giovedì 19 agosto 2010

Un Andalusia autentica e sconosciuta : Castellar de la Frontera, (Spagna)




Fare turismo lento/ slow tourism è anche andare alla scoperta di piccoli luoghi insoliti per una vacanza all'insegna della quiete, del silenzio ma anche della storia, in destinazioni note per la loro allegria e vivacità come l' Andalusia. Da Malaga si prende la strada per Cadiz, si esce a Jimena de la Frontera/Ronda e dopo pochi chilometri si raggiunge: Castellar de la Frontera.

Un castello arroccato su un monte, da cui si gode un panorama incredibile, si vede un lago trasparente, si vede tutta l'Andalusia fino al mare, scorgendo lo sguardo si vede anche Gibilterra e le coste africane del Marocco.

Castellar de la Frontera è tante piccole case bianche costruite intorno al castello medioevale di origine araba, dichiarato Monumento Nazionale Storico e Artistico, il borgo è stato abitato fino agli anni '60 finchè non costruirono un nuovo paese più in basso. Cosi il vecchio borgo divenne meta degli hippies e di coloro che vanno ricerca di oasi tranquillità e silenzio.

Proprio la tranquillità, insieme alla gastronomia ed alla natura dei dintorni, è la motivazione più importante che stimola un soggiorno a Castellar de la Fronteira.

Il territorio del borgo fa parte del Parco Naturale de Los Acornocales, noto per i boschi di querce da sughero (alcornocales), il parco è un punto da dove il National Geographic studia l'osservazione delle numerose specie di uccelli migratori, il territorio circostante il borgo si presta a trekking (come la calzada dehesa boyal ), alle passeggiate a cavallo, ai percorsi in bicicletta per la scoperta di un Andalusia autentica e sconosciuta.

8 commenti:

  1. grazieeee!!!!
    per esser passato da me, per i complimenti, per gli auguri e per questo bellissimo post!!!!!!!!!
    adoro la Spagna, me ne sono innamorata prima di visitarla, solo dai racconti e poi in terra spagnola ho lasciato un pezzetto del mio cuore!!
    proprio in questi giorni ne sento tanta nostalgia!!! sono quasi 3 anni che nn vado :((
    dalla prima volta nel '99 in Catalogna con la magica Barcellona, nn ho perso occasione per tornare!
    qualche giorno fa ho preparato la paella e subito nostalgia!!!!
    l'andalusia è meravigliosa!!!ci sono stata diverse volte ed ora vorrei andare nela regione Castiglia-Leòn ( Avila, Salamanca ...) o visitare il paesino di Riglos oppure Aragona e La Rijoa ... ora nella lista inserirò anche Castellar de la Frontera!
    grazieeeee!!!

    RispondiElimina
  2. ma dove lo hai scovato quest'altro posto? Ho appena disfatto le valigie e già mi fai venire volgia di rifarle anche solo per la paella nella foto

    RispondiElimina
  3. posti incantevoli che non conosco...che voglia di partire,grazie almeno così viaggio con la fatasia dato che non mi è facile muovermi per ora...

    RispondiElimina
  4. Ecco, dovremmo imparare : Lì hanno avuto il buon senso di non lasciar deperire un capolavoro!

    P.S. Sono contento per il panico che ha provocato oggi quel toro in Catalogna, la dovrebbero proprio finire con la corrida...

    RispondiElimina
  5. Wow che bel borgo e poi vicino a un parco...
    La Spagna è uno di quei posti che non ho ancora mai visitato... sì è vero ci sono un sacco di low cost attualmente, ma una vera turista lenta non dovrebbe approfittare di questi mezzi! Forse meglio in nave?

    RispondiElimina
  6. per andare in spagna c'è anche un servizio treno che da Milano porta a Barcellona d abarcellona ci sono i talgo treni che collegano le principali località.
    Si può andare anche in nave sia barcellona che malaga sono mete di diverse rotte internazionali.
    Nei link turismo lento spagna c'è un servizio treni da tutta europa

    RispondiElimina
  7. Che voglia di andare a visitare questi posti!

    RispondiElimina
  8. è un alternativa interessante l'interno della costa del sol, io sono stato ad archos della frontera e devo dire che c'è una spagna da scoprire

    RispondiElimina