venerdì 31 luglio 2009

Lisbona si apre al turismo lento

Da questa estate Lisbona si può visitare anche con mezzi di trasporto alternativi all'automobile,
Il ‘Red Tour’ prevede invece la visita della città con tre mezzi differenti, buggy elettrici, segway, biciclette elettriche, e cinque diversi tour: Belém, l’Età delle Scoperte, Lisbona, il tour “Soho-Style”, Lisbona, parte vecchia, Il cuore di Alfama, Tour Lisbona Grand Central Boulevard.
La seconda proposta è il 'Lisbon Bike and Speedboat Tour’ per visitare la città sia in bici che in gommone.
La terza modalità si chiama ‘Sidecar Touring’ con 3 diversi percorsi della città e a disposizione anche tour di 3 giorni verso le spiagge della costa occidentale oppure gite di una o mezza giornata in rinomate zone montane o marittime.
Informazioni: lisbonbiketour

martedì 28 luglio 2009

Le meraviglie del mondo on line: Ragusa e i monumenti del tardo barocco protetti dall' Unesco


Una delle cose più belle da quando c'è Internet è la possibilità che offre di potere vedere, stando a casa le meraviglie del mondo on line, per quelli come me amanti dell'arte e delle cose belle, è una cosa magnifica. Recentemente il comune di Ragusa ha messo i siti dell'Unesco di Ragusa on line con la possibilità di poterli vedere osservare e studiare, più lentamente di cosi.
I monumenti del barocco sono figli di un evento naturale catastrofico il terremoto del 1693 che permise, con la ricostruzione, di esprimere la potenzialità della visione barocca dell'architettura del Seicento senza avere i condizionamenti di precedenti persistenze, creando suggestive "acropoli barocche" come la chiesa di S. Giorgio.
Una ricostruzione divisa in due da una parte l'antica nobiltà dei Sangiorgiari che ricostruire la città nell'antica città distrutta nella zona che si chiama Ragusa Inferiore o Ibla, dove c'è la chiesa di San Giorgio, dall'altra la nuova una nuova nobiltà nata dalla borghesia che preferisce"spianata del Patro" o meglio detta Ragusa superiore la nuova città a pianta ortogonale attorno alla chiesa di San Giovanni Battista , la cattedrale, caratterizzata da via parallele e scenografici prospetti di palazzi tardobarocchi .
Centro storico di Ragusa on line, Ragusa Virtual Tour

domenica 26 luglio 2009

Il sentiero degli dei, costiera amalfitana da Agerola a Positano

(foto tratta da www.ondaverde.it)
Il sentiero degli dei è un percorso tra i più affascinanti del sud Italia, il percorso parte dal comune di Agerola o meglio dalla frazione di Bomerano e si raggiunge la frazione di Nocelle del comune di Positano (440 m. sul livello del mare) . Una dritta per i più pigri partire dalla frazione di Bomerano del comune di Agerola (635 m.i sul livello del mare) permette di percorrere il sentiero quasi sempre in discesa. Il fascino di questo percorso sta nella bellezza del paesaggio, spettacolari le visti sulla penisola sorrentina e sull'isola di Capri. La vegetazione se un po' spoglia nel primo tratto via via doventa più fitta e folta costituita da alberi di lecci e corbezzoli. L' abitato di Nocelle (440 m. sul livello del mare), è una caratteristica frazione di Positano fino a qualche anno fa isolata e raggiungibile solo attraverso una ardita scalinata. A questo li può scendere i circa 1500 scalini che separano Nocelle dalla Statale Amalfitana e godersi un bagno rigeneratore sulle spiagge di Positano Il cammino e di bassa difficoltà. La sua lunghezza è poco meno di 8Km. Il tempo necessario per percorrerlo è di circa 2,30 - 3 ore.

