lunedì 21 aprile 2014

Santa Margherita Ligure: le case dipinte, Portofino, gamberi rossi, focaccia e paste fresche

Santa Margherita Ligure è una delle più belle località della Liguria, accogliente d'estate ma ancora di più in primavera, una bella luce, il profumo del mare, quattro passi nel centro storico.
Quello che più mi ha affascinato nella mia ultima visita sono le case dipinte, comune a molte località della riviera di Levante


Si narra che la consuetudine delle case dalle facciate dipinte con trompe d'oeil nasce ai tempi delle Repubblica marinara di Genova che mise una tassa sulle finestre, cosi per evadere le tasse i genovesi iniziarono a dipingere finestre inesistenti con il solo scopo decorativo.
Con il tempo l'arte si è affinata e dona alle case una piacevole vista ma senza appesantirle di materiale di decorazione, tanto che le case dipinte sono diventate un vero e proprio simbolo paesaggistico della Liguria.


Dal punto di vista turistico Santa Margherita offre molte possibilità di svago, dall'incantevole borgo di Portofino, escursioni in bike sul Monte di Portofino, Abbazia di san Fruttuoso, Abbazia di Cervara.
Chi vuole rimanere nella cittadina ci sono predisposti dei walking tour come il red walking nel centro storico e il blue walking vicino al mare, meritano una visita anche i luoghi di culto nella cittadina come Oratorio di Sant'Erasmo sul mare del 1347.


Villa Durazzo è un'incantevole villa con giardino del 1600, ora di proprietà del comune dove si tengono eventi culturali e artistici, in questi giorni dal 19/4 al 21/4 ospita l'evento Erba Persa dove protagonista sono le piante aromatiche e officinali da vaso, si può trovare anche un' ampia scelta di rose, piante da frutto antiche varietà, bulbi, bonsai, ortensie, collezioni di felci, camelie, azalee, erbacee perenni, piante grasse e piante ornamentali.
Santa Margherita Ligure è anche turismo enogastronomico, della cittadina sono i Gamberi Rossi di Santa Margherita che trovate al mercato del pesce e nelle pescherie della zona, una varietà molto particolare che pescano al largo.


Si possono inoltre provare tutte le specialità della cucina ligure, dalla focaccia al formaggio siamo a pochi chilomentri da Recco, la Cima Ripiena, la Farinata, Burrida di seppie sulla mappa i luoghi con le specialità.
Interessanti i molti negozi di pasta fresca, oltre alle tipiche trofie, ravioli di borragine, pansotti, gnocchi di farina di castagne, ravioli di magro, ravioli di rapa e scalogno, ravioli di pesce, lasagne di carciofi, molte anche le torta salate dalla classica pasqualina ai caricofi, al riso, agli asparagi.



Arrivare a Santa Magherita Ligure: con il treno da Genova la fermata Santa Margherita Ligure Portofino, sulla linea Genova- La Spezia.
Alloggiare a Santa Margherita Ligure: trovate diversi indirizzi sulla mappa ci sono molti alberghi di 4 e 5 stelle io consiglio di più i Bed and Breakfast e gli appartamenti in affitto sul sito del turismo di Santa Margherita Ligure.
Andare a Mangiare a Santa Margherita, tanti locali  ma non tutti di buona qualità anzi pochi, io consiglio su tutti l'Oca Bianca, che però è più di terra che di mareuno dei più interessanti nel centro della città; per  chi ama un buon bicchiere di vino accompagnato da un piatto consiglio la Vineria F.li Macchiavello.
Lunedi 21 Aprile ale 15,00 sagra delle focaccette



Visualizza Go Slow Green Santa Margherita Ligure in una mappa di dimensioni maggiori





