lunedì 28 ottobre 2013

Andare per tartufo: Acqualagna, Alba, San Miniato

Si ama oppure si odia, non ci sono vie di mezzo per il tartufo, l'autunno porta il profumo del tartufo, tra i mesi di ottobre e novembre sono tante manifestazione richiamo un vero e proprio pubblico di estimatori. Tuttavia dato che il tartufo ama la natura incontaminata non sono destinazioni sempre molto facilmente raggiungibili con il treno o con gli autobus con tempi d'attesa piuttosto lunghi.
Siamo nelle Marche in Provincia di Pesaro e Urbino, vicino all'Umbria a pochi chilometri della città di Urbino, ad Acqualagna ci si può arrivare solo in automobile purtroppo, non è stato istituito alcun autobus per l'evento.
Quest'anno l'evento propone il Palazzo del Gusto dove possiamo trovare i prodotti tipici del territorio come Olio DOP di Cartoceto, Prosciutto di Carpegna, Casciotta d’Urbino, salumi del Nino e naturalmente tartufo nero e bianco pregiato di Acqualagna.
Inoltre ci sarà tutti i giorni un programma di Cooking show, dove il tartufo verrà abbinato alle altre specialità tipiche delle Regioni Italiane.


Il tartufo di Alba è famoso in tutto il mondo e ogni anno questo evento ha visitatori da tutti il mondo. l'evento mette a disposizione il Palatartufo un vero e proprio mercato con tartufo certificato e Alba Qualità dove vengono messi in mostra  i vini del territorio di Langa e Roero, le raffinatezze della pasticceria artigianale, i formaggi e i salumi. Il visitatore potrà scoprire i grandi nettari pregiati tra cui il Barolo, il Barbaresco, il Roero, il Nebbiolo, il Dolcetto, la Barbera, la Favorita, l’Arneis e il Moscato, che hanno reso internazionale il territorio langarolo. 
Ci saranno oltre cento gli stand in cui il turista potrà acquistare, o semplicemente gustare, le raffinatezze che fanno da contorno al Tartufo Bianco.
Arrivare a Alba con il treno. da Torino Porta Susa cambio a Bra più o meno un ora e mezzo di tragitto.

San Miniato, Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco weekends del 9-10 16-17 23-24 Novembre 2013 nel centro storico. 
Siamo nel cuore della Toscana, in una terra d'eccellenza patria del Tartufo Bianco di San Miniato. Nel mese di Novembre il centro storico di San Miniato, con le antiche vie e le storiche piazze, diventa il più grande laboratorio del gusto a cielo aperto della Toscana, dove buongustai e visitatori si incontrano per apprezzare le eccellenze dell'enogastronomia. Anche qui l'evento si trasforma in una celebrazione dei prodotti tipici del territorio e dove il tartufo diventa il volano per la scoperta della vocazione turistica del territorio.
Arrivare a San Miniato : La stazione di San Miniato si trova sulla linea PISA-FIRENZE, la si raggiunge in 40 minuti al costo di 5 euro, all'uscita della stazione c'è un servizio tram che porta direttamente a San Miniato Alto.

Si ringrazia utente DispenserTvTrasmissione del Canale You tube

21 commenti:

  1. Caro Carmoine, ti auguro una buona settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. io amo assolutamente il tartufo quì da noi si trova o lo scorzone o il bianchetto che non sono pregiati come quello d'alba ma sono comunque buonissimi...un saluto..

    RispondiElimina
  3. tu si che ci sai dare delle belle dritte su come trascorrere il nostro tempo libero!!! buona settimana.
    Alice

    RispondiElimina
  4. Nonostante io non ami il tartufo, queste fiere sono sicuramente l'occasione per conoscere le eccellenze culinarie del nostro paese e per concedersi una breve ma interessante vacanza! Grazie!

    RispondiElimina
  5. Adoro il tartufo!!! Grazie per le informazioni!!!

    RispondiElimina
  6. non lo amo alla follia ma qualche volta lo mangio volentieri...questi ghiotti appuntamenti sono però un bel modo per gustarlo, buona settimana !

    RispondiElimina
  7. Non mi piace il tartufo ma quei posti li visiterei volentieri!

    Baci

    RispondiElimina
  8. Grazie, Carmine, per questa bella panoramica dedicata a sua maesta' Il Tartufo. Non sai quanto mi piacerebbe fare una bella gita ad Alba, citta' bellissima, oltretutto. Ci manco da un paio d'anni...

    RispondiElimina
  9. Io adoro il tartufo. Sono anni che mi riprometti di andare ad Acqualagna perchè il paese di mia nonna non è molto distante, ma per una cosa o l'altra non riesco mai ad organizzarmi in questi periodo.

    RispondiElimina
  10. che bella idea mi hai dato un incentivo per partire

    RispondiElimina
  11. adoro il profumo del tartufo, c'è il bosco intero dentro...quest'anno non posso andare ad Acqualagna, causa gamba, ma il prossimo anno sì e sai, sarebbe bello incontrarsi di persona!!!

    RispondiElimina
  12. CINZIA TAMBURO, di dove è tua nonna?

    RispondiElimina
  13. Tutti gli anni in questo periodo ci regaliamo un bel giretto ad Alba, appuntamento obbligatorio ^_^
    Bellissimo post, ciao a presto!!!

    RispondiElimina
  14. Anche a me non oiace molto ma sono molto piacevoli queste iniziative. Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  15. Il tartufo è per me irresistibile, lo trovo meraviglioso in certi piatti. Grazie per tutte queste notizie, un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  16. non vado matto per il tartufo ma per le feste che sono dei allegri convivi

    RispondiElimina
  17. il tartufo è una dei simboili della tradizione culinaria italiana, un salta ad alba bisogna farlo almeno uno volta all'anno

    RispondiElimina
  18. Io sono fra quelli che amano il tartufo. Dirò di più. Mentre io il tartufo l'ho scoperto da adulta, le mie nipotine di 13 e 10 anni ne vanno pazze ora. Vorrei andare ad Alba, ma temo che non ce la farò questa volta, mentre in passato ci sono andata relativamente spesso proprio per via del tartufo.

    RispondiElimina
  19. adoro il tartufo, mi permetto di segnalarti una fiera mostra nazionale del tartufo che si tiene a san sebastiano curone (al)....ne vale la pena!!!

    RispondiElimina
  20. adoro il tartufo, peccato che queste sagre sono lontane....

    RispondiElimina
  21. adoro il tartufo anche se in questo periodo è difficile metterlo nelle dieta di tutti i giorni

    RispondiElimina