giovedì 30 luglio 2015

Il Laghetto di Fiè allo Sciliar

Come trovare refrigerio in questi giorni di caldo? Niente di meglio che fare un bagno in un lago alpino, così ho fatto un giro al Laghetto di Fiè, dal centro del paese di Fiè allo Sciliar, un autobus porta a questo piccolo lago alpino situato a 1036 m, siamo a circa 25 km da Bolzano, è definito il lago più bello dell'Alto Adige.
Prima di arrivare c'è un grande parcheggio di può venire anche in auto, per arrivare al lago a piedi dal parcheggio ci vogliono dieci minuti.

Il lago è circondato d'abeti e si trova in pratica ai piedi del massiccio dello Sciliar e della punta Santner. La zona ha una fama di luogo mistico, si pensa che in epoca preistorica si compivano riti propiziatori e sacrifici animali, mentre in tempi più recenti si credeva che qui si riunivano le streghe, su questo aneddoto sono nate così molto leggende, sulle streghe di Fiè.
Non è il solo lago presente, ad una decina di minuti a piedi, si trova un secondo laghetto d'origine artificiale, la cui creazione è dovuta a Leonhard I von Völs, governatore burgravio del Tirolo, che fece costruire Castel Presule, l'antico maniero del 1517. Il lago artificiale invece aveva lo scopo di creare un bacino d'acqua per creare una riserva d'acqua per l'agricoltura e venne utilizzato per l'allevamento di pesci come le trote e le carpe.


Per quanto riguarda il bagno ci si può bagnare senza problemi, tutti i giorni viene misurata la temperatura dell'acqua, oggi per esempio c'erano 24 gradi, il laghetto non è molto fondo al massimo 3,5 m e si può prendere il sole su delle chiatte in legno, ci sono anche delle barche per fare un giro.


Non mancano i ristoranti il più strutturato è Hotel Ristorante Waldsee, con un ristorante che offre dai tipici Knodel Canederli, ravioli, trote, poco più in là il ristorante Laghetto famoso per le frittelle di mele, invece dove c'è il Lido il posto più grande per prendere il sole c'è il bar ristorazione Schwimmhütte Völser Weiher che ha come piatto forte polenta e formaggio e polenta e salsiccia ma anche cose più semplici come pomodoro mozzarella e basilico ed insalata con uovo e tonno.


Move Feel The Dolomites dal 30 Agosto al 1 Agosto, Val Gardena

Un nuovo evento che vuole sottolineare le possibilità delle escursioni estive in Val Gardena, come arrampicata, trail running, mountain bike. Certo non tutti gli ospiti della Val Gardena sono degli appassionati sportivi, è una questione di stile di vita, ma sicuramente molti giovani e non giovani sportivi scelgono le dolomiti per la possibilità di praticare questo tipo d'attività all'aria aperta.
Si sa l’escursionismo è una passione e i panorami mozzafiato delle Dolomiti rendono ogni escursione in montagna ancora più indimenticabile.
Move Feel the Dolomites fa parte di una serie d'eventi che si terranno in Val Gardena dedicati alle attività sportive all'aperto: vuole invitare professionisti e appassionati a trascorrere le vacanze sulle Dolomiti. L'obiettivo è rivolto a tutti gli appassionati della montagna, invogliare i principianti assoluti a essere più sicuri e capaci, alle persone più esperte di migliorare la propria tecnica e livello di resistenza.
La Val Gardena, dunque, vi invita ad intraprendere un viaggio all'insegna dell'arrampicata e del bouldering, grazie al supporto tecnico della Scuola d'alpinismo e guide alpine Catores e dell’ Associazione Guide Alpine Val Gardena.
Il programma prevede: 
Il 30 giovedì , Giornata di ferrata con Guida alpina
Il 31 venerdì, Giornata d'arrampiacata sportiva per le famiglie
alle ore 18,00 gita di 24 ore intorno alla Val Gardena
Il 1, sabato, Gara di Poolder Move
Informazioni: Val Gardena. Move Dolomites



mercoledì 29 luglio 2015

Villa Medicea di Poggio a Caiano: Nelle Antiche Cucine, il cibo nella cultura del Seicento

