mercoledì 29 gennaio 2020

Napoli il primo Art Hostel : Neapolitantrips

Per tutti i viaggiatori voglio segnalare un nuovo luogo d'accoglienza da Turismo lento che  si chiama Neapolitantrips, che recentemente è stato aperto nel centro di Napoli.
Risponde a una domanda d'ospitalità di nuovo turismo, la struttura è posta in un vecchio edificio storico di Napoli, la Casa del Mutilato, vicino alla zona storica chiamata Spaccanapoli, dove in una stessa struttura coabitano diversi tipi d'Ospitalità: Hostel (Ostello), Hostel Premium, Bed & Breakfast ed Hotel.
Potremmo dire che la struttura offre a secondo del target un servizio diverso, forse è questa la vera grande novità per rendere più interessanti le strutture alberghiere, a ogni gruppo d'ospiti un servizio diverso.
Ad rendere questo progetto differente è il il rapporto con l'arte contemporanea, all'interno sono ospitate opere artistiche sulla città di Napoli di più discipline dalla pittura alla fotografia di Iabo, Luca Cannevale, Luca Arenare, Angela Foria, Omar Mohamed, Marina Bufano, Laura Correale, Giada Piccolo, Flavia Bracale, Roberto Cavalieri, Alessandro Pierno, Enrico Napoleone, Diego Loffredo, Andrea Savoia, Luigi Lista, Paola Tufo.

Il luogo d'ospitalità diventa arte ed attrazione turistica nello stesso tempo per garantire un esperienza turistica unica e completa, una Napoli storica ma anche moderna e contemporanea.
D'Alberghi e B&B artistici avevamo gia parlato ma d'Arte Hostel ancora non li avevamo visti, quindi benvenuto a Neapolitantrips, perchè è lo spirito dell'arte che mantiene giovani.
Come arrivare a Napoli in treno: Napoli è collegata con Trenitalia e Italo dalle principali città in Italia.
Per saperne di più:
Via dei Fiorentini, 10 – 80133 – Napoli – (IT)
+39 081 183 66 402
hostel@neapolitantrips.it

Post Correlati:

sabato 25 gennaio 2020

Aosta, Fiera di Sant'Orso 2020, dal 30 Gennaio al 1/2 Febbraio 2020

Fervono i preparativi per la Fiera di Sant'Orso un evento storico siamo alla 1020° edizione, che unisce insieme le tradizioni popolari e religiose del passato con le prospettive future delle attività economiche di questa piccola e affascinante regione italiana.
I giorni sono per tradizione il 30 e il 31 Gennaio, quest'anno si prolunga fino al 1-2 Febbraio per dare la possibilità a più persone a partecipare alla Fiera che coinvolge tutto il centro storico della città di Aosta.
Protagonista è la lavorazione del legno, un arte che da lavoro contadino nei mesi invernali e divenuta una vera e propria attività economica.
Dai prodotti della terra e della tradizione gastronomica si reinventa l'economia come la trasformazione del latte nei formaggi di latte di mucca di pecora e di capra, i salumi da dalle parti più povere del maiale, i pani dai cereali locali, biscotti e dolci dalle tradizioni popolari che rispondono alla domanda di prodotti biologici, senza glutine, senza conservanti, senza additivi, prodotti genuini e controllati.
Come la torta di farina integrale con noci e miele, i formaggi blue di capra, le confetture di cipolle e sedano, pane con cereali antichi, torte di farro e cioccolato senza uova e senza latticini. 
Da scoprire la Torta di San Grato, fatta con farina gialla, zucchero, burro e mele, tipica di Gressan nel padiglione gastronomico istallato in piazza Plouves.
Quest' anno nell'Atelier dell'artigianato saranno presenti anche i tessuti ottenuti dalle lana di pecora autoctona rosset, una razza tipica valdaostana che negli ultimi anni si è cercato di recuperare, dal pascolo alla lavorazione della lana con tessuti naturali con cui vengono elaborati ottimi capi e giacche in draps della Valgrisenche.
Personalmente negli ultimi anni ho trovato molto interessante offerta gastronomica invito a tenere d'occhio mentre si cammina nel centro della città, i punti rosso neri per la ristorazione tipica dove vengono servite esclusivamente specialità locali come Zuppa d'orzo e Castagne, la classica fonduta, souppa de Quart, la fonduta di fontina con patate, il cotechino con patate e fagioli, bollito con patate, Messata e salignon, Polenta Valdostana, Toma valdostana e Crostata con panna montata fresca.
Ricordate la veglia tra il 30 e il 31 Gennaio nelle cantine e osterie della citta per cene tipiche, canti e balli fino al mattino.
Arrivare ad Aosta alla Fiera di Sant'Orso in bus o pullman:  Aosta è collegata con Torino, Milano, Ivrea, dalla Svizzera Martigny, dalla Francia da Chambery in Alta Savoia, (info: Autostazione tel. 0165 262027), la Savda propone Milano-Aosta si parte la mattina alle 07.15 e si arriva ad Aosta alle 9,45 a 17 euro.
Arrivare ad Aosta per la Fiera di Sant'Orso in treno: da Torino treni regionali per Aosta con cambio a Ivrea o Chivasso, il percorso dura circa 2h, a partire da 9,50 euro. Da Milano due cambi a Chivasso e a Ivrea ci si impiega 3h 18minuti a partire da 16 euro, informazione sul sito Trenitalia.
Per saperne di più: Fiera di Sant'Orso Aosta, love VDA

