lunedì 29 ottobre 2012

Familink travel, un nuovo modo per viaggiare

L'espansione di Internet ha coinvolto in modo significativo il settore dei viaggi, modificando quello che erano le modalità di viaggio. Accanto alla vendita di viaggi aerei a tariffe low cost che rendono uguali e indifferenti le destinazioni, hanno trovato spazio delle nuove realtà che promuovono dei modi diversi di viaggiare e di conoscere la comunità locale. Qualcuno dei lettori ricorderà quando abbiamo parlato dei Greeter, cioè sentirsi parigini per un giorno.
Recentemente la mia attenzione è stata colta da Familink Travel la nuova web community che mette in comunicazione famiglie di tutto il mondo, offrendo ospitalità in modo libero e gratuito ma sopratutto la possibilità di conoscere un altra famiglia in un altra città, in un altro paese.
Io sono favorevole a questi scambi culturali che hanno lo scopo d'arricchire la cultura sia personale che familiare ho cosi deciso di fare conoscere a più persone questa nuova comunità attraverso le domande a Riccardo Urbani  e Diletta Romei che hanno creato e gestiscono Familink Travel per saperne un po' di più:

Come è nata l'Idea di Familink  Travel?
L’idea nasce dai nostri viaggi; ci siamo accorti che vivere e trascorrere del tempo con persone del posto rivela un paese che altrimenti rimane per molti versi sconosciuto: incontrando persone “locali” si scopre la vera realtà, quello che succede, si conoscono i veri luoghi di ritrovo, i prezzi reali, le spiagge o i posti di montagna vissuti dalla gente del posto, ecc.ecc. E’ un modo per entrare veramente nel cuore delle località e per essere in contatto con il paese reale.
Intendiamo famiglia nel senso più moderno del termine: coppie, genitori separati con figli, famiglie mononucleari e grandi famiglie, fino anche ad adulti che hanno avuto esperienza di famiglia e che ora sono singles.

Cosa deve fare una famiglia per entrare in Familink  Travel?
Ti iscrivi e ti presenti, compilando i campi e inserendo delle foto. Poi, come in Facebook, puoi contattare altre famiglie socie del sito e muovere i primi passi che poi potranno sfociare in un incontro reale. Puoi cercare le persone sia usando il criterio geografico, sia usando i criteri delle passioni e degli stili di vita.
Il costo dell’iscrizione è pari a 1 euro ed è vitalizia. Non ci sono altri costi!!!

Ci sono delle mete o delle esperienze più interessanti o più richieste?
Le esperienze più richieste sono:
essere ospitati o ospitare famiglie iscritte;
inviare i figli a imparare una lingua straniera presso un’altra famiglia all’estero

Ci potreste segnalare una proposta o un esempio per fare capire meglio ai nostri lettori questo nuovo interessante modo di conoscere e viaggiare?
Un esempio: abbiamo conosciuto una famiglia residente a Gozo (Malta). Abbiamo inviato loro un messaggio nella rete Familink Travel e ci siamo conosciuti virtualmente, Dopo un paio di mesi di contatti e di dialoghi siamo stati a Gozo loro ospiti. Grazie a questa amicizia, abbiamo conosciuto spiagge sconosciute alle guide turistiche, partecipato a concerti, feste locali, cene con loro amici; abbiamo imparato i costi corretti di una trasferta in taxi, di un pranzo al ristorante. Ora verranno loro, per Capodanno a trovarci. 
Un’altra esperienza riguarda una famiglia francese che ha inviato la figlia a studiare inglese presso una famiglia di Londra.

