martedì 26 novembre 2019

Udine: la seconda città di Giambattista Tiepolo, turismo lento in treno

Tutti nel mondo associano il nome di Giambattista Tiepolo con la città di Venezia, si tratta di uno dei pittori che ha fatto conoscere la cultura e l'arte di Venezia nel mondo.
L'artista ha lavorato in molte città d'Italia ma quella che conserva le sue maggiori opere oltre a Venezia è la città di Udine, che è ricca d'arte architettonica veneziana, non è casuale il fatto che piazza della Libertà viene ritenuta la più bella piazza di Venezia sulla terraferma.
Giambattista Tiepolo durante l'inizio della sua carriera, trai il 1725 e il 1730 si è diviso tra le commissioni a Venezia e Udine, grazie al Patriarca Dionisio Dolfin, che gli commissionò affreschi e la pala della Risurrezione per la cappella del Santissimo Sacramento nel Duomo cittadino; il Tiepolo raffigurò il Sacrificio di Isacco sulla sinistra della cappella e l'Apparizione dell'Angelo ad Abramo a destra e in alto gli  Angeli Cantori.
Sempre nello stesso periodo gli vennero commissionati gli affreschi per il Castello e per il complesso decorativo del Palazzo Patriarcale, oggi sede del Museo Diocesano.
Nel 1759 in piena maturità Giambattista Tiepolo ritorna e Udine per affreschi dell'Oratorio della Purità, l'oratorio posto a destra della Cattedrale dopo il Tiepolo dipinge l'Affresco dell'Assunta e la pala dell'Immacolata posta sull'unico altare. Lungo le pareti dell'oratorio ci sono gli affreschi del figlio Giandomenico Tiepolo che lavora con il padre.
Il Palazzo Patriarcale oggi è sede del Museo Diocesiano e gallerie del Tiepolo, in onore al celebre artista, si può ammirare l'affresco la Caduta degli Dei del 1726 e le pareti della Galleria degli Ospiti e della Sala Rossa.
Un autentico gioiello all'interno del Museo Diocesano è invece la Biblioteca Patriarcale o Biblioteca Delfiniana lascito della famiglia Dolfin e la Biblioteca Bartoliniana per lasciato di Gregorio Bartolini sono un totale di 20.000 libri alcuni rarissimi, di cui una sezione dedicato ai libri proibiti, che la Chiesa vietava di pubblicare ma che ne conservava una copia, disponibili solo alle persone di alta integrità morale.
Come arrivare a Udine in treno: Udine è collegata con molte città d'Italia, il modo più semplice è raggiungere in treno Venezia o meglio Mestre dove è collegata con treni rapidi con una certa frequenza. Ci sono dei treni veloci senza cambio per alcune citta come Milano, due treni al giorno la mattina e la sera, 4 h , con Trenitalia da 32,90 euro oppure treni da Bologna con Italo Treno 3h a partire da 18 euro.
Per saperne di più: Turismo Friuli Venezia Giulia



giovedì 21 novembre 2019

Europa in treno : Marsiglia per le feste di Natale, 217° Fiera dei Santon dal 15 Novembre 2019 al 5 Gennaio 2020

