giovedì 31 luglio 2014

Da Melfi a Potenza, sulle tracce di Ninco Nanco

Una segnalazione di un iniziativa molto interessante in una delle regioni forse meno citate da questo blog, andiamo in Basilicata dove la Compagnia dei cammini propone un viaggio a piedi inedito sulle orme di uno dei bandito più leggendari delle cronache della prima Unità d’Italia.
Il Vulture è stato al centro di una guerra dimenticata, i briganti contro l’esercito piemontese, tra il 1861 e il 1864, un manipolo armato si sollevò contro l’esercito sabaudo che in pochi anni avevano tiranneggiato e portato scontento tra gli abitanti del Mezzogiorno.
La storia del bandito generale Carmelo Crocco, ma soprattutto del suo luogotenente Ninco Nanco, un giovane morto in circostanze misteriose intorno al quale ruotano mille racconti e leggende, si racconta di un giovane forte e bello che a cavallo girava nel Vulture con una piccola chitarra ornata di nastri colorati.
Il viaggio sulle orme di Ninco Nanco, un viaggio nella storia, si narra che l’esercito Crocco, arrivò a contare duemila uomini (il doppio di Garibaldi), per poi sfaldarsi per conflitti e differenze, una storia di una rivolta che avrebbe potuto dare un corso diverso alla storia soprattutto alla storia del Sud Italia. 
Da Sabato 2 a Melfi fino a Potenza il 10 agosto,  140 km ricchi di persone, personaggi e storie del territorio. sulle popolazioni e sui prodotti che la sua terra, tra ricordiamo i salumi, i formaggi, olio extravergine l'oliva, il vino Aglianico e tanti prodotti dell'agricoltura e della terra dalle melanzane al tartufo su Facebook Compagnia dei Cammini.


Una vacanza senza connessione internet e cellulari al Feldmilla Design Hotel a Campo Turres in Valle Aurina

L'albergo si è sempre contraddistinto per l’impegno in materia di ecosostenibilità ed energie rinnovabili. L'autonomia energetica data da una propria centralina idroelettrica in funzione dal 1993 e modernizzata nel 1999, un impianto di riscaldamento a biomassa, allacciato alla rete di Campo Tures, i contratti alimentari quasi tutti a "chilometri 0", un'attenzione alle emissioni di Co2 e l’impegno al mantenimento e al miglioramento di questi parametri avevano già fatto nel 2011 del Feldmilla.design hotel il primo hotel a "clima neutro" di tutto l'Alto Adige. 
Il Feldmilla Design Hotel rappresenta un esempio di come sia possibile coniugare la valenza ecologica, un gradevole design e un'accoglienza di primo livello, mi piace ricordare il lato gourmet con una carta menù per vegetariani e vegani, nel rispetto della cucina del territorio.
Ora l'Hotel per garantire un maggiore comfort  e relax ai suoi clienti offre la possibilità di zero connessione, senza connessione internet, social network, cellulari, non ci si potrà collegare cosi si potrà godere di una vacanza relax, un iniziativa che mi piace.
Info e foto: Facebook Feldmilla Design Hotel

Viaggiare in treno elenco delle ferrovie europee:

martedì 29 luglio 2014

I vignaioli dell'Alto Adige si aprono ai viaggiatori

In Alto Adige è nata la prima vera e unica strada del vino, da sempre in Alto Adige il vino riveste un importanza notevole sia nell'agricoltura che nel turismo, questa estate  l'associazione dei Vignaioli indipendenti, costituita da cantine a conduzione familiare offrono una visita alle cantine, mostreranno come si realizza il vino, la loro storia e una  una degustazione guidataci sono cantine aperte ad orari fissi, su prenotazione.
Molti questi vignaioli offrono anche servizio di pernottamento e ristorazione, sono in luoghi molto affascinanti come castelli, masi e manieri in mezzo alla natura e ai vigneti.
Per farvi quale esempio ho selezionato tre vignaioli e le loro aziende:
Schloss Plars , è un bellissimo castello che si trova a Lagundo, vicino Merano, ha un bellissimo giardino, piscino, un contesto molto romantico e piacevole.
Messnerhof, il maso “Messnerhof” è un’azienda a conduzione familiare da più di un secolo ed è una delle tenute più antiche di San Pietro., un giovane viticoltore che sta realizzando il suo sogno d’infanzia gestendo la produzione del vino e seguendola passo per passo, dalla messa a dimora della vite all’imbottigliamento del vino.
Castello Weheburg, un bellissimo castello a Tesimo, tra Lana e Nalles, un luogo d'ospitalità ma anche una cantina dove si cura e si produce vino nell'azienda vinicola Castel Wehrburg.

Pescara Hvar, dopo tre anni riprende il collegamento navale

Questo blog oltre che a raccontare i miei viaggi, sottolineo le proposte più interessanti di operatori di viaggio, ma anche che di news, proprio per questo segnalo che è tornato dopo tre anni d'interruzione il collegamento tra Pescara e Hvar in Croazia.
Una novità di questa estate, la Snav dal 26/07/2014 al 31/08/2014 ha ripreso il collegamento con Hvar, martedì, giovedì, domenica partenza alle ore 11 arriva a Hvar 16,00 con proseguimento per Spalato con arrivo alle 18,00. Il sabato invece partenza da Pescara alle 10,00 e arrivo a Hvar 14,30.
Un collegamento molto perchè il tragitto dura solo 4 e le 5 ore a seconda delle condizioni del mare, mentre da altre località come Ancona e Bari è molto più lungo.  
Il ritorno il lunedì, mercoledì e venerdì partenza da Hvar alle 13,00 con arrivo a Pescara alle 18,00.
Hvar è una delle destinazioni turistiche più interessanti della Croazia, ne ho fatto un post nel 2010, ricordo il rosmarino, timo, maggiorana e lavanda, per saperne di più : Isole della lentezza Hvar, Croazia


