giovedì 24 maggio 2012

Gerusalemme, il viaggio spirituale ritrovato (Slow Travel in Jerusalem)



Gerusalemme è la città delle città, ognuno ha una sua immagine di Gerusalemme anche se non c'è mai stato, c'è la Gerusalemme della religione, c'è la Gerusalemme dei libri di storia, c'è la Gerusalemme del cinema, c'è la Gerusalemme della televisione, ma c'è anche la Gerusalemme del nostro cuore non è però la Gerusalemme reale che può riservare delle nuove e belle sorprese.
Gerusalemme nel corso della storia non si è costruita una fama di città accogliente, io stesso trenta anni fà, giurai di non tornarci mai più, un ossario pieno di scorpioni, cosi l'aveva definita G. Flaubert, ma complice un viaggio a Tel Aviv, la città di Gerusalemme esercita una forte attrazione come una calamità come resistere?
Oggi Gerusalemme è una città spirituale e una città accogliente, come forse non lo è mai stata, con una sensibilità eco slow da turismo lento, con una importante attenzione all'ambiente, un tram il Jerusalm Light Rail permette di raggiungere i luoghi più importanti della città, parcheggi di corrispondenza, ampi spazi verdi dove potere passeggiare che fanno da contrasto al bianco della Pietra locale con cui le case sono decorate, un insieme molto gradevole.







Ringrazio del video l'utente : Globetrotteralpha, il cui walking tour inizia dalla porta di Damasco


La Vecchia Gerusalemme
Da tutto il mondo vengono per vedere la vecchia Gerusalemme, si tratta di uno spazio più piccolo di quello che si possa pensare ed è vietato alle auto, rigorosamente da fare a piedi. Da dove entrare?
Ogni porta conduce in una parte di Gerusalemme, la porta di Santo Stefano nel quartiere Musulmano ma è anche la porta che conduce alla Via dolorosa, il percorso della Via Crucis, la porta di Damasco nel quartiere, cristiano, la porta di Jaffa è la porta che tutti usano divide a meta quartiere cristiano, quartiere ebraico e porta nel quartiere armeno, forse pochi sanno che è la comunità armena la proprietà di gran parte dei terreni e degli edifici di Gerusalemme sia della città vecchia, della città nuova che del monte degli Ulivi. Che parte dell'integrità di questi luoghi cristiani è dovuto per secoli al Patriarcato Armeno.




Il mio consiglio personale e di iniziare il percorso dal Mamilla Shopping Mall, da dove seduti su un cafè si può osservare il panorama della città vecchia di Gerusalemme ed entrare della porta di Jaffa.Non c'è un ordine da seguire, ma lasciatevi guidare dall'istinto è della curiosità, una cartina in mano e un tour da fare assolutamente a piedi, ricordate che la bellezza, il significato di ogni luogo è diverso a secondo degli occhi di chi lo guarda per esempio il luogo della tomba di Re David è anche il luogo dove si svolse l'Ultima Cena, la Moschea Cupola della Roccia , la roccia è il luogo dove Maometto ascese al cielo ma anche il luogo dove Abramo voleva sacrificare il figlio Isacco e il luogo dove i crociati stabilirono la loro base, perché luogo del Tempio di Salomone. Questo per farvi capire di come luoghi e simboli si intrecciano uniscono ma sopratutto dividono.




L'interesse e l'emozione spirituale della città fa passare in secondo piano l'interesse storico e architettonico, fatta e rifatta più volte la citta vecchia di Gerusalemme resta un esperienza originale dove diversi mix di stili e soluzioni architettoniche non sempre di buon gusto ma che vede i diversi spazi addattarsi a secondo della funzione religiosa, chiese cristiane trasformate in moschee, palazzi storici in templi di Culto, elemento che invece è uguale dappertutto è la pietra bianca che decora tutti gli edifici della Gerusalemme Vecchia che da una luce molto intensa. Nella Gerusalemme vecchia la Pietra Bianca è vincolo edilizio paesaggistico, mentre nella Gerusalemme nuova è facoltativo ma il bianco è vincolo di colore per tutti gli edifici.




