mercoledì 4 marzo 2015

Tipicità a Fermo dal 7 al 9 Marzo

Questo fine settimana a Fermo a pochi km dal mare di Porto San Giorgio, nelle Marche 23° edizione di Tipicità, l'evento che vuole valorizzare la produzione agro alimentare della regione Marche, cosi grandi protagonisti saranno le ghiottonerie marchigiane,  olive ascolane,  i salumi come il ciauscolo, maccheroncini di Campofilone, salame di Fabriano, miele, formaggi pecorini e caprini, vino cotto, marmellate, tartufi, legumi e cereali, olio extravergine d’oliva., il pesce dell’Adriatico.
Protagoniste saranno anche le piccole produzioni di birra agricola, prodotti d'agricoltura biologica, le produzioni di cioccolato d’autore d'abili artigiani locali, le colture delle spezie come lo zafferano, l'anice verde e i frutti tipici del territorio poco noti come la mela rosa dei Sibillini. In rilievo anche la produzione vinicola.
Non mancheranno suddivise per aree tematiche 50 eventi cooking show, convegni e simposi come l'arte dello stoccafisso e tutto quello che questi eventi un po' ripetitivi anche se interessanti organizzano.
Tipicità a Fermo Biglietto d’ingresso: € 8,00.


sabato 28 febbraio 2015

Ortisei sculture del ghiaccio ispirate alla moda

Il centro della località della Val Gardena in questi giorni in centro mostra delle sculture del ghiaccio molto originale, un arte di ghiaccio, ma molto interessante.
Per le vacanze invernali all'insegna dai sport con la neve e dell'arte.



Per raggiungere Ortisei, con la ferrovia fino a Bolzano o Bressanone e poi con la Mobilità Alto Adige, il bus che in 45 minuti vi porta in Piazza San Antonio nel centro del paese.

Gusto in scena a Venezia

Gusto in Scena a Venezia, 1-2 marzo, all’interno della Scuola Grande San Giovanni Evangelista, un complesso architettonico di grande rilievo artistico e storico-culturale.
La VII edizione sviluppa ulteriormente il progetto de “La Cucina del Senza®”,saranno presentate alcune novità interessanti come la pizza senza sale o senza grassi aggiunti
Il tema dell'edizione 2015 sarà "I piatti firma e i piatti della grande tradizione italiana rivisti attraverso La Cucina del Senza®". 
La manifestazione enogastronomica propone dal 2008, a operatori di settore e gourmet, 
“4 eventi in contemporanea”:
Gusto in Scena, il Congresso di Alta Cucina;
I Magnifici Vini, degustazione di duecento e più vini di cantine selezionate secondo criteri qualitativi e storico-culturali;
Seduzioni di Gola, banco d’assaggio di eccellenze gastronomiche della migliore produzione italiana e internazionale;
Fuori di Gusto, l'evento che coinvolge i migliori ristoranti e i grandi alberghi di Venezia.
Per saperne di più: Gusto in scena a Venezia

giovedì 26 febbraio 2015

Carnevale di Nizza fino al 1 Marzo 2015

Questo fine settimana si chiude il Carnevale di Nizza, un carnevale singolare si festeggia dopo le ceneri, questo perchè il carnevale di Nizza si rifà alla tradizione pagana "carrus navalis" dove le barche del dio Dionisio penetrano nelle isole greche promuovendo la primavera il risveglio della natura.
Le prime tracce delle feste di questo carnevale pagano documentate risalgono al 1294 da alcuni scritti del Conte di Provenza, Carlo II d'Angiò , mentre il carnevale come lo conosciamo oggi con la sfilata dei carri risale alla fine dell'800 ispirato dal Carnevale di New Orleans.
La prima battaglia dei fiori risale al 1876, per opera al giornalista Alphone Karr  che responsabile artistico del carnevale decise di unire allo spettacolo la battaglia dei fiori, di cui le colline intorno a Nizza erano coperte (margherite, mimose, gigli), oggi  la battaglia dei fiori è una bella sfilati di carri decorati con i fiori che belle ragazze lanciano al pubblico, sono più di 100.000 i fiori che vengono lanciati.
Il tema di quest'anno è Re delle musica 18 carri animati da mille figuranti che distribuiscono gigli, gerbere e mimose.
A Nizza si arriva in treno da Milano, Genova e Torino info Trenitalia, ricordo il treno Thello che parte da mIilano alle 15 e arriva a Nizza alle 19,55.
Info, foto e video: Carnevale di Nizza