domenica 19 gennaio 2020

Nelle Terre di Raffaello, Urbino 1520-2020

Quest'anno ricorrono i 500 anni della morte di Raffaello Sanzio, uno degli artisti che insieme con Leonardo e Michelangelo ha rappresentato il Rinascimento Italiano. Nonostante la sua breve vita, ha lasciato delle opere d'arte memorabili che i musei di tutti il mondo si contendono.
Nei prossimi mesi una grande mostra alle Scuderie del Quirinale celebrerà i 500 anni, tuttavia viene logico chiedersi quali fossero le origini di questo pittore che più di ogni altro ha influenzato il mondo dell'arte occidentale.
Bisogna recarsi nelle Marche, Raffaello nacque ad Urbino, figlio del famoso pittore Giovanni Santi, visse la sua giovinezza in questa città, in un’atmosfera ricca di fermenti culturali e artistici, sotto la dotta e raffinata Corte dei Montefeltro, dove nella seconda metà del Quattrocento lavoravano Luciano Laurana, Francesco Di Giorgio Martini e Piero della Francesca
Questa matrice culturale influenzò tutte le opere di Raffaello, caratterizzate dall'attenzione e dal culto della forma e delle proporzioni e da un’inconfondibile senso di spiritualità. 
La Galleria Nazionale delle Marche di Urbino custodisce  il noto ritratto femminile ( La Muta) mentre nel cuore di Urbino sorge Casa Raffaello, la casa in cui nacque Raffaello e ora sede dell'Accademia Raffaello.

Nel corso dell'anno diverse iniziative mirano a fare comprendere il contesto dell'arte di Raffaello:
La Mostra dedicata a Giovanni Santi il padre di Raffaello fino al 18 Marzo a Palazzo Ducale.
Da Raffaello a Raffaellino del Colle, quest'ultimo è stato uno degli ultimi allievi del maestro, forse quello che in qualche modo è stato erede della sua visione del mondo dell'arte.
Le origini di Raffaello permettono di scoprire un territorio ricco d'arte nelle città di Urbino, Pesaro, Fano, Urbania e Senigallia ma anche un territorio ricco di sapori dalla Casciotta di Urbino, ai funghi e tartufo di Acqualagna, l'olio extra vergine d'oliva di Cartocate, il Prosciutto crudo di Carpegna, il vino Doc Bianchello del Metauro.
Come raggiungere Urbino con il treno più bus: la stazione ferroviaria più vicina è quella di Pesaro, che è sulla linea Milano- Bologna- Pescara- Lecce.
Da Pesaro si prende Autobus della Adriabus n.46 che collega Pesaro con Urbino dal piazzale della Stazione ogni 30 minuti il tragitto dura circa 50 minuti.
Per saperne di più:
Galleria Nazionale delle Marche, Palazzo Ducale di Urbino

