domenica 31 maggio 2020

Associazione Dimore Storiche Italiane, Giornata Nazionale il 4 Ottobre 2020

Cosi come altri eventi anche l'Associazione Italiana Dimore Storiche ha rinviato la Giornata Nazionale al 4 Ottobre 2020.
Intanto in questi giorni si procede alla riapertura delle Dimore storiche per le visite come di consueto per gli eventi della prossima estate si rimanda al loro sito, per un turismo di prossimità e di qualità.
Per informazioni:

venerdì 29 maggio 2020

Napoli: Reggia e Real Bosco di Capodimonte #iorestoacasa

Quando si parla di Napoli, si fa riferimento a piazza Plebiscito, al Palazzo Reale, al Castel dell'Ovo, Chiostro di Santa Chiara,  al Vesuvio ma poca attenzione viene riservata alla Reggia di Capodimonte, residenza dei Borbone, di Bonaparte, di Murat e dei Savoia, che ospita una delle collezioni d'arte storiche più interessante: la collezione Farnese.
Ancora meno si parla del Parco delle Reggia di Capodimonte che recentemente è stato ristrutturato con una grande opera di manutenzione, un autentico polmone verde per la città di Napoli.
Si tratta di ben 124 ettari di parco, inizialmente adibito alla caccia, venne ristrutturato nell'800 come giardino inglese, oltre alla Reggia trasformata oggi in Museo, ci sono all'interno, statue, grotte, chiese e caseggiati tra cui è nata la tradizione della Porcellana di Capodimonte.
Il Real Bosco di Capodimonte riapre domani 30 Maggio dopo essere stato chiuso per le disposizioni anti covid 19, nel 2014 ha ottenuto il titolo di Parco più bello d'Italia, ci sono ben 4 giardini: 
il Giardino Paesaggistico con un Belvedere panoramico da cui si vede tutta Napoli, 
Giardino Anglo Cinese
Giardino Tardo Barocco
Giardino Paesaggistico Pastorale
Ci sono ben più di 400 diverse specie vegetali, molte specie rare ed esotiche come la canfora e magnolia provenienti dall'Asia ma anche specie locali dimenticate nel 2012 è stato istituito un orto con solo varietà tipiche campane come il pomodoro san marzano, papacella napoletana, il fagiolo cannellino di acerra, .
Per informazioni.

domenica 24 maggio 2020

Liguria : Abbazia di San Fruttuoso (Camogli), Genova

Oggi andiamo in Liguria per ammirare uno dei luoghi storici e più belli della Liguria: l'Abbazia di San Fruttuoso.
Come arrivare : siamo all'interno del Parco terrestre e marino di Portofino, non c'è strada per arrivare all'Abbazia, si può arrivare dal mare tramite un servizio di battelli molto frequente che da Camogli e Santa Margherita Ligure portano a San fruttuoso, c'è un servizio diretto anche da Genova.
Se siete abili camminatori c'è un sentiero che da Portofino Mare porta all'abbazia un percorso da 90 minuti/2h.
Un altro sentiero invece chiamato Sentiero dei monaci del monte 2 parte dalla località di Mortola San Rocco del comune di Camogli.
Il luogo di difficile accesso venne scelto nel momento della Fondazione proprio per nascondere le ceneri del Santo Fruttuoso di Tarragona dagli Arabi.
Nel corso degli anni l'Abbazia è stata sotto la protezione prima di Adelaide di Borgogna e poi della Famiglia Doria, una delle famiglie più in vista di Genova e della Storia d'Italia come Doria Phamphili che nel 1983 donarono l'abbazia al FAI Fondo Ambientale Italiano.
Abbazia è un piccolo borgo un monastero benedettino che si è trasformato in un luogo di cultura, c'è un Museo, una chiesa, una torre ma il vero protagonista di questo luogo sono il verde degli alberi, l'azzurro del mare, il blu del cielo i il colore della pietra frutto dell'opera dell'uomo.
Per informazioni:


mercoledì 20 maggio 2020

La baia di Ieranto: Penisola Sorrentina, Massa Lubrense (NA) #iorestoacasa

Il nome Ieranto deriva dal greco "Ieros", ovvero "sacro": a Punta Campanella, sorgeva il tempio della dea Atena e secondo Plinio il Vecchio questo è il luogo descritto da Omero nelle parole di Circe che metteva in guardia Ulisse dal dolce e sensuale Canto delle Sirene: la Baia di Ieranto.
Rappresenta ancora oggi il fascino che rapisce, sono numerose le guide che propongono un escursione all'interno dell'area Marina Protetta di Punta Campanella. 
Un luogo che è facilmente raggiungibile tramite trekking da Nerano in una gita di 4h con una distanza di soli 6km, un percorso tra natura spontanea (profumo di rosmarino che inebria), limonaie e terreni coltivati a oliveti, divisi da muretti a secco.
La Baia di Ieranto è patrimonio del Fai al centro di un progetto di recupero ambientale della macchia mediterranea, la spiaggia in fondo dove è possibile fare un bagno con la vista dei faraglioni di Capri non ha uguali in nessun luogo del mondo.
Per saperne di più.

sabato 16 maggio 2020

Le rose antiche e moderne del Giardino di Boboli a Firenze

Continuiamo con i viaggi virtuali nei Giardini, questa volta andiamo a Firenze nel Giardino di Boboli, nato come Giardino di Palazzo Pitti per volere della famiglia Medici, un esempio di Giardino all'italiana del mondo, è uno dei più belli d'Italia.
Famoso per la ricchezza architettonica degli edifici e delle numerose statue che lo decorano, preferisco parlare della sua ricchezza botanica, è famoso in tutto il mondo per la:
Limonaia, una collezione di agrumi provenienti da tutto il mondo, iniziata dalla Famiglia Medici e poi proseguita con i Lorena e i Savoia.
La collezione di Rose Antiche e Moderne, sono 156 le varietà coltivate tra le quali Rosa Gallica Officinalis, Rosa Alba incarnata (rosa nei quadri del Botticelli), Rosa Alba semiplena, Rosa regina di Danimarca, Rosa Bourbon, Rosa Gallica Versicolor (si trovavano nei giardini di Pompei), Rosa Reine Marguerite d'Italie , Rosa Cardinal de Richelieu , Rosa Damaschena Madame Hardy, Rosa Madame Pierre Oger Rosa Pemperton Felicia, Rosa Souvernir de Malmaison.
La collezione di Rose la potete trovare facilmente ai Giardini di Boboli nel Giardino del Cavaliere luogo prediletto da Cosimo III e dal Cardinale Leopoldo de Medici.


I Giardini delle Rose in Italia
I luoghi delle Rose in Italia
I Giardini delle rose più belli in Italia

lunedì 11 maggio 2020

Santorini, Grecia, in virtual tour #iorestoacasa

Oggi andiamo virtualmente in Grecia e precisamente nell'isola di Santorini, nell'arcipelago delle Cicladi.
Una Santorini cosi non l'avete mai vista, personalmente mi ricorda la Santorini del 1984, ben 36 anni fa, quando l'isola non era cosi ricca di case ed era poco nota al turismo di massa,  era considerata una meta per coloro che andavano alla ricerca della tranquillità, controcorrente rispetto alla festosa Mykonos.
Forse pochi sanno che l'Isola ha una storia italiana, per molti anni è stato Principato dei Veneziani insieme a all'isola di Tira e Nasso, facevano parte del Ducato di Nasso, controllato dalla Serenissima. Il nome Santorini gli venne dato da Giacomo Barozzi (che faceva parte di una delle famiglie del Patriziato Veneziano), dalla presenza dell'Isola della Cappella di Sant'Irene.
Un esempio delle conseguenze dell'epidemia di Sars Cov 2, il distanziamento sociale e l'impossibilità di viaggiare ha fatto crollare l'economia di tutti quei luoghi che si basava sul turismo, sullo spostamento e sulla socialità, il piacere di stare insieme.
Godiamoci una Santorini dolce e slow come non mai in attesa della fine del Lockdown.
Oppure un bel tour in drone grazie a  Santorni di Fly With Loïc