giovedì 23 luglio 2009

La prima edizione delle Vacanze Filosofiche in Valle di Non


Tra le diverse proposte di vacanze che mi arrivano, questa mi ha catturato più delle altre, tra gli scenari naturalistici di quella che è considerata la valle delle mele, la Valle di Non, i Musei di Ronzone hanno voluto proporre un tipo di vacanza nuova e diversa in compagnia di alcuni filosofi italiani per dibattere di filosofia.
La prima edizione delle Vacanze Filosofiche in Valle di Non si svolgerà dal 2 all’8 agosto e vedrà nella inusueta veste di ‘guide’ i filosofi Andrea Tagliapietra, docente di storia della filosofia, Paolo Salandini, docente di terminologia filosofica e Massimo Donà, docente di filosofia teoretica, afferenti tutti all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.
Una vacanza che vuole conciliare il contesto della bellezza della natura con la bellezza del pensiero per dibattere su temi del pensiero filosofico , in luoghi all'aperto, sulle malghe, nei parti e nei luoghi di grande fascino della Valle di Non come il Santuario di San Romedio, il Lago di Tovel, le Regole di Malosco, il Canyon Rio Sass. Info: Valle di Non

mercoledì 22 luglio 2009

Isole della lentezza: Skyros, Grecia


Uno degli obiettivi del turismo lento è quello di fornire delle indicazioni alla scoperta di mete meno note e meno affollate, ma non per questo meno belle. Un invito a scoprire una Grecia diversa che non sia solo Mykonos, Creta, Santorini e Rodi, che pur belle e bellissime non offrono il contesto ideale per una vacanza lenta nei periodi di Luglio e Agosto. Ho deciso di farvi scoprire l'isola di Skyros una delle mie isole greche preferite, sopratutto una meta ideale per una vacanza all'insegna del relax e della tranquillità.
Fare un viaggio a Skyros è fare un viaggio nella storia dell'antica greca (citata nei testi di Omero) la leggenda vuole che Thethis nascose il figlio Achille prima della guerra di Troia, dell''eroe Teseo che trovò rifugio. In un passato più recente ha fatto parte dei possedimenti della Serenissima in Oriente e infine venne occupata attorno al 1538 dal turchi fino al 1829, dopo di chè diviene parte della Grecia. Oltre alle attrattive storiche architettoniche racchiuse nel Kastro del capoluogo e nel Monastero di San Giorgio, isola è nota per i pony dei cavalli piccoli, una razza autoctona, una volta aiutavano nei campi i contadini oggi sono divenuti un attrazione turistica.



Noleggiate una bicicletta e fare il giro della costa, scoprire i villagi perdervi tra le mille strade che li collegano, fate un giro delle spiaggie (Gyrismata, la più bella), non c'e vita notturna a Skyros è più conveniente scoprire i ristoranti dove si cucina pesce locale (uno delle poche isole dove ci sono ancora i pescatori) approfittatene per scoprire i formaggi locali ( graviere, mizithra e xinotiri) la frutta e la verdura dell'isola dal sapore decisamente unico.

Arrivare a Skyros: l'isola è collegata via aereo tre volte alla settimana, Mercoledì, Sabato e Domenica con Atene. Si può arrivarci da Skyros in traghetto, arrivare ad Atene e poi recarsi a Kymi dove ci sono traghetti info Skyro Shipping Company, il percorso dura due ore, la compagnia fa servizio traghetti anche da Skopelos e Alonissos.
Da Atene c'è un bus che porta fini a Kymi  e poi il traghetto. Ktel  Athens bus terminal  LIOSION 260  tel.  2108317153 - 2108317163.
Alloggiare a Skyros: vi rimando al sito ufficiale (solo in greco, qualche volta aggiornato in inglese) con la lista pochi hotel molti appartamenti è una scelta comoda e di qualità, non ci sono i 5 stelle
Info: Skyros, in inglese invece Skyrosnet, Inskyros
Ente turismo ellenico , un sito un po povero e generalista, ma con alcune informazioni generali,  anche sul sito uffiiciale in ingelse del Governo Greco isola di Skyros, dal punto di vista amministrativo fa parte della regione di Evia, informazioni in italiano



