venerdì 4 settembre 2015

Festa della Cipolla di Cannara (Perugia, Umbria), dal 2 al 6 e dal 8 al 13 Settembre 2015

Al via la 35a edizione la Festa della Cipolla di Cannara, uno degli appuntamenti gastronomici più interessanti della Regione Umbria.
L'evento nasce per la valorizzazione della Cipolla di Cannara. La cipolla è un ingrediente essenziale della cucina italiana, negli ultimi anni è stata rivalutata anche dai chef. In Italia se ne producono molte varietà perché ci sono più luoghi vocati a questa coltivazione tra cui proprio il territorio del comune di Cannara in provincia di Perugia.
Dati storici fanno risalire la fama delle cipolle di Cannara al 1300, non c'è una varietà tipica delle zona, ma sono diverse varietà di cipolla che coltivate nel territorio di Cannara, hanno un gusto più intenso, aromatico come la cipolla bianca piatta, la rossa e la dorata, mentre la più richiesta e apprezzata è la cipolla ramata, grazie alla sua  inconfondibile dolcezza.
La cipolla di Cannara e le altre eccellenze del territorio saranno i protagonisti d'eventi collaterali come i cooking show degli chef Giorgio “Giorgione Barchiesi.
Il mercato dei P.A.T., cioè dei prodotti agricoli tradizionali di cui la cipolla di Cannara fa parte.
Ci saranno 6 le taverne a disposizione per degustare soprattutto specialità alla cipolla e le preparazione tipiche del territorio: Il Giardino Fiorito, El Cipollaro, Al Cortile Antico, La Taverna del Castello, Il Rifugio del Cacciatore e La Locanda del Curato).
Citiamo alcune specialità che saranno servite agli ospiti nelle taverne, perché alcune di queste sono veramente uniche, nel senso che potrete mangiare solo a Cannara alla festa della Cipolla: tortino di cipolle con fonduta di pecorino, pennette alla cipollara, zuppa di cipolla con crosta di formaggio, ravioli alla cipolla rossa, ravioli del cipollaro (ricotta e cipolla) con pomodoro fresco, risotto del convento, penne alla gricia, strozzapreti con cipolla e guanciale, tagliatelle al limone con basilico, polenta alla cannarese, polenta alla badessa, agnello menta  e limone, cipolle arrosto, cipolle ripiene, cipolle al limone e zafferano, baccalà con cipolla rossa e uvetta, parmigiana di melanzane e cipolla, bombolone alla crema di cipolle, crostata di crema con composta di cipolle caramellate e frutta secca, crescionda di Cioccolato, amaretti e cipolla rossa, pere e ricotta, ma le specialità sono molto di più di queste che ho segnalato.
Come arrivare a Cannara: a pochi km da Perugia a metà strada tra Perugia e Foligno, ci sono circa 30 minuti d'auto, con autobus da Perugia  si prende autobus per Spello sulla linea Firenze - Arezzo . Chiusi poi si scende a Spello (4 fermate 28 minuti) e si cambia con Autobus E437 (17 fermate) se si parte alle 9,15 da Perugia si arriva a Cannara alle 10,50 per informazioni Umbria Mobilità.
Per saperne di più: Festa della Cipolla di Cannara



Cosmic Vegan Fest, Acaya dal 3 al 6 Settembre

Per tutti i nostri amici della Puglia segnalo che si tiene nell'incantevole borgo fortezza di Acaya, la prima edizione del Cosmic Vegan Fest. Siamo  a pochi km dalla città di Lecce.
Sono giornate dedicate a questo nuova modalità d'alimentazione che negli ultimi anni annovera sempre più sostenitori, l'evento si propone come filosofia a 360° per un nuovo rapporto non solo con alimentazione ma con l'economia in rapporto con la sostenibilità.
Ci saranno una serie d'approfondimenti della cucina vegana, cucina raw, di bioedilizia, workshop artistici, orti sinergici, come coltivare l'orto senza usare pesticidi e diserbanti, esperienze di danza e percorsi di crescita spirituale.
Tanti i nomi che accompagneranno i vari incontri, nomi conosciuti a livello nazionale nei vari ambiti, così come forte è il coinvolgimento sia delle istituzioni locali che dei consuamtori interessati al rapporto tra alimentazione e salute.
Segnalo tra i workshop:
Alimentazione a base vegetale nella prima infanzia del Dott. Luciano Proietti 
Viaggiando nel canto degli alberi, presentazione del libro e piccolo concerto con musica delle piante con Edoardo Taori e Federica Zizzari.
Scelte alimentari e salute, impatto ambientale e sperimentazioni con il Dott. Massimo Tettamanti    

