giovedì 11 dicembre 2014

Dal 14 dicembre Torino e Milano più vicino a Lione Part Dieu

Avviso a tutti i viaggiatori goumand, dal 14 ottobre una nuova fermata del treno porterà da Milano direttamente a Lyon Part Dieu, nel centro della città, a partire da 29€, con i treni TGV un nuovo servizio per rendere più comodo e pratico il collegamento, un ottima idea per un weekend.
Questa è la novità di quest'inverno, che è stata annunciata nella scorsa settimana da un iniziativa che ha visto coinvolti le ferrovie francesi SNCF,  l'ufficio del Turismo di Lione nella stazione di Milano Porta Garibaldi, hanno organizzato un iniziativa di street marketing con un' invasione di mestoli, che ha visto coinvolta anche la scuola di cucina Chef Factory.
Dal 14 dicembre sarà ancora più comodo raggiungere il centro di Lione, con partenze da Milano Porta Garibaldi, ore 16.07, e Torino Porta Susa, ore 17.35 per un week end all’insegna della buona cucina e della cultura lionese. 
Lione è il tempio della gastronomia francese vale decisamente un viaggio, anche se la città di Lione offre molto di più la citta vecchia la Vieux Lyon è ricca di testimonianza di storia vie ciotolate con più di 300 edifici medioevali e rinascimantali, il quartiere Croix Rousse in un atmosfera bohemien con il mercato all'aperto e la Maison du Canut sulle orme dei tessitori dell'800, dove gli operai vivevano e lavoravano la seta.
Per i miei lettori gourmand, ho cosi selezionato alcuni indirizzi che ho trovato di grande interesse per i buongustai, purtroppo il nuovo formato di Google Maps non mi permette d'inserire la mappa nel post e scrivere commenti cosi scrivo tutti gli indirizzi direttamente sul post.

Ristorante supervisionato da Paul Bocuse con menù da 22,90 e 26,60 €, il ristorante con il miglior rapporto qualità prezzo. Zuppa del pescatore alla marsigliese, legumi confit con jamon serrano, risotto con vialone nano, gamberi e asparagi, pastilla di pollo con cannella e coriandolo.
11 Place Antonin Poncet, 69002 Lyon, Francia T. 04 72 77 80 00

La migliore pasticceria di Lione secondo molti 
28 Cours Gambetta, 69007 Lyon, Francia  T. 04 78 72 46 21

La migliore torrefazione di caffè della città 
3 Rue de l'Abbé Rozier, 69001 Lyon, Francia T. 04 27 01 48 71

Negozio specializzato in absinto dall'aroma d'anice, si possono trovare ben circa cento varietà diverse
27 Rue du Bœuf, 69005 Lyon 05, Francia T. 04 72 32 94 21

Negozi famoso per le quenelle che vengono preparate in modi diversi, trovate anche zuppe e preparazioni già pronte da portare via
2 Rue Colonel Chambonnet, 69002 Lyon, Francia T. 04 72 77 98 58

Il miglior cioccolato della città dal 1897 
132 Boulevard de la Croix-Rousse, 69001 Lyon, Francia 04 78 27 33 72

Negozio all'interno del mercato Les halles di Lyone, salumi tipici della regione
102 Cours Lafayette, 69003 Lyon, Francia 04 78 62 36 28

Ritrovare i sapori d'oriente nella città di Lione, spezie e aromi dalle mille e una notte, all'interno del les halles des Lyon. 
102 Cours Lafayette, 69003 Lyon, Francia T. 04 72 84 86 86

Siamo dentro il più grande mercato, c'è questo ristorante di pesce tra gli indirizzi più consigliabili della città. 
102 Cours Lafayette, 69003 Lyon, Francia T. 04 72 60 79 57

Le Comptoir du Vin
Piccolo ristorante ma di grande cucina tipica lionese, non accettano prenotazioni quindi appena apre andare subito armarsi di pazienza ma ne vale la pena
2 Rue Belfort, 69004 Lyon, Francia T. 04 78 39 89 95

Cucina tradizionale presentata molto bene, c'è sempre un menù del giorno 3 portate a 24,90 € sorprendente sia di carne che di pesce.
22 Rue Gentil, 69002 Lyon, Francia T. 04 78 37 37 97

Tipico ristorante di cucina francese che mette insieme la regione dello Jura e Lyon, per sapori forti, piatto del giorno sui 15 € e menù serale sui 30 € . 
25 Rue Tupin, 69002 Lyon, Francia T. 04 78 42 20 57

La Cave d'A Cote
Ci si viene per bere vino, i piatti di formaggio e salumi accompagnano molto bene la degustazione del vino
7 Rue Pleney, 69001 Lyon, Francia T. 04 78 28 31 46

Le Bouchon des Filles
Molto interessante cucina regionale ma con molte incursione nella cucina internazionale di buon livello, un pasto completo in due con una bottiglia di vino sui 60 €
20 Rue Sergent Blandan, 69001 Lyon, Francia T. 04 78 30 40 44