sabato 11 gennaio 2020

Parma Capitale della Cultura Italiana 2020: inaugurazione dal11 al 13 Gennaio

Si inaugura oggi Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 un inaugurazione di tre giorni su quello che sarà un evento che durerà un anno in cui Parma mette in mostra il meglio del suo distretto turistico e delle sue attività economiche.
Sabato 11 gennaio alle 16 per le vie del centro storico sfilerà People of Parma, la grande Parata Inaugurale di Parma 2020, prenderà avvio dal Parco Ducale, attraversando Piazzale Santa Croce, percorrerà Via D’Azeglio, Ponte di Mezzo e Via Mazzini fino a Piazza Garibaldi. Bande e artisti di strada animeranno il percorso con balli e canti trasformando la parata in una grande festa per celebrare la bellezza di Parma.
Contemporaneamente verrà inaugurata la mostra dal titolo Noi, il cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile promossa dalla Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition e sviluppata in collaborazione con National Geographic Italia. Aperta dall’11 gennaio fino al 13 aprile, occuperà gli spazi della Galleria San Ludovico (in Borgo del Parmigianino, 2), dello Spazio A, laboratorio dedicato agli studenti, e dei Portici del Grano (piazza Giuseppe Garibaldi, 1).  
Un percorso espositivo innovativo che è stato pensato per coinvolgere e interagire con i visitatori, attraverso esperienze multimediali, aree didattiche e fotografie di grandi autori sul tema dell’ambiente, dell’alimentazione e della sostenibilità.
Un ricco calendario per un anno che vede coinvolte altre città e istituzione come l'editore Franco Maria Ricci.
Come raggiungere Parma in treno: siamo sulla linea Milano Bologna, una delle linee più utilizzate in Italia, da Milano treni intercity circa un'ora al costo di 18,50 euro, oppure Regionali veloci 1,30h al costo di 11,10 euro, mente da Bologna ci sono Regionali Veloci in 1h al costo di 7,35 euro oppure intercity con 51 minuti al costo di 10,90 euro.
Per saperne di più: Parma 2020

giovedì 9 gennaio 2020

Alpine Green Experience: muovesi e soggiornare in Valle d'Aosta in modo ecosostenibile

La Valle d'Aosta propone un progetto molto interessante per raggiungere e muoversi in valle in modalità ecosostenibile per una vacanza green.
La linea ferroviaria è molto sottovalutata e sottostimata con cambi e difficoltà di collegamento, facile raggiungere molte località come Pila (Ferrovia + Funivia) più difficile molte altre. 
Per offrire un'opportunità in più viene, questo progetto Alpine Green Experience, formato da una rete di 18 aziende offre la possibilità di pernottamento più noleggio di auto elettrica BMW i3 da prendere all'aeroporto di Torino Caselle, alle stazioni ferroviarie di Torino Porta Nuova e Torino Porta Susa e anche alla Stazione degli autobus di Aosta.
In questo modo si potrà soggiornare nelle località di Aosta, Courmayeur, Gressoney, La Thuile, Champoluc, Saint Vincent e arrivare attraverso un auto a noleggio elettrica.
Inoltre si propongono diverse attività di una rete d'imprese ( Au Potager de Grand-Mère, Azienda agricola Da Emy, Douce Vallée di Vittaz Paola, Lo Triolet, Società Agricola M. R. Maison Rosset, Società agricola Mont Blanc e Stefano Viola) collegate con il territorio come la degustazione di visita di cantine, orti e caseifici che fanno parte delle attività economiche green in cui si identifica la Valle D'Aosta. 
Per saperne di più: Alpine Green Experience


sabato 4 gennaio 2020

Domenica 5 Gennaio 2020, ingresso gratuito nei Musei Italiani

Torna l'iniziativa del Ministero dei Beni culturali, per una domenica alla scoperta delle propria città e dei dintorni, un modo diverso di fare turismo, possiamo chiamarlo un turismo lento di prossimità.
L'evento prevede l’ingresso gratuito nei musei e parchi archeologici dello Stato ogni prima domenica del mese. 
Per 5 gennaio 2020 la campagna digitale del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo sarà dedicata alla seconda edizione di Fumetti nei Musei in mostra gratuitamente per il periodo delle festività all’Istituto della Grafica di Roma.
Lunedì 6 gennaio, poi, si terrà poi l’apertura straordinaria dei luoghi della cultura statali in occasione dell’Epifania, con i consueti orari e tariffe.
Per saperne di più.
Elenco dei luoghi che aderiscono all'iniziativa in Italia  del 5 Gennaio 2020
Elenco dei luoghi aperti in Italia  il 6 gennaio 2020