Si ringrazia Simone De Giorgi per la condivisone del video Acaya con drone sul canale youtube

Consentitemi di parlare dell'incantevole villaggio di Acaya, anticamente chiamato Segine, abbracciato da possenti mura e da un ampio fossato. Considerato uno dei migliori esempi di architettura difensiva rinascimentale in Puglia.
Il borgo fortificato, modello di città ideale autosufficiente dell'architetto militare Gian Giacomo dell'Acaya diede all'antico feudo di Segine. uno spazio progettato per vivere in armonia, come luogo di incontro sociale, pensato a misura d'umo e in grado di garantire il vivere civile.
Nel concetto di città ideale la vita militare doveva integrarsi totalmente con la vita civile, il borgo oggi conserva il suo impianto originario.
Per fermarsi ad Acaya, per pernottare e fermarsi a mangiare segnalo la Trattoria Locanda Nonno Pici, Trattoria Acaya.
Per informazioni: Cosmic Vegan Fest 2015

giovedì 3 settembre 2015

Festival del Prosciutto di Parma dal 5 Settembre al 20 Settembre

Si inaugura questo sabato, il Festival del Prosciutto di Parma, la rassegna che abbina luoghi di produzione, turismo e Prosciutto di Parma Dop, uno dei salumi più noto nel mondo del panorama dei prodotti agro alimentari italiani.
L'evento coinvolge i comuni di Parma, Langhirano, Sala Baganza, Calestano, Collecchio, Corniglio, Felino, Lesignano de Bagni, Montechiarugolo, Neviano degli Arduini, Tizzano Val di Parma, Travesetolo, Varano de' Melegari.
Il programma prevede eventi per 15 giorni e 3 weekend, tante iniziative tra cui : 
Finestre Aperte, dove i prosciuttifici aprono ai visitatori, le visite alle aziende: si effettuano alle ore 10-13 e 15-19, le navette gratuite sono previste i giorni 5, 6 e 12, 13 Settembre, servizio di bus navetta per le visite ai prosciuttifici di Langhirano, Lesignano de’ Bagni, Tizzano Val Parma e Corniglio. Partenza da Piazzale Corridoni a Langhirano.
Tra i luoghi più interessanti da visitare nei comuni coinvolti consiglio: Museo Renato Brozzi a Traversetolo, la Pieve romanica di San Biagio a Talignano, Museo del Pomodoro e Museo della Pasta a Giarola, Museo del Salame di Felino, Rocca Sanvitale e il Giardino della Rocca Sanvitale a Sala Baganza, Museo del Prosciutto, Castello Pallavicino a Varano Melegari.
L'aspetto gastronomico dell'evento è che mette insieme i prodotti del territorio come il Pane, il Vino, il Parmigiano con il Prosciutto di Parma.
Un occasione anche per visitare Parma, Palazzo della Pilotta, Parco Ducale, Duomo, il Battistero, Teatro Regio.
Per saperne di più : Festival del Prosciutto di Parma

