domenica 28 aprile 2019

Flora et decora 2019: Basilica di Sant'Ambrogio Milano

Si tiene nei chiostri della storica milanese Basilica di Sant'Ambrogio l'evento di Primavera dedicato al pollice verde, alla decorazione di finestre, balconi e terrazzi della città di Milano.
Si tratta di uno spazio molto raccolto dove trovano grande spazio le rose, il fiore del mese di Maggio, gli agrumi con delle nuove varietà per il mercato milanese (limetta esotica, limone meyer, bergamotto, cedro, calamondin) e tante altre piante che si adattano ad essere coltivati in piccoli spazi urbani (piccoli pomodori, fragole, insalate giapponesi e arachide).


Completa la fiera lo spazio decora con diverse proposte d'arredamento per la casa e gli spazi verdi e suggerimenti di specialità gastronomiche della Regione Lombardia o particolare come la Birra Poletti, il Sidro di mele e il Cioccolato di Modica.
Per saperne di più: Flora et Decora

mercoledì 24 aprile 2019

Corinaldo (AN) dal 24 al 28 Aprile 2019: la festa dei folli

Tante le iniziative in questi giorni a cavallo del mese di Aprile e Maggio mi permetto si segnalarvi  che dal 24 al 28 aprile ritorna a Corinaldo (An), la Festa dei Folli che mette insieme spettacoli d'arte varia, mostre, mercati in quello che è uno dei borghi medioevali più belli d’Italia.
Il borgo è circondato da una cerchia di mura che risale al 1367 e conserva all'interno  una struttura urbana che pur avendo subito nel corso dei secoli numerosi rifacimenti, ha mantenuta intatta la sua univocità, di cui spiccano il Palazzo Comunale, la Chiesa di Sant’Agostino, attualmente Santuario di Santa Maria Goretti, il teatro comunale Carlo Goldoni, ex convento degli Agostiniani e la casa del Trecento, che è la casa più antica del borgo .
La fiera dei folli rivela un'aspetto del carattere degli abitanti di Corinaldo, veniva chiamato il paese dei matti perché i suoi abitanti erano noti per il gusto dello scherzo.
Quest' anno è la musica che caratterizza l'evento con concerti rock, pop, street band, artisti di strada, fanfara dei bersaglieri, esibizioni in piazza band emergenti e dj.
Completano la fiera i mercatini dell’artigianato locale nel centro storico, i stand gastronomici, i laboratori per i bambini, un fine settimana all'insegna della sana follia.
Per saperne di più : La festa dei folli, Corinaldo Turismo




venerdì 19 aprile 2019

Pasqua e ponti di primavera nei Grandi Giardini Italiani in treno

La bellezza dei Giardini Italiani non ha eguali al mondo ed è la primavera il momento più indicato per una visita per scoprire delle autentiche bellezze vicino casa oppure in prossimità, l'occasione di un giorno di festa o semplicemente di un fine settimana.
Un proprio e vero viaggio green a basso impatto ambientale, giardini di località che si possono comodamente raggiungere in treno e poi dalle Stazioni Ferroviarie a piedi oppure con mezzi pubblici per una Pasqua nel verde e nel profumo dei fiori. 


Dei 137 Grandi Giardini Italiani, 22 sono facilmente raggiungibili con i treni regionali e a 2 km circa dalle stazioni ferroviarie più vicine come
Piemonte
Isola Bella e Parco Pallavicino dalla stazione di Stresa (VB); 
Liguria 
Villa Ormond da Sanremo (IM)
Villa Grock da Imperia
Giardini di Villa della Pergola da Alassio (SV), 
Villa Durazzo Pallavicini da Genova Pegli 
Villa Durazzo da S. Margherita-Portofino
Lombardia 
Villa Necchi Campiglio da Milano Centrale M1Palestro
l'Orto Botanico di Brera da Milano Centrale M3 Montenapoleone;
Trentino Alto Adige 
Parco delle Terme di Levico da Levico (TN); 
Veneto 
Giardino Giusti da Verona Porta Vescovo
l'Orto Botanico da Padova
Toscana
Giardino Bardini da Firenze Santa Maria Novella
Lazio 
Giardino di Palazzo Colonna da Roma Termini
Giardini Vaticani da Roma S. Pietro
Villa d'Este da Tivoli (RM)
Ville Pontificie da Castel Gandolfo (RM); 
Campania
la Reggia di Caserta da Caserta
Sicilia 
l'Orto Botanico da Palermo Centrale,
l'Orto Botanico da Catania Centrale
il Giardino di Casa Pennisi da Acireale (CT)


Per saperne di più: Grandi Giardini Italiani



Ricordo inoltre l'iniziativa di Pasquetta Caccia al Tesoro Botanico per i bambini in 40 dei 137 Grandi Giardini Italiani, un modo per avvicinare i bambini alla natura e al giardino.

venerdì 12 aprile 2019

La donna poltrona di Gaetano Pesce in Piazza Duomo a Milano per il Salone del Mobile

In questi giorni Milano è un tripudio di cose da vedere in occasione del Salone del Mobile, si sono allestite molte mostre temporanee.
Non mi piacciono le grandi opere artistiche perchè spesso sono pensate in luoghi piccoli, ingrandendole perdono la loro dimensione originaria, la loro natura, il loro significato, credo che sono pochi gli artisti che sanno esprimersi nelle grandi dimensioni, ricordo sempre le opere di Salvador Dali esposte in Florida a St. Petersburg, opere grandi grandissime che ti sapevano scatenare una grande emozione, una grande meraviglia.
Se non hai l'estro, la cura del dettaglio, la vision e l'inventiva di Dali è molto difficile potere arrivare a suscitare delle grandi emozioni.



