sabato 25 agosto 2012

Altstadtfest 2012, Brixen Bressanone 24-26 Agosto

Inaugurata a Brixen / Bressanone oggi Alstadtfest 2012, l'evento in cui la città di Bressanone si mette in mostra per contribuire a fare conoscere e aiutare le associazioni no profit della città dall'Aido alle associazioni culturali come Musikkapelle, dai Vigili del fuoco agli Alpini. Tutti a dare il loro contributo chi lavorando preparando sfoglie chi freggendo chi invece come me "degustando" le specialità locali.


Tutto il centro storico di Bressanone occupa l'evento. Alstadtfest è festa ed allegria, si suona si canta si danza tutto in modo semplice ed informale, sotto sotto c'è anche una gara a chi è più brava in cucina, una gara tra massaie delle diverse associazioni ma nessuna vuole ammetterlo. Vengono riproposti tutti i piatti della tradizione alto atesina ma anche pesce e carne alla griglia.


Quest'anno per Alstadtfest ho lasciato più spazio ai volti e ai costumi tradizionali che gli altoatesini rispolverano per l'occasione, le immagini fanno parte del giorno dell'inaugurazione a cui ha partecipato il presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder, che non si presenterà più alle prossime elezioni dopo dodici anni in carica, un modo anche per tutti di salutare un personaggio di un certo spessore e popolarità.



Ques'anno molto scalpore ad Altstadtfest lo hanno destato le immagini dei bagni, personalmente mi hanno fatto più strappato un sorriso che fatto scandalo.


Bressanone Brixen 24-26 Agosto 2012













Inaugurazione Altstadtfest 2012 Brixen Bressanone, la Banda di Milland e la Banda di Gudon
(Il video è mio, ma migliorerò)

Mappa di Bressanone

Visualizza Bressanone BZ, Slow Tourism in una mappa di dimensioni maggiori

mercoledì 22 agosto 2012

A Seminar la Buona Pianta: Vallarsa, Rovereto e Schio dal 23 al 26 Agosto 2012


Si tiene questo fine settimana in Trentino e a Schio l’evento “A seminar la buona pianta” un evento che ha colto la mia attenzione, perché quando vado nei boschi mi piace riconoscere le erbe, le piante e i fiori. L’ho imparato da bambino quando mio nonno mi portava nel bosco, mi insegnava a riconoscerle le piante, mi spiegava le proprietà,  mi insegnava come adoperarle al meglio.
Negli ultimi anni ho ripreso i fili della mia vita che si erano persi recuperando tutta quella serie di conoscenze che avevo acquisito e dimenticato, ampliando la conoscenza di erbe e piante alla ricerca di medicina dolce con l’uso delle piante ed erbe medicinali per il mio benessere fisico.

Immagine "Vuoto di memoria" di Giampietro Carlesso che verrà inaugurata in Vallarsa, Ristoro MB, Località Malga Fratte, ore 16.30 giovedi 23 Agosto Apertura dell'evento con Geremia Gios, Sindaco di Vallarsa e Massimo Mercati, Direttore generale di Aboca

L’evento “A seminar la buona pianta” offre l’opportunità di conoscere meglio il mondo delle natura e delle piante in modo originale attraverso la conoscenza del territorio della Vallarsa, di Rovereto e di Schio ma anche attraverso la rappresentazione delle piante e della natura nell’arte, nella letteratura nella poesia e nella musica.
L’evento propone un calendario molto ricco, si va dall’ escursione guidata alla scoperta delle piante medicinali spontanee della Vallarsa ai corsi di Fitoterapia, dalla visita alla mostra del Mart a Rovereto ai Pascoli di Malga Prà di Mezzo e Malga Boffetal in Vallarsa per scoprire la tradizione locale casearie e delle erbe locali alla lettura la sera di Lella Costa di Italo Calvino, da Schio presso l’Aboca Museum a scoprire il rapporto tra l’uomo e le erbe al Mart per seguire il concerto di Gian Maria Testa, uno degli artisti italiani più colti e più noti all’estero.
Ora quando vado nel bosco mi porto i mie nipoti parlo della natura delle piante e delle erbe medicinali ho scoperto una gioia molto grande e sconosciuta che è quella di trasmettere una conoscenza mi rendo conto dare qualcosa di speciale, che se poi vorranno potranno approfondire nel corso della vita.
Info: A seminar la buona pianta, Aboca Museum il Museo delle Erbe