Per saperne di più: Familink Travel

sabato 20 ottobre 2012

Roma Slow : Mercato Campo dei Fiori

La settimana scorsa ho deciso di approfittare delle nuove offerte di Italo sulla tratta Milano - Roma, con 2,45 h senza auto e senza aereo, devo dire che è stato comodissimo una distanza accettabile per un weekend.
La città di Roma è destinazione turistica da sempre i pellegrinaggi da tutto il mondo hanno sempre affollato la città simbolo della cristianità. Le cronache dei pellegrini, non sono state molto generose sulla città e della sua ospitalità e devo dire che anche oggi si potrebbero scrivere le stesse cose. 
Il mio viaggio a Roma non vuole avere nulla di spirituale sono più interessanto a vedere qualcosa di più popolare, l'aspetto gastronomico della città.
Non si può non iniziare dai Mercati lo specchio della popolazione locale, così vado verso Campo dei Fiori, il mercato storico al centro della città di Roma, per riuscire a vedere e cogliere lo spirito dei romani a tavola.
La piazza Campo dei Fiori è mercato di frutta e verdura dal 1869, prima ancora era sede del mercato dei cavalli e era famoso come luogo di sacrificio degli eretici, Giordano Bruno venne arso in pubblico nella piazza.



Oggi invece è un mercato molto colorato e vivo, mi ha colto molto di sorprersa l'ottima qualità dei prodotti, più che freschi freschissimi, certo i prezzi non sono sempre convenienti, ci sono anche tante verdure pronte per cuocere ed essere consumate come le puntarelle e i preparati per minestrone e anche altri prodotti difficilmente trovabili altrove come erbe di campo selvatiche, insalata mista romana (radicchio, ruchetta, ravanello, finocchio, scarola, lattuga), zucchine romanesche striate, cavolo o broccolo romanesco, sorbole, giuggiole, le pesche spaccarelle dolci e rosse all'interno, broccoletti di Velletri, funghi porcini, ovoli dalla Provincia di Viterbo, Cachi duri e Agrumi dalla provincia di Latina.



Una volta arrivati al Mercato non si può non notare il Forno dei Campo dei fiori, un andirivieni continuo, in assoluto la migliore focaccia che io abbia mai mangiato, sono tutte buone difficile dare dei consigli io ho trovato la focaccia fiori di zucca, mozzarella e alici una delle migliori oppure la focaccia con le patate con erbe aromatiche.

Consiglio inoltre un salto nel vicino quartiere ebraico presso Boccione l'Antico Forno comunemente noto come il Forno del Ghetto , via Portico d'Ottavia, 2 non c'è insegna fuori, la coda fuori dal negozio è il segno che siete arrivati, chiudono il venerdi pomeriggio e il sabato, ora anche su facebook, per la tipiche torta ricotta e visciole e torta di ricotta e cioccolato, un consiglio se volete provarla andare il mattino presto o prenotarla. Si possono anche trovare tutti i dolci della tradizione ebraica che si tramandano da generazioni le donne della famiglia.
Segnalo inoltre i due mercati per alimentari, frutta e verdura
- Testaccio ex macello il sabato mattina
- Mercato di Campagnia Amica , mercato a km zero, che si svolge tutte le domeniche presso Giardino Pensile dell'auditorium Parco della Musica.
Il mio weekend di è arricchito anche di due visite speciali a :
- Villa Dora Pamphili, il giardino e la pineta sono aperti al publico gratuitamente, 18 ettari di verde in cui perdersi in ogni stagione.
- Museo Macro, Museo Arte Moderna, è la contraddizione che mi contraddistingue all'interno di tanta e bella arte antica millenaria mi è venuto la voglia di fuggire in uno spazio d'arte moderna.

La mia guida di Roma, nulla di importante verrà aggiornata dalle dritte che mi arrivano, trovate Bed and Brekfast, Ristoranti dove mangiare il miglior cacio e pepe, bar, mercati, dove mi sono trovato bene, ora ci sono sopratutto pasticcerie e specialità dolciarie


