domenica 27 maggio 2018

Le sagre e le feste della Ciliegia in Italia 2018

Da qualche giorno è iniziata la stagione delle ciliegie uno dei frutti più apprezzati di sempre, ad essere coinvolte sono tutte le regioni d'Italia, dal Sud Italia come Sicilia e Sardegna fino all'Alto Adige e Valle d'Aosta, dove possiamo trovare ciliegie fresche anche a Luglio.
Ci sono alcune località più vocate che hanno avuto il riconoscimento Igp come la Ciliegia di Marostica, la Ciliegia di Vignola, altre sono da anni riconosciute come luoghi vocate come le ciliegie della Ferrovia di Turi e Conversano.
Molte località stanno cercando d'abbinare la ciliegia che è uno dei frutti più dolci, con una ricetta tipica come Ceresara (Mantova) con la sua torta al cioccolato e ciliegie e con il tortello di ciliegie, Vignola con la Crostata di Ciliegie, come non citare il magnifico strudel di ciliegie dell'Alto Adige, altri le sperimentano in sorbetti e gelato.
Nel calendario sono state inserite solo le località che hanno dato conferma.

Dal 26 Maggio al 4 Giugno
Castegnero (Vicenza) 38° Festa dea siaresa

26-27 Maggio

26-27 Maggio al 2-3 Giugno
63° Sagra della Ciliegia di Lari, Casciana Terme Lari, Pisa

1,2,3 Giugno

1-2 Giugno
Sant'Olcese (Genova) Sagra della Ciliegia 2018

1-10 Giugno
Palombara Sabina (Roma) Festa della Cerasa , Facebook pro loco Palombaro Sabina

2 Giugno
Molvena (Vicenza) Festa della Ciliegi di Molvena, mostra di ciliegie autoctone
Giuliano Teatino (Chieti) Sagra delle Ciliegie
Bonarcado (Oristano), Sagra de sa cerasa e dei prodotti del Montiferru

2-3 Giugno
Longiano (Forlì Cesena)

2-3 e 16-17 Giugno 
Ceresara, (Mantova) Festa della Ceresa (Compagnia delle Torri)

3 Giugno 
Mason Vicentino (Vicenza) 36° Mostra Mercato delle Ciliegie
Montagna Reale (Messina) X edizione della Festa della Ciliegia


8-10 Giugno 
Celleno (Viterbo) Sagra della Ciliegia Proloco Celleno
Graniti (Messina) Ciliegiando, Sagra delle Ciliegie di Graniti

9-10 giugno 
Villacidro (VS Medio Campidano, Sardegna)
Garbagna (Alessandria) Sagra della Ciliegia  (Tourism Garbagna)

10 giugno
Pastena (Frosinone) Sagra della Ciliegia di Pastena

19-28 Giugno 
Tarcento UD, la festa di San Pietro e della Ciliegia Duracina

Appuntamenti Internazionali 
Francia, Linguadoca Rossiglione, Trausse 27 Maggio Fete de cerise du Pays Cathary  ciliegia dei paesi catari di quello che una volta era l'Occitania, la Francia del Sud.
Spagna, Estremadura, Careces 3 Giugno, Feria della Cereza Valle de Jerte
Slovenia, Brda  dal 9 al 10 Giugno nella vicina Slovenia a pochi km dal confine italiano vicino Gorizia e Cividale del friuli nel Brda e precisamente nel Borgo di Dobrovo/ Castel Dobra la 52° festa della ciliegia.
Germania, Naumburger 21 -25 Giugno Kirshfest