Ringrazio esalviotti che su you tube ha permesso di condividere queste belle immagini di skyros

Isole della lentezza: Amorgos
Isole della lentezza: Kithnos
Isole della lentezza: Cefalonia
Isole della lentezza: Zakynthos (Zante)

Isole della lentezza: Leucade (Lefkada)

Isole della lentezza: Itaca


venerdì 10 luglio 2009

Sellaronda in bicicletta o bicicletta + funivia


Per gli appassionati dello sci, la parola Sellaronda è qualcosa che sa di sfida e di magia, chiunque metta degli sci di qualsiasi livello sogna di fare il circuito Sellaronda, come per i marinai doppiare Capo Horn, questa estate il sogno invernale può trasformarsi in un sogno estivo ma senza sci con la bicicletta. Il prezzo del 'Bikepass' è di 20 euro più altre 20 per la guida
La ‘Sellaronda’, il famoso giro con gli sci intorno al Gruppo del Sella. Da sabato, il circuito sarà praticabile in senso orario, l'antiorario è già in funzione da una settimana. Sarà possibile compiere il giro nel cuore delle Dolomiti, ora Patrimonio Naturale Unesco, con aiuta di una guida , partendo da una delle cinque località attorno al Gruppo del Sella: Corvara, Selva in Val Gardena, Arabba, Canazei oppure Campitello. Il giro in senso orario misura 58 km e supera un dislivello di 3.400 m, ma solo 500 sono da percorrere in bici, (bici + funivia). Più breve ma impegnativo è il giro in senso antiorario: 53 km e 1150 m di dislivello da superare in bici consiglaito per eseperti.

Non perdetevi domenica 12/07/2009 il Sella Ronda bike day, Scaricare il pieghevole qui da Sellaronda-mtb,

Per informazioni e iscrizioni:
-Ufficio Turistico di Selva GardenaTourismusbüro Wolkenstein / Tourist Office Selva GardenaTel. +39 0471 777906 - www.selva-active.com
-Alta Badia Break out sportsLa Villa in Badia / Stern im Gadertal, Via Colz 18Tel. +39 0471 847763, www.breakoutsport.it
-Val di Fassa/Fassatal Detomas Shop & Rent, Canazei, Strèda de Parèda 29Tel. +39 0462 602447
-Arabba Gabrielli Fabrizio, Tel. +39 347 6935531Giudici Roberto, Tel. +39 347 8346974www.arabbabike.com
Foto e fonte :Lamiavalgardena

lunedì 6 luglio 2009

Maratona del gusto nella valle degli orti, Val di Gresta, Trentino



Domenica 26 luglio 10 km alla scoperta della Val di Gresta una piccola e incantevole vallata del Trentino situata tra Rovereto e il Lago di Garda, nota con il nome di ‘Valle degli Orti’. Più che una valle si può definire come un anfiteatro a terrazze incorniciato da rocce e boschi. La valle ha saputo mantenere vive radici e tradizioni, gli agricoltori grestani sono infatti all'avanguardia nelle metodologie di coltivazione biologica e furono i primi ad introdurre nel nord Italia le tecniche di agricoltura biologica tutelando la salute e salvaguardando l'ambiente.
Una maratona del gusto uninvito a scoprire la valle. Il percorso si snoda attraverso paesi, frazioni e campi della valle. La partenza è fissata alle 11,15 da Ronzo-Chienis, in località Piazze si parte per un viaggio a dodici tappe. Un mix di enogastronomia, cultura e musica. Info val di gresta, Apt Rovereto, CamminaGrestana,

