mercoledì 27 gennaio 2016

Carnevale di Venezia dal 23 Gennaio al 9 Febbraio 2016


Sabato 23 è stato inaugurato il Carnevale di Venezia 2016, si tratta di uno dei carnevali  belli e originali del mondo, tutta la città partecipa  e si mette in scena, facendo diventare Venezia un fermento d'idee, di maschere, colori e luci.
La tradizione dei festeggiamenti del Carnevale di Venezia ha origini antiche, pensate che nel medioevo dopo l'anno mille, il Carnevale a Venezia iniziava il 26 dicembre fino alle Ceneri, sei settimane di festeggiamenti.
La maschera dava un senso di libertà, rendeva tutti uguali il povero il ricco, il nobile e il cameriere, ma anche la libertà delle opinioni e della derisione del potere, senza il timore d'essere condannati, il Carnevale era visto come una sorta di sfogo delle tensioni sociali, del culto delle divertimento e delle passioni lasciando stare perfino gli affari, che riportava pace e serenità negli animi, un significato molto diverso rispetto al Carnevale d'oggi.

Si potrebbe meglio definire più modernamente il Carnevale come un bisogno d'evasione, una necessità per uscire dal'ordinario dalla quotidianità, che i veneziani avevano intuito prima di molti altri, interpretato e affrontato con grande ironia e leggerezza.




Il Carnevale di Venezia ebbe la sua apoteosi nel secolo XVIII° nei racconti di Casanova, ma con la caduta della Serenissima del 1797 e dell'occupazione di Napoleone prima e degli austriaci poi, la tradizione del Carnevale si fermò. Sarà solo due secoli dopo esattamente nel 1979 che la tradizione del Carnevale viene recuperata per celebrare quell'epoca mai dimenticata della Serenissima, oggi il Carnevale è rievocazione storia e attrazione turistica.
Si viene a Venezia per respirare quell'aria da Serenissima, che nonostante i travolgimenti architettonici rimane intatta, maschere con musica e colori che hanno lo fondo uno delle città più belle del mondo.
Tante le feste e i spettacoli in scena in piazza San Marco dove c'è una vera e propria "Fabrica di Piazza San Marco", le notti all'Arsenale, Giro Giro Tondo alla Biennale, il ballo del Doge, il Banchetto del Re, che vuole riproporre un vero e proprio banchetto storico che fu organizzato per la visita del Re di Francia, Enrico III, ultimo dei Valois sul trono di Francia. 
Per i più non meno nobili ma altrettanto golosi ricordo che il Carnevale di Venezia e per i galani, quelle che in altre zone chiamano più comunemente chiacchiere e le frittelle che a Venezia rigorosamente devono essere frittelle allo zabaione.
La cosa più bella di Venezia che è perfettamente raggiungibile in treno che ti porta in centro città da tutte le principali città italiane, informazioni presso Trenitalia e Italotreno.
Per saperne di più e il ricco programma: Carnevale di Venezia





9 commenti:

  1. merci d'avoir posté ce petit film...magnifique!!!

    RispondiElimina
  2. Arriva presto quest'anno il Carnevale. Certo che a Venezia ha tutto un altro fascino :)
    Grazie per le informazioni.

    RispondiElimina
  3. Pensavo infatti di andarci presto. Ricorda che sui ponti si raccomanda di tenere la destra!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Purtroppo, se anche ci andrei volentieri, caro Carmine, non ci sarò quando, penso che non lo ho mai visto da vicino.
    Ciao e buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Il Carnevale di Venezia è un classico. Nonostante Venezia sia vicina e ci sia stata parecchie volte, al Carnevale non sono mai andata. Sono bellissime le maschere e i carri, ma non ho particolare entusiasmo per il carnevale in generale.

    RispondiElimina
  6. CHISSA' CHE BELLO NON CI SONO MAI STATA PRIMA O POI....BACI SABRY

    RispondiElimina
  7. Credo che le maschere veneziane siano in assoluto le più raffinate. Grazie per il bel post.
    buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  8. Spero di riuscirci a fare una puntatina.... Molto affascinate il carnevale a Venezia!

    RispondiElimina
  9. Bello ma mi mette tristezza...la città spero di poterla vedere, ma senza carnevale :) ciao, Arianna

    RispondiElimina