Visualizza Go Slow Roma in una mappa di dimensioni

mercoledì 17 ottobre 2012

IX giornata del Trekking Urbano 2012



Si svolgono anche quest'anno le giornate del trekking urbano, per quanto io non sia d'accordo con la parola trekking che è meglio adoperare come termine per aria aperta e percorsi fuori dai centri urbani, ma ben comprendo che è diversa interpretazione può avere da città a città e da una città di provincia come Siena circondata da collina rispetto a delle metropoli in un continum urbanizzato della pianura padana. 
Resta il fatto che queste iniziative possono stimolare il movimento fisico in tutti quei cittadini che fanno poca attività fisica e quindi tramite il trekking urbano è possibile avere dei benefici fisici per la salute, anche se il mio consiglio è quella di camminare tutti i giorni e non solo una volta all'anno
Le citta che partecipano sono : Amelia, Ancona, Arezzo, Ascoli Piceno, Avellino, Bari, Biella, Bologna, Brescia, Cagliari, Chieti, Cosenza, Fermo, Foggia, Forlì, Mantova, Massa, Napoli, Oristano, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Pistoia, Rieti, Roma, Salerno, Spoleto, Tempio Pausania, Trento, Treviso, Urbino e Venezia.  
Quest'anno il filo conduttore sarà sulle tracce di tanti personaggi veri o leggendari che hanno contribuito alla vita sociale della comunità e che hanno un forte legame con la storia e il territorio.
I percosi in molte città sono stati studiati per essere dei veri percorsi di trekking adatti a tutti e a tutte le età.
Per informazioni sulla Giornata Nazionale del Trekking Urbano è possibile contattare il Servizio promozione turistica e sviluppo economico del Comune di Siena al numero 0577 - 292128 oppure inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica turismo@comune.siena.it. 
Per conoscere e scaricare gli itinerari e i percorsi, proposti dalle trenta città per sabato 27 ottobre è possibile consultare il sito www.trekkingurbano.info o seguire la pagina Facebook www.facebook.com/trekkingurbano

martedì 16 ottobre 2012

Centenario della Ferrovia Jungfrau 1912-2012


Ricorre quest'anno il centenario della Ferrovia della Jungfrau, la ferrovia a cremagliera una delle opere di ingegneria ferroviaria più ammirate del mondo, si parte da Kleine Scheidegg (2061 m),si raggiunge lo Jungfraujoch, la stazione ferroviaria più alta d'Europa (3454 m), dopo una distanza di km 9 con 7 km di tunnel in dell'Eiger.
Durante il percorso ci si ferma due volte per offrire una vista mozzafiato attraverso le finestre scavate nella roccia. Arrivati ​​a destinazione, un panorama ci attende per ammirare le cime leggendarie, l'Eiger (3970 m), Mönch (4107 m) e Jungfrau (4.158 m), e del ghiacciaio alpino (22 km), Aletsch, dove è stata costruita una pista per gli escursionisti.
La ferrovia fu costruita con sedici anni di lavoro (1896-1899) venne inauguarta nel 1912, oggi trasporta 700.000 passeggeri all'anno. Il suo centenario è segnata la pubblicazione di un libro, Jungfraujoch - Top of Europe (in inglese e tedesco, 224 pagine, 48 euro), l'emissione un timbro e una medaglia commemorativa.
C'è offerta di un buono vaucher di 184 euro che include il pernottamento  e l'escursione sulla ferrovia dello Jungfrau dal 1.9.2012 al 21.12.2012. Informatevi sempre prima di salire sulla Jungefrau delle condizioni meteo in genere il cielo è più chiaro al mattino e più nuvoloso il pomeriggio.
Info : Jungfrau
Video: si ringrazia utente Hoosier Tim's Travel Video per la condivisione del filmato