mercoledì 2 settembre 2015

Napoli: Pizza Village 2015 dal 1 al 6 settembre

Napoli non è proprio una destinazione per un turismo slow e tranquillo, è un città caotica come è caotico e colorato lo spirito dei napoletani, si va a Napoli anche per questo. 
Per tutta la settimana protagonista di Napoli sarà la Pizza, l'evento promosso dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani vede protagoniste 50 pizzerie napoletane dove, i maestri pizzaiuoli prepareranno delle vere e proprie pizze gourmet. 
Nei primi due giorni nel Caputo Napoli Pizza Village, si svolgerà il XIV Campionato del Mondo del Pizzaiuolo Trofeo Caputo. L’appuntamento mondiale vedrà a Napoli oltre 500 partecipanti, provenienti da ben 40 paesi, confrontarsi pizza classica napoletana la pizza marghetita con pomodoro mozzarella e basilico, la pizza bianca, la pizza con il pomodoro, la pizza con le melanzane,  la pizza con il pesce, la pizza acrobatica, la pizza senza glutine e altre pizze con abbinamenti nuovi.
Durante l'evento per il 2015, protagonista sarà il cinema, con proiezioni di film storici dove la pizza è protagonista e la musica napoletana sia quella classica che quella nuova, la colonna sonora del cibo più famoso al mondo.
Tra le pizzeriea che aderiscono all'iniziativa ricordiamo: Sorbillo, Donna Sophia (Via dei Tribunali), Dal Presidente, Zi teresa (Via borgo marinari 1, sul mare vicino Castel dell'Ovo), Le figlie di iorio, I decumani, San Gennaro, Pummarò, Pizza a metro, Napoli 1820, Giuseppone a mare. 
Per informazioni: Napoli Pizza Village

lunedì 31 agosto 2015

Brda, la Slovenia del vino

C'è un estero a noi vicino molto bello ma noto solo alle regioni di confine, questa regione vitivinicola della Slovenia confina con l'Italia, ma la località è molto nota ai Friulani lo è molto meno al resto d'Italia.
La prima cosa che stupisce è la bellezza del paesaggio, un paesaggio collinoso, piccoli paesi dal quale spuntano le torri campanare delle chiese, perse nel paesaggio verde tra vigneti e frutteti con ciliegi, peschi e fichi. La regione viene spesso paragonata alla Toscana e credetemi non è la Toscana ma il paragone è indovinato.
Ci si può perdere tra le vie del villaggio caratteristico di Smartno, circondata da mura difensive attrae i turisti con le sue vie pavimentate e le case tradizionali molto caratteristiche, con la chiesetta dedicata a San Martino che vanta il campanile merlato, una rarità del patrimonio architettonico sloveno.
Dobrovo, che è il centro di questa zona del collio goriziano, spicca il Maniero di Dobrovo con la sala dei cavalieri, una galleria d' incisioni di Zoran Mušic, c'è un ristorante, l'enoteca ma in particolare la sede dell'ufficio del turismo della regione e l'Eko Point con la possibilità di noleggiare bici elettriche e scooter elettrici per girare liberamente la zona in modo sostenibile.
Una visita la merita la cantina più famosa della zona la Cantina Vinska Klet Goriska Brda di trova a Dobrovo in Zadružna cesta 9. la zona vitivinciola è ricca sopratutto d'uve di Ribolla Gialla un vitigno autoctono ma anche Chardonnay e Merlot , da segnalare anche la piccola produzione di Pikolit, un vino un tempo molto noto che veniva esportato a Parigi come a Mosca, ma molto difficile da trovare, è uno dei vini da meditazione più buoni che io abbia bevuto.

Da segnale sempre in zona il maniero ed il parco con i cipressi a Vipolže. Il Brda è noto anche per la produzione d'olio d'oliva basta spostarsi verso est o verso il mare per trovare aziende agricola che offrono ospitalità e che vendono vino e olio d'oliva di propria produzione. 
Molto interessante la gastronomia di questo territorio da scoprire, il piatto principale sicuramente è la polenta, molto interessanti le focacce che si usano fare con la frutta fresca e secca come la focaccia all'uva nera o la focaccia con i fichi secchi. Le zuppe di verdure sono un altra caratteristica, tra le verdure le patate che si friggono nello strutto e nella cipolla, oppure lessate e schiacciate e speziate con pepe, prezzemolo o finocchio. Il pištunj un piatto fatto con patate, i fagiolini, zucca e pancetta. dalla pasta di patate si preparano gli gnocchi, gli struccoli (štruklji) e gli svaljki. Gli gnocchi cotti vengono conditi con lo strutto o il sugo di pomodoro o il ragù. Per dessert sono popolari i cmoki con la marmellata o con le prugne (čješpovi cmoki). Tra i dolci oltre alle focacce, la potica (hubanca) e i šarklji lievitati (kuglofi) con gherigli di noci, uvetta o cioccolato.
Arrivare in Brdar, Dobrovo in auto: autostrada A4 uscita Gradisca D'isonzo.si presegue su SR 305. Prendi SP 5 e SR 409/Strada Regionale 409 in direzione di Vipolže a Dobrovo, Slovenija, circa 22 minuti da Gradisca d'Isonzo.
Arrivare a Dobrovo con i mezzi pubblici è un po' complicato in treno la fermata più vicina è a Solkna da qui un autobus in 30 minuti porta a Dobrovo. Più semplice muoversi in autobus da Gorizia ci sono gli Autobus che portano prima a Nova Gorica e poi ti portano a Dobrovo in trenta minuti (13 fermate).
Per saperne di più: Brda Slovenia 