La citta di Marsiglia è una delle destinazioni estere più facili da raggiungere dall'Italia con il treno, con Thello. in partenza da Milano in sette ore si raggiunge Marsiglia, un tempo accettabile per raggiungere la destinazione senza utilizzare l'aereo e risparmiando in CO 2.
In questo periodo si ha l'occasione di visitare, sotto la grande ruota panoramica, la Fiera dei Santon giunta alla 217° edizione, ogni mercoledi e ogni fine settimana 27 artigiani e riproduttori di Santon animeranno questo mercato tradizionale conosciuto in tutto il mondo.
La bellezza dei Santon è nel rappresentare il presepe attraverso delle figure popolari molto caratterizzate in cui ogni persona può riconoscersi.
Nonostante siamo sul mare tutta la città è coinvolta nell'atmosfera del Natale, il Mercato su vieux port, le luci e i colori su Cours Julien, Rue de la Republique, Rue de Rome, il quartiere degli antiquari.
Per chi invece ama la modernità sul porto, il Mucem progettato da Rudy Ricciotti, l'unico Museo Nazionale Francese fuori Parigi, inaugurato nel 2013 in occasione di Marsiglia Capitale della Cultura Europea, un luogo dove si incontrano Arte e Storia, ci si può rilassare guardando le mostre fare un giro nella libreria e mangiare nel ristorante dello Chef Gerad Passedat, due passerelle collegano il Mucem al vecchi porto al forte Saint Jean e al quartiere storico del Panier.
Se qualcuno di voi ama i sapori, il luogo ideale è il mercato dei Capucins che si tiene nei pressi della Canebiere, il vialone grande che porta al porto all'altezza della fermata del Metrò Noailles, si tiene tuti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8,00 fino alle 19,00, principalmente un mercato di frutta e verdura, mentre in Cours Julien, il mercoledi si tiene il mercato dei produttori locali e biologici. Il martedì  e il sabato mattina invece grande mercato più in alto sulla Canebiere in Place Leon Blum .
Come arrivare a Marsiglia in treno: con le Ferrovie Thello, tutti i giorni da Milano e Genova.
Per saperne di più:
Fiera dei Santon Marsiglia dal 16 Novembre al 5 Gennaio



venerdì 15 novembre 2019

Eventi da turismo lento : Festa del Torrone a Cremona dal 16 al 24 Novembre

Da sabato 16 a domenica 24 Novembre si terrà a Cremona la tradizionale Festa del Torrone. L'edizione di quest'anno è dedicata al genio di Leonardo da Vinci.
La Festa del Torrone di Cremona è un vero e proprio appuntamento per estimatori golosi di questa specialità per gli addetti ai lavori che per l'occasione metteranno in mostra l'abilità dei maestri pasticceri del torrone che hanno realizzato una fiaccola olimpica di torrone in onore dell’assegnazione delle olimpiadi invernali a Milano e Cortina.

Mentre in onore di Leonardo da Vinci ci sarà l’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci in torrone e il  Sabato 16 e domenica 17 un gruppo di artisti realizzerà l'infiorata fatta con il torrone dove verrà rappresentata la Gioconda di Leonardo da Vinci.
Per gli appassionati presso la Loggia dei Militi ci sarà Torrone Live, dove sarà possibile assistere  alle principali fasi della produzione artigianale del torrone con annesso spazio di degustazione dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. 


Per le vie della città di potranno degustare torroni provenienti da Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Marche, Piemonte, Lombardia perchè ogni regione utilizza lavorazione differenti e  ingredienti diversi dalla lavorazione dalla frutta secca come mandorle, nocciole e pistacchi alla versione abruzzese anzi meglio aquilana che prevede il cacao a quella sarda l'utilizzo del miele.
Ci sarà anche il corteo della rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti composto da 150 configuranti, dove pare che sia comparso il Torrone per la prima volta.




La Festa del Torrone è l'occasione per visitare una delle città lombarde più belle e ricche di tesori di valore a iniziare dalla Liuteria Cremonese un itinerario musicale che vi condurrà nel mondo magico della Liuteria e del Violino con visita al Museo del Violino e alle botteghe liutaie.
Una visita importante al Duomo della città il cui interno ci sono dei affreschi realizzati tra il XVI ° secolo che per la bellezza hanno meritato l'appellativo di Cappella Sistina della Pianura Padana. 
L'interesse gastronomico della città di Cremona, non riguarda solo il Torrone ma anche altre specialità che rappresentano la città come la Mostarda, il Salame Cremonese e i Marubini.