Tipico locale di cucina lionese, menù con specialità lionesi con carne, formaggio ma anche pesce del lago lemano, lista formaggi molto interessante e dessert, da 25 euro a mezzogiorno, piatto del giorno 10,50 euro, menù serale del mercato 28,80 €.
29 Rue Belfort, 69004 Lyon, Francia T. 04 78 29 17 23

Si tratta di un negozio moderno con un design molto accattivante, ha un ristorante con piatti vegetariani e piatti gluten free
1 Place Bellecour, 69002 Lyon, Francia T. 04 72 41 18 00

Siamo in uno dei locali storici di Lione vicino al mercato, insalate, primi piatti all'italiana, secondi di carne di manzo e pesce in particolare cozze e salmone, buona carta dei formaggi, menù del mercato a 14,50 €, una lista completa di bevande con una buona selezione di birra. 
151 Boulevard de la Croix-Rousse, 69004 Lyon, Francia T. 04 78 28 13 69

Negozio che offre piatti caldi e freddi, dolci, idea regalo e pasticceria. 
8 Rue Duhamel, 69002 Lyon, Francia 04 78 38 66 01

La migliore cantina di vino di Lione 
32 Quai Saint-Antoine, 69002 Lyon, Francia

La mappa di Go Slow Green Lyon








lunedì 8 dicembre 2014

Roma, Basilica dei Santi Quattro Coronati

Roma è una città che non finisce mai di stupire per la ricchezza d'arte, storia e spiritualità, vi porto a scoprire un angolo segreto di Roma non visitabile al pubblico da più di 500 anni. Questa primavera è stato completato il restauro della Basilica dei Santi Quattro Coronati, ospite all'interno del complesso Monache Agostiniane Monastero dei Santi Quattro Coronati.
Questa basilica è stato precluso l'accesso perchè parte del convento di clausura e pochissimi hanno potuto ammirarla. Si tratta di un edificio storico già pre esistente all'epoca del riconoscimento del luogo di culto cristiano del 499, rimaneggiato più volte come tutti gli edifici storici di una certa importanza.
Il suo nome pare sia dovuto a quattro lavoratori del marmo che si rifiutarono di scolpire delle divinità pagane e per questo vennero giustiziati dall'Imperatore Diocleziano
Negli anni ha avuto una funzione molto importante in quanto era collegato con la Basilica di San Giovanni in Laterano, la prima basilica cristiana sede del papato, prima di Piazza San Pietro, si racconta che c'era un passaggio segreto che collegava le due basiliche e che serviva come via di fuga per il Papa.
Venne affidato alle Monache Agostiniane di clausura nel 1564 con lo scopo di aprirne un orfanotrofio. Dal punto di vista artistico riviste una notevole importanza gli affreschi dell'Aula Gotica testimonianza dell'arte gotica nella città di Roma e Oratorio di San Silvestro con degli affreschi della metà del 1200 d'origine bizantina narra la vicenda della conversione di Costantino ad opera del Papa Silvestro I.
Si narra che a Costantino che aveva contratta la lebbra venne prescritto che doveva fare il bagno in un vasca con sangue di bambini, rifiutata la pratica chiese aiuto al Papa che invece gli fece fare un bagno di battesimo, una volta il battesimo lo si faceva da adulti in una vasca d'acqua. Sempre negli affreschi dell'oratorio c'è una scena del Giudizio Universale , un tema molto ricorrente in quel momento storico.
Il complesso fortezza merita una visita, un luogo che consiglio di visitare, da scoprire direttamente un luogo di grande spiritualità, pace e tranquillità, è dotato inoltre di una biblioteca e di un chiosco medioevale molto suggestivo.
Il monastero ha avviato una politica d'apertura al mondo esterno, durante l'anno organizza degli appuntamenti, quest'anno non ho parlato di nessun mercatino di Natale ma questo è troppo speciale, questo weekend i giorni del 7 e 8 Dicembre Monastero Santi Quattro Coronati ospita un Mercatino di Natale, dal nome Non solo cose, dove potete trovare dei prodotti delle Monache come confetture e marmellate, biscotti genuini, tisane, un invito a tutti i lettori di Roma e dintorni.
Informazioni per le visite nell'Aula Gotica e orari d'apertura : Monache Agostiniane Monastero Santi Quattro Coronati


domenica 7 dicembre 2014

Faenza, Festa del Torrone 8 dicembre

La città di Faenza deve la sua fama alla ceramica che ha generato uno spiccato senso artistico nei suoi abitanti che si ritrova nelle botteghe artigiane, nei palazzi, nei dettagli degli arredi urbani, nelle scuole d’arte come nelle manifestazioni culturali che si svolgono nel corso dell’anno. 
La Sagra del Torrone che si svolge domani 8 Dicembre segna la Festa dell'Immacolata Concezione, le celebrazioni si tengono nella Chiesa di S. Francesco in corso Garibaldi, nella cui zona si distribuiscono le bancarelle con il torrone che a Faenza diventa il dolce tipico dell'Immacolata Concezione, bancarelle ricche di torrone tradizionale ma anche tutte le altre versione dal torrone tenero al cioccolato, al torrone alle amarene, torrone alle nocciole, torrone alle mandorle, torrone al tiramisù, torrone con bucce di limone candite, torrone con buccia d'arancia candite, torrone tenero che attivano da ogni parte d'Italia.
Sagra del Torrone,a Faenza Piazza del Popolo, Piazza della Libertà e Corso Garibaldi