domenica 5 luglio 2009

Da Genova escursione in battello per avvistamento dei cetacei

Dallo scorso marzo 2009 l’Acquario di Genova e il WWF hanno programmato una escursione in battello alla scoperta dei cetacei del mare ligure. Iniziativa passa dall'impegno comune dell'Acquario di Genova e del WWF nella divulgazione e sensibilizzazione del pubblico alla conservazione e alla tutela ambientale.
Un’esperienza in mare aperto: un’escursione di mezza giornata seguendo le rotte dei mammiferi marini tra Genova e Portofino, nel cuore del Santuario dei Cetacei. Come guida ci sarà un biologo marino che introdurrà il codice di comportamento corretto per l’avvistamento Cetacei in mare.
L'appuntamento è ogni sabato alle ore 13 con rientro alle ore 18 circa.
Info: Per informazioni e prenotazioni, Incoming Liguria, tel. 010/2345.666 Acquario di Genova

Fonte e foto: WWF liguria

Aggiornamento Estate 2010
Luglio e agosto: doppia partenza settimanale per crocieracquario acquario di genova e wwf insieme sulle rotte dei cetacei
Nei mesi di luglio e agosto doppio appuntamento settimanale per le escursioni in battello alla scoperta dei Cetacei
La partenza è prevista dal molo sotto l'Acquario ogni martedì e ogni sabato (condizioni meteo permettendo). L'escursione di avvistamento cetacei è disponibile per i gruppi dal lunedì al venerdì, su prenotazione

mercoledì 1 luglio 2009

I più bei villaggi della Francia in Perigord : Domme, La Roque Gageac e Aubeterre sur Dronne

Chiedo scusa a tutti è qualche giorno che non bloggo, sono caduto e mi sono rotto il ginocchio, grazie dei molti commenti. Questo post lo voglio dedicare ad Alessandra sul Perigord. E' una zona della Francia molti simile per la richezza ambientale ed architettonica alla Toscana in Italia, potrete trovare informazioni generali presso le pagine dell' Ente Turismo Francese o nel sito del Perigord, il capoluogo della regione Periguex è una delle città d'arte e della storia più famosa di Francia. Ci sono 4 percorsi tematici (talmente belli che li farei tutti) per vistare il Perigord: nero, bianco, rosso e verde. Dal punto di vista gastronomico è famosa per il fois gras, noci e tartufi, ma io consiglio anche le fragole, i frutti di bosco, i vini e i formaggi. Mi permetto di consigliarvi la visita dei tre dei più bei borghi storici di Francia: Domme, La Roque-Gageac (raggiungibile facilmente da Bergerac, Perigord Noir), Aubeterre su Dronne (raggiungibile da Bordeaux e Périgueux, Perigord Blanc)
Il villaggio di Domme è una visita obbligata se volete visitare il Périgord, è uno dei suoi tesori più belli, un villaggio del XIII° ben conservato, un labirinto di strade con un l'atmosfera medievale. Testimone del potere dei Templari e meta prediletta di diversi scrittori come Henry Miller o Roy Eugene .
La Roque-Gageac, un villagio che malgrado più vicino all'Oceano Atlantico gode di un clima da mare meditteraneo tante che ha uno dei più belli giardini botanici tropicali della Francia. Costruito ai piedi di alcune falesie, all'epoca della guerra dei cent'anni, sono ancora visibili le tracce del celebre Castello dei Vescovi di Sarlat. L'edificio rinascimentale più importante è Manoir de Tarde, che domina il cuore del villaggio. Oggi è considerato il paese della buona cucina e del fois gras.

Aubeterre su Dronne, è invece la mia meta prediletta a metà tra Perigord e Aquitania, è quelle che ci aspettiamo da un classico villaggio di 415 abitanti, oltre che per la pace e la tranquillità è un villaggio famoso per la chiesa nella roccia , la chiesa di Saint-Jean, il castello e ben tre conventi testimoniano la ricchezza della sua storia e della religione. Talmente bello che è divenuto meta prediletta per matrimoni, film e TV.
Fonte foto e notizie : Les-plus-beaux-villages-de-france