I consigli di Go Slow Green Nice dove alloggiare, mangiare e fare shopping

Il richiamo della foresta, in vacanza come Jack London

20101202_020_DxO

Ci sono tanti modi di passare un weekend in montagna ma questo è decisamente insolito, un weekend perso in mezzo alla natura per vivere un'esperienza come Jack London è quanto propone nella regione francese della Savoia le Alpes du Leman a venti minuti da Annemasse, Ginevra e Thonon-les-Bains. 
Nel primo giorno si procede a piedi nelle montagne di Chablais, con il Monte Bianco sullo sfondo.
Nel primo pomeriggio viene insegnato ad accendere un fuoco e riscaldare il cibo senza fiammiferi. Nel pomeriggio si seleziona una posizione privilegiata per costruire igloo dove trascorrere la notte, cena con fonduta e dormire in sacco a pelo. Il giorno dopo una giornata di escursione con guida alpina vi aiuteranno a completare questa esperienza di sopravvivenza ed d'orientamento sulla neve.
Informazioni: Alpes du Leman

mercoledì 25 febbraio 2015

Genova, Niccolò Paganini in tour a piedi

In occasione del 54° Premio Internazionale Niccolò Paganini, la città di Genova, tramite l'associazione Genova a Piedi, riscopre il celebre musicista Niccolò Paganini che è nato a Genova, ma che la memoria collettiva associa più a Parma dove per qualche anno ha studiato e dove è stato sepolto, che la sua città natale Genova.
Niccolò Paganini è nato a Genova, il 27 ottobre 1782, compositore ed esecutore tra i più famosi violoncellisti dell' 800, diversi sono i luoghi che ce lo ricordano. Abitava con la sua famiglia nel carrugio nella zona a di Via del Colle, in piazza Sarzano all’altezza della Chiesa di San Salvatore una targa ricorda che proprio lì fu battezzato il violinista. A 12 anni, già si faceva ascoltare nelle chiese di Genova, diede un concerto nel 1795 al Teatro di Sant'Agostino oggi Teatro della Tosse, eseguendo delle sue variazioni per chitarra e violino, il Teatro del Falcone in via Balbi, dove Paganini si esibì nel 1827 alla presenza del re Carlo Felice, Palazzo Doria Tursi dove è esposto il famoso violino realizzato da Guarneri del Gesù per il Paganini.
Un interessante contributo alla visita della città di Genova, di quello che viene ritenuto un autentico genio della musica.
Genova è nota anche per la sua gastronomia, le specialità più note sono il pesto e la focaccia ligure, sia nella semplice versione all’olio extra vergine d'oliva ligure, che nelle varianti locali, focaccia alla cipolla, focaccia alle olive taggiasche, focaccia al formaggio, focaccia alla salvia, focaccia al rosmarino.
Meno nota ma di grande valore enogastronomico della tradizione ligure è la pasta ripiena, come i tradizionali ravioli e i tipici pansotti (ripieni di bietole, uova e ricotta); i corzetti della Val Polcevera, corzetti della Val d’Aveto, corzetti della della Val di Vara, eppure la celebre Torta Pasqualina, in più versioni come la torta di carciofi uova e formaggio o torta di bietole, uova e formaggio.
Per saperne di più: Associazione Genova a piedi, Visit Genoa