venerdì 25 maggio 2018

Festa della Focaccia di Recco (Genova, Liguria), Domenica 27 Maggio 2018

In Liguria per segnalare un evento enogastronomico, siamo in Provincia di Genova e precisamente a Recco dove domenica si festeggia la tipica focaccia di Recco, una focaccia al formaggio che ha origini antichissime.
La tradizione della focaccia al formaggio a Recco è documentata per la prima volta nell'Abbazia di San Fruttuoso nel 1189, in occasione della Pentecoste, in un banchetto per benedire la partenza, secondo la tradizione, dei membri delle famiglie nobili della Repubblica Marinara di Genova verso il Medio Oriente, due sfoglie di pane sottile all'olio extra vergine d'oliva  contenente della giuncata appena rappresa.
Era consuetudine nella preparazione del pane, preparare la focaccia con il formaggio fresco. Il suo successo però è recente legato allo sviluppo turistico della Liguria del dopoguerra che ha permesso a un numero maggiore di conoscere questa specialità tipica ligure e apprezzarne il gusto.
Come deve essere la focaccia di Recco? Da Farina, olio extra vergine d'oliva, acqua e sale (senza lievito), si ricavano due sfoglie sottilissime, al quale viene inserito il formaggio si utilizzava stracchino, ora sempre più spesso si utilizza anche per essere conformi al disciplinare la crescenza della Valle Stura.
Per occasione Domenica 27 da Genova ci sarà un traghetto che porta direttamente a Recco con Golfo Paradiso.
La domenica mattina presso i negozi  dei Panifici Tossini e Montedo in Piazza Nicoloso, via XX settembre, Piazza XXV aprile e via Trieste, tutte in centro città una vicino all'altra, assaggi gratuiti di focaccia normale e focaccia con le cipolle, mentre bisognerà aspettare il pomeriggio per la focaccia al formaggio offerta dal Consorzio della Focaccia di Recco e dai Panifici Tossini e  Panifico Montedo..

Una domenica a Recco vuole dire anche mare, c'è una bella spiaggia a pochi passi è il caso di dire dall'evento, qualche consiglio personale:
- La baracchetta di Biagio, direttamente sul mare per gustare la focaccia al formaggio con i piedi nell'acqua.
- Focaccia D'Autore in via Assereto 11, la focaccia versione più leggera (sempre in centro sulla strada principale che costeggia il mare sotto i portici) con farina di grano della valle di Fontanabuona (Provincia di Genova)  con formaggio che qui chiamano la stracchinata un formaggio prodotto con latte delle mucche di Rossiglione (Monte Beigua). 
Come arrivare a Recco in Treno: molto comodo è il treno con Trenitalia, da Genova ci sono i regionali che vanno in direzione La Spezia, treni regionali veloci in 35 minuti portano a Recco 3,40 euro il prezzo, c'è anche un servizio di autobus informazioni presso ATP esercizio srl.  
Come arrivare a Recco in Auto: da Milano autostrada dei fiori A7 fino a Genova, poi A 12 uscita Recco.
Come arrivare a Recco in Traghetto: Golfo Paradiso, da Genova Porto Antico circa 45 minuti.
Escursioni a piedi a Recco:  per i più prigri si può rimanere a godere la spiaggia per i più attivi segnalo, il percorso Fai, Andare per Creuze da Molinetti a Sori, delle vecchio mulattiere con vista sul mare, un percorso tra gli ulivi che collega Recco a Sori.
Per saperne di più : Consorzio focaccia di Recco


giovedì 24 maggio 2018

Domenica 27 Maggio Giornata Nazionale Associazione Dimore Storiche

Ritorna una degli appuntamenti più attesi del mese di Maggio, la Giornata Dedicata alle Dimore Storiche Italiane Private, sono più di 300 residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt’Italia che Domenica apriranno le loro porte ai viaggiatori d'ogni dove.
Un occasione per ammirare un patrimonio storico e architettonico difficilmente visitabile in altri giorni dell'anno. 
Non c'è un programma comune l'associazione è divisa in comitati regionali e ogni regione avrà un  proprio programma d'intrattenimento per gli ospiti, dalla musica alla visita dei giardini alla degustazione di prodotti del territorio come il vino.
Vediamo le dimore aperte d'alcune delle città in Italia dell'Associazione Dimore Storiche Italiane .