Se tante cose dividono cosa unisce l'intera città? Pane, Falafel, Halva
Oltre l'interesse spirituale e le diverse religioni è il cibo quella che unisce gli abitanti di Gerusalemme, nonostante la religione abbia regole diverse, il pane in assoluto buonissimo dappertutto e freschissimo dalle diverse varietà e forme, anche se la classica pitta è la più richiesta. Il Falafel, le polpette di ceci fritte, non mancano i chioschi che le vendono nella città vecchia e in tutti i quartieri nuovi di Gerusalmme e nei quartieri islamici, è il cibo per strada per tutti e per tutte le tasche (sulla mappa i migliori Falafel).
Un capitolo a parte lo meriterebbero i dolci Halva, in particolare l'Halva di Gerusalemme, ma sopratutto Baklava anche se il mio preferito è questo dolce di pasta sollissima pasta fillo formaggio fresco e ricotta.





- Un Cookin coaching a Gerusalemme lo organizza  Giora Weinbach ogni giovedi dalle 18 alle 21  che fa scoprite i piatti della cucina della tradizione Ebraica, Armena ed Araba. gioraw@gmail.com.
- i  segreti della cucina safardita ogni lunedi dalle 18 alle 20: The Sephardic Balabusta
La zona più interessante della Gerusalemme nuova per quanto riguarda il mangiare e bere è il quadrilatero tra la Jaffa roads e Hillel, pieni di bar e locali, io suggerisco anche un giro al mercato locale Mahane Yehuda.

- Per walking tour in Gerusalemme dell'associazione NeweuropetoursNew jerusalem tours
- Per gli appassionati del trekking segnalo invece Jesus Trail, un percorso che parte da Nazareth e porta al monte della Beatitudine fino a Capernaum in tutta la Galilea.
- Gerusalemme in 3 D, con tutti i luoghi più importanti 

Post Correlati: Luogo della natività Nazareth, in palestina per un ritorno alle origini

Ps: sono ancora in Medio Oriente al mio ritorno ricambiero tutti i commenti, ma volevo farsi vedere subito le immagini di Gerusalemme, Grazie
Dedico questo post ad una mia lettrice che questo inverno ha sofferto molto, ho camminato sulla strade di Gerusalemme e ho pensato a lei, a tutti quelli che come lei e me sono nella stessa condizione, non so quanto vale, io non sono molto fervente religioso, ma ho acceso una candela nella chiesa del Santo Sepolcro per un futuro migliore, per lei per me e per tutti, un abbraccio.

La mappa con i miei consigli su cosa fare, cosa vedere e dove andare a Gerusalemme, non è il meglio ma è quello che io ho visto e provato.


Visualizza Jerusalem Slow Travel in una mappa di dimensioni maggiori

domenica 13 maggio 2012

Orticola 2012: Stevia, Rose antiche, Erbe officinali, Frutti dimenticati, limone rosso, lampone giallo.

Inaugurata ieri Orticola 2012, l'evento che ogni anno porta migliaia di milanesi ad acquistare rose e piante per le ville, i terrazzi ma anche i balconi, vedere signore che litigano per accapararsi una pianta di rose invece che un titolo in borsa è divertente, vederle andare via con diverse carriole trascinate dagli addetti ricolme di piante da l'idea del successo della manifestazione.
Il successo d' Orticola in una città come Milano testimonia l'attenzione del pubblico al giardinaggio ai fiori al contatto con la natura, non a caso nei nostri viaggi in giardini troviamo moltissime persone, intenditori ma anche semplici appassionati.

Quali sono i trend di questo settore:

Le rose antiche
Riscoperte di rose antiche dai colori dimenticati e sopratutto dal profumo inebriante





Frutti dimenticati
Vera  e proprie ricerche di alberi da frutti che non sentiamo più da molti anni



Frutti da balconi
Coltivazione da balcone, frutti di bosco, fragole ma anche pomodori e insalatine


Piante alle moda
Stevia, ma anche Goji

Erbe aromatiche ed officinali
La rispoperta delle erbe aromatiche per insaporire piatti e pietanze e erbe officinali da adoperare fresche o secche per tisane.


Agrumi
Esistono dei veri e propri appassionati di agrumi tutti vogliono avere, del chinotto, del calamondin, della mano di budha, del limone rosso.




La mia scelta invece personale tra tante piante è andata ai nasturzi più economici ma fanno una bellissima figura non trovate? Esotico lemongrass speriamo che si ambienti