Come arrivare: da Milano, la località turistica dove fare tappa è Grindelwald è collegata con il treno con 3 cambi, Milano, Briga, Spiez, Interlaken Ost, Grindelwald, dopo 4 h di viaggio. Da qui un treno vi porta a Klein Scheidegg in 30 m. 
Il tratto più frequentato però partendo sempre da Milano è quello che passa per Lauterbrunner (come nel filmato) Wengen per raggiungere Klein Scheidegg ci sono treni diretti che in max h 4,30 arrivate direttamente a Klein Scheidegg passando per Spiez, Interlaken Ost, Lauterbrunner  e Wengen, un percorso molto affascianante e suggestivo. Poi da Klein Scheidegg si parte per la Jungefrau. 
Il costo del viaggio per raggiungere Klein Scheidegg è di 92 CHF, mentre il biglietto senza sconti per la Jungfrau da Kleine Scheidegg è di 116 CHF, controllate perchè la tariffazione è soggetta a offerte diverse da ogni luogo di partenza e stagionalità.

sabato 13 ottobre 2012

31 Ottobre 1512 - 2012, la Cappella Sistina compie 500 anni



Oggi la volta della Cappella Sistina compie 500 anni, un omaggio al genio di Michelangelo Buonarroti, non ci sono parole per descrivere le emozioni che ancora oggi regala a tutti.
Per chi desidera vedere la Cappella Sistina in 3D.

sabato 6 ottobre 2012

Andare per Castagne 2012: Marradi, Castel del Rio, Monte Amiata, Montella, Velturno, Cuneo, Combai, Soriano, Aritzo


Ottobre è il mese dove nessuno vuole rinunciare a una passeggiata nel bosco e magari potere fare una raccolta di castagne oppure più facilmente andare in una sagra dove passare un weekend enogastronomico all'insegna della castagna e dei marroni
Quasi ogni regione in Italia produce castagne, basta una zona collinare,. tuttavia occorre prestare la massima attenzione perché l'Italia importa castagne dall'Iran e da molti paesi dell'Europa dell'Est
Le regioni più produttive sono Piemonte in particolare la provincia di Cuneo, Toscana, Lazio in particolare la provincia di Viterbo, Campania.
Un discorso a parte lo meritano i marroni, con i quali si preparano i marron glacè, grossi a forma di cuore, la loro buccia è striata e il sapore dolce, la pelliccina viene via con facilità. Le zone più vocate sono la Toscana il Marrone del Mugello, l'Emilia Romagna il Marrone di Castel dei Rio, in Veneto Marrone di Combai, Marrone di S.Zeno, Piemonte : Marrone della Valle di Susa.
La raccolta delle castagne è anche una motivazione per organizzare un piccolo viaggio magari nella stessa zona di residenza e anche quest'anno ho selezionato gli appuntamenti più interessanti, da quello più classico e più conosciuto dai miei lettori perchè ne parlo tutti gli anni a Marradi a quello invece più misterioso e autentico e che mi è rimasto più nel cuore in Sardegna nella Barbagia a Aritzo e Desulo.


Marrone di Marradi, 7, 14, 21, 28 tutte le domeniche di Ottobre 2012
Tra le iniziative più interessante è quella di Marradi, questo anno il 49° Sagra della Castagna, un appuntamento che anno dopo anno abbiamo visto crescere ed evolversi. Come sempre per raggiungere Marradi c'è il treno a Vapore da Firenze e da Faenza tutte le informazioni sul sito.
Da segnalare l'iniziativa " Raccolta Marron buono" dove si può raccogliere direttamente il marrone  e lo si paga a metà prezzo presso le aziende: Azienda Agricola biologica Sulpiano Puntese, Azienda Agricola Ravale, Maneggio casettaNei punti di ristoro menù alla castagna dai tortelli di castagna ai Marron Glacè.
Il Marrone di Marradi è l'eccellenza del Marrone del Mugello. Dal punto di vista turistico c'è anche la strada del marrone del mugello. La sagra su Facebook
Il report della nostra Mammagiramondo a Marradi



Marrone di Castel del Rio, tutte le domeniche di Ottobre
Andiamo dall'altra parte dell' Appennino Toscano ed esattamente in Emilia, a Castel del Rio, in provincia di Bologna, dove la Proloco di Castel del Riotutte le domeniche di Ottobre grande sagra delle castagne, da andarci per il classico mercato dei marroni e per degustare le specialità gastronomiche come i Castagnaccio, i Ravioli di marroni, polenta di farina di castagnebudino di marroni, le frittelle di marroni, anche se una cittadina che offre molto di più al turista lento. La sua castagne è più piccola di quella del Mugello ma la sua polpa è croccante e profumata.