Si svolge dal 4 Luglio 2015 al 25 Ottobre 2015 nella Villa Medicea di Poggio a Caiano la mostra Nelle antiche cucine, una mostra dedicata ai soggetti artistici e agli oggetti d'uso che abbiano un legame con la cucina e il suo ambiente dal XV° al XVII° secolo.
Una ricerca storica con dipinti che arrivano da tutta Italia, la mostra si focalizza su tre temi principali, l'interno delle cucine, i cuochi e le persone addette e le dispense, con in più le immagini delle grandi tavole imbandite.
In occasione della mostra per la prima volta vengono aperte al pubblico le cucine “segrete” della Villa medicea di Poggio a Caiano, progettate ed erette tra il 1614 e il 1619 durante il regno di Cosimo II dei Medici. Queste cucine, chiamate segrete perché dedicate alla esclusiva preparazione per i cibi destinate al Granduca, e perciò separate dalle cucine comuni dove invece si preparavano i cibi per la corte, le cucine sono visitabili solo su prenotazione.
L'occasione della mostra per vedere una delle più belle ville medicee, costruite per volere di Lorenzo il Magnifico, dall'architetto Giuliano da Sangallo, la villa venne rimaneggiate più volte e diversi membri della famiglia vi soggiornarono tra cui Margherita Luisa d'Orleans, cugina del Re Luigi XIV° e moglie di Cosimo III de medici, il principe Ferdinando dei Medici che trasformo la villa in un centro culturale, si narra che aveva creato una pinacoteca con 174 quadri d'autore da Leonardo da Vinci a Raffaello e Rubens.
Per saperne di più: Villa Medicea di Poggio a Caiano
Piazza dei Medici 14, Poggio a Caiano,(fuori Firenze tra Lastra Signa e Prato).

Ortisei : Idea Unika Art in the center 2015

Sono molte le località che hanno l'intenzione di offrire non solo momenti di svago e divertimento per una vacanza, ma anche momenti creativi e di riflessione utilizzando diverse espressioni del mondo dell'arte.
La Val Gardena ha una ricca tradizione legata alla lavorazione del legno, non solo abili artigiani ma veri e propri artisti che sanno trasformare il legno e comunicare emozioni.
Quest'anno rispetto allo scorso anno con la Biennale Gardena, si sono affrontati dei temi molto attuali e importanti, da sottolineare alto valore culturale e artistico delle proposte.
Se siete in zona venite a visitare questa mostra a cielo aperto e totalmente gratuita, di seguito alcune delle opere esposte che più mi hanno colpito.
1) Il pericolo della ricchezza
Chiaramente ispirato al Vangelo e alle parole di Gesù "é più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri in paradiso"
2) Migrazione 
Un tema attualissimo con dei risvolti sociali che ancora non riusciamo a vedere, l'opera vuole mettere in risalto i pregiudizi e i luoghi comuni del popolo d'avventurieri senza pietra, ma anche alle nuove migrazioni dei giovani che dall'Italia vanno in cerca di lavoro all'estero.

3) Tori
Il toro come simbolo di ricchezza e di potenza, è probabilmente la più bella realizzazione di stile di questa mostra per le forme molto reali che sono riusciti a dare ai due tori.
4) Cambiamento climatico
Quest'opera mette in rilievo il rapporto tra l'economia e impatto ambientale in montagna, oggi non c'è destinazione turistica che non abbia impianti d'innevamento artificiale, Si coglie nell'opera il paradosso dei cannoni che sparano banane, si proprio le banane frutto esotico per eccellenza, che rappresenta i climi caldi e non neve come ci si aspetta.

Per maggiori informazioni : Val Gardena, Unika



martedì 28 luglio 2015

Itinerari letterari a Vicenza

Una delle iniziative più interessanti sul turismo a Vicenza, sono gli itinerari letterari che porta i visitatori nei luoghi del centro storico vissuti e raccontati dagli autori vicentini, attraverso i le letture dal vivo eseguite da professionisti del teatro.
Un modo nuovo di fare conoscere la città di Vicenza, la citta di Palladio, per questa estate 2015 sono protagonisti “San Rocco Noir”, attraverso il quartiere San Rocco raccontato da scrittori come Meneghello, e  “Il colle dei 7 venti”: itinerario a Monte Berico attraverso i racconti di Goffredo Parise.
Sono previste date in agosto e settembre.
Per maggiori informazioni : Itinerari letterari



domenica 26 luglio 2015

Selva di Val Gardena: Artis mercato dell'artigianato artistico dal 25 luglio al 29 agosto

Questa vola andiamo a Selva di Val Gardena, località nota per gli sport invernali e da qualche anno anche per le attività estive tra soste golose con specialità tipiche e escursioni, con grandi camminate, percorsi in bicicletta, percorsi di trekking e per i più esperti arrampicate e ferrate sulle Dolomiti.
A partire dal 25 Luglio Selva ha voluto dare spazio a un nuovo evento, più legato alla creatività e all'arte del sapere fare organizzando questa mostra dedicata ai piccoli artigiani, un momento d'intrattenimento per gli ospiti ma anche di cultura e di sapere fare, dove esperti e volenterosi artigiani creano prodotti originali mai uguali e diversi
Per saperne di più: Val Gardena.
Artis mercato, dal 25 Luglio al 29 Agosto 2015 in Piazza Nives a Selva di Val Gardena