La più grande azienda vitivinicola del Brda
Zadružna cesta 9 - SI- 5212 Dobrovo

Medana 32, 5212 Dobrovo
tel: +386 5 304 21 04 fax: +386 5 395 91 09

cucina casalinga e vino biologico

Šmartno 11 5211 Kojsko

Con ingredienti locali saponi e creme all'olio d'oliva, fichi, rosmarino nel villaggio di Smartno

Kozana 5, 5212 Dobrovo
tel.: +386 (0)5 30 41 215 fax: +386 (0)5 30 43 808

Podsabotin 5, 5211 Kojsko
tel.: +386 (0)5 30 46 252 + 386 (0)31 680 297

Azienda agricola Drnovšček "Kovačevi"
L'integrazione dei frutteti nella produzione ecologica e biologica , si trova dell'ottima qualità di frutta fresca di stagione.
Vedrijan 2/a, 5211 Kojsko
tel.: +386 (0)41 513 773 (Jordan) +386 (0)31 847 343 (Alenka)

Azienda Agricola Kumar Primar
La produzione di vino, della frutta e dell'olio d'oliva.
Šmartno 1/a, 5211 Kojsko
tel.:  + 386 (0)5 30 41 172  , + 386 (0)40 746 288




Go Slow Green Brda

Una destinazione decisamente per chi vuole andare lento ed eco sostenibile si possono noleggiare scooter e bici elettriche, una destinazione che fa del vino e dell'enogastronomia fatta da polenta, le focacce, dolci di frutta secca e frutta fresca specialità a base di patate, il suo biglietto da visita.

Ecco la mappa con gli indirizzi di Go Slow Green Brda

Cantina Goriška Brda
La più grande azienda vitivinicola del Brda
Zadružna cesta 9 - SI- 5212 Dobrovo

Agriturismo Belica
Medana 32, 5212 Dobrovo
tel: +386 5 304 21 04 fax: +386 5 395 91 09

B&B e Ristorante Klinec 
cucina casalinga e vino biologico

Ristorante Hotel San Martin
Šmartno 11 5211 Kojsko

Nona Luisa
Con ingredienti locali saponi e creme all'olio d'oliva, fichi, rosmarino nel villaggio di Smartno

Agriturismo Cantina Jakončič 
Produttori di vino
Kozana 5, 5212 Dobrovo
tel.: +386 (0)5 30 41 215 fax: +386 (0)5 30 43 808

Agriturismo Štanfel
Vino, degustazione, camere, specialità culinarie (salumi e formaggio)
Podsabotin 5, 5211 Kojsko
tel.: +386 (0)5 30 46 252 + 386 (0)31 680 297

Azienda agricola Drnovšček "Kovačevi"
L'integrazione dei frutteti nella produzione ecologica e biologica ci permette di offrire frutta fresca di stagione
Vedrijan 2/a, 5211 Kojsko
tel.: +386 (0)41 513 773 (Jordan) +386 (0)31 847 343 (Alenka)

Azienda Agricola Kumar Primar
La produzione di vino, della frutta e dell'olio d'oliva.
Šmartno 1/a, 5211 Kojsko
tel.:  + 386 (0)5 30 41 172
+ 386 (0)40 746 288