A Schio in Provincia di Vicenza presso il Salone Piano Nobile Palazzo Fogazzaro "QUANDO L’ARTE SERVIVA A CURARE. GLI ERBARI TRA SCIENZA ED ARTE" Mostra a cura di Aboca Museum, l’esposizione rimane aperta dal 23 agosto all’11 novembre 2012 lunedì - venerdì 16.00 - 19.00 sabato - domenica 10.00 - 12.00 / 16.00 -19.00






Visualizza A seminar la buona pianta in una mappa di dimensioni maggiori



sabato 11 agosto 2012

Nizza Go Slow Green e Gourmande, la dolce vita da turismo lento in versione d'oltralpe

La città di Nizza è da sempre una delle mete più classiche dei viaggiatori per tutto l'anno, una città che tenta di rinnovarsi e reinventarsi continuamente. Nizza mira a diventare una delle destinazioni turistiche più importanti dell'Europa per coltivare questo progetto la città ha cambiato volto seguendo la nuova economia verde e sostenibile, un percorso molto difficile se sei una città più grandi di Francia.
La città di Nizza ha cosi avviato dei progetti molto ambiziosi tanto che in futuro la Promenade des Anglais sarà vietata alla auto e sarà percorribile solo con un tram che collegherà tutta la città, già attualmente la città si è dotata con Ligne d' Azur di una rete efficiente di tram e bus e mezzi pubblici per lasciare a casa l'auto, non solo ottimo sistema di autobus interurbani più la ferrovia (Ter- Sncf Paca) permette di collegare con puntualità la città con tutte le altre località della regione come Grasse, Montecarlo, Antibes, Cannes.

Un nuovo sistema di verde collegherà i punti più importanti della città, auto a noleggio elettriche, piste ciclabili che collegano la città con tutta la regione, è stata inaugurata dieci anni fà la prima Handi Plage, cioè la prima spiaggia attrezzata e pubblica per i diversamente abili, in molti tratti di spiaggia è proibito fumare Plage sans tabac.
Questi sono solo alcuni dei progetti della nuova Nizza, speriamo fortemente che producano i risultati sperati di una città meno più pulita e più ecosostenibile. Questo rinnovamento ha fornito una forte spinta alla qualità anche dei servizi in particolare nel settore ristorativo con  la ri scoperta dei prodotti del territorio e di qualità, tanti giovani chef che portano nuove idee e innovazione e tanta persone d'esperienza per valorizzarle.
Tanti anche i giovani imprenditori italiani che si sono trasferiti a Nizza dove trovano un pubblico attento alle proposte di qualità, molti dal Piemonte ma anche dall'Emilia Romagna e dalla Campania.
Ho vissuto e lavorato a Nizza qualche anno e ho selezionato quello che ritengo le proposte più interessanti non è la guida Michelin ma una guida molto personale: 
La socca, è quella che in Liguria si chiama farinata con la farina di ceci, la versione di Nizza e più sottile e leggera la migliori:
- Chez Pipo 13 Rue Bovastro
- Socca d'Or 45 Rue Bonaparte (La migliore tarte de blette della città)
- Chez Theresa Socca, Marchè du fleurs, Cours saleya

Olio di oliva di Provenza
Piccoli olivicoltori portano a un offerta di olio di oliva di qualità dolce e fruttato
- Alziari,  14 rue Saint Francoise de Paule (vicino al mercato)
- Premiere pressone Provence 15 rue du Point Vieux

Spezie e sale aromatico
- Girofle et Cannelle, 2 rue Paroliere

Pasta fresca : Panisses e Merda de can (Gnocchi agli spinaci)
- Denis Roda 7 rue de Collet

