lunedì 18 gennaio 2016

Capitale della Cultura Europea 2016: San Sebastian



Si inaugura questa settimana una della due Capitali della Cultura europea del 2016, nella bella cittadina di Donastia San Sebastian in Spagna, nei paesi baschi in quella regione che guarda verso l' Oceano Atlantico, quasi al confine con la Francia, la località di Biarritz dista meno di 30 km.

LaConcha_012

Nella settimana dal 18 al 24 gennaio è previsto un programma speciale d'inaugurazione di San Sebastian Capitale della Cultura Europea, che coincide anche con la celebrazione della festa del patrono di San Sebastián. Per tutto il 2016 la città continuerà a offrire più proposte culturali, con particolare attenzione alla conoscenza, alla tecnologia e alla partecipazione arriva dei cittadini all'attività culturale.
Pace, vita, voci e conversazioni sono i quattro concetti su cui si incentra un'infinità di progetti culturali di taglio alternativo con seminari, installazioni artistiche, conferenze, degustazioni gastronomiche, laboratori, esposizioni, concerti e proiezioni. Fotografia, cinema, architettura e teatro sono le discipline in cui il programma della Capitale Europea fa più affidamento.
Al motto; Culture to live together, cultura per vivere insieme.



San Sebastian è da sempre una delle mete culturali preferite della Spagna, devo il suo sviluppo alla fine dell'800 quando venne nominato luogo di soggiorno della famiglia Reale Spagnola a cavallo dell'800 e del '900, si sviluppa attorno ad un litorale a forma di conchiglia.
Perdersi nella strade della città vecchia è molto romantico, famoso di San Sebastian è il suo Teatro Vittoria Eugenia, meta dei melomani da tutto il mondo, il Festival Jazz, il Festival del Cinema Internazionale, nonché il Museo di San Telmo.

Barra_pintxos_3

Negli ultimi anni San Sebastian è divenuta nota come meta Gourmand, la località spagnola a più alta concentrazione ristoranti di qualità, riconosciuti in tutti il mondo, questo perchè la città ha saputo sviluppare una cultura gastronomica originale e raffinata partendo dai prodotti locali, dal mare ricco di pesce, e dalla terra ricca di verdure e frutta, dai tipici pintxos assaggi per aperitivo ai piatti di carne, verdure e pesce molto elaborati, tra le risorse del territorio c'è il Sidro, prodotto con mele locali, si possono visitare le cantine produttrici di sidro e degustarlo direttamente dalla botte.
Ad inaugurare l'anno di Capitale Europea sarà la festa della Tamborrada, una festa tradizionale che si svolte tutti gli anni proprio nel giorno di San Sebastiano e che segna tradizionalmente l'inizio del periodo del Carnevale. Sulle origini della festa c'è una leggenda, si narra che un fornaio in periodo di siccità andò alla fontana a prendere acqua, ma l'acqua non c'era allora intonò una canzone e incredibilmente l'acqua iniziò ad arrivare, tutte le donne iniziano a tamburellare per tenere il ritmo per accompagnare la musica e l'acqua arrivò in tutta la città. La festa come la vediamo oggi si Tiene dal 1836, una 24 ore concerti e musiche a suono di tamburi, che si arricchita nel corso degli anni di una sfilata storica in costume e vuole ricordare l'assedio di San Sebastian del 1813.
Non siamo ancora in grado di dire se l'anno di Capitale Europea sarà interessante, noi ovviamente speriamo di si, tuttavia la scelta dei Capitale della Cultura Europea ci sembra al momento non abbia tenuto conto della posizione geografica non particolarmente facile da raggiungere della bella località spagnola.