Festa della castagna di Arcidosso e la castagna del Monte Amiata, Toscana dal 19 Ottobre al 28 Ottobre.
Anche se la castagna del Monte Amiata non ha un vero è proprio centro Arcidosso,è il comune più rappresentativo Si svolge ogni anno la sagra della castagna con convegni, musica, rievocazione storiche, mercatino delle pulci, stand gastronomici. Caratteristica della castagna del Monte Amiata è il sapore delicato dovuto al terreno di rocce vulcaniche di trachite, Le varietà sono Bastarda Rossa, Marrone e Cecio.

Castagna di Montella (AV) dal 9 all'11 Novembre 2012
La presenza del castagno viene fatto risalire al VI a.C. il 90% della produzione di castagne della varietà Palummina, con la caratteristica che la buccia si stacca facilmente, sono ideale da fare secche. La zona si estende lungo la valle del fiume Calore tra Avellino e Sant Angelo dei Lombardi, Info : Comune di Montella

Alto Adige
Settimane della Castagna della Valle d'Isarco, dal 19 Ottobre al 4 Novembre 2012
Percorrere il sentiero del castagno che dall'Abbazia di Novecella porta sul Renon, è uno dei percorsi più noti e suggestivi per il torggelen di cui ho già parlato dove si unisce alle castagne, il vino nuovo, le mele, un grande appuntamento in Alto Adige. Quest'anno il centro della festa è Velturno con Culinaria arte vino e castagne, escursiosi guidate sulla via delle castagne.

Veneto
Sagra del Marrone del Combai (Treviso) dal 5 al 28 Ottobre 2012
La 68° edizione, un ricco calendario d'eventi dalle serate gastronomiche con "A tavola con il marrone IGP di Combai" alla degustazione di specialità di castagne come dal gelato alla minestra di Porcini e Castagne. L'evento propone anche appuntamenti sportivi per i più attivi con percorsi ciclistici, percorsi di nording walking e percorsi guidati ai castagneti della zona.
Info: Combai

Piemonte
Fiera nazionale del Marrone - 14ª edizione, Cuneo, 18 - 21 ottobre 2012
La quattordicesima edizione nel centro storico del capoluogo , stands gastronomici, attività culturali e presentazione dell'artigianato delle valli cuneesi.

Emilia Romagna
Marrone di Fignano - Zocca  14, 21, 28 Ottobre 2012
La tradizione prevede che oltre al consumo fresco, le castagne vengono trasformatei in farina che viene utilizzata principalmente in cucina per la realizzazione di minestre, pane e dolci come i noti “Ciacci” conditi con la ricotta. 
Per saperne di più  il Centro di Documentazione Museo del Castagno di San Giacomo di Zocca.

Umbria
Preggio a Umbertide (PG) - dal 20 al 21 ottobre 2012 
A Preggio, frazione di Umbertide nel perugino, la sagra della Castagna 2012, nelle giornata di sabato 20 e domenica 21 ottobre 2012.Per due giornate intere la Castagna sarà protagonista di questo suggestivo borgo umbro, con tante prelibate ricette tipiche.

Lazio 
Sagra della castagne di Soriano del Cimino in Provincia di Viterbo dal 3 al 14 ottobre 2012
Una manifestazione storica rievocativa del Medio Evo con percorso enogastronomico tra i sapori dei tempi antichi presso le Taverne delle quattro Contrade, ma anche tornei di cavalieri disputa del Palio delle Contrade, concerti di musica e castagne un binomio vincente storia e castagne.