Associazione italiana Dimore storiche 
MILANO – CORTILI APERTI domenica 27 maggio (la maggior parte nell'area di Corso Venezia, tra piazza San Babila e Porta Venezia)
Palazzo Castiglioni - Milano   
Palazzo Bovara - Milano   
Palazzo Rocca Saporiti - Milano  
Casa Fontana Silvestri - Milano   
Palazzo del Senato – Sede dell’Archivio di Stato di Milano - Milano   
Palazzo Crespi - Milano   
Palazzo Cicogna - Milano   
Villa Necchi Campiglio - Milano   
Palazzo Rubini Redaelli - Milano

Assocazione Italiana dimore storiche PIEMONTE Domenica 27 maggio 
ALESSANDRIA:  
Castello di Gabiano – Gabiano (AL) 
Villa La Marchesa – Novi Ligure (AL)
Villa Schella – Ovada (AL)
Castello di Ozzao Monferrato – Ozzano Monferrato (AL) 
ASTI: 
Castello di Calosso d’Asti – Calosso d’Asti (AT) 
Castello di Montemagno – Montemagno (AT)
Castello di Robella – Robella (AT)   
BIELLA: 
Palazzo La Marmora – Biella 
Castello di Massazza – Massazza (BI) 
CUNEO: 
Casaforte Gondolo del Villasco – Peveragno (CN) 
Tenuta Berroni – Racconigi (CN)
Badia di Santa Maria Castello – Rocca de’ Baldi (CN) 
Castello di Sanfré – Sanfrè (CN)    NOVARA:  Podere ai Valloni – Boca (NO)  Villa Motta – Orta San Giulio (NO) 
TORINO: 
Palazzo Provana di Collegno – Torino 
Castello dei Conti Filippa – Castagnole Piemonte (TO) 
Castello di Provana di Collegno – Collegno (TO) 
Villa Richelmy – Collegno (TO) 
Castello di La Loggia – La Loggia (TO) 
Castello di Osasco – Osasco (TO) 
Castello di Pavarolo – Pavarolo (TO) 
Casa Lajolo – Piossasco (TO)  Castello di Pralormo – Pralormo (TO) 
Castello di Marchierù – Villafranca Piemonte (TO) 
Palazzotto Juva – Volvera (TO) 

VENEZIA: 
Palazzo Vendramin dei Carmini - Venezia (VE) 
Torre telemetrica - S. Erasmo (VE) 

FIRENZE, CENTRO STORICO:
Giardino Corsi Annalena - Firenze 
Palazzo Guicciardini - Firenze 
Palazzo Michelozzi - Firenze 
Palazzo Ridolfi - Firenze 
Palazzo Frescobaldi - Firenze 
Palazzo Rinuccini e Teatro Ottavio Rinuccini - Firenze 
Palazzo Antinori Aldobrandini - Firenze 
Giardino Corsini sul Prato - Firenze 
Palazzo Rucellai - Firenze 
Palazzo Bartolini Salimbeni - Firenze 
Palazzo e Giardino Rosselli Del Turco - Firenze 
Palazzo Malenchini - Firenze 
Giardino di Palazzo Vegni - Firenze 
Palazzo Antinori Corsini - Firenze 
Giardino degli Antellesi - Firenze 
Palazzo Pepi - Firenze 
Palazzo Gondi - Firenze 
Palazzo Borghese - Firenze 
Palazzo Pucci - Firenze 
Palazzo Grifoni Budini Gattai - Firenze 
Palazzo Leopardi - Galleria Etra Studio Marcello Tommasi - Firenze 
Palazzo Ximenes Panciatichi - Firenze 
Palazzo Capponi Incontri - Kunsthistorisches Institut in Florenz - Firenze 
Giardino di Palazzo Pandolfini - Firenze 
Palazzo dei Pittori - Firenze 
Chiesa di San Pietro a Careggi - Firenze 
Giardino di Villa le Pergole - Firenze 