Luoghi aperti a Milano il 5 Gennaio

Museo civico di storia naturale di Milano   (Comune)
Corso Venezia, 55 - Milano   
Orario: Dal Martedì alla domenica dalle ore 9,00 alle ore 17,30 (ingresso fino ore alle 17,00) Chiusura settimanale: Lunedì; Prenotazione: Nessuna 

Museo del Risorgimento e Laboratorio di storia moderna e contemporanea   (Comune)
Via Borgonuovo, 23 - Milano   
Orario: dal martedì alla domenica 9.00 - 13.00 / 14.00 - 17.30 Chiusura settimanale: lunedì; Prenotazione: Nessuna 

Museo Studio Francesco Messina   (Comune)
Via S. Sisto, 4/a - Milano   
Orario: Da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00 Chiusura settimanale: lunedì; Prenotazione: Nessuna 

Casa museo Boschi Di Stefano   (Comune)
Via Giorgio Jan, 15 - Milano   
Orario: dal martedì alla domenica dalle 10.00 18.00 prenotazione obbligatoria per i gruppi 0288463736 max 18 persone Chiusura settimanale: Lunedì ; Prenotazione: Nessuna 

Acquario e Civica Stazione Idrobiologica Milano   (Comune)
Viale Gadio, 2 - Milano   
Orario: Da Martedì a Domenica 9.00-17.30 (ultimo ingresso 17.00) Chiusura settimanale: Lunedì ; Prenotazione: Nessuna 

Galleria d'arte moderna di Milano   (Comune)
Via Palestro, 16 - Milano   
Orario: martedì - domenica 9.00 - 17.30 (ultimo accesso 30 minuti prima dell'orario di chiusura) Chiusura settimanale: Lunedì ; Prenotazione: Nessuna 

Museo del Cenacolo Vinciano   (MiBACT)
piazza Santa Maria delle Grazie, 2 - Milano   
Orario: Martedì-Domenica 8.15-19.00 Chiusura settimanale: Lunedì; Orario biglietteria: 8.15-18.45; Prenotazione: Obbligatoria (Telefono: +39 02 92800360; Sito web: https://cenacolovinciano.vivaticket.it/index.php?) 

Pinacoteca di Brera   (MiBACT)
via Brera, 28 - Milano   
Orario: Martedì-Domenica 8.30-19.15 Chiusura settimanale: Lunedì; Orario biglietteria: 8.30-18.40; Prenotazione: Facoltativa (Telefono: +39 02 92800361; Sito web: http://www.vivaticket.it) 

Castello Sforzesco   (Comune)
Piazzale Castello - Milano   
Orario: Orari di apertura dal 1 novembre 2015 9-17.30 martedì-domenica Ultimo ingresso ore 17.00 Chiusura settimanale: lunedì; Prenotazione: Nessuna
Gallerie d'Italia   (Comune)
Piazza della Scala, 6 - Milano   
Orario: Da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.30) Giovedì dalle 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso 21.30) Chiusura settimanale: Lunedì; Prenotazione: Nessuna 

Civico Museo archeologico di Milano   (Comune)

Corso Magenta, 15 - Milano   
Orario: da martedì a domenica: 9.00 -17.30 (ultimo ingresso ore 17.00) Chiusura settimanale: Lunedì; Prenotazione: Nessuna 

Armani / Silos   (Fondazione)
Via Bergognone, 40 - Milano   
Orario: Mercoledì, Venerdì e Domenica dalle 11 alle 19; Giovedì e Sabato dalle 11 alle 21 Chiusura settimanale: Lunedì e Martedì; Prenotazione: Nessuna