sabato 19 aprile 2014

Nizza, Francia, la cucina nizzarda ha un marchio di qualità

In un mondo globalizzato sempre di più, andare al ristorante vuole dire spesso scegliere tra tutte le varie cucine del mondo.
A Nizza per difendere la ristorazione tipica e tradizionale hanno creato un nuovo marchio "cuisine nissarde", come a Parigi e a Roma, cosi il turista che vuole degustare le specialità locali come la pissaladiere, soca, insalata nicoise, lo potrà fare in modo più facile.
Devo dire dalla mia esperienza che si tratta di locali molto noti per chi frequenta spesso Nizza, per palati che vogliono mangiare una cucina semplice e informale, per chi invece vuole una cucina più raffinata consiglio il mio post dello scorso anno Go Slow Green Nice 2013
Secondo me ci sono ristoranti più tipici ma questi sono quelli che hanno aderito all'iniziativa, consiglio in particolare modo:
La Maison de Marie, nella zona pedonale in prossimità di Place Massena, molto frequentato a mezzogiorno, si mangia dentro un cortile con giardino in tranquillità con 15 e 20 euro, la sera invece menù alla carta, di  livello superiore rispetto agli altri propone carciofi crudi e confit con formaggio e rucola, salade nicoise, zuppa di pesce nicoise, linguine del pescatore, agnello con le olive, marmitte del pescatore.
L'Escalinada nella città vecchia uno degli indirizzi storici di Nizza, menù a 26 euro con aperitivo kir e pissaladiere inclusa nel prezzo, molto apprezzato per le ricette tradizionali di pesce come cozze, sardine, seppie e calamari farciti, fiori di zucca farciti, zuppa di pesce; molte paste fresche come i famosi merda de can, tranquilli sono dei gnocchi verdi agli spinaci.
Lou Bistrot altro locale che ha fatto la storia della città con un menù di piatti locali, come i ravioli alla nizzarda, gnocchi, piccole verdure farcite, verdure in pastella che qui chiamao "bignets ", testicoli di montone panati, trippa e coniglio, come spesso accade nelle località di mare più tradizione di carne che di pesce nella cucina tradizionale.


Queste le adesioni:
Restaurant Acchiardo 38 rue Droite 04 93 85 51 16 
La Cantine de Lulu 26, rue Alberti Profil 04 93 62 15 33 
L'Escalinada 22 rue Pairolière  04 93 62 11 71 
Lou Balico 20 avenue Jean-Baptiste  04 93 85 93 71 
A Buteghinn'a 11 rue du Marché 04 93 92 28 22 
Lu Fran Calin 5 rue Francis-Gallo  04 93 80 81 81 
La Table Alziari 5 rue François-Zanin  04 93 80 34 03 
Brasserie de l'Union 1 rue Michelet  04 93 84 65 27 
La Socca d'Or 45 rue Bonaparte  04 93 56 52 93 
La Maison de Marie 5 rue Masséna  04 93 62 66 90 
Le Gaglio 2 place Saint-François  04 93 85 42 13 
Le Marché 12 cours Saleya 
Restaurant Luc Salsedo 14 rue Maccarani  04 93 82 24 12 
Le Safari 1 cours Saleya  04 93 80 18 44   
Les Garnuches 13 rue Cassini 04 83 55 65 53 
Lou Bistrot Nissart 26 boulevard Risso 04 22 16 25 81



Afficher Carte des restaurants "Cuisine Nissarde" sur une carte plus grande

domenica 13 aprile 2014

Milano Fuorisalone 2014: Università Statale di Milano "Feeding new ideas for the city"

Tanti luoghi del design nella città di Milano, mai così tanti, la città vuole a tutti i costi farsi vedere, riprendo questo evento perché vuole essere un anticipo dell'Expo 2015. Organizzata da Interni, non si comprende  bene cosa questo ha a che fare con il salone del Mobile, difficile da dire, ma dal momento che il design e il mobile italiano ha una forte considerazione del mondo ci si allinea tutti dietro per cercare una buona compliance.
L'evento alla Università Statale di Milano è quello che più fa notare la creazione dell'immaginazione intorno all'evento Expo 2015, si va spesso fuori tema dove artisti o presunti tali mettono in scena delle performance che unirle al significato del cibo si fa molta fatica.
Ho sentito un dibattito sul cibo da manuale da circo, è vero che tutti mangiamo per amore del cielo, ma non tutti siamo esperti di nutrizione, sentire parlare di nutrizione degli artisti è un po' come sentire parlare dei chef di futurismo o di astrattismo.
Mi si perdoni l'ironia ma godiamo lo stesso le performance artistiche che ripeto non hanno nulla a che fare con il cibo e nemmeno l'Expo 2015 da cui vengono finanziate ma sono delle performance artistiche interessanti anche se contraddistinte da troppo gigantismo e voglia di stupire, più è grande e meglio è, come dire che solo le dimensioni giganti sono capolavori dell'arte? La Gioconda di Leonardo esposta al Louvre a Parigi è 77cm x 53cm epppure è uno dei dipinti più apprezzati nel mondo non coprirebbe mai tutto il cortile dell'Università Statale di Milano. .
Interessanti invece in un piccolo angolo il design della scuola cinese che dimostra che tra qualche anno potranno essere molto competitivi, che piaccia o no il futuro sarà loro, mentre noi costruiremo cattedrali giganti e vuote nel deserto, in questo caso l'arte si fa metafora della realtà e dell'economia.