Come arrivare a Cremona in treno: siamo sulla linea Milano Mantova ci sono treni regionali diretti che in circa un ora portano a Cremona al prezzo di 7,30 euro, oppure treni che prevedono cambio a Codogno e impiegano 1,30h. Dalla stazione ferroviaria si arriva facilmente in centro citta in 15 minuti a piedi, Info: Trenitalia.
Dove mangiare a Cremona: Osteria la Sosta, Osteria del Melognano, Ristorante il Violino dove potere degustare i piatti della tradizione gastronomica di cremona unita ad una moderna rivisitazione come i tortelli di zucca, tortelli di torrone, risotto con zucca mostarda e torrone, marubini, gnocchi vecchia cremona.
Per saperne di più. Festa del Torrone a Cremona dal 16 al 24 Novembre 2019

Facebook Festa del Torrone
Instagram Festa del Torrone




domenica 10 novembre 2019

Da Domodossola a Locarno la Ferrovia Vigezzina Centovalli tra i colori dell'autunno

Ci sono tanti modi d'osservare i colori dell'autunno andare in giro nei parchi della città, andare per boschi in montagna oppure andare in treno tra le montagne come la Ferrovia Vigezzina Centovalli che unisce la cittadina di Domodossola con la città di Locarno in Svizzera, un treno di frontiera che attraversa la Val Vigezzo.
Un treno che si può prendere in tutte le stagioni, a iniziare dall'autunno dove il colore delle foglie dei boschi è un autentico spettacolo.
La ferrovia è stata inaugurata il 25 Novembre 1923, affronta un percorso di 52 km con 83 ponti e 31 galleria in 2h di percorso, ci sono più treni al giorni, se all'inizio era un ferrovia che spostava i lavoratori che dalla Val Vigezzo andavano in Svizzera oggi è prettamente diventata una ferrovia turistica.
Oltre alle cittadine di arrivo e partenza Domodossola e Locarno si possono scoprire piccoli paesi da un grande fascino, sicuramente il più noto e interessante è Santa Maria della Val Vigezzo con il suo Museo dello Spazzacamino, la Pinacoteca della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini e la casa del Profumo Feminis Farina racconta la storia di Giovanni Paolo Feminis che emigrato prima a Crans e poi a Colonia ideo l'Acqua di Colonia.


La Val Vigezzo è una valle che dal punto di vista gastronomico è nota per il Prosciutto crudo della Val Vigezzo e il Pane di segale della Val Vigezzo.
Il prosciutto crudo della Val Vigezzo è un prosciutto che viene leggermente affumicato con il ginepro il suo punto forte è la stagionatura che avviene in valle, favorita dai venti che spirano dal Monte Rosa.
Il pane di segale della Val Vigezzo veniva preparato una volta solo due volte all’anno e di solito era il dono che Gesù portava ai bambini a Natale, cotto nei forni comunitari tipici di montagna e poi riposto su alcune grate appese al soffitto, Oggi viene prodotto con l'aggiunta di noci, fichi e uvetta.
Altre specialità che potrete incontrare lunghe le fermate sono polenta con formaggio (la tipica polenta vigezzina  con farina di mais, formaggio e uova oppure la polenta dei boscaioli  sono delle palle di polenta fatta con farina di grano saraceno ripiena di formaggio all'interno e cotte sotto la cenere), la pasta rustica con patate, formaggio, cipolle e pancetta, il risotto con i funghi porcini, la zuppa di cipolle, zuppa di ortiche, i funghi porcini in padella, i formaggi di capra freschi, la toma della Val Vigezzo, le trote del torrente Melezzo, i vini (Masera, Trontano, Montecrestese), le grappe aromatizzate e liquori come il genepy e la genzianella.
Per saperne di più: 