si ringrazia Nova televisione per la condivisione del filmato

Sardegna
42° Sagra della castagna e delle nocciole a Aritzo  27-28 Ottobre 2012 
Siamo nel cuore della Barbagia di Belvi in provincia di Nuoro, si tiene tutti gli anni per celebrare il frutto della castagna e delle nocciole, circa 400 ettari di castagno nel comune di Aritzo, questa sagra che intende proporre Aritzo come destinazione turistica dell'isola. Famosa in Sardegna per avere dei abili artigiani per la lavorazione del legno ma il paese in collina è coperto di castagni di grande qualità. Mi ha sorpreso molto il corteo della sagra con figure mitiche dei boschi con strani costumi del gruppo Is Mamutzones, la sagra è un viaggio in una storia affascinante e sconosciuta di un territorio quasi impenetrabile. 
Nella due giornate della sagra è prevista un’escursione guidata tra i castagneti secolari di Geratzia.

lunedì 1 ottobre 2012

Monaco, non solo Oktoberfest 2012, Monaco Gourmand e Green per tutto l'anno

Tutti a Monaco per l'OktoberFest? Il mio invito è sempre quello di recarvi a Monaco in treno ci sono delle offerte molto convenienti delle Ferrovie Tedesche, meno inquinamento e più relax rispetto alle auto, ma non solo in questo periodo, voglio farvi un invito a conoscere un altra faccia di Monaco che non è il solo padiglione della birra dell'Oktoberfest.
L'immagine popolare dell'Oktoberfest è solo un aspetto della nuova Monaco, la città è evoluta ed è divenuta gourmand, con punti di ristorazione d'alta qualità, contraddistinti da una ricerca di qualità degli ingredienti, prodotti biologici, prodotti d'origine sicura e garantita, cambiamento documentato anche dalla Guida Michelin.
Uno dei negozi più famosi è l'emporio Dallmayr, dove c'è il meglio delle selezioni di prodotti alimentari sia locali che provenienti da tutto il mondo, ottimo anche il ristorante al primo piano.
Proprio di fianco a Dallmayr ha aperto da alcuni anni Manufactum, un grande emporio dove sono presenti una selezione di prodotti artigianiali di qualità, ma il negozio preferito è Butlers, dove trovo delle cose più divertenti per la casa con un ottimo rapporto qualità prezzo.
La nuova tendenza alla qualità ha riguardato anche i locali storici dove si va per bere Birra come Augustiner Dom,Wirtshaus im Fraunhofer Der Pschrorr, dove i piatti sono realizzati con materie prime locali e prodotti provenienti da agricoltura biologica.
A questi si sono uniti dei nuovi locali trendy come Broeding, due appassionati di vino che propongono dei menù di cucina molto creativa con un buon rapporto qualità/prezzo.
Il classico dolce è la torta di prugne, gli indirizzi migliori sono Wimmer e Rischart, con diversi negozi in città ma anche i classici strudel di mele, di ricotta, che si possono trovare anche nelle tradizioniali pasticcerie  RottenhoferWoeners.


Per fare la spesa il Vikrtualiemarkt in centro è un ottimo luogo pove trovare frutta e verdura fresca.
Una visita la meritano i musei: Alte PinakothekNeue Pinakothekla Pinakothek der Moderne il museo più visitato di tutta la Germania, non mancate anche di fare una visita al Giardino Botanico "Botanischer Garten München-Nymphenburg" con oltre 14.000 piante uno dei più grandi e ricchi della Germania.
Per girare la città potrete farlo con i mezzi pubblici la rete MVV Muenchen, ci sono diverse ticket per turisti, uno dei più interessanti è il biglietto giornaliero a 5,60 euro. Per i più sportivi invece non c'è nessuno problema ad usare la bicicletta che è uno dei mezzi più utilizzati per muoversi in città, tour e noleggio bici da Mike Bike Tour.
Ho fatto una mappa della città di Monaco e dei luoghi che secondo me vale la pena di andare a vedere, ci sono più indirizzi che nel testo vado a Monaco almeno 4 o 5 volte all'anno:


Visualizza Go Slow Green Munchen in una mappa di dimensioni maggiori