Pane, Boulangerie, Patisserie
Espuno, 35 rue Droite
Multari, 2 Rue Alphonse Karr, alla metà del centro pedonale
Dolce Gioia, Vieille Ville de Nice

Cioccolato
- Lac, 18 rue Barla/ 49 rue Gioffredo
- Canet, 25 Boulevard Gambetta
- Xocolat 10 rue Alberti

Ristoranti dove mi piace andare sui 25/30 Euro
- La merenda, 4 rue Raoul Bosio piccolo bistrot max 20p.
- La Favola, 13 Cours Saleya Tél. : 04 93 04 45 23
- Chez Oliviera, 8 bis rue de Collet Tel. 04 93 13 06 45
- La Zucca magica4 bis, quai Papacino,  Tel. 04 93 56 25 27 è stato uno dei primi ristoranti vegetariani a Nizza, arriva dalla provincia di Cuneo e si sente nel menù e nel profumo della cucina.
- Comptoir du Marche, 8 rue du marchè su Facebook
- Le  Bistroit d'Antoine, 27 rue de la Prefecture su Facebook

Alloggiare a Nizza
Ci sono alberghi per ogni esigenza io consiglio per chi vuole stare in centro i due piccoli ma molto curati :
mentre se invece volete dei luoghi suggestivi , appartati e tranquilli con un ospitalità personalizzata vi suggerisco i Bed and breakfast che qui chiamano Chambres d' Hotes, che sono fuori dal centro in posizione tranquilla verso interno:

- Del-Monte Sandra, 272 chemin de saquier Tél. : 04-93-18-12-64 
- Samoyeau Erick, 30 avenue des bosquets Tél. : 04-97-11-02-74 
- Schmitz Michele, 17 avenue du petit fabron Tél. : 06-31-71-11-56

Noleggio Bici:
Per la città Velo Bleau, la città ha 34 km di piste ciclabili


Per escursioni elenco noleggi sulla mappa



Visualizza Nizza Gourmande & Slow Travel in una mappa di dimensioni maggiori

venerdì 10 agosto 2012

Il nuovo rifugio Gouter sul Monte Bianco, piovono uova d'acciaio sulle Alpi

foto ©refugedugouter
Verrà inaugurato il nuovo Rifugio Gouter il 30 Agosto 2012, nonostante tutti i media annuncino il basso impatto ambientate e alto valore tecnologico della struttura, una comunicazione molto aggressiva con grande desiderio di stimolare la domanda di nuovi rifugi così belli , dal mio punto di vista questo edificio non è proprio quello che uno si aspetta di trovare a 3500 metri di altitudine dopo magari un arrampicata o una ferrata.
Chi lo ha voluto il Rifugio Gouter si è giustificato sostenendo che mira a dare un servizio di qualità a chi arriva in alta quota, questo non però giustifica il progetto, un servizio di qualità lo si può dare anche in altra forma e che sia a minore impatto ambientale come pubblicizzato è un opinione del tutto personale.
È un edificio adatto per chi ama la montagna? Più che un pugno in un occhio quest' edificio è un pugno nel cuore in quelli che amano la montagna.
Questo Rifugio Gouter segna purtroppo una nuova epoca quella delle uova di acciaio e cemento che vedremo presto su molte cime delle Alpi.
foto ©refugedugouter
Vedremo uova di acciaio e vetro sulle dolomiti a nome dello sviluppo sostenibile? Speriamo di no, ma nessuno è in grado di assicurarcelo!
Negli ultimi dieci anni si è avviata una vera e proprio cementificazione della montagna, abbiamo sbagliato anche noi addetti ai lavori, che per sostenere i territorio montani abbiamo insistito molto sulla stimolazione dell’offerta della vacanza in montagna, cosi salire sul Monte Bianco è divenuto a portata di tante persone anche molti sprovveduti, ci manca solo che qualcuno progetti un bel parcheggio multi piano è un autostrada per arrivarci,.
Il futuro magari è un grattacielo Pirelli sul Monte Bianco con in cima un aeroporto per voli low cost, il tutto a basso impatto ambientale per uno sviluppo sostenibile.
Il nuovo Rifugio Gouter è il simbolo di questa nuova epoca, il primo di un edificio che vedrà altri esempi, peccato perché in questi anni era emersa una nuova tendenza dell’architettura più sensibile e attenta alla montagna al recupero delle radici storiche e architettoniche locali, all’utilizzo del materiale locali, al rispetto dell’ambiente.
Purtroppo avviata una tendenza è molto difficile fermarla unico modo è quello di evitare quei luoghi e quelle destinazioni con questi belli esempi d' architettura, è unico modo che abbiamo per disincentivare simili iniziative di dubbio gusto.