MUGELLO E VAL DI SIEVE 
Villa di Poggio Reale - Museo della Vite e del Vino e del Museo Mario Romoli - Rufina (FI) 
Parco di Villa Bossi - Pontassieve (FI) 
Giardino di Villa Martelli Sieci – Pontassieve (FI) 
Castello del Trebbio - Santa Brigida (FI) 
Parco mediceo di Pratolino – Vaglia (FI) 
Villa di Bivigliano - Vaglia (FI) 
Convento e Santuario di Monte Senario - Vaglia (FI) 
Parco della Villa Torre Palagio - Barberino di Mugello (FI) 
Parco della Villa di Striano - Borgo San Lorenzo (FI) 

LUCCA, CENTRO STORICO 
Giardino Elisa - Lucca 
Giardino di Palazzo Massoni - Lucca 
Atrio di Palazzo Bernardini - Lucca 
Complesso Conventuale di San Francesco - Lucca 
Giardino di Palazzo Busdraghi - Lucca 
Palazzo Tucci - Lucca 
Giardino di Palazzo della Magione del Tempio - Lucca 

VILLE LUCCHESI E VERSILIA 
Capannori: 
Tenuta di Valgiano - Capannori (LU) 
Giardino di Villa Fattoria Gambaro di Petrognano – Capannori (LU) 
Parco di Villa Torrigiani di Camigliano - Capannori (LU) 
Massaciuccoli: 
Edificio della Brilla (antico opificio per la brillatura del riso) – Massaciuccoli  

LAZIO – Sabato 26 e Domenica 27 maggio 
ROMA – CORTILI APERTI:
Palazzo Attolico – Roma
Palazzo Avila – Roma
Palazzo Berardi Guglielmi – Roma
Palazzo Boncompagni - Cerasi – Roma
Palazzo Capizucchi – Roma
Palazzo Capponi Antonelli – Roma
Palazzo Cenci – Roma
Palazzo Cisterna – Roma
Palazzo D’Aste – Roma
Palazzo Del Drago – Roma
Palazzo Del Gallo – Roma
Palazzo Gomez - Silj – Roma
Palazzo Grazioli – Roma
Palazzo Lante – Roma
Palazzo Malvezzi Campeggi – Roma
Palazzo Massimo Lancellotti – Roma
Palazzo Montoro – Roma
Palazzo Odescalchi – Roma
Palazzo Pamphilj (Brasile) – Roma
Palazzo Pasolini Dall'onda – Roma
Convento Pio  Sodalizio Dei Piceni – Roma
Palazzo Ruspoli – Roma
Palazzo Sacchetti – Roma
Palazzo Sforza Cesarini – Roma
Palazzo Sterbini – Roma 
Palazzo Taverna – Roma
Palazzo Torlonia – Roma    

Per maggiori informazioni consultare il sito:

giovedì 17 maggio 2018

I giardini delle rose più belli in Italia


Il mese di Maggio per antonomasia è il mese dedicato alla rosa, il fiore più apprezzato di sempre. La fortuna è che in Italia ci sono diversi Giardini dedicato esclusivamente alla Rosa come il Roseto del Parco Reale di MonzaVilla di Porta Bozzolo a Casalzuigno con 500 varietà di rose, il Castello delle rose di Corvovado in provincia di Pordenone, è famoso per il suo labirinto da piante di rose damascene, I giardini di Boboli  a Firenze un tripudio di rose antiche appartenenti alle varietà ‘Gallica', ‘Damascena', ‘Bourbon', ‘Centifolia', ‘Alba', ‘Portland'.
Ci sono poi dei giardini che non hanno esclusivamente rose e che sono in piena fioritura come il pergolato di rose banksiae tra agapanti e glicini in fiore dei Giardini di Villa Pergola ad Alassio,  a Tivoli nell'immenso giardino rinascimentale di Villa d'Este, sono coltivate più di 350 varietà di rose, per concludere l'originale giardino della Tenuta San Giuliano in Sicilia che associa le rose e con il profumo degli agrumi e nel suo caso il pompelmo
Una particolarità sulla storia delle rose che secondo molti furono propagate dalla Cina e dall' India per merito della natura, vento, insetti e uccelli. 
Tuttavia se proprio vogliamo stabilire delle date e dei riferimenti storici sembra che a portare in Europa le varietà di rose più belle sono stati i Crociati per quanto riguarda le varietà gallica, phoenicea, moschata, canina, mentre in un secondo tempo arrivarono le rose gialle dalla Persia e quelle Cinesi come la Rosa Gigantea e Rosa Chinensis;  dagli ibridi dell'incrocio delle ultime due con la Rosa Autumn Damask Rose, sono nate le rose moderne definite come rose ibride perpetue che fanno fiori tutto l'anno.
Andare ad ammirare un roseto può volere dire andare a conoscere la storia della città, sono all'interno di giardini storici e residenze nobili che hanno la storia della Nazione., un modo diverso per conoscere e fare turismo attraverso colori e profumi.