Nella figura 1 e 2: U Cloud è una nuvola fluttuante sull’erba, composta di schermi a Led che, riproducendo immagini, l'effetto ottico è che sembra ampliarsi costantemente e invadere lo spazio dello spettatore, fig.3e fig 4 Sliding natura (dieci alberi stilizzati in bambù lamellare e legno tutti uguali), fig.5 Prima architettura spazio frame sperimetale.fig 6, 7, 8, 9 YU junran design china, sotto le foto dello spazio Lavazza





Dal 9 al 13 Aprile 2014, Università Statale di Milano, Via Festa del Perdono 4.

venerdì 11 aprile 2014

Milano Goodesign 2014, la creatività alternativa del Salone del Mobile

In questi giorni la città di Milano è letteralmente invasa dai designer e creativi di tutto il mondo, mostre , presentazioni, una vera e propria folla.
La creatività non è qualcosa che nasce spontanea ma è un'arte che va coltivata e nutrita, così ho scelto di farvi conoscere anche a coloro che non verranno a Milano in questi giorni, un evento alternativo ma di grande interesse Goodesign.
Un design creativo e responsabile, la mostra si sviluppa con la presentazione di progetti, attività e incontri che hanno come soggetto la responsabilità sociale e ambientale all'interno della Cascina Cuccagna, uno dei luoghi storici di Milano che è stato oggetto di recente di una interessante progetto di recupero ambientale.
In questo piccolo luogo fuori dai grandi spazi e dalle mille luci si coltiva con Goodesign un futuro possibile, selezione dei materiali, tempo di durata e possibile ri utizzo, letti che si ingradiscono alla crescita del bambino, un mondo nuovo è entrato nel settore del mobile e dell'arredo.

Info: Goodesign Event 2014, Up progettare bene per crescere meglio presso Cascina Cuccagna dal 8 Aprile al 13 Aprile, via Cuccagna 2, angolo via Muratori


Fanno tutti parte della community di creativi Fuorisalmone che vanno contro corrente che scelgono di muoversi  nella direzione contraria agli schemi e alle convenzioni prestabilite, cercando qualità, innovazione.






Alcune aziende selezionati dall'esposizione: Orologi Levouzadni, Sdraio Lafuma, Biciclette in legno Woodencycle, Gogobags, Tavoli verdi polivalenti Urban Farmer di Z-farm, letto ecologico Rivaviva,   designer ecologico per bambini Flowerssori


L’amore in fiore in mostra ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, Merano (Alto Adige)

Il giorno primo Aprile è stata inaugurata presso il Castello Trauttmansdorff, la mostra ‘Amore in Fiore - L’Eros nel Mondo Vegetale’. Un percorso inedito che mostra le modalità in cui la natura attraverso colori, forme e profumi comunica amore e passione per riprodursi, nella seconda parte della mostra si passa dal mondo della seduzione dei fiori all'utilizzo di derivati da piante e fiori per la realizzazione di oli essenziali afrodisiaci e di elisir d’amore.
Al centro dei Giardini dedicati all'Imperatrice Sissi , il museo ospita al suo interno suppellettili e oggetti che rievocano il suo passato legato alla principessa Sissi che più volte vi ha soggiornava come ospite a Merano, in compagnia di tutta la famiglia imperiale.
Come arrivare : Il Castello Trauttmansdorf si trova a Merano, raggiungibile con il treno da Bolzano, dalla stazione ci sono gli autobus Linea 4 o 1B che portano al castello, per i più sportivi dal centro di Merano, il sentiero di Sissi di circa 3 km vi porta al castello in 30/40 minuti.