Prossimo appuntamento: 6,7 e 8  Dicembre 2019 Mercatino di Natale a Santa Maria Maggiore Val Vigezzo dalle 9,.30 alle 18,30




martedì 5 novembre 2019

Weekend romantico Novembre a Roma tra bellezza, arte e storia

Un viaggio a Roma, magari come il turismo lento vuole da raggiungere in treno, è sempre una grande piacere anche fuori stagione in autunno, prima del periodo del Natale, dove Roma è un'attrazione per i fedeli provenienti da tutto il mondo.
Ad una coppia innamorata attendono tante attrazioni e sorprese dai colori dei giardini e dei parchi ai luoghi romantici fuori dall'ordinario:
Fontana di Trevi Fontanella degli innamorati
Fontana di Trevi la fontanella degli innamorati, siamo sul lato destro esterno della Fontana di trevi ci sono due piccole cannelle e una vaschetta che contiene acqua in anni meno recenti, nella sera prima di partire per il militare i fidanzati erano bere insieme per garantirsi amore eterno.
Villa Boghese e Galleria Borghese
Villa borghese si tratta di una dei parchi più grandi della città che è sempre uno spettacolo in tutte le stagioni al suo interno c'è Galleria Borghese, al cui interno è possibile osservare le opere nate dalla passione e dall'amore di Gian Lorenzo Bernini tra cui Il ratto di Proserpina, Apollo e Dafne, la  Paolina Bonaparte di Antonio Canova. Si possano ammirare i capolavori di Tiziano, Raffaello, Domenichino, Correggio e di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio. Aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 18,00 e il sabato mattina dalle 9 alle 13, bisogna prenotare la vista sui sito Galleria Borghese Beni Culturali.
Il giardino degli aranci, Parco Savello
Il luogo ideale per concedersi una pausa relax e scattare qualche fotografia da una delle più belle terrazze panoramiche della città affacciata sul fiume, il panorama spazia dal lungo Tevere, al Gianicolo e alla Cupola di San Pietro, si chiama il giardino degli aranci perché prima della progettazione del belvedere c'era l'orto attiguo al convento dei Padri Domenicani, si fa riferimento all'arancio presso cui pregava San Domenico, in suo onere venne piantato un giardino d'alberi d'arancio,  il parco è aperto da Ottobre a Febbraio 07-18,00.
Il giardino del priorato di Malta sul colle Aventino
Un luogo affascinate e intrigante ex sede dei Cavalieri dell'ordine di Malta, si tratta di uno dei più bei giardini di Roma, un oasi di pace e relax che si affaccia su Roma e dove dai cespugli si può scorgere la Cupola di San Pietro, è aperto tutti i venerdi mattina dalle 9,30 alle 12,30 un sabato al mese ed altri giorni sono su prenotazione da fare a visitorscentre@orderofmalta.int.
Il luogo Tevere , isola della Tiberina
Si tratta dei più bei scorci sul fiume Tevere, luogo famoso per merito di Federico Moccia che narrò dei lucchetti degli innamorati nel suo libro “Tre metri sopra il cielo”, i lucchetti sono stati tolti ma l'atmosfera romantica e tranquilla dell'Isola Tiberina in mezzo al fiume Tevere è rimasta intatta.
Come arrivare a Roma in Treno: le due aziende Trenitalia e Italo Treno collegano Roma con le principali città d'Italia con promozioni ed offerte nei fine settimana.

Dove dormire a Roma:
The Beehive, nei pressi della Stazione Termini c'è questo Hostel noto per offrire piatti vegetariani e vegani, un giardino interno, si organizzano corsi di cucina e offre stanze doppie a 60 euro a notte, ideale luogo per ragazzi giovani e informali.
B&B Caput Mundi Suite, tra via Tacito e via Cola di Rienzo nella zona del Basilica di San Pietro, camere da 90 a 150 euro.

Per saperne di più: Roma Turismo

Si rigrazia per i contributi di condivisione
video 1 Galleria Borghese © Art trip
video 2 Giardino del Priorato di Malta  © Tv2000it


Post Correlati:
Roma Campo dei fiori
Roma le migliori pasticcerie
Roma i luoghi del film "la grande bellezza"