 

domenica 27 luglio 2014

Pergola, Pesaro: la Festa del Vino

Questo fine settimana a Pergola, in Provincia di Pesaro e Urbino si tiene la 44° edizione della Festa del Vino, un evento che vuole valorizzare l'ultima Doc Pergola Doc, la più giovane delle Doc della provincia pesarese, Pergola è famosa anche per il vino di visciole, conosciuto pure con il nome di Visner, Visciolì, la Visciolata di Pergola sono ben dieci le cantine che saranno aperte per l'evento e disponibili alla degustazione. Non solo vino ma anche le bellezze artistiche ed architettoniche, negli ultimi anni Pergola è famosa per il "Museo dei Bronzi Dorati e della Città di Pergola", custode di un tesoro archeologico unico al mondo, i Bronzi Dorati da Cartoceto di Pergola, di epoca romana, datati 50 a.C..
Il centro storico è ricco di testimonianze architettoniche, tipiche del medioevo, con costruzioni in pietra, case a forma di torre, portali a sesto acuto e bassorilievi, a conferma dell'importanza che la città ha avuto in quel periodo, molto interessante e numerosa l'architettura religiosa, tanto che, per l'elevato numero di chiese e monasteri, la città è anche nota con il soprannome di "Pergoletta Santa".
Non solo architettura religiosa anche tanti Palazzi con imponenti facciate ed interni spesso arricchiti da affreschi. In particolare sono da segnalare il grandioso Palazzo Comunale, costruito fra il 1750 e il 1760 su progetto del riminese Giocanni Francesco Buonamici,  ll Palazzo Ducale (oggi sede della Banca delle Marche), quello dei Malatesta, poi Ginevri-Latoni (oggi sede della Banca di Credito Cooperativo), i palazzi privati sono quelli dei conti Mattei-Baldini, dei Badalucchi, dei Guazzugli-Gabrielli, dei Caverni, dei Giannini (oggi Buschi), dei Ruffini e dei Cini (oggi Giannini).
Le festa del vino è molto originale con il gioco della Dama di Vino Vivente dove le pedine non si mangiano ma si bevono, interessante perchè la festa si rivolge a due nuovi gruppi e fan del vino con due sezioni, "Harleys & Vino", punto di riferimento dei bikers del centro Italia, e "Rockers & Vino" dedicato alla musica rock, l'evento si terrà nel piazzale Mercatale.
Arrivare a Pergola:  la cittadina è molto ben collegato con autobus della comagnia Adriabus, si si può arrivare anche in treno, con solo poche corse in direzione Fabriano, in auto Autostrada A14, l'uscita più vicina è quella di Marotta - Mondolfo, dopo il casello si svolta a destra e proseguire per 36 km verso l'entroterra in direzioen Valle del Cesano, Pergola .
Info: Proloco Pergola, Comune di Pergola 

sabato 26 luglio 2014

Il borgo di Gangi tra Memorie e Tradizioni



In questo fine settimana del 26 e 27 Luglio, a Gangi in provincia di Palermo in Sicilia si tiene Memorie e Tradizioni un evento speciale che coniuga la bellezza del borgo più bello d'italia del 2014 alla sua ricca storia, la cultura e la gastronomia.
Secondo alcuni Gangi è la città di Engyon fondata dai cretesi in Sicilia, mentre quella che possiamo ammirare oggi è frutto della storia che passa attraverso le diverse dominazioni della Sicilia dall'epoca normanna, il paese è stato legato alle famiglie nobili dei Ventimiglia, Graffeo e dei Valguarnera che ne fanno un principato.

Gangi, oggi ci mostra la sua bellezza architettonica, con il Castello dei Ventimiglia, il palazzo Sgadari il palazzo Buongiorno, la Chiesa dell'Abbadia, la Chiesa di San Paolo e la sua ricchezza d'opere d'arte nata dagli artisti locali che la rendono un luogo ancora più originale.
L'evento si colloca a cavallo tra '800 e '900 in un periodo di grande ricchezza economica per il paese,  si svolge direttamente nel centro sporico, si vuole fare vedere uno spaccato di vita d'epoca, con la ricostruzione di un “màrcatu” (piazza Valguarnera),  la lavorazione del formaggio per cui Gangi è rinomata ancora oggi, in (largo Acquedotto), il visitatore potrà degustare i formaggi e la ricotta fresca accompagnati dal pane casereccio.
Per poi immergersi nella quotidianità di un secolo fa in una delle più suggestive vie del borgo (via Castello): qui si incontrano le figure che popolavano il borgo, il “viddàno” che tornava dalla campagna con un fascio di legna caricato sulle spalle, il “monaco di cerca” con l'asino, i bambini che giocano, le donne sedute davanti l’uscio di casa alle prese col “tòmbolo” e col il ricamo, un gruppo di vedove che uscivano dalla chiesa, il capraio che vendeva il suo latte. il tutto fatto per ricostruire e respirare la storia. 
Un evento che vuole riscostruire anche la cultura enogastronomica, dai formaggi alla "pasta ccu màccu”, pasta col macco di fave e finocchietto considerata uno dei piatti più tipici del borgo, accompagnata da un bicchiere di vino locale e “pitànze” , le interiora e fegato di agnello in agrodolce, accompagnate da peperoni arrostiti e da una gustosissima caponata fatta alla maniera tradizionale e per finire il tipico fidanzamento, l'incontro delle due famiglie dei due futuri sposi a base di dolci tipici dolci di pasta frolla, dolci di mandorle dal al profumo di limone, confetti verdi e il tipico “rosòlio".

