martedì 17 novembre 2020

Museo D'Orsay, Parigi in Virtual Tour

Si tratta di uno dei musei più famosi del mondo, ex Gare d'Orsay una vecchia stazione ferroviaria trasformata in museo, dove sotto un vetro curvo, figlio dell'Esposizione Universale del 1900 che voleva mettere i risalto le nuove soluzioni tecniche, ospita la più grande collezione di opere impressioniste e post-impressioniste al mondo. 


Tra i dipinti impressionisti più famosi troviamo: Dante e Virgilio all'Inferno di William-Adolphe Bouguereau (1850), La classe di danza e Autoritratto di Degas (1871-1874), Bal au moulin de la Galette e Le Bagnanti di Renoir (1876),  La Chiesa di Auvers e l' Autoritratto di Van Gogh (1889),  La natura morta e I giocatori di carte di Cezanne (1890-1895),  Due donne Tahitiane di Gauguin (1892),  Il pifferaio e Ritratto di Emile Zola di Manet (1868).


Non espone solo dipinti ma anche importanti lavori di architetti, scultori, fotografi e creatori d'arte decorativa ed industriale dal 1848 al 1914.

La trasformazione di stazione ferroviaria a museo d'Orsay porta la firma d'architetti italiani diretti e coordinati da Gae Aulenti e che vede la collaborazione di Italo Rota, Piero Castiglioni e Richard Peduzzi

La loro grande capacità è stata quella di costruire un continuum narrativo tra le opere esposte e il museo, l'interesse risulta essere completo il visitatore può concentrarsi sulle opere e anche sul museo che diviene soggetto della visita insieme con le opere.  

Il museo è stato il primo esempio di una concezione di Museo di una struttura viva che si fa stimolo culturale della città e non come luogo di deposito della cultura.

l tour virtuale offerto dal canale Arte and culture di Google include anche una mostra online che ripercorre la storia dell'edificio. Mentre su Tourist Tube c'è una vista a 360 gradi del magnifico esterno ultimo link dell'elenco.

Per saperne di più:

Museo Gare d'Orsay

Art and culture Google Gare d'Orsay Tour Virtuale 

Canale you tube Museo Gare d'Orsay

Istagram Gare d'Orsay

Tourist Tube Gare d'Orsay dall'Esterno vista a 360°



venerdì 13 novembre 2020

Palazzo di Lorenzo del Castelluccio, Noto (virtual tour)


I nostri viaggi virtuali questa volta ci portano a Noto in Sicilia , il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell'Umanità nel 2002.

In via Cavour 10 sorge questo nobile palazzo di 105 stanze e 5..000 mq, costruito da Corrado di Lorenzo del Castelluccio nel 1782 e abitato fino all'ultimo discendente di questa nobile famiglia siciliana., che lascia in eredità il Palazzo all' Ordine di Malta. Recentemente è stato acquistato da un produttore francese che lo ha ristrutturato e portato a nuova vita.


Un'attenta e felice ristrutturazione che ha voluto riportare più che lo sfarzo, la bellezza e il buon gusto di questo palazzo ai nostri tempi.

Un segno di riappropriazione culturale della città, singolare il fatto che sia stato un investitore straniero a valorizzare questo opera architettonica.

Il palazzo conserva un'immensa collezione di mobili, di oggetti d'antiquariato, dipinti e in particolare affreschi che sono stati ben conservati, un luogo che merita una visita in qualsiasi caso, virtuale al momento.

Per saperne di più: Palazzo Castelluccio


venerdì 6 novembre 2020

Istanbul, Pera Museum (visita virtuale)


Questa volta voglio farvi conoscere un aspetto diverso d'Istanbul, la maggior parte dei visitatori sono attirati dall'architettura storica delle Mosche e dei Palazzi come il noto Topkapi, Dolmabahçe, Yıldız o dai profumi e colori dei mercati

Lungo la via İstiklal Caddesi, una delle strade più famose di Istanbul, con palazzi che una volta erano sedi delle ambasciate straniere e alberghi per nobili viaggiatori

In uno di questi Palazzi, ex Hotel Bristol costruito del 1893 ha sede il Pera Museum, un faro di cultura e d'arte della città d' Istanbul. Il museo ospita spesso le grandi mostre d'arte internazionali dei Musei Tate di Londra, del Centre Pompidou a Parigi e del Museo di Stato di San Pietroburgo. 

Il museo ha tre grandi collezioni la più importante è sicuramente la Collezione di Pittura Orientale, una serie di dipinti che permette di vedere com'era nel '700 e '800 la città di Istanbul,  è come se questi dipinti ci portassero nella Istanbul dell'Impero Ottomano, l'espressività dei volti, il fascino dei colori, della ricchezza dei dettagli ci permettono d'immaginare un mondo che non c'è più.

Le altre due collezioni non meno importanti sono : la collezione di pesi e misure dell'Anatolia e la collezione di ceramica Kütahya con più di 800 pezzi d'artigianato locale, una manifattura molto pregiata.

Questa Museo molto particolare che sicuramente ai più nel viaggio a Istanbul può essere sfuggito è visitabile on line con Art and culture di Google, potete visitarlo completamente stando seduti a casa.

Per saperne di più:

Pera Museum

Art and Culture Google Pera Museum

giovedì 29 ottobre 2020

Nepal: alle porte del Cielo da Ilam a Katmandu


Causa Covid 19 abbiamo dei forti limiti a muoverci e a viaggiare ma la nostra curiosità e sete di conoscenza è sempre presente, cosi ho pensato di farvi viaggiare in modo virtuale con il canale di turismo del sito Arte.tv.

Uno dei documentari on line più interessanti del momento è il Nepal alle porte del Cielo da Ilam a Katmandu.

Si parte dalle piantagioni di tè nella regione di Ilam, considerato tre i tè migliori del mondo, vanta bne 30 aziende per la lavorazione del tè. Ci si sposta alle piantagioni di riso, che è il principale cereale coltivato in Nepal, la maggior parte della popolazione lavora ancora nel settore agricolo. 

Ci si sofferma sulla cultura dei Mahout coloro che addomesticano gli elefanti, un lavoro tradizionale che si trasferisce di padre in figlio, siccome un elefante vive in media 65 anni, ai bambini viene dato un elefante della stessa età ed entrambi crescono insieme.

Ci si sposta poi nel Parco di Sagarmartha ai piedi dell'Everest meta di escursioni e trekking, per incontrare la cultura degli sherpa e della loro abilità nello scalare la montagna.

Il viaggio in Nepal si chiude nella valle di Katmandu, del popolo dei Newar custodi della tradizione e della cultura nepalese, la città di Katmandu è nota per i tempi indù di Swayambhutnath e Pashupatinath dove vivono i Sadhu che si dedicano all'ascesi e alla meditazione.

Un viaggio attraverso le bellezze naturali, paesaggistiche e artistiche di uno dei paesi più misteriosi e belli del mondo, stando comodamente a casa.

Per saperne di più: 

Arte Tv

Welcome Nepal

Nepal Tourism Board