Fonte foto Rifugio Gouter

mercoledì 1 agosto 2012

Tour dei Giganti 2012 / Tor des Géants 2012



Emozioni che solo la montagna riesce a dare, camminare tra i 2000 e i 3000 metri d'altezza, guardare l'immensità l'orizzonte con la vista del Monte Bianco, del Monte Rosa e del Cervino, montagne di granito da potere accarezzare con le mani, cercare rifugio durante la pioggia in una baita di montagna, dormire guardando le stelle che sembrano più vicine tanto da potere sembrare di toccarle come in un film di fantasia ma tutto è vivo reale nel  tour dei giganti un percorso di trekking in alta montagna che unisce alta via n1 e alta via n 2 in Valle d'Aosta in sette tappe:
Courmayeur - Val Grisenche (Monte bianco)
Val Grisenche - Cogne (Gran Paradiso)
Cogne - Donnas (Parco del Gran paradiso)
Donnas - Gressoney Saint Jean (nel mondo dei Walser)
Gressoney Saint Jean - Valtournenche  (dal Monte Rosa al Monte Cervino)
Saint Rhemy - Coumayeur
La vera gara si terra dal 9 al 16 Settembre, più che una gara posso dire che anche se lo spirito competitivo non manca è maggiore lo spirito d'appassionati della montagna che condividono un esperienza comune, uno spirito di colleggialità e anche di solidarietà tra i partecipanti che rende questo evento molto speciale.
Per affrontare la gara serve un minimo di abitudine al trekking e di preparazione camminare sopra i 2000 e fare 330 km in una settimana richiede un minino di preparazione fisica e atletica.
Noi invece più camminatori che amiamo la lentezza più che atleti esperti possiamo affrontare il tour come una vacanza alla scoperta delle montagne e degli antichi sentieri della Valle d'Aosta in piccoli soggiorni da tre/ quattro giorni, scegliendo tra
Dal Monte Rosa al Monte Cervino (Da Gressoney Saint Jean a Crétaz di Valtournenche)
Gran Paradiso (Dalla Valgrisenche a Cogne)
Dal Grand Combin al Monte Bianco (Aosta - Courmayeur)
Soggiornare in Valle d'Aosta nei pressi del Tour dei Giganti
Hotellerie du Paradis, Eaux Rousses, 18 11010 Valsavarenche, tel 0165 905972 siamo nella nascosta e tranquilla Valsavarenche, nel Parco del Gran Paradiso, una vacanza immersi nella natura e nella gastronomia, nelle vicinanze alpeggio dove degustare formaggi locali e fontina, diverse le possibilità di trekking e passeggiate-
Hôtel Lyhaus, località Tschoarde, 1 11025 - Gressoney St-Jean Valle d`Aosta Tel. 0125 356644, siamo ai piedi del Monte Rosa, cucina a km zero prodotti solo della valle, cucina gluten free, camere spaziose dotate di ogni comfort.
Rifugio Ferraro, Champoluc-Ayas. 0125 307612 di fronte al Monte Rosa a 2066 m. il rifugio è ufficialmente datato 1560, noto per la personalità e la bravura di Fausta grande cuoca ma anche appassionata della montagna e del Nepal, il rifugio offre anche una sala per la meditazione. 
Info: Valle D'Aosta Turismo I love VDA, Giro dei Giganti,  Tor des GéantsTrekking Val d'Aosta
Per il video si ringrazia della condivisione Tor des Geants