lunedì 6 giugno 2011

In Belgio il primo treno a energia solare



Per la prima volta che un treno è stato alimentato attraverso l'energia prodotta dai pannelli solari installati su una galleria ferroviaria nei pressi di Anversa.
Questo lunedì mattina, un treno percorreva con una velocità oltre i  25 km il Belgio alimentato a energia solare. Questa innovazione è stata possibile grazie alla installazione di pannelli fotovoltaici su una galleria ferroviaria nei pressi di Anversa.
Il progetto condotto dalla  Società Nazionale delle Ferrovie Belghe (SNCB)  che ha installato  più di 16.000 pannelli solari sul tetto di 3,4 km del tunnel, che prende la linea ad alta velocità tra Parigi e Amsterdam. Questo tunnel è stato costruito lungo una foresta protetta . L'energia raccolta dai pannelli permette