sabato 9 maggio 2020

British Museum, Londra 12 modalità di Tour Virtuale, #MuseumFromHome

Come tutta Europa anche Londra è interessata all'emergenza sanitaria del Covid - 19. 
Chiuse tutte le attività incluse i musei. 
Cosi il British Museum, la maggiore attrazione del turismo londinese, ha pensato se non sono i visitatori che possono venire da noi saremo noi ad andare a casa loro.
Un buon esempio per i Musei Italiani
Cosi hanno pensato di utilizzare tutti i canali possibili:
1) Con Google Street view
2) Gallerie fotografiche nel sito internet
3) Scaricare il Podcast del Museum
4) Apprendimento digitale
5) Tour audio disponibile su Google Play e Apple Music
6) Video informativi e tutorial presso il canale you tube
7) Google art and culture
8) Un motore di ricerca per esplorare le collezioni senza fatica
9) Un blog per tenere aggiornati appassionati e visitatori
10) La storia completa del museo,
11) Social
12) I modelli in 3D delle opere esposte
Per informazioni: 

martedì 5 maggio 2020

Il Roseto Vacunae Rosae, Roccantica (Ri) Lazio, #iorestoacasa

Il lockdown per il Coronavirus ci ha privato della primavera dell'ammirare la bellezza dello sbocciare dei fiori nei Giardini Italiani.
Siamo nella fase due ed è possibile che tra qualche settimana si potrà viaggiare e spostarsi almeno all'interno della propria regione d'appartenenza.
Intanto ammiriamo i giardini on line come il Giardino delle Rose della Tenuta la Tacita a Roccantica in provincia di Rieti.
Siamo a pochi km da Roma, il Roseto Vacunae Rosae ospita oltre 5000 di varietà differenti la cui forma rimanda all'ala di un angelo, un piccolo eden in terra dove si respira l'amore, la passione, per la realizzazione di questa meraviglia, un incanto fiorito in 130 ettari.
Delle diverse varietà di rose presenti nel roseto garantiscono fioriture da Aprile a Ottobre. 
Per informazioni: 
Tenuta La Tacita S.P. 48 Km 15,500 Vocabolo Palombara Località Miniera Roccantica (Rieti)

sabato 2 maggio 2020

Palazzo Ducale di Venezia in tour virtuale, #iorestoacasa

Il Palazzo Ducale ospita l'enorme tela di Tintoretto, il Paradiso datata 1588 e conosciuta come la pittura più lunga del mondo, con i suoi 22 metri. 
Questo inverno 2020 per Venezia non è stato per nulla positivo prima l'acqua alta poi il lockdown per il Covid 19 che ha interrotto le feste del Carnevale.
Il Palazzo Ducale per secoli è stato sede del potere della Serenissima, residenza ufficiale dei Dogi. Ora si trasforma in un prestigioso museo con sale interamente decorate dai grandi maestri della pittura italiana come Carpaccio, Veronese e Tintoretto. 
Tutto da ammirare meticolosamente le sale del Palazzo Ducale (La sala del Maggio Consiglio, la sala del Guariento, sala dello Scrutinio, sale del Magistrato), sono riccamente decorate che trasmettono la ricchezza e l'importanza di Venezia dalla fine del Medioevo all'inizio dell'era moderna.
Grazie alle nuove tecnologie offerte dal Canale Art and Culture di Google è possibile vedere le sale più belle del Palazzo del Doge, l'attenzione viene portata molto alle opere pittoriche e decorative che da sole varrebbero un viaggio, sono tutte accessibili in un tour virtuale.
Per informazioni.
Palazzo Ducale Venezia VisitMuVe
Art and culture Google Palazzo Ducale