venerdì 23 ottobre 2009

Tempo d'autunno, tempo di Barolo e tartufo, tempo d'Alba, 79° Fiera del Tartufo


Anche tu sei collina / e sentieri di sassi / e gioco nei canneti / e conosci la vigna / che di notte tace …sei un chiuso silenzio / che non cede / sei labbra / e occhi bui. Sei vigna."[Cesare Pavese]

È tempo d'autunno e nelle Langhe inizia un andirivieni di viaggiatori affascinati dal paesaggio di colline alternate con vigneti , qui e là punteggiate dai castelli, ville, borghi. L'autunno nelle Langhe è il momento più entusiasmante dell'anno perché ci offre uno spettacolo di colori che vanno dal giallo ocra al rosso ruggine, dal verde al bruno. I percorsi tra i colli e i castelli, invitano il viaggiatore ad una dolce malinconia mista a momenti di contemplazione e di riflessione superba sui luoghi, sulla storia e sulla propria vita.

"Fa un sole su da questi bricchi, un riverbero di grillaia e di tufi che mi ero dimenticato: qui il caldo più che scendere dal cielo esce da sotto terra, dal fondo tra le viti che sembra si sia mangiato ogni verde per andare tutto in tralcio. È un caldo che mi piace, sa un odore: ci sono dentro anch'io, a quest'odore, ci sono dentro tante vendemmie e fienagoni e sfogliature, tanto sapori e tante veglie che non sapevo più di avere addosso" scriveva Cesare Pavese in "La luna e i falò"

Alba, centro delle Langhe, raccoglie un centro storico di struttura medievale, conserva torri, chiese e case dove permane una atmosfera di tempi passati. Alba esprime l'anima e l'orgoglio dei suoi abitanti, " il piacere di vivere nella propria città", trasformando giorno dopo giorno, secondo la propria volontà e il proprio senso della vita, la città con i suoi palazzi e case. Alba è una delle città italiane più importanti sotto il profilo gastronomico. Città del vino e del tartufo. L'arte culinaria è della tradizione piemontese con due piatti, che la differenziano e la rendono ancora più ghiotta: i tajerin all'uovo, tirati a mano, unico esempio di pasta asciutta piemontese, tagliatelle sottilissime di pasta all'uovo che si servono con sugo d'arrosto e durante il periodo autunnale si presentano con burro, parmigiano e lamelle di tartufo bianco. Poi, la carne all'albese servita con olio e limone oppure arricchita con parmigiano e tartufo bianco tagliato a lamelle.

L'appuntamento più atteso dai gourmet di tutto il mondo è il mercato autunnale del tartufo, autentico paradiso dal profumo inconfondibile . Il tartufo d'Alba acquista sempre di più il valore di un ingrediente circondato da un alone di mistero e di leggenda. L'appuntamento ogni sabato mattina e ogni domenica dal Ottobre fino a 8 Novembre nel Mercato del Cortile della Maddalena, sul corso Vittorio Emanuele, per vedere, annusare e sentire le trattative fra il trifolao (cercatore di tartufi), i commercianti e i consumatori, o nel sentire raccontare aneddoti, sulle avventurose ricerche notturne dei trifolai, che di notte percorrono insieme con i loro cani i sentieri segreti tra le valli nei boschi.

Alba non è Alba senza il vino: Barolo e Barbaresco sono conosciuti, apprezzati e ricercati in tutto il mondo, ma anche Moscato D'Asti, Dolcetto d'Alba, Nebbiolo d'Alba, Barbera, Verduno Pelaverga.

Tutto sul tartufo: Tuber
Cicloturismo in Langa

9 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Fiera Nazionale del tartufo Bianco
    25-31 ottobre 1.7.8 novembre 2009
    ACQUALAGNA (PU)
    scusa mi ero dimenticata di dirti che è un posto bellino, piacevole e la vita è veramente calma...

    RispondiElimina
  3. sempre più belli i tuoi post !un saluto

    RispondiElimina
  4. che bel blog fantastico, complimenti

    RispondiElimina
  5. Al di là del tartufo e dei suoi pregiati vini, Alba è una cittadina bellissima che vale da sola una gita, distensiva e corroborante...

    RispondiElimina
  6. vino, tartufi e cesare pavese... come sempre, quando passo di qui, mi viene una gran voglia di partire verso le mete che consigli. peccato non poterlo fare praticamente mai, però che bello sognare di essere da qualche altra parte anche per pochi momenti. Grazie, Carmine!

    RispondiElimina
  7. Le Langhe sono uno dei posti più belli ed interessanti d'Italia, densi di storia, cibo, vino, letteratura.
    E in autunno la loro bellezza, con i suoi odori di mosto, le nebbie, la vendemmia, raggiungono l'apice.
    Giovanna

    RispondiElimina
  8. proprio oggi scrivevo ad un'amica che un vero e buon tartufo non me lo sono mai concessa! buona serata!

    RispondiElimina
  9. beh neanche io mi sono permesso un tartufo una grattatina tutt'al più ma andrei ad alba per tutto il resto

    RispondiElimina