domenica 13 dicembre 2009

Trenitalia Ferrovie Italiane contro Corriere della Sera: quando i prezzi delle tariffe corrono più dei treni veloci


Questa settimana è stata caratterizzata dalla pomelica tra Corriere della Sera il primo quotidiano italiano e Treniitalia le cosiddette Ferrovie dello Stato, l'arrivo dei treni veloci sulla Milano Roma sarà caratterizzata dall'aumento dei prezzi su tutte le tratte ferroviarie come scritto nell'articolo "Alta velocità aumentano i prezzi", e la replica di Trenitalia, la denuncia dei disservizi, . Personalmente do ragione al Corriere della Sera non solo perchè le Ferrovie ricevono danaro dai suoi clienti ma ricevono danaro per i propori investimenti dallo stato, alla fine il costo del biglietto risulta essere del doppio, è facile avere bilanci positivi in questa situazione anche se gli anni scorsi erano sempre in negativo. Es aumento delle tariffe Milano - Roma 89 euro + 20%.

Per quanta riguarda il turismo sono uno dei fautori del turismo lento del turismo verde e del Turismo Ferroviario, perchè il treno inquina meno, rispetto alla all'aereo o all'auto e sappiamo quanto questo sia importante per non aumentare la temperatura del pianeta con le emissioni di CO2. Le nuove tariffe di trenitalia sono negative non solo per gli aumenti ingiustificati, (le linee veloci fatte con i soldi dei finaziamenti del governo, quindi già pagate da tutti gli italiani, ora le devono ripagare di nuovo? Ma non solo quelli che usufruiscono il servizio ma tutti!) sono negative perchè a livello di prezzo rendono il treno non competitivo, costa molto meno andare in auto ancora meglio l'aereo, non si può fare una politica rivolta all'ambiente con i prezzi dei treni alti e non giustificativi.
Oggi è possibile recarsi a Londra andata e ritorno con lo stesso prezzo in aereo 90 euro, In Francia, Parigi Marsiglia tre ore 700 km dai 52 ai 72 euro. L'italia vuole puntare sul Turismo ma se non è competitiva a livello di prezzi e tempi, che tipo di turismo vuole attivare? Come faccio a consigliare i viaggi per esempio Milano Nizza 300 km otto ore di viaggio? In auto solo 3 ore, Milano Lione sette ore in auto la metà del tempo. Se dobbiamo puntare sul turismo verde che inquina meno, perchè dobbiamo spendere di più? Proprio perchè è in corso Copenhagen la conferenza sull'ambiente se si vuole incentivare la sensibilità ambientale , lo si può fare aumentando i prezzi?
Fonte: Corriere della Sera Fonte foto: Panorama

6 commenti:

  1. purtroppo è così. ascoltavo il tg3 che parlava di un rincaro del 30% sulla tratta Milano - Torino e va a finire che chi ha soldi potrà andare con il freccia rossa chi non ne ha gira con la tradotta (vedi pendolari) :(
    come darti torto?

    ciao, Ale

    RispondiElimina
  2. Purtroppo i rincari riguardano anche gli Eurostar che non hanno beneficiato di alcun investimento..

    Forse i prezzi potranno calare solo con po' di buona e sana concorrenza: aspettiamo con ansia l’NTV di Montezemolo e Della Valle!

    RispondiElimina
  3. tra poco il mio viaggio in treno e vedremo l'aumento....; intanto tantissimi auguri per le prossime feste

    RispondiElimina
  4. Prezzi alti, treni che non sono veramente veloci, e poi i pendolari che viaggiano su carrozze sporche ed indecorose.

    RispondiElimina
  5. Volevo segnalare il seguente blog: www.portaliturismo.blogspot.com
    Una guida per chi ha un b&b,agriturismo o casa per le vacanze!

    RispondiElimina