domenica 7 dicembre 2014

Milano 7 Dicembre, Fidelio al Teatro alla Scala

Milano nel bene e nel male è la mia città, una città dove l'arte e la cultura passa sempre in secondo piano, di Milano si conosce di più la Finanza, la Moda, il Design, quando si pensa a Milano in pochi pensano alla musica, eppure a Milano c'è uno dei Teatri più famosi nel mondo, il Teatro alla Scala.
Forse l'arte della musica a Milano è solo più discreta  e passa per più canali ma i concerti di musica sia in Conservatorio che nei Teatri registrano sempre il tutto esaurito.
Il settore della Musica è sempre stato un argomento poco sviluppato dal punto di vista turistico, un vero peccato perché secondo me andare a vedere una rappresentazione della Scala varrebbe da solo un viaggio.
Ci sono città che invece puntano sulla musica e sul calendario dei teatri come attrazione turistica, si pensi a Verona, Palermo, Napoli, l'Italia è la patria del Melodramma.
Quest'anno senza un preciso progetto molti negozi hanno voluto dedicare alla prima del Fidelio le vetrine del negozio, certo il fine è commerciale, però è la prima volta che i milanesi comunicano una sorta di passione per la Musica e per la Scala in modo cosi plateale, è un segnale positivo del dare alla musica un valore?
Non so dare una risposta, magari forse è discutibile, però mi piace.
Cosi le vetrine più note hanno dato un contributo a iniziare dalla Pasticceria Marchesi. Noberasco il leader italiano della frutta secca e della frutta candita, il  famosissimo Peck, che ha dato spazio una relazione con l'azienda Moretti per lo spumante Bellavista Franciacorta Riserva Fidelio e Peck pasticceria ha realizzato per l'occasione un orchestra al Teatro alla Scala di cioccolato.
Starete sicuramente pensando che stasera andrò alla prima di Fidelio, purtroppo no, mi accontenterò di una delle prossime repliche, per chi vuole seguirla in diretta l'opera verrà trasmessa al Teatro dal Verme e allo spazio Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele, per i più pigri invece in diretta in TV alle 18,00 su rai 5, intanto a tutti i milanesi e non buon Sant' Ambrogio.

7 commenti:

  1. Buona domenica caro Carmine.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Grazie Carmine, e buon Sant'Ambrogio anche a te. Oggi il tuo post mi coinvolge ancor di più, mio marito è di Milano, io mi sono sempre sentita Milanese anche se sono nata in Brianza a 25 km da Milano, ma vi ho lavorato per diversi anni e la conosco bene. Anch'io oggi non sarò li, ma vedrò il Fidelio in diretta tv. Grazie per averlo segnalato e per aver parlato un po' della nostra bella Milano. Buon Sant'Ambrogio.

    RispondiElimina
  3. Milano mi piace, venire ogni tanto e apprezzare le sue tante peculiarità...Non ci vivrei però, buona domenica Carmine

    RispondiElimina
  4. Buon sant'Ambrogio a te, carissimo Carmine. Sto guardando Fidelio in tv e sono rimasta sconcertata dall'ambientazione moderna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è stato audace, in genere le cose scritte in un certo periodo storico sono figlio di quel momento, trasportarle o attualizzarle è difficile si rischia di perdere qualcosa più che acquistarla, ma aspetto di vederlo dal vivo magari ha un altra emozione, grazie della domanda ho scoperto che ci sono un mucchio di persone che amano la musica tra i miei lettori, sono felicissimo

      Elimina
  5. Buon Sant'Ambrogio Carmine!!!
    Purtroppo non sono mai stata a Milano ma non ti nego che mi piacerebbe molto!!!
    Un caro saluto e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  6. Forse l'Expo può essere un'occasione per fare conoscere meglio sopratutto ai milanesi l'importanza e la fama a livello mondiale di cui gode il nostro teatro lirico.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina