull’isola ci sono gli autobus è conveniente noleggiare uno scooter ancora emglio una bicicletta.

Ospitalità a Hvar : Hotel Hvar, la maggiorparte delgi hotels sono gestiti dalla Suncanihvar ,Tra le ultime novita il Sensori Spa e Hotel Villa Nora nel centro della città vecchia.
- Hotel Palace Tel. 00385.21.741.966 fax 021.742.420 Albergo più lussuoso dell’isola all’interno di un antico palazzo ducale veneziano, dispone di una splendida terrazzo sulla piazza e sul porto, aria condizionata e piscina coperta.
- Hotel Slavija tel. 00385.21.741202 albergo nel centro della città tutto in pietra da Euro 38
- Hotel Amphoara isolato in una piccola insenatura con spiaggia privata, sauna , palestra, piscina.

Ospitalità da Turismo Lento:
- Jagoda & Ante Braganovic Guesthouse, un tipico edificio in pietra trasformato in guesthouse gestito da una famiglia locale, un servizio personalizzato e anche conveniente, recensione su tripadvisor
- Green Lizard Hostel, una soluzione economica, le camere sono pulitissime e c'è una cucina per uso degli ospiti
- Aparthotel Pharia, a pochi metri dal mare, una soluzione interessante vicino alla città
- Appartamenti privati consultate il sito Dalmatianet.com

Ristorante a Hvar
- Restaurant Macondo Groda bb, una piccola via, nei pressi della piazza principale, quattro giovani ragazzi molto giovani, ofrono in particolare frittura di polpo, scampi e zuppa di pesce accompagnati con vini locali in un contesto molto allegro e simpatico.
- Paradise Garden, sul lato della cattedreale, offer piatti a base di pasta e pesce come gamberi, aragosta o funghi.
- Taverne Kod Komina Jelsa, Pitve tel.00385.21.762.046 all’interno del piccolo paese vengono serviti a mezzogiorno carne e la sera pesce accompagnati dai vini prodotti dal proprietario.

Non dimenticate di visitare tutta l'isola ma le due piccole località di :
- Stari Grad, non dove c'è il porto il paese è più distante, oltre che essere un luogo tranquillo e di pace, ospita un monastero domenicano con il dipiento della Sepoltura di Cristo del Tintoretto.
- Jelsa, località meno nota di Hvar, ma a breve distanza da piccole spiagge e insanature molto belle, Ufficio Turistico: Jelsa-online.

Hvar attiva
Hvar offre anche l'opportunita oltre che una fitta rete di sentieri per camminatori e ciclisti, offre la passibilità di fare sport acquatici come Sailing, Agenzia specializzata è Hvar Avventure.

5 commenti:

  1. Che combinazione! Ho parlato di Hvar proprio ieri! E ti lascio un suggerimento, se ancora non lo avessi fatto, leggi "Le lune di Hvar" di Lalla Romano, Einaudi.

    RispondiElimina
  2. Gianna Aliverti25 giugno 2010 12:24

    che voglia di partire che fai venire!!! grazie per tutti i consigli, non sapevo della krilo navigazione

    RispondiElimina
  3. Non ho capito il legame tra Venezia e Hvar: in tutti i modi, varrebbe davvero la pena andare lì e scoprirlo... grazie, continua così!

    RispondiElimina
  4. e con un'isola così buone vacanze!

    RispondiElimina
  5. Grazie, una segnalazione completa di tutte le possibili informazione. Una meta da tener presente.

    RispondiElimina