lunedì 30 maggio 2011

Tehran- Istanbul, Trans Asia Express, il treno dell'esilio e della nostalgia



Un viaggio in treno che sembra collegare due mondi diversi, uno è Iran il paese sotto la rigida legge islamica, l'altro la Turchia il paese islamico che si apre all'Europa a un nuovo stile vita, un viaggio in treno che è un percorso di vita spesso doloroso e silenzioso, è il treno degli esuli, di coloro che vengono invitati a lasciare il paese, lungo quel percorso del treno lasciano tutto loro stessi e si aprono a un mondo nuovo e sconosciuto.
Un viaggio in un mondo che cambia, un oriente che lentamente si modifica, i paesaggi visti del treno si trasformano nel corso del viaggio come i volti delle persone. Duri chiusi ed ermetici in Iran si aprono attraversando l'Anatolia dove il paesaggio diventa più ricco vario e gentile. 
Fare un viaggio su questo treno è fare un viaggio in un mondo sconosciuto, umano, quelle faccie spaventate, quei visi persi nello sguardo altrove proiettati verso un sogno, è anche un viaggio di conoscenza di culture che non si comprendono ma che si fondono su un percorso di viaggio.
Persone che ti raccontano la loro vita come un libro aperto, non comprendi le parole ma comprendi tutto perfettamente perchè esprimono emozioni e stati d'animo, volti che ti rimangono impressi nella memoria per la loro umanità, per la loro fragilità ma anche per la loro dignità.
Se sei straniero tutti ti vogliono conoscere e ti offrono da mangiare,  dalle "labu" della barbabietole arrostite, ai dolci "bastani" "Palude" "Falude" e ho imparato i canti  e i poemi di Hafez, perchè in 3 giorni di viaggio, si scherza, si danza e ci si abbraccia come fratelli per scoprire che c'è in comune qualcosa di più di quello che invece ci divide.

Si parte da Teheran alle 21,15 del Mercoledi si arriva a Istanbul il Sabato alle 18,30, per un totale di 72 ore di viaggio si passa per Tabriz, ,Van , si attraveso il lago di Van in battello, si lascia la ferrovia Iraniana per la ferrovia turca, Tatvan, Ankara, Istanbul. il costo è di 50 euro con cuccetta.

Per Tehran ci vuole il visto e il passaporto con due pagine libere e non avere segno del passaggio in Israele



Il percorso è anche inverso Istanbul - Tehran si parte Martedi alle 23,55 e arriva a Tehran il Venerdi alla 20,20.

Informazioni : Ferrovie Iraniane Raia, Ferrovie Turche Tcdd,
Ente turismo della turchia, sito indipendente di informaizone e cultura iraniana Iran,it
Immagini di Tehran e info in Tehran24, Tehran Times, Istanbul 24,
Il biglietto dura sei mesi si può percorrerla anche a tratti e prenotare sucessivamente l'altra tratta, delle fermate interessanti sono Ankara e Tabriz, tenete però presente che il treno successivo c'è la settimana dopo.

Ps. mi scuso con tutti è un po di giorni che non passo in giro ma torno presto, grazie degli email

8 commenti:

  1. Una fantastica esperienza!!!! Grazie per il post, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Gianna Aliverti31 maggio 2011 08:30

    che viaggio non ci posso pensare è una specie di sogno

    RispondiElimina
  3. Viaggio veramente affascinante!
    sogno una cosa del genere da tempo, e chissà che non lo faccia davvero stavolta...
    grazie Carmine! :-)

    RispondiElimina
  4. Carmine che bel itinerario ci segnali. Lo farei subito. Grazie è un sogno, ma sognare si può.

    RispondiElimina
  5. E meno male che qualcuno può ancora andarsene. Pensare che quell'angolo di terra é stato la vera culla della civiltà!

    RispondiElimina
  6. un vero viaggio nel tempo e lo spazio ma anche attraverso le storie delle persone. Buona festa e spero che torni al più presto!

    RispondiElimina
  7. Un viaggio degno dei grandi romanzi del passato.
    (credo che con gli stessi soldi si va,in Italia,da Milano a Bologna con Av,ma forse non bastano nemmeno).

    RispondiElimina
  8. Davvero un viaggio fantastico!! Grazie per il post.

    RispondiElimina