Arrivare a San Sebastian in auto: dall'Italia sono 12 ore circa, la strada più breve passa dalla Liguria A7 autostrada dei fiori, confine francese di Ventimiglia e si prosegue passando per Nizza, Marsiglia, Montpellier poi si devia all'interno da Narbonne verso Toulouse, Pau, Biarritz, e poi San Sebastian in pratica si fa tutto il territorio francese per arrivare fino all'Atlantico.
Arrivare a San Sebastian in treno: molti prediligono dividere il viaggio in due tappe, si raggiunge dalle diverse destinazioni italiane Milano o Torino e si prende il treno per Chambery, si prosegue per Valence, da dove partono i treni TGV per Barcellona, partendo da Milano alle sei del mattino si raggiunge Barcellona Sants alle otto di sera, il giorno dopo si prosegue per San Sebastian.
Altri preferiscono passare per Marsiglia e poi Barcellona e San Sebastian. Si prende il treno Thello da Milano alle 15,10  e si raggiunge Marsiglia alle 22,41. Il giorno dopo alle 8,00 parte il treno per Barcellona che arriva alle 12,38 a Barcellona Sants, si prosegue per San Sebastian in treno facendo cambio a Zaragoza, 5h il tragitto. Sono scelte di viaggio, tenete presente di passare almeno una giornata intera di viaggio 24h, informazioni Ferrovie Francesi SNCF e Ferrovie Spagnole Renfe
Arrivare a San Sebastian in aereo: più semplice ma non troppo arrivare in aereo voli con la Vueling con scalo a Barcellona, si rimane fermi per alcune ore a Barcellona, a volte si arriva il mattino e si riparte nel pomeriggio tardi sera per San Sebastian, mentre Iberia fa scalo a Bilbao che dista 100 km da San Sebastian.
Uno di quei casi in cui il costo del treno nonostante la variabilità della tariffe è superiore al costo dell'aereo.
Alloggiare a San Sebastian: offerta alberghiera molto vasta, come Hotel Maria Cristina ma se non siete ricchi come il sultano del Brunei, consiglio le Guest House come la Pension Altair, in posizione centrale a circa 300 m dal Kursaal Congress Palace e dalla spiaggia.

Go Slow Green Donostia San Sebastian





16 commenti:

  1. Caro Carmine, siamo sempre in giro!!!
    Questa volta ci ai portato in Spagna!!!
    Ciao e buona notte caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Quella Tamborrada di San Sebastian ha tutta l'aria di essere una festa unica: concerti, musiche, tamburi, costumi, sfilate. Troppo bello!
    Accidenti, perché non me lo hai suggerito prima? Prossimo incontro lì, il 24 gennaio! Si farà ancora in tempo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspettavo un comunicato stampa ufficiale che non è ancora arrivato, ero al limite, giuro la prossima volta almeno una settimana prima, comunque solo l'inaugurazione dura fino al 24 gennaio mentre dura tutto l'anno San Sebastian Capitale della Cultura Europea

      Elimina
  3. ¡Un magnífico lugar en el norte de España!

    RispondiElimina
  4. non ero mai in Spagna....So che mi perdo dei posti bellissimi, peccato !

    RispondiElimina
  5. Ottime informazioni Bravo Carmine: Grazie della gradita visista a presto.
    Maurizio

    RispondiElimina
  6. Il luogo affascinante, la leggendaria Festa locale ed il fatto che San Sebastian sia anche una interessante meta Gourmand, ne fanno una destinazione da tenere davvero in considerazione. Grazie mille, caro Carmine!
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  7. Il luogo affascinante, la leggendaria Festa locale ed il fatto che San Sebastian sia anche una interessante meta Gourmand, ne fanno una destinazione da tenere davvero in considerazione. Grazie mille, caro Carmine!
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  8. Che bel posto deve essere San Sebastian, ci sono stata da ragazzina e non mi ricordo praticamente nulla, forse è tempo di tornare... un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Un bel poso ,mi perderei molto volentieri su queste strade, vedo tante cose interessanti !

    RispondiElimina
  10. Quanti bei posti che ci sono da vedere!Arrivare a san Sebastian in macchina non mi dispiacerebbe visto i bei posti che si attraversano.

    RispondiElimina
  11. Che bel posto da visitare, ci sono stata tempo fa in Spagna e mi dispiace di non aver visitato S. Sebastian! Grazie per tenerci informati! Ciao...

    RispondiElimina
  12. Un posto che merita di essere visitato. Grazie per l'informazioni!

    RispondiElimina
  13. Che bello sarebbe poter visitare tutti questi bei posti che leggo da te ... Grazie per farmi sognare

    RispondiElimina
  14. Bella San Sebastian, ricordi di tanti anni or sono
    Buon fine settimana
    Ste

    RispondiElimina
  15. Un'interessante città spagnola! Ciao, Arianna

    RispondiElimina