Limone Rosso







InfoOrticola Milano 11-13 Maggio 2012, ingresso in piazza Cavour

sabato 12 maggio 2012

Il Belgio coast to coast in tram, le Fiandre del Belgio da turismo lento



Da De Panne a Knokke 67 km in tram meglio noto come Kusttram, 14 località balneari sul Mare del Nord collegate insieme, il Belgio coast coast dal confine con la Francia al confine con i Paesi Bassi, la declinazione belga al loisir, il piacere della vacanza e del tempo libero.
Immaginiamo solo per un attimo se tutta la costa romagnola fosse percorribile con un tram, probabilmente non sarebbero diventato quello che oggi è, la costruzione di questo percorso tramviario iniziato nel 1885 ha permesso di rimenere preservati alcuni tratti di costa, ha creato una specie di limite e ha permesso di creare intorno piste ciclabili e percorsi da fare a piedi di 67 km vista mare.
Questo ha offerto al Belgio un opportunità magnifica per decongestionare il traffico sia nei giorni lavorativi, nei giorni festivi e durante i mesi che vanno da Giugno a Settembre, tanto che il biglietto di percorrenza nel weekend viene ridotto del 50% per stimolare le persone a utilizzare il treno e non l'automobile, pensate se la stessa cosa avvenisse in Italia
Il tram passa ogni 15 minuti dall 5,30 del mattino l'ultimo corsa parte alle 11 di sera, il percorso di 67 km viene fatto in circa due ore, sono circa 70 fermate, collegate con la rete urbana di servizio pubblico di autobus e alla rete ferroviaria nazionale, il costo del biglietto e di 5 € valido per l'intero giorno, sono previsti anche agevolazioni per biglietti per più giorni e con le altre reti di trasporto .

Nel video il più famoso mercato del pesce di Ostenda, Vistrap


L'attrattiva di questo percorso non è dato solo dal treno, ma anche dalle piacevolezza e dalla ricchezza di storia e arte, dalla piacevolezza del cibo sopratutto pesce come i gamberi grigi e sogliole, patatine fritte che in Belgio considerano una ricetta locale, le gaufres, queste le migliori località dove fermarsi :
La Panne, dove inizia il percorso del treno, ha la più grande riserva naturale del Belgio il parco di Westhoek, una bella stazione balneare con delle dune di sabbia naturali
De Haan una cittadina dall'architettura Belle Epoche.
Oostduinkerke dove da aprile a settembre di svolge la pesca dei gamberi grigi, che vengono trasformati in polpette oppure lessati e ricoperti di maionese.
Ostenda la città collegata con Bruxelles dalla rete ferroviaria, ha uno dei mercati del pesce più noti in Europa, con pochi euro porterete a casa chilo di sogliole, un città ricca di musei tra cui spunta il mu.ZEE il museo d'arte contemporanea.
Blankeberge, è la località più frequentata dai giovani conserva degli edifici dell'Art Noveau.
Knokke- Heist , denominata la Cannes della costa belga, è il posto più "in" è famoso da visiatre il giardino delle farfalle, oltre 300, qui è stato aperto il primo stabilimento balneare nel 1896, in tutto il Belgio è famoso per Mama Siska per la gauffres a forma di cinque cuori.

Sulla mappa troverete alberghi di charme, Bed and Breakfast, Ristoranti; mercato del pesce.


Visualizza Belgio Coast to Coast, De Panne - Knokke Slow Tourism in Belgium in una mappa di dimensioni
Info Turismo Fiandre, Kusttram


De Panne 
Hostellerie Le Fox, Walckierstraat 2, De Panne, 058 41 28 55
Villa Select, Walckierstraat 7, De Panne, 058 42 99 00
Nolo bike Roger, Zeedijk 46

Koksijde 
Tenbogaerde , Ten Bogaerdelaan 10 8670 Koksijde,

Ostenda 
Huyze Elimonica, Euphrosina Beernaertstraat 39 
MathildaLeopold II-laan 1, 059 51 06 70
Ostend QueenKursaal-Westhelling, T. 059 44 56 10

Blankenberge 
Saint Sauveur Hotel, Langestraat 50, T. 050 42 70 00 
Oosterstaketsel 

Knokke Heist
Marie Siska, Zoutelaan 177 T. 050 601764 
EscabecheDumortierlaan 94 T. 050 60 33 50
Cyclo Cars Kurt 2 Zeedjik-het Zoute 674

Ringraziamenti Thank you Merci
Video 1 © hamsterhamster2002
Video 2 © Toerismevlaanderen

Arrivare a indifferentemente si può partire da Knokke Heist o da De Panne, entrambe le località sono collegate con le ferrovie francesi e le ferrovie olandesi, la maggior parte dei visitatori preferiscono partire da Bruxelles e arrivare a Ostenda con il treno e poi farsi tutta la costa belga del Mare del Nord.