L'opera di Gaetano Pesce della donna poltrona ferita con le frecce per testimoniare il suo dolore, si può essere solidali per le motivazioni un po'meno con l'opera che in me personalmente non ha stimolato alcuna sensazione.
Sarà la posizione poco felice e illuminata, sarà che intorno sembrava di stare al circo, sarà per il colore, non apprezzato moltissimo
Spero che almeno a voi piaccia però l'opera si presta a fare selfie.

lunedì 8 aprile 2019

Riaperta la strada da Santa Margherita a Portofino

Una bella notizia per la Regione Liguria e per tutti i turisti, è stata riaperta la strada che conduce a Portofino.
Molti ricordano ancora le immagini della mareggiata dell'Ottobre scorso che di fatto ha lasciato la località di Portofino isolata.
Le autorità si sono impegnate a riaprire la strada entro Pasqua è cosi è stato con due settimane d' anticipo.
Un lavoro lento che prima ha reso la strada percorribile con passerelle a piedi e poi solo per mezzi di soccorso ora invece è di fatto ripristinata con un tratto a senso unico alternato, i prossimi mesi, sarà ripristinato a doppio senso di marcia, per cui facciamo gli auguri a tutte le località,  i comuni coinvolti e gli operatori turistici.
Per saperne di più: Comune di Portofino

Post Correlati: 
Pedonale per Portofino
Tappeto rosso sulla pedonale Rapallo Portofino
Camminare a piedi tra le bellezze di Portofino

venerdì 5 aprile 2019

Turismo lento a Minorca,: una Pasqua Slow sul Cami de cavalls

È la più naturale delle Isole Baleari, le spiagge incontaminate e le colonie di uccelli che stazionano in quest'isola la maggior parte dell'anno gli hanno fatto guadagnare all'isola lo status di "riserva della biosfera" dall'Unesco. I suoi 1.500 siti di habitat megalitici hanno reso Minorca un museo a cielo aperto. L'attività agricola riveste un ruolo importante nell'economia dell'isola, si producono vino, formaggio, salumi a denominazione d'origine, che hanno arricchito la tradizione gastronomica trasformandola in una ideale destinazione gourmet.
Una destinazione dove la cultura gastronomica si unisce all'attrattiva del paesaggio, un isola da scoprire a piedi, in bicicletta, a cavallo e che da un po' di anni ci sono anche dei percorsi in kayak da scoprire costa su costa.


Il Cammino dei cavalli 
Il percorso più affascinante da fare idealmente a cavallo ma anche a piedi o in bicicletta è il Cami del cavalls, la cui origine risale al Medioevo sotto il regno di Giovanni d'Aragona, che ordinò ai cavallieri dell'Isola di tenere sempre pronto un cavallo per difendere l'isola e i suoi abitanti. il cammino che circonda l'isola è una conseguenza di questa legge, dove i Cavalieri ispezionavano le coste fino al secolo scorso, un percorso che negli anni è rimasto libero e gratuito, suddiviso in venti tappe che può essere percorso tutto l'anno.
Altri percorsi partono dalle due cittadine principali posti ai due lati estremi, Mahon e Ciutadela, verso le maggiori attrattive paesistiche come Mahon Punta Prima e Ciutadela - Cala Caldana, Ciutadela Cala en Bosch.
La settimana di Pasqua è anche la settimana della ricorrenza e si svolgono le processioni della settimana Santa Venerdi a Ciutadela e sabato e domenica a Mahon. Non bisogna avere lasciato Minorca senza avere provato i suoi vini, il gin, i suoi formaggi (Queso de Mahon), i salumi, e le specialità a base di pesce come la caldereta de langosta e i calamari alla menorquina.


Come arrivare a Minorca
Dall'Italia diversi voli di più compagnie portano a Minorca, ma non tutte hanno voli diretti (sosta a Barcellona) come la Neos Air da Milano Malpensa.
In alternativa ci sono i traghetti che partono da Genova, Civitavecchia e Livorno: Grandi navi veloci o Grimaldi lines
Si può arrivare anche a Barcellona in treno con le Ferrovie Francesi o bus e poi proseguire con i traghetti verso Minorca. Le compagnie che operano il collegamento Barcellona-Minorca sono: Transmediterranea, Iscomar  e Balearia.
Dove alloggiare a Minorca: 
ho selezionato gli alberghi agriturismo molto curati con un buon rapporto qualità/ prezzo che sono piuttosto tranquilli e ben attrezzati per le escursioni come :
Come muoversi a Minorca:
C'è un ottima rete di autobus TIB con 44 linee che collegano tutti i centri e le spiagge dell'isola come la L01 che collega Mahon e Ciutadela, la L10 che collega l'aeroporto con Mahon.
Operatori locali specializzati, tour e noleggio biciclette, cavalli, kayak: 
Per saperne di più: Minorca turismo, Cami de Cavalls