venerdì 25 luglio 2014

Le migliori Gelaterie a Milano

In genere la stagione dell'estate è associata al gelato, tante le gelaterie aperte negli ultime due anni, non c'è una via senza gelateria, in una città come Milano, dove si fa difficoltà a trovare un panettiere o un elettricista, ma siamo certi che un gelato riusciamo sempre a trovarlo, in tutte le stagioni e a tutte le ore.
Milano e la seconda città per consumo di gelato e la prima per numero di gelaterie, qualcosa vorrà anche dire, quest'anno poi ho notato che pochi milanesi sono andati via, complice il tempo meteo, quindi nulla di meglio di un gelato per fare vacanza.
Non tutte le gelaterie esaudiscono le nostre aspettative di gelato buono, naturale e artigianale, molti sono dei prodotti industriali.
Con questo post al mio vecchio lavoro, ho selezionato le migliori gelaterie della mia città, migliore per gusto, varietà, materia prima, ingredienti, originalità e storia, si perchè dietro ogni gelateria, c'è un gelatiere, c'è una storia, un vissuto personale, un esperienza di vita e una ricerca per fare un buon gelato artigianale. 
Ho inserito aziende artigianali ma anche aziende di marchio per dimostrare che ci può essere anche un buon gelato di qualità anche se dietro c'è un marchio, un laboratorio semi artigianale.

Via Giovan Battista Pergolesi, 3
20124 Milano, Italia +39 02 2940 0076
Indirizzo classico della Milano dal 1964, tra i primi a portare a Milano i gusti di frutti tropicali, sono famosi i sorbetti al tamarillo, frutta della passione, granadilla. Tra i primi a presentare il famoso gusto ripieno di cassata negli anni '80 e il gusto zibibbo, non vanno dimenticati i gusti classici sia alle creme che alla frutta.
Via Giovanni Enrico Pestalozzi, 4
20143 Milano, Italia +39 02 3823 5911
Dalle note della musica alle note del gusto e del gelato, gusti del giorno garantiscono sempre freschezza, ci sono 4 tipi diversi di gusti al pistacchio, pane e nutella, mojito, burro di arachidi, birra guiness, ottimi i sorbetti tra cui il sorbetto al cioccolato.
43 v. Solari, Milano, MI 20144 Italia +39 02 4947 7890
Un franchising di qualità hanno fama i gelato al gusto: stracciatella di amarena, crema al torcolato maculan, crema all'uovo, torrone, tra i gusti frutta: pera, caco, albicocca, fragola, melone, kiwi e banana

Via Lodovico Castelvetro, 18
20154 Milano, Italia +39 02 349 4943
Tra le proposte più interessanti: il gelato al cioccolato Do Mori, le granite mandorla e melone, il nuovo gusto 2014 Havana con lime e menta.

Via San Gregorio, 17
Milano, Italia +39 02 2951 0284
Nuova apertura ma di un gelatiere che è una vecchia conoscenza, gelato dai gusti sempre creativi, dipende dalla disponibilità della materia prima e della stagionalità hanno fama : mascarpone fragole e meringa, timo e limone, fiori di basilico, banana noci e cioccolato.....

Via Cesare Correnti, 5
20123 Milano, Italia +39 02 3981 1172
Un rivoluzionario che ha rifiutato di adoperare le basi già pronte e creare una ricetta unica per ogni gusto.
Famoso per il gusti al cioccolato ma anche alle creme come il classico limone d'Amalfi al Elisa (lampone e cioccolato) Sinfonia Rosè con litchi, rose e lampone.
Via Luigi Porro Lambertenghi, 15 
20145 Milano, Italia +39 02 4549 4698
Tra i gusti frutti interessanti i frutti tropicali ma anche l'originale pompelmo rosa e franciacorta. Tra le creme la classica crema al limone, gorgonzola e noci, crema al cardamomo e sesamo. Gusto cioccolato Amedei.
Gelateria Aloha
Via Teodosio, 46 
20131 Milano, Italia +39 339 308 4033
Famoso il gelato ricotta e cannella

Via Dezza 24
Milano, Italia +39 02 4800 9525
Due fratelli con la passione del gelato, locale molto noto nella zona di via Washington, piazza Napoli, il gusto più noto è : gelso.
Gelateria Paganelli 
Via Gustavo Fara, 14
Milano, Italia +39 02 670 2751
Famoso per i sorbetti al vino
Viale Monte Nero, 46 
Milano, Italia +39 02 5990 4118
Pinoli e pere, Pistacchio salato tra i gusti crema, ottime le granite al gusto fragola, mandorla, mandarino, limone
Via Spartaco, 38 
20135 Milano, Italia +39 02 5410 2648
Gelati e granite come in Sicilia dal gusto mandorla, gelso e ai gusti d'agrumi, gusti del gelato a seconda delle disponibilità del mercato dall'esotico zenzero al classico limone.
Gelateria Umberto
Piazza Cinque Giornate, 4 
20129 Milano, Italia +39 02 545 8113
Una delle più vecchi negozi di gelato a Milano che è rimasto fedele a se stesso, un piccolo negozio, pochi gusti che cambiano giornalmente, un gelato di qualità, sapori classici ma che piacciono sempre.



