domenica 10 novembre 2019

Da Domodossola a Locarno la Ferrovia Vigezzina Centovalli tra i colori dell'autunno

Ci sono tanti modi d'osservare i colori dell'autunno andare in giro nei parchi della città, andare per boschi in montagna oppure andare in treno tra le montagne come la Ferrovia Vigezzina Centovalli che unisce la cittadina di Domodossola con la città di Locarno in Svizzera, un treno di frontiera che attraversa la Val Vigezzo.
Un treno che si può prendere in tutte le stagioni, a iniziare dall'autunno dove il colore delle foglie dei boschi è un autentico spettacolo.
La ferrovia è stata inaugurata il 25 Novembre 1923, affronta un percorso di 52 km con 83 ponti e 31 galleria in 2h di percorso, ci sono più treni al giorni, se all'inizio era un ferrovia che spostava i lavoratori che dalla Val Vigezzo andavano in Svizzera oggi è prettamente diventata una ferrovia turistica.
Oltre alle cittadine di arrivo e partenza Domodossola e Locarno si possono scoprire piccoli paesi da un grande fascino, sicuramente il più noto e interessante è Santa Maria della Val Vigezzo con il suo Museo dello Spazzacamino, la Pinacoteca della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini e la casa del Profumo Feminis Farina racconta la storia di Giovanni Paolo Feminis che emigrato prima a Crans e poi a Colonia ideo l'Acqua di Colonia.


La Val Vigezzo è una valle che dal punto di vista gastronomico è nota per il Prosciutto crudo della Val Vigezzo e il Pane di segale della Val Vigezzo.
Il prosciutto crudo della Val Vigezzo è un prosciutto che viene leggermente affumicato con il ginepro il suo punto forte è la stagionatura che avviene in valle, favorita dai venti che spirano dal Monte Rosa.
Il pane di segale della Val Vigezzo veniva preparato una volta solo due volte all’anno e di solito era il dono che Gesù portava ai bambini a Natale, cotto nei forni comunitari tipici di montagna e poi riposto su alcune grate appese al soffitto, Oggi viene prodotto con l'aggiunta di noci, fichi e uvetta.
Altre specialità che potrete incontrare lunghe le fermate sono polenta con formaggio (la tipica polenta vigezzina  con farina di mais, formaggio e uova oppure la polenta dei boscaioli  sono delle palle di polenta fatta con farina di grano saraceno ripiena di formaggio all'interno e cotte sotto la cenere), la pasta rustica con patate, formaggio, cipolle e pancetta, il risotto con i funghi porcini, la zuppa di cipolle, zuppa di ortiche, i funghi porcini in padella, i formaggi di capra freschi, la toma della Val Vigezzo, le trote del torrente Melezzo, i vini (Masera, Trontano, Montecrestese), le grappe aromatizzate e liquori come il genepy e la genzianella.
Per saperne di più: 

Prossimo appuntamento: 6,7 e 8  Dicembre 2019 Mercatino di Natale a Santa Maria Maggiore Val Vigezzo dalle 9,.30 alle 18,30




10 commenti:

  1. Ciao Carmine sicuramente un giro che merita. Bellissia questa ferrovia Vigezzina Centovalli in versione autunnale. Un saluto buon lunedì e migliore nuova settimana appena iniziata. Buona fine d'autunno

    RispondiElimina
  2. Io , in Val Vigezzo, sono di casa !! Ho un piccolo appartamento , comprato dai miei genitori, più di quarant'anni fa. Ogni tanto , pubblico qualche post a riguardo, l'ultimpo è stato quello dedicato alla manifestazione "Fuori di Zucca" e prima ancora quello dedicato al Raduno Internazionale degli Spazzacamini. I luoghi di Santa che nomini , li conosco tutti bene , come pure la linea ferroviaria Domodossola-Locarno . Sono luoghi del cuore che amo molto, dove torno sempre con piacere. All'8 dicembre ci saranno i mercatini di Natale che sono i più grandi del Piemonte e sono molto belli. Saluti.

    RispondiElimina
  3. Certo che fai sempre venire voglia di visitare i luoghi di cui ci parli. Se Mirtillo 14 vuole affittarmi il suo piccolo appartamento, sono già prendente. Preparerò naturalmente le mie macchine fotografiche e la telecamera (14 ore di ripresa su disco duro). Cosa da fare, a mia volta, una ventina di post. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ci sono stato nel 79, un sabato indimenticabile.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Questo trenino proprio non sapevo esistesse. Ancora una volta un'idea pregevole per un piccolo viaggio.

    RispondiElimina
  6. Conosco la Val Vigezzo grazie ad alcuni amici. Una valle davvero suggestiva e mi è capitato di veder passare questo affascinante trenino, ma mai ho avuto occasione di salirci. Spero di farlo al più presto. Grazie infinite per le informazioni, Carmine. Mi saranno preziose.
    Un caro saluto,
    MG

    RispondiElimina
  7. Bellissimo, da fare sicuramente!

    RispondiElimina
  8. Un tragitto emozionante in tutte le stagioni !

    RispondiElimina