Questi i giardini dove ammirare fantastici roseti in Italia

Liguria:
Giardini Botanici Hanbury (Mortola Ventimiglia, IM)
Villa Durazzo (S. Margherita Ligure, GE), un piccolo roseto dedicato all'attrice Virna Lisi
Piemonte: 
Parco della Villa Pallavicino (Stresa, VB)
Giardini Botanici di Villa Taranto (Pallanza, VB)
Giardini della Reggia di Venaria
Lombardia:
Parco della Villa Reale di Monza - ReGis (MB) visite a ingresso gratuito con guida gratuita la domenica mattina, il mercoledi e il sabato pomeriggio.
Isola del Garda (San Felice del Benaco, BS), dalla Cina rose rosate, la rosa Lady Hillingdon, la rosa Banksia gialla.
Parco Botanico della Fondazione Minoprio (Vertemate, CO)
Villa Pizzo (Cernobbio, CO)
Villa Carlotta (Tremezzo, CO)
Villa della Porta Bozzolo – FAI (Casalzuigno, VA) 
Trentino Alto Adige
Giardini di Castel Trauttmansdorff (Merano, BZ) 
Giardino della Rosa, Ronzone (Trento)
Veneto
Parco del Castello di Roncade (Roncade, TV)
Castello di San Pelagio (Due Carrare, PD)
Parco Giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio, VR)
Villa Arvedi (Grezzana, VR)
Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (Vescovana, PD)
Villa Trissino Marzotto (Trissino, VI) 
Friuli:
Castello delle rose di Cordovado (Pordenone) Rose Boubon e Rose Tea
Abbazia di Rosazzo (Udine)
Emilia Romagna: 
Museo Giardino della Rosa Antica (MO) a Montagnana di Serramazzoni,
Siamo in provincia di Modena a Montagnana di Serramazzoni dove le varietà di rose selvatiche popolano da sempre le colline intorno al paese, dopo la creazione del Museo Giardino della Rosa Antica è nato il progetto "Città delle Rose", creato per offrire ad appassionati di rose, natura, arte e cultura una serie di eventi e percorsi unici alla scoperta dei tesori del territorio. Museo Giardino della Rosa Antica, via Giardini Nord n°10250, 41028 Montagnana di Serramazzoni (MO)
Palazzo Fantini (Tredozio, FC)
Castello di Grazzano Visconti (Grazzano Visconti, PC)
Villa La Babina (Sasso Morelli, BO)
Villa Montericco Pasolini dall'Onda (Imola, BO) , un azienda storica vitivinicola con un grande giardino.
Toscana:
Villa Bardini via dei Bardi 1/r (Firenze)
Giardino di Boboli (Firenze)
Villa Poggio Torselli (San Casciano Val di Pesa, FI)
Villa Peyron al Bosco di Fontelucente (Fiesole, FI)
Roseto Carla Fineschi, Cavriglia, (Arezzo)
Marche:
Parco Storico Seghetti Panichi (Castel di Lama, AP)
Lazio:
Grazie alla passione delle rose della  marchesa Umberta Patrizi che ha trasformato Castel Giuliano in uno dei più belli roseti privati italiani, si possono ammirare centinaia di rose antiche, tra le quali restano impressi nella mente le “Albértine Barbier” (varietà del 1821), “Blu Magenta” (del 1900), “Sweet Juliette” (del 1989).
Castel Giuliano, Bracciano (Roma) Ingresso con visita guidata dalle ore 10:00 alle ore 19:00, Tel. +39 06 99802530
Giardini Botanici di Stigliano (Canale monterano, Roma)
Giardini della Landriana (Ardea, Roma) 
Parco Botanico di San Liberato (Bracciano, Roma)
Roseto Vacunae Rosae (Roccantica, RI) presso la Tenuta La Tacita
Villa d'Este a Tivoli (Tivoli, Roma) 
Campania:
Reggia di Caserta (Caserta) – Giadino all'Inglese, vecchio roseto ricostruito
Sicilia:
Giardini di Villa San Giuliano, Villasmundo Melilli (SR)
Il Giardino del Biviere (Lentini, SR)
Le Stanze in Fiore di Canalicchio (Catania) 