Milano 7 Dicembre, Fidelio al Teatro alla Scala

Milano nel bene e nel male è la mia città, una città dove l'arte e la cultura passa sempre in secondo piano, di Milano si conosce di più la Finanza, la Moda, il Design, quando si pensa a Milano in pochi pensano alla musica, eppure a Milano c'è uno dei Teatri più famosi nel mondo, il Teatro alla Scala.
Forse l'arte della musica a Milano è solo più discreta  e passa per più canali ma i concerti di musica sia in Conservatorio che nei Teatri registrano sempre il tutto esaurito.
Il settore della Musica è sempre stato un argomento poco sviluppato dal punto di vista turistico, un vero peccato perché secondo me andare a vedere una rappresentazione della Scala varrebbe da solo un viaggio.
Ci sono città che invece puntano sulla musica e sul calendario dei teatri come attrazione turistica, si pensi a Verona, Palermo, Napoli, l'Italia è la patria del Melodramma.
Quest'anno senza un preciso progetto molti negozi hanno voluto dedicare alla prima del Fidelio le vetrine del negozio, certo il fine è commerciale, però è la prima volta che i milanesi comunicano una sorta di passione per la Musica e per la Scala in modo cosi plateale, è un segnale positivo del dare alla musica un valore?
Non so dare una risposta, magari forse è discutibile, però mi piace.
Cosi le vetrine più note hanno dato un contributo a iniziare dalla Pasticceria Marchesi. Noberasco il leader italiano della frutta secca e della frutta candita, il  famosissimo Peck, che ha dato spazio una relazione con l'azienda Moretti per lo spumante Bellavista Franciacorta Riserva Fidelio e Peck pasticceria ha realizzato per l'occasione un orchestra al Teatro alla Scala di cioccolato.
Starete sicuramente pensando che stasera andrò alla prima di Fidelio, purtroppo no, mi accontenterò di una delle prossime repliche, per chi vuole seguirla in diretta l'opera verrà trasmessa al Teatro dal Verme e allo spazio Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele, per i più pigri invece in diretta in TV alle 18,00 su rai 5, intanto a tutti i milanesi e non buon Sant' Ambrogio.

sabato 6 dicembre 2014

Siena: Viaggio nei territori delle contrade di Siena

Dal 6 Dicembre fino al 25 Gennaio, le contrade di Siena quelle che tutti conoscono per via del Palio, aprono le loro porte ai viaggiatori.
Le contrade erano nel passato i rioni in cui era divisa la città, al quale spettava di diritto la partecipazione al palio, ma le contrade sono qualcosa di più, un sentimento d'appartenenza alla propria città, al proprio territorio alla propria gente.
Si possono scoprire come sono amministrate le contrade che sono delle associazioni senza fini di lucro, ognuna delle quali ha un proprio museo, una propria organizzazione.
Un viaggio nelle contrade di Siena è un viaggio nella storia della città e del suo territorio, si ammireranno scorsi di panorami diversi, oratori diversi che hanno reso originali nel pensiero e nel cuore i senesi.
Una motivazione in più per raggiungere Siena nel periodo del Natale con un ricco calendario d'eventi tra arte, storia e gusto.
Come non ricordare i dolci tradizione del Natale, Panforte, Panpepato, Ricciarelli, Cantucci e Cavallucci, tra gli ingredienti predominano le mandorle, miele, frutta secca e frutta candita d'agrumi come limone, arancio e cedro.
Il calendario ricco d'eventi merita di segnalazione che oggi e domani, 6 e 7 Dicembre si svolgerà i Piazza del campo la sesta edizione del “Mercato nel Campo”. dove sarà rievocato il "mercato grande" medioevale del Trecento che ospiterà una straordinaria selezione di produzioni artigiane ed enogastronomiche senesi.

venerdì 5 dicembre 2014

Milano, fiera dell'Oh bej Oh bej 2014

La classica fiera milanese di Sant'Ambrogio che è stata spostata dalla piazza della Basilica di Sant'Ambrogio al Castello Sforzesco.
Si è perso un po' il significato della vera tradizione della Fiera di Sant'Ambrogio, ma due passi nel centro città sono sempre piacevoli, tra il profumo dello zucchero filato, le caldarroste le castagne arrosto, piccoli artigiani, i dolci della tradizioni dolciarie siciliane e calabresi dai cannoli ai biscotti, il tipico torrone di Cremona e il profumo di frittelle.
Fiera Oh bej oh bej, Milano Foto Bonaparte dal 5 Dicembre all'8 Dicembre 2014, tutto il giorno.