Visualizza The best ice cream in MIlan in una mappa di dimensioni maggiori


giovedì 24 luglio 2014

Ortisei, Biennale Gherdeina 2014

Da qualche anno le destinazioni turistiche si abbinano al mondo dell'arte, abbiamo visto lo scorso anno in Croazia a Zadar, due opere d'arte d'avanguardia che hanno dato un nuovo aspetto una nuova linfa alla città vecchia. 
In Val Gardena, l'arte fa parte della cultura del territorio si manifesta nei tradizionali costumi, nell'aspetto delle decorazioni esterne delle case, nell'arte della cucina, ma sopratutto nell'arte della lavorazione del legno di cui i gardenesi sono dei veri maestri.

Alla sua quarta edizione la Biennale Gherdeina  dal titolo "Legno/Wood/Lën", ha affidato a cinque artisti di realizzare secondo la loro personale interpretazione la tradizione culturale e creativa della Val Gardena. Espongono due artisti gardenesi Bruno Walpoth e Willy Verginer, lo scultore inglese Chris Gilmour, la meranese Sonia Leimer ma vive e lavora a Vienna, e il pittore e scultore milanese Velasco Vitali.

Quest'evento coglie la mia simpatia, perchè mette in luce un aspetto poco noto degli abitanti d'Ortisei e della Val Gardena: il gusto dell'arte.

Immagine 1 la Mongolfiera di Velasco Vitali, l'artista adoperando legno e ferro ha voluto cogliere il momento di quando la mongolfiera sta per spiccare il volo, un interpretazione interessante che ha voluto cogliere anche l'aspetto dell'arte d'elevazione dello stato d'animo e dello spirito della comunità.
Immagine 2 La Baumhaus l'artista Willy Verginer, ha voluto rappresentare una casa che è posta sulle radici a simboleggiare i valori della gente di montagna legata al territorio, alla propria cultura alle proprie radici.
Immagine 3 Laura non c'è, dietro i suonatori, il busto di una ragazza adolescente di Bruno Walpot a simboleggiare la fragilità del'età adolescenziale ma anche la fragilità dell'animo umano e la fragilità del territorio di montagna, una fragilità sia naturale che sociale.

venerdì 18 luglio 2014

Capri: i migliori Bed and Breakfast

L'isola tra le più belle, ogni anno Capri accoglie turisti provenienti da tutto il mondo, un viaggio a Capri è una meta da sogno, quando vado in giro per il mondo tutti mi chiedono informazioni su Capri!
Per noi italiani l'isola di Capri, forse ha meno fascino, è un luogo più vicino, è qui a breve distanza il desiderio viene meno, eppure mentre bevo un caffè in piazzetta e un morso di torta caprese, penso che è solo la seconda volta nelle mia vita che vengo a Capri, la prima è stato il mio viaggio di nozze più di venticinque anni fa.
Una volta era una meta difficile da raggiungere, ma oggi grazie ai collegamenti di treni veloci con Napoli con Italo e Trenitalia, Capri si è fatta più vicina e accessibile sia per un weekend che per un soggiorno più lungo, può essere un idea per tutte le stagioni.
Capri si adatta ad una vacanza senza auto si arriva in battello da Napoli e poi c'è un servizio di autobus sull'isola molto comodo, ci si sposta molto bene anche a piedi.
Mi piacerebbe farvi scoprire un altra Capri, più autentica a contatto con gli isolani, accanto alle offerte d'alberghi molto stellati, molto belli ma con un prezzo non sempre accessibile, ci sono delle ottimi Bed and Breakfast, vi troverete a soggiornare in luoghi nascosti altrimenti inaccessibili, case storiche, giardini privati con il profumo dei fiori d'agrumi come limone e agrumi diversi, terrazze sul mare con uno spettacolo indimenticabile.
La cosa più bella che ad aprirmi la porta ho quasi sempre trovato coppie molto giovani, mi ha fatto piacere vedere che questa nuova forma imprenditoriale viene scelta dai giovani.
Ho selezionati 16  Bed and Breakfast, sette a Capri e nove ad Anacapri, è stata una selezione dura perchè gli avrei messi tutti, ho dato precedenza alla posizione, alla bellezza, al comfort, ai servizi offerti, hanno tutti wi-fi, aria condizionata, in genere hanno un costo che va dai 70 euro ai 150 in alta stagione, in pratica la sola prima quindicina d'Agosto, prima colazione inclusa.
Tutti hanno una loro fascino, dal magnifico Antico Monastero di Anacapri, parte di un Monastero ristrutturato, dove hanno rimasto intatto spazi e luoghi di grande fascino all'oasi discreta di verde con vista sul mare di Villa Trinetta a Capri.
I Bed and Brealfast d' Anacapri hanno la possibilità di un contesto più rilassante e tranquillo, mentre Capri è più Vip, più effervescente.
A questo ho unito sulla mappa alcuni luoghi storici di pasticceria dell'Isola come il Bar Pasticceria da Alberto, Gelateria Pasticceria Bonocore (i Caprilù, dolcetti di pasta di mandorle e limone), Pasticceria la Vela, Pasticceria Ferraro ad Anacapri, per degustare invitanti torta caprese, delizie al limone, sfogliatelle e babà.
Anche qualche indirizzo dello shopping come Canfora per le calzature famoso in tutto il mondo

Bed and Breakfast dell'Isola di Capri

Capri

in posizione tranquilla ha un magnifico terrazzo sul mare
Via Camerelle, 71 - 80073 Capri (Napoli)
Tel.: + 39 333 8397339 - Fax + 39 081 8375806
info@villatrinetta.it

