mercoledì 13 aprile 2011

I bagni di Budapest,dove rilassarsi è un arte, consigli pratici per un'esperienza culturale e sociale



Fino a qualche anno fa non conoscevo di quanto poteva essere rilassante e rigenerante una visita in un Hamman, lo trovavo inutile non lo comprendevo. Durante un soggiorno in Giordania a Aleppo, dopo due giorni di trekking, tutto il gruppo decise di andare al Hamman Bab Al Harab, fu una esperienza nuova, soprattutto una scoperta di quanto era appagante concedersi una pausa e un refrigerio tra le acque e i vapori, cosi quando mi capita ne approfitto per visitarne qualcuno..

Capitato a  Budapest, per un convegno, ho scoperto i suoi Bagni Turchi, ce ne sono tanti favoriti dal fatto che Budapest è costruita su  delle sorgenti d'acqua calda, in questo modo più facile acquisire i benefici delle acque ricche di sali minerali. Non so dire se i bagni hanno o meno dei benefici salutari ma sicuramente migliorano l'umore e vi trasformano la giornata.

I bagni termali a Budapest sono un richiamo alla cultura ottomana, se tolgo le voci e annullo i suoni e chiudo gli occhi potrei essere a Istanbul, nel bagno Király c'è una grande Cupola sostenuta da otto pilastri con una piscina d'acqua calda ottogonale, si passa dalla luce del sole che filtra fioca al bagliore della luna e delle stelle verso sera, è decisamente appagante stare qui nell'acqua calda e guardare fuori la luce delle stelle, ad apprezzare tutte queste cose ci ho messo del tempo.



Sono 4 i più belli, Bagni termali d'origine turca a Istanbul: 
 Gellért a Buda nel annesso all'Hotel Gellert,
Király il più vecchio il più storico.
-  Rudas a Buda di alto valore storico e architettonico con 6 piscine termali
Széchenyi edificio spettacolare con piscine aperte anche d'inverno)
Tutte sono di proprietà pubblica del Comune di Budapest, sono ancora in uso qualcuno magari necessita di ristrutturazione, ma hanno un fascino unico che vi consiglio di visitare prima che gli trasformino e perdano l'originale struttura, non arrendervi a qualche difficoltà linguistica e tecnica, i bagni sono dei veri gioielli architettonici.

Il bagno termale è divenuto un'attività sociale all'interno della cultura ungherese, ogni bagno ha il proprio set di regole, il personale non parla inglese, ma si può trasformare in una esperienza culturale e sociale, scambiare due chiacchiere, giocare a scacchi con i residenti della città si comprende meglio l'umore della città . Un consiglio ruffiano, individuate un residente e seguite quello che fà se non sapete cosa fare, gli ungheresi sono molto gentili vi aiuteranno a districarvi tra le diverse vasche e i diversi bagni turchi.

Consigli pratici alla biglietteria scegliete tutto: Uszoda (piscina); Termál (piscina termale); Fürdo (bagno); gozfürdo (bagno di vapore), e / o sauna. La tariffa è a tempo vi danno un chip dove viene segnato l'orario d'ingresso. Portatevi gli asciugamani e le ciabattine di plastica andranno benissimo. Il biglietto d'ingresso dà diritto in genere di un armadietto libero negli spogliatoi (öltözo), o, in alcuni stabilimenti balneari, è possibile scegliere di pagare una tariffa aggiuntiva per una cabina privata (Kabin).



Ricordatevi di portare un costume da bagno, una cuffia se si desidera nuotare nelle piscine in modo da non doverne affittare uno d'annata con modelli degli anni 70, divertente ma a volte imbarazzante, per gli uomni ricordarsi di un perizoma per accedere ai bagni turchi, In alternativa si può noleggiare tutto all'ingresso. Alcune delle acque sono ad alto contenuto di minerali, è consigliabile fare la doccia prima e dopo.  A seconda della piscina, si può trovare un forte odore di zolfo, ma ricordate che fanno bene alla pelle.

Ci sono diverse fontanelle nei settori dei bagni, ed è una buona norma di bere molta acqua prima, durante e dopo il bagno. Facendo il bagno a stomaco vuoto può causare nausea e stordimento per coloro non abituati ai bagni minerali. La maggior parte dei bagni pubblici hanno uno snack bar nella lobby dove si può prendere una spremuta o un panino freddo .



Per arrivare a Budapest, ricordatevi che è raggiungibile con il treno da Venezia Mestre c'è uno speciale treno notturno che parte alle 21, 30 e  arriva alle 10,54 al costo di 55 Euro, ci diversi treni anche durante il giorno il tragitto è Venezia - Villach -  Vienna -  Budapest con il cambio a Vienna, da Vienna due ore e mezza arrivate a Budapest, un mezzo alternativo in primavera è anche il battello che da Vienna porta a Budapest (Mahartpassnave), Info treni Ferrovie tedesche
Per muoversi in Budapest è cosigliabile farlo con i mezzi pubblici , acquisendo la Budapest Card.

Per informazioniTurismo Ungherese, Budapest Tourism, SpaBudapest,

7 commenti:

  1. ottime informazioni e molto dettagliate
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  2. Fortissimo questo post, completo nelle informazioni e alternativo nella descrizione dei luoghi dove andare.

    RispondiElimina
  3. Un post ricco di interessanti informazioni!!! Grazie carissimo, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ci andrei di corsa, magari anche con un bel massaggio :-)
    idroterapia è una vera e proprio trattamento

    RispondiElimina
  5. Carmine, che bel post interessantissimo, descritto perfettamente, mi hai fatto venir voglia di andarci, il che sara` pressoche` impossibile, ma per un momento mi e` parso di fare l'esperienza. Grazie, bacione.

    RispondiElimina
  6. Sai, anch'io come te sono sempre stata restia ad avvicinarmi a queste forme di relax, che ho sempre vissuto come noiose.
    Ma nel tuo post sei stato molto molto convincente e così ricco di dettagli da pernsare che ho sempre perduto qualcosa per pura superficialità.

    RispondiElimina
  7. E' tutto così raffinato! Ah, la Mitteleuropa!

    RispondiElimina