Info Turismo FiandreKusttram
Post Correlati: Bruxelles in biciletta, Bruxelles Ommegang

Gli appuntamenti di questo Weekend 11-13 Maggio 2012:
Giardini Aperti in Friuli Venezia Giulia, un iniziativa che seguo tutti gli anni. 
Orticola a Milano, Giardini Pubblici di via Palestro, quest'anno una collezzione di rose storica della Costa Azzurra e di rose indiane di Viru Viraraghavan.
Grandi Giardini Italiani a Bracciano (Roma) Festa delle Rose,a Palazzo Patrizi
Grandi Giardini Italiani a Villa Carlotta . Tremezzo (Como) Festa della Famiglia
Grandi Giardini Italiani a Due Carrare (Padova) al Castello di San Pelagio, la Festa della Mamma

sabato 5 maggio 2012

La riva romantica del Lago di Como, da Cernobbio a Laglio, il turismo lento sul lago di Como (go slow on Como Lake)

Il lago di Como è divenuto una destinazione molto trendy del turismo con le belle ville aperte sul lago e le incantevoli località di Bellagio, Tremezzo, Varenna, Torno, dove regna una grande tranquillità e una grande pace da sempre, come ci hanno raccontato Plinio il vecchio, Stendhal, Franz Liszt, Vincenzo Bellini, Winston Churchill e negli ultimi anni George Clooney che ha trovato sul lago di Como, un luogo ideale per riposarsi.
Voglio farvi scoprire un percorso poco noto ma molto romantico che parte da Cernobbio a raggiunge Laglio, tutti in genere fanno la strada superiore più veloce, invece io vi invito a fare la piccola strada che costeggia il lago per attraversare i piccoli paesi di Moltrasio, Carate Urio fino alla contrada Torriggia di Laglio dove la strada si immette sulla statale del lago.
Un percorso affascinante e un po' tortuoso su una strada che offre una vista impareggiabile sul lago, attraversando il centro dei vecchi paesi, chiese e chiesette, piccole piazze ombreggiate dai platani, le ville dei nobili aristocratici lombardi, Villa Passalacqua, Villa Salterio,Villa Fontanelle, Villa delle Rose, Villa Pizzo, Urio Castello, Villa Fasola, Villa Oleandra, Villa ai Cedri e Villa Baragiola tutte private ma che lasciano vedere dei giardini con grandi statue, scalinate e fontane adornate da azalee, rododendri, rose, begonie in una atmosfera molto inizio '900, il tutto alla velocità massima di 30 km/h, il massimo farlo in bicicletta solo 8 km tra Cernobbio e Laglio oppure anche a piedi per i più allenati.
Una meta ideale per una fuga romantica, ci sono dei bellissimi Relais direttamente sul lago con dei giardini incantevoli, ma anche alberghi di diverse categorie e Bed and Breakfast di qualità. Ristoranti direttamente sul lago con menù molto curati. Siamo sul lago e le specialità di pesce di lago come il lavarello, alborelle, coregoneagone, persico, trota, cavedano, luccio, il tipico piatto è il risotto al lavarello o al pesce persico. Hanno buona fama nella zona anche i formaggi che arrivano dalle montagne circostanti  sia di capra che mucca come caprini, casorette, zincarlin, semude, caprinotti, taleggio, formaggelle, ricotta e ricordate anche l'ottimo burro.
I miei consigli per una sosta breve o un soggiorno, non sono i migliori consigli, ma sono i luoghi dove io sono stato e che ricordo con grande piacere.

Alberghi di Charme con ristorante 
Via Vecchia Regina, 62 - 22010 Laglio Como T. 031 400031

Piccoli Alberghi con ristorante
Via Regina, 45, 22010 Carate Urio Como T. 031 400136 
Piazza San Rocco 5, 22010 Moltrasio Como T. 031 290444 ( servizio di nolo bici elettriche)

B&B
via Sopra ponte 5 - 22010 Laglio Como T. 031 400312 
Via Regina Vecchia, 13 - 22010 Carate Urio Como T. 335 660 9627 

Ristorante 
Via Regina vecchia, 91 - 22010 Laglio Como T. 031 401400 
Osteria Vecchio Molo 
Via Regina Vecchia 93 - 22010 Laglio Como

I Giardini da vedere 
Via Regina 40, 22012 Cernobbio Como 031 3481 
Largo Luchino Visconti, 4 22012 Cernobbio Como 031 3491

Info Traghetti:Navigazione Lago Como
Informazioni turistiche: Lake Como

La mappa dei consigli che potete anche consultare sul posto con i moderni mezzi di comunicazione.


Visualizza Lago di Como Go Slow Love : Cernobbio - Laglio in una mappa di dimensioni maggiori