Villa dei fiori
Via Acquaviva, 19 - 80073 Capri (Napoli)
Tel.: +39 081 8379140 villadeifiori19@yahoo.it

2 camere con un magnifico giardino, da 100 euro possibilità di doppia a uso singolo
Via Dalmazio Birago, 16 - 80073 Capri (Napoli)
Tel.: +39 081 8370366

Una bella casa di cent'anni ristrutturata di recente, con terrazzo vista piazzetta e marina grande
Via Belvedere Cesina, 7 - 80073 Capri (NA )
Tel.: +39 348 2770707 - Fax +39 081 8374032
info@suiteelegancebelvedere.com

La Musa
Via Marina Piccola, 22 - 80073 Capri (Napoli)
Tel.: +39 081 8378019 - Fax +39 081 8378019
info@lamusa-capri.com  www.lamusa-capri.com

Dimora storica nella zona alta di capri, 2 camere per ospiti da 80 a 120 euro
Via Cesina 2 - 80073 Capri (NA)
Tel.: +39 081 8378616 - Cell. +39 3386016442

Casa Augusto
La casa ha un bellssimo giardino, seguito tutti i giorni dalla proprietaria, camere da 80 euro a 130 euro a seconda della stagionalità
Via Mulo, 25/b - 80073 Capri (Napoli)
Tel.: +39 081 8378384 - Fax +39 081 8378384
casaaugusto@alice.it www.casaaugusto.it

Anacapri

Una gran bella casa ristrutturata da un giovane architetto napoletano, che è stato in grado di mettere in relazione le vecchie originali pietre di un antico convento del XVII secolo con un arredamento moderno e molto raffinato e luminoso.  
Via Finestrale 80071 ANACAPRI
T. 335 528 06 47 _ 349 525 28 81
info@caprisuite.it 

Villa Mimosa
Da 90 euro a 195 euro camera singola e camere doppie con terrazzo privato e vista mare
Via Nuova del Faro, 48/a - 80071 Anacapri (Napoli)
Tel.: +39 081 8371752 - Fax +39 081 8371752
info@mimosacapri.com www.mimosacapri.com

Una magnifica villa con piscina vista mare da 150 euro
Via Lo Pozzo, 6 - 80071 Anacapri (Napoli)
Tel.: +39 081 8372248 - Cell. +39 347 2202111
info@bbcaprivillaanita.it

Bella vista dal terrazzo sul golfo di Napoli
Via Monte Solaro, 30 - 80071 Anacapri (Napoli)
Tel.: +39 081 8382124 - Fax +39 081 8382702
montesolaro@capri.it www.montesolarocapri.com

Stessa famiglia dei gestori del Bar Grotta azzurra, in posizione tranquilla, 2 camere per ospitalità, la casa ha un patio con vista sul mare
Via Pagliaro, 61 - 80071 Anacapri (Napoli)
Tel.: +39 340 3583818 - Fax +39 081 8371253
info@lagiuliva.com

Camere dai 80 euro ai 130 euro
Via Boffe, 47 - 80071 Anacapri ()
Tel.: +39 081 8371377 - Cell. +39 348 4115827
info@ilvicoloanacapri.it

Via Migliera, 30/B - 80071 Anacapri (Napoli)
Tel.: +39 333 1742184 - +39 338 4876640 - Fax +39 081 8372964
iltramontobb@gmail.com  www.iltramonto.it

Cala del Rio
In posizione tranquilla e silenziosa con piscina 3 camere dai 90 ai 140 euro
Via Cannula, 24 - 80071 Anacapri (NA)
- Fax +39 081 8372617 - Cell. +39 339 7983380
info@caladelrio.com

L'edificio faceva parte di un antico monastero di San Michele fondato nel '600, ristrutturato di grande fascino in posizione centrale rispetto al paese, da dove partono diverse possibilità d'escursione, da 70 a 130 eur
Piazza San Nicola - 80071 Anacapri (NA)
Tel.: +39 081 8372547
anticomonasteroanacapri@gmail.com

Come arrivare a Capri: dalla Stazione Centrale: da Piazza Garibaldi: tram (linea 1) o autobus R2 per Piazza Municipio, presso il Molo Beverello, scalo marittimo delle linee veloci (solo passeggeri) per le isole del Golfo di Napoli. Il prezzo della corsa è definito dal tassametro, ma può essere anche un fisso di 10 Euro, stabilito dal Comune.
I passeggeri senza veicoli possono anche partire con i traghetti e le navi veloci (CAREMAR) dal Molo Calata Porta di Massa, la nuova Stazione Marittima a pochi passi da via Marina (accesso da Varco Pisacane o Varco Immacolatella Vecchia). La fermata del tram (linea 1) è molto vicina ai due varchi.
Da Piazzale Angioino (nei pressi di Piazza Municipio e di Molo Beverello) è operativo un servizio/navetta per il Molo Calata Porta di Massa.