venerdì 11 maggio 2018

Orticola 2018: profumi e colori per stare in forma in giardino

L'appuntamento verde più atteso dell'anno, un punto di riferimento per tutto il settore del giardino. Tante le novità per l'edizione 2018 in primo luogo Orticola fuori salone una serie di locaton dove i paesaggisti e i giardini di Orticola hanno adornato la città di Milano come i Giardini Perego, il Cortile d'ingresso della Galleria d'Arte Moderna in Via Palestro, i giardini della Triennale, gli orti fioriti di Citylife,



Si rinnova anche il 2018 la collaborazione di Orticola con musei cittadini come: Gallerie d’Italia, GAM Galleria d’Arte Moderna, Muba Museo dei Bambini, Museo Bagatti Valsecchi, Museo Poldi Pezzoli, Orto Botanico di Brera, Palazzo Reale, Pinacoteca di Brera, Triennale Design Museum, grande interesse ha suscitato la mostra “La bellezza dei fiori”, a ingresso libero, nel Cortile della Farmacia dell’Università degli Studi di Milano, in via Festa del Perdono durante il periodo di Orticola, e più precisamente dall’8 al 25 maggio 2018.


Quello che più incuriosisce di più i nostri amici dal pollice verde è la XIII° Mostra Mercato ai Giardini Indro Montanelli, da segnalare quest'anno un grande ritorno delle rose tra cui le varietà rosa antiche come Rosa gallica Offinalis, Boule de neige, Duchesse de Berry, Ferdinand Richart, La reine Victoria, mi ha particolarmente colpito le rosa Claude Monet e la bianca Papa Giovanni Paolo II.



Tra le piante d'erbe aromatiche tutte le declinazioni di timo e salvia, dai profumi e colori incredibili.
Bellissime le peonie, tra gli agrumi grande richiesta e curiosità per bergamotto, chinotto, cedro e yuzu.
Tra le novita: la buddleya o anche chiamato albero delle farfalle, l'erisimo chiamato anche erba dei cantanti,  tillandsia, fuchsie e l'Azalea del diavolo, pianta simbolo di Borgo a Mozzano in provincia di Lucca.


Ho particolarmente apprezzato la filosofia del Gym giardino, come stare in forma occupandosi del giardino. Inteso il giardino come una palestra in movimento ma molto più piacevole di una chiusa palestra, un luogo all'aperto che coinvolge tutti i cinque i sensi dall'olfatto alla vista e alla manualità.
Ringraziamo come sempre la scuola di ikebana per la prima foto del post.



