giovedì 26 aprile 2018

Horti Farnesiani, il giardino botanico dei Farnese sul colle Palatino a Roma


Gli Orti Farnesiani sono stati a detta di molti ricercatori il primo esempio di giardino botanico in Europa, nati per volere di Alessandro Farnese, cardinale e diplomatico, uomo colto, collezionista d'arte e tra i mecenati più noti del suo tempo.
Nel 1564 su progetto del Vignola, furono realizzati gli Horti Farnesiani, sulle rovine del Palatino dove alle testimonianze del passato furono aggiunte voliere, prati, aiuole, boschetti e sentieri, in quel luogo erano soliti riunirsi i membri dell'Accademia della Virtù, fondata da Claudio Tolomei, che riuniva intellettuali e artisti rappresentanti del Rinascimento Italiano.
Un giardino creato per ospitare le nuove piante in arrivo in Europa dai grandi viaggi oltreoceano Americhe, Africa ed Asia come i glicini, le bouganvillee,  gli agrumi, le peonie, i ciliegi, furono introdotte le prime piante di Yucca, Passiflora, Agave e Mimosa, ma anche i pomodori, i peperoni, peperoncini e il fico d’ India. Piante che secoli dopo contribuiranno a modificare abitudini alimentari e paesaggio dell'Italia. Tra vicende alterne di valorizzazione e decadenza la cura degli orti prosegui fino al 1830.
Qualche anno dopo sull'esempio degli Horti Farnesiani, molti sovrani europei faranno a gara per creare giardini per esibire il loro potere, il più importante sicuramente quello di Versailles per volere di Luigi XIV°.
Oggi gli Horti Farnesiani cosi come sono stati raccontati e documentati non esistono più, l'area del Palatino dove sorgevano i giardini è stato interessata da scavi archeologici per volere di Napoleone III°, solo negli ultimi anni si è provveduto a restaurare le terrazze e le uccelliere dove erano custoditi gli uccelli esotici, mentre parte del patrimonio botanico è andato perso.
Oggi si offre ai visitatori un percorso che attraversa il sistema di rampe, portici e terrazze affacciate sui Fori, sul Colosseo e sui Palazzi imperiali delle gloriose dinastie Giulio Claudia e Flavia.
Per fare conoscere questa importante opera del passato e mostrare come erano in passato gli orti dei Farnese, è stata inaugurata una mostra "il Palatino e il suo giardino segreto" dal 21 marzo al 28 Ottobre via San Gregorio 30.
Per saperne di più: Horti Farnesiani, il Palatino e il suo giardino segreto. nel Parco Archeologico del Colosseo.


14 commenti:

  1. Un post molto interessante!
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  2. Cibo per la mente, gli occhi e il naso :-)

    RispondiElimina
  3. Caro Carmina, è un giardino che sa illuminare con i suoi colori. Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Splendido davvero, grazie Carmine!!!

    RispondiElimina
  5. Adoro i giardini, ed è mostrato bello e con la storia. Saluti.

    RispondiElimina
  6. Un'occasione unica per vedere un luogo da sogno!

    RispondiElimina
  7. Non ho mai avuto occasione di visitare questo meraviglioso giardino botanico. Grazie, Carmine! Come sempre, raccolgo i tuoi preziosi consigli nel quadernino in cui annoto i luoghi da visitare in futuro.
    Un abbraccio e grazie!
    MG

    RispondiElimina
  8. Carmine grazie per questo interessante post.
    Molto interessante.
    Buon fine settimana.
    enrico

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia, non ne avevo mai sentito parlare!

    https://julesonthemoon.blogspot.it

    RispondiElimina
  10. Ma che meraviglia e che profumo con tutti quei fiori. Davvero interessante, grazie per le info

    RispondiElimina
  11. interessantissimo, non ne conoscevo l'esistenza. In questo periodo colori eccezionali.

    RispondiElimina
  12. Lo andrò a visitare la prossima volta che mi recherò da mia figlia a Roma. Ciaooo.

    RispondiElimina
  13. Je suis heureuses que des fêtes de l'asperge, de la pomme de terre, de la carotte,truffe etc...existent encore...le lien avec la nature et la végétation en général sont important..biz

    RispondiElimina