Visualizza Capri Go Slow Green in una mappa di dimensioni maggiori



giovedì 17 luglio 2014

Il Festival di Mozart a Torino, il Barocco in scena

Dal 18 al 23 Luglio a Torino, c'è il Festival di Mozart, chiamato Torino suona Mozart, ospitato nella scenografica Piazza San Carlo, tutte le sere, a titolo gratuito dopo le 21,00. 
Torino è una città che vive di Storia, in particolare di quel periodo in cui i Savoia la portarono al centro dell'Europa, a iniziare da Carlo Emanuele I a Vittorio Emanuele II, la città si trasformò in un punto di incontro delle tendenze europee d'arte e d'architettura, tra cui il Barocco, vennero chiamati chiamo i migliori artisti e architetti dell'epoca come Ascanio Vitozzi, Carlo e Amedeo di Castellamonte, Guarino Guarini, Filippo Juvarra e Benedetto Alfieri.
Tra le meraviglia lasciate e Torino nel periodo Barocco : la Cappella della Sacra Sindone, chiesa di San Lorenzo, al Santuario della Consolata, il Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Carignano.
Proprio in questo periodo nel 1771 che per una serie di concerti Mozart visita la città di Torino.
Essere al centro dell'Europa per Torino, non ha solo stimolato la musica, l'arte e l'architettura ma anche l'economia e la cultura gastronomia, sono gli anni della diffusione della lavorazione del cioccolato  e della diffusione del culto del caffè come il Caffè San Carlo, Caffè Baratti, Caffè Vecchia Torino.
Il festival vuole rendere omaggio a Mozart e al periodo Barocco della città di Torino.
Concerti, sinfonie e opere, i capolavori mozartiani eseguiti da grandi interpreti della musica classica.
venerdì 18 luglio
Don Giovanni
Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino
Daniele Callegari, direttore 
sabato 19 luglio
Exultate, jubilate mottetto in fa maggiore K. 165
Requiem in re minore per soli, coro e orchestra K. 626
Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai
Juraj Valcuha, direttore 
domenica 20 luglio
Sinfonia in re maggiore K. 385 "Haffner"
Concerto in la maggiore per clarinetto e orchestra K. 622
Concerto in sol maggiore per violino e orchestra K. 216
Orchestra Filarmonica di Torino
Federico Maria Sardelli, direttore 
lunedì 21 luglio
Sinfonia in sol minore K. 550
Sinfonia in do maggiore K. 551 "Jupiter"
Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai
Juraj Valcuha, direttore 
martedì 22 luglio
Concerto in do maggiore per flauto, arpa e orchestra K. 299
Concerto in do maggiore per pianoforte e orchestra K. 467
Orchestra Filarmonica di Torino
Federico Maria Sardelli, direttore 
mercoledì 23 luglio
Il flauto magico
Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino
Arrivare a Torino: la città è raggiungibile con il treno con Italo e Trenitalia

mercoledì 16 luglio 2014

Fresca estate, piatti vegetariani e leggeri nelle Locande Storiche dell'Alto Adige

Un'iniziativa interessante in Alto Adige, fino al 27 Luglio solo nelle locande storiche della provincia di Bolzano, vengono proposti piatti leggeri e vegetariani, adatti all'estate per promuovere il piacere di una cucina sana e attenta alla salute.
Frescaestate nella Locanda sudtirolese, un iniziatica che invita i chefs a sapere adoperare per insaporire i piatti le erbe aromatiche, gli ortaggi freschi, il latte e i latticini a Km zero, cioè del proprio territorio. 
L'aspetto più originale è che molte di queste locande hanno un orto e possono attingere alle verdure fresche, quelle che non hanno un orto hanno dei contadini locali che producono frutta e verdura, per i formaggi l'associazione ha avviato una cooperazione con la Federazione Latterie Alto Adige.
Questo al fine d'assicurare al cliente, materie prime di prima qualità, a km zero e preparate con grande professionalità dai chefs delle locande, per dimostrare che la cultura gastronomica tradizionale dell' Alto Adige si integra molto bene con le nuove tendenze della cultura gastronomica.
Questo testimonia l'attenzione della cultura gastronomica del Sud tirolo nel rispondere alle domanda crescenti di piatti leggeri vegetariani a base di prodotti locali da parte dei clienti.
Sono circa trentadue le locande storiche dell'Alto Adige che potrete trovare sul sito, io segnale le mie preferite, luoghi inseriti in un contesto interessante e di cucina altamente professionale, dove ho realizzato dei post e dove ho visto che l'iniziativa delle cucina leggera e sana viene portato avanti anche tutto l'anno.

Trattoria Lamm “Mitterwirt”
famiglia Fontana
Via Villaggio 36, 39010 San Martino in Passiria
tel.+39 0473 641 240 fax +39 0473 641 474
Menù gnocchi patate al crescione di fonte con crema di formaggio caprino della Valle Passiria su carpaccio di rape rosse, praline alla ricotta con erbe fritte, canederli alle fragola con gelato al fiore di sambuco.

Ristorante Fink 
famiglia Fink
Portici Minori 4, 39042 Bressanone
tel.+39 0472 834 883 fax +39 0472 835 268
Menù ravioli di ricotta con pomodori stufari e insalate del nostro orto, gnocchi di ricotta e limone su duetto di spinaci con finferli saltati, dolce gramolata alle albicocche con composta di rabarbaro e gelato alla vaniglia.

Albergo Eggwirt
famiglia Schwienbacher
Santa Valburga 112, 39016 Val d'Ultimo
tel.0473 795 319 fax 0473 795 471
Menù: ravioli di patate con ripieno d'ortica e ricotta, praline di formaggio caprino della Valle d'Ultimo con insalata di mele e finocchio, tortine di mousse allo yogurt con fragole marinate alla menta.

Ristorante Winkelkeller
famiglia Pichler
Via Graf Künigl 8, 39034 Dobbiaco
tel.0474 972 022
Menù: crema alle ortiche con fiammiferi di patate fritti e olio di semi di zucca, ravioli all'agliuo orsino farci con ricotta su delicata salsa alle erbe di montagna, mousse alla fragola e lamponi con sfoglie croccanti e sorbetto al basilico.

Hotel ristorante Jägerhof
famiglia Augscheller
Valtina 80, 39015 Valtina/San Leonardo in Passiria
tel.+39 0473 656 250 fax +39 0473 656 822
Menù : ravioli di capra della Valle Passiria con pomodori e spinaci, sbrisolona di patate e formaggio, formaggio di caprino fresco della Valle Passiria con miele di tarassaco e fragole.

Albergo Fonteklaus (luogo delle fotografie)
famiglia Gfader
39043 Chiusa
tel.+39 0471 655 654 fax +39 0471 655 045
Menù: rotolini di formaggio fritti su crema di lattuga, soufflè di patate e porri con spinaci, omelette spezzettata di ricotta e ciliegie con purea di mele

Info: Locande Storiche Sudtirolo

sabato 12 luglio 2014

Mostra Regionale della Toma di Lanzo, Usseglio 13-15 Luglio e 19-20 Luglio

Questo fine settimana  e il prossimo weekend 19-20 Luglio si svolge nelle valle di Lanzo a Usseglio, in Piemonte e provincia di Torino, l'evento dedicato alla Toma di Lanzo.
Un evento che vuole valorizzare il territorio dell'alta Valle di Lanzo l'attenzione intorno al formaggio tipico piemontese e al formaggio d'alpeggio, infatti la Toma di Lanzo è il prodotto tipico derivante dalla lavorazione del latte presso piccoli caseifici delle Valli di Lanzo o negli alpeggi gestiti da malgari, ovvero da pastori transumanti che trascorrono l’inverno nelle cascine di pianura intorno a Torino e nel periodo estivo salgono, con le loro mandrie nei  pascoli delle Valli.
La tradizione della lavorazione del formaggio a Lanzo risale all’epoca imperiale romana si sono trovati documenti che attestano che intorno all' 150 d.C. la gens Vennonia, potente famiglia romano-torinese, inviava pastori, schiavi e coloni in Valle d’Ala a pascolare greggi ed a produrre burro e formaggi.
Oggi la toma di Lanzo è riconosciuta come un prodotto tipico della Provincia di Torino delle tome piemontesi dal sapore particolare.
Alla Mostra Mercato partecipano produttori provenienti da diverse regioni italiane pronti a proporre degustazioni di formaggi e di prodotti tipici, oltre che ad esporre oggetti di artigianato e delle tradizioni locali, saranno presenti tutti i formaggi Dop del Piemonte e i formaggi del Paniere della Provincia di Torino saranno in degustazione insieme ad altri prodotti caseari d’eccezione come Fontina d’Aosta, Tête de Moine, formaggi della Val Camonica, caprini, Testun, Murazzano, Roccaverano, Castelmagno.
Nel weekend momenti di musica, di folklore e di spettacolo con laboratori di cucina dedicati alle ricette valligiane come Torta di erbe miste e Toma di Lanzo, Bagnetto di acetosa; Fricandò di salame di Turgia con polenta di patate, nella giornata di domenica, una maxi risottata a base di Toma di Lanzo e Gorgonzola.
Oltre alle degustazioni la Scuola Italiana di Nordic walking organizza escursioni in montagna e visita presse le malghe di produzione del formaggio.

mercoledì 9 luglio 2014

Dormire tra i vigneti in Toscana

Il desiderio di campagna è molto forte quest'estate, dormire tra i filari di vite, per un weekend o anche per una settimana, una vacanza all'insegna della tranquillità, ma anche della scoperta un territorio ricco di storia e d'iniziative culturali che sanno completare una vacanza.
Ci sono oramai molte aziende vitivinicole che offrono ospitalità di qualità anche se localizzate in campagna o tra le colline, è noto che le aziende che hanno una forte cultura del vino, hanno anche una forte cultura enogastronomica legata alla cultura del territorio per scoprire i sapori della cucina toscana più autentica dalla zuppa di cavolo nero alla fiorentina accompagnata dai vini che tutto il mondo ci invidia Chianti Classico, Vernaccia di san Gimignano, Brunello di Montalcino e Vin Santo :
Toscana
è la regione più conosciuta nel settore del vino, la regione che meglio ha saputo unire turismo e cultura del vino, possiede tra le più interessanti e storiche aziende vitivinicole in Italia:
A Firenze hanno un locale osteria tra i più noti in città, mentre a Greve in Chianti ha la sede in cima a una collina a metà strada tra Firenze e Siena, nel cuore dell'area del Chianti, 230 ettati di terreno a vigneto. L'ospitalità è garantita dall'agriturismo i prezzi dai 70 ai 90 euro a notte. Greve in Chianti può essere un punto di partenza ideale per escursioni verso Firenze (25 km), Siena e San Gimignano (40 km) e perfino Volterra a solo 60 km.
Siamo nelle scenario della Toscana dei vini importanti a Radda in Chianti, tra Montevarchi e Poggibonsi. Una delle prime aziende vitivinicole che oltre a produrre vino Chianti Classico, l'azienda è biologica, ha puntato sull'ospitalità, grazie all'intuito della padrona di casa, Sylvie Haniez, in formula B&B sei camere nella tranquillità delle colline toscane. Tel +39 0577 738312.  
L'azienda sorge su una collina nel territorio di San Gimignano, un azienda storica che documentati datati 961 ne provano già l'esistenza prima dell'anno 1000, oggi è una villa cinquecentesca progettata dall'architetto Bernardo Buontalenti, un azienda che dal XVI divenne proprietà della famiglia Savoia, con Amedeo Duca D'Aosta. L'agriturismo è nei Podere la costa con fomula B&B e Podere Paternità in appartamento, sul sito trovate numero di telefono e contatto. La vicinanza con San Gimignano, uno dei borghi storici più bello d'Italia ricco d'iniziative culturali, completano il soggiorno. Tel.+39 0577 943200.
Azienda storica dei produttori di vino Brunello di Montalcino, la famiglia Cinelli Colombini, offre anche ospitalità in questo luogo speciale di Donatella Cinelli Colombini in Località Casato 17 a Montalcino ( SI ), Si estende per 336 ettari coltivati a cereali, oliveti e per 23 ettari a vigneto. L'agriturismo ha  due piscine, una villa con piscina privata, camere con bagno, un ristorante, una scuola di cucina e un centro benessere, tutti in edifici storici intorno alla villa cinquecentesca. Tel. +39 0577 66 21 08.
Azienda Agrituristica Poggio Bonelli  si trova nel comune di Castelnuovo Berardenga a 20km da Siena, direttamente in azienda ci sono da due comodi appartamenti, con ingresso indipendente e una piscina. A 800 metri di distanza dal corpo centrale dell’agriturismo, sulla collina sovrastante, è situato Porgo, un antico borgo in pietra a forma di torre, completamente ristrutturato e diviso in otto appartamenti arredati, ognuno dei quali gode di un’incantevole vista delle colline senesi e di Siena.

In questi giorni proprio nel Chiantishire come dicono gli inglesi, c'è un' evento dedicato alla musica il Chianti festival con John Taylor e Mirco Mariottini.

La mappa della localizzazione delle aziende


Visualizza Go Slow Green Sleep Toscana in una mappa di dimensioni maggiori


martedì 8 luglio 2014

Palermo, servizio di bicicletta a domicilio

Palermo è potenzialmente una delle più belle città d'Italia, ricca si storia, arte e gastronomia. Turisticamete a livelli di servizi offerti si sta evolvendo, ed ecco arrivare per i turisti lenti, un nuovo servizio di noleggio a domicilio delle biciclette.
Uno dei problemi per i turisti che hanno voglia di vedere una citta, facendo movimento fisico che aiuta a stare in forma, è sapere dove rivolgersi per noleggiare una bicicletta , molti hotels o B&B non hanno previsto questo tipo di servizio, così  ci ha pensato Pmocard, la carta turistica dedicata ai turisti in visita nel capoluogo siciliano, che offre a prezzo forfettario ingressi ai musei, trasporto pubblico per il soggiorno e ora anche questo servizio.
L'ospite può muoversi in città con una certa sicurezza e con delle biciclette nuove e modernissime, nei principali luoghi d'interesse turistico è prevista anche la custodia per evitare furti. Resta valida la possibilità di avere una guida o un accompagnatore per il giro della città in bicicletta. 
Al momento il principale problema rimane il traffico di Palermo e la mancanza di Percorsi Ciclabili ma in qualche modo bisogna iniziare.
Intanto segnaliamo l'iniziativa perchè ci piacerebbe che anche in altre città ci fosse questo tipo di servizio in abbinamento alla carta turistica di visita alla città.

sabato 5 luglio 2014

Vipiteno non solo yogurt, le nuove giornate dello Yogurt dal 6 luglio al 5 agosto

Si svolgono da diversi anni a Vipiteno Sterzing, le Giornate dello Yogurt, un evento che nel corso degli anni si è evoluto, da semplice giornata di festa per valorizzare la produzione di yogurt ad una vera e propria manifestazione che dura un mese intero e che ha come protagonista tutto il territorio di Vipiteno.
La promozione turistica punta molto sul latte e sullo yogurt, in quanto l'agricoltura è un attività direttamente collegata al turismo, ma le Giornate dello Yogurt sono un occasione per fare conoscere la città di Vipiteno che rappresenta idealmente la cittadina più a Nord d'Italia.
Un invito a scoprire Vipiteno ma anche il territorio della valle di Colle Isarco Val di Fleres a soli 10 km dal Brennero, Prati e la val di Vizze,  Campo di Trens, 
Il programma delle Giornate dello yogurt 2014,prevede a scadenze regolari:
Visita alla latteria con presentazione della produzione e degustazione di diversi tipi di yogurt.
Una gita all' avventura al maso presso il maso Gogerer con degustazione di latte e yogurt freschi.
Escursione avventurosa per bambini e conoscere le erbe di Fleres, tutti i martedi.
Alla scoperta della malga Allriss e delle erbe spontanee di montagna.
Degustazione di yogurt alla Festa delle Lanterne ogni mercoledì sera in paese.
Tutti i giovedi malga Rinneralm a 1.900 m, un'introduzione per la produzione del formaggio tradizionale fatto nelle malghe e assaggio dei prodotti.
Ogni venerdì, mercato contadino in centro di Vipiteno
Ogni sabato il sentiero del miele, escursione guidata di un ora con informazioni sui prodotti di miele della zona.
Vipiteno è una località che come abbiamo visto offre diverse modalità per passare una bella vacanza e piedi ed in bicicletta, tuti i ristoranti in genere hanno un buon rapporto qualità/prezzo, per i più gourmand segnaliamo il ristorante insignito della stella Michelin, Kleine Flamme, ristorante con cantina e giardino delle erbe.
Albergo con Locanda storica dell'Alto Adige è Hotel Ristorante Schaurhof, a Novale di Sopra a Nord di Vipiteno, propone un cucina tradizionale con erbe aromatiche e verdure di propria produzione.
Come raggiungere Vipiteno Sterzing: passano tutti i treni che vanno al Brennero sulla linea Verona, Trento, Bolzano, Bressanone, Vipiteno, Brennero.