Per saperne di più: XIII° Orticola
Giardini Indro Montanelli a Milano dal 11 al 13 Maggio 2018
Dal 9,30 alle 19,30

domenica 6 maggio 2018

Exporose da 10 al 13 maggio, a Grasse in Provenza

Per il prossimo fine settimana la città di Grasse in Provenza, rinomata in tutto il mondo per la lavorazione delle essenze e dei profumi, organizza la 48° Expo Rose un evento dedicato alla Rosa.
Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di rose, quest'anno al tema di Flower Power , la tipica espressione del movimento hippie, il movimento simbolo della non violenza degli anni 60' e 70'.
A Grasse vi attendono dal 10 al 13 Maggio 6.000 bouchet di rose, 15.000 arbusti di rose fiorite e 25.000 rose che adornano le vie della città.
L'industria della profumeria è il settore economico più importante di Grasse, un'attività che ha origine nel Medio Evo. Grasse era rinomata per la concia delle pelli, ma il profumo dei prodotti in pelle non è molto gradevole, cosi un artigiano pensò di creare dei guanti profumati al gelsomino. Iniziò casualmente la storia di Grasse e della profumeria, in breve tempo il settore dei profumi e delle essenze dei fiori soppiantò quello della concia della pelle. 
La fortuna di Grasse è dovuta anche al particolare clima e terreno che permette di coltivare le varietà di fiori da cui estrarre le essenze come il fiore del gelsomino, una pianta tipica del sud del mediterraneo.
Nei dintorni di Grasse si coltivano anche il fior d'arancio, mirto, lavanda, mimosa e la rosa in particolare è tipico di Grasse per la profumeria la coltivazione della Rosa x centifoglia.


Si tratta di un ibrido di Rosa sviluppato in Olanda che ha avuto un grande successo tra il XVII° secolo e il XIX° secolo, una rosa che viene coltivata per il suo aroma intenso e dolce che ricorda il profumo del miele, viene chiamata anche Rosa di Provenza, da cui si ricava un olio che regala un profumo intenso e dolce.
Tutto il centro storico di Grasse è adornato di rose con creazioni artistiche e moderne, si celebrano i colori, i profumi ma anche i sapori alle rose:  i biscotti alla rosa, tavolette di cioccolato con rosa, cioccolato rosa,  macarons alla rosa, pasta di mandorle e petali di rosa, petali di rosa zuccherati, confetture alla rosa, sciroppo di rosa, biscotti alla rosa e molti originali le bevande al sapore di rose, da quelle più dissetanti con fragole, lamponi, la dissetante anguria e la particolare birra alla rosa.
Tutto il centro storico è interessato all'evento Expo Rosa, io consiglio di recarsi a:
Jardin de la Ville di Jean Honore Fragonard, concorso per i coltivatori per la migliore e presentazione della nuova rosa Belles Rives.
Cours Honore Cresp, si tiene un'esposizioni vendita dei coltivatori di rose della regione.
Villa Saint Hilaire, una visita bibliotecaria sul tema della rosa.
Gli eventi invece d'intrattenimento si svolgeranno nelle Place aux Aires, dove il sabato mattina si tiene il mercato e Place aux Herbes il pomeriggio e la sera saranno dedicate alla musica e allo spettacolo della cultura hippie.
Non dimenticate di visitare il Museo Internazionale della Profumeria e se interessati le profumerie, Fragonard , Molinard e Galimard.

Come arrivare a Grasse in treno  : dall'Italia, si può raggiungere prima Nizza con Thello da Milano o da Genova e Ventimiglia, a Nizza si può prendere il treno dalla stazione Nice Saint Augustin aeroporto che in un'ora porta a Grasse al costo di 9,60 euro, in genere parte uno ogni ora, 7,31, 8, 32, 9,34 per gli orari consultare il sito delle ferrovie francesi
Come arrivare a Grasse in auto: con Autostrada dall'Italia dalla Liguria A7 poi da Mentone A8 uscita n.42 Cannes/ Grasse e poi proseguire sulla RN85, circa un'ora dal confine di Mentone.
Per saperne di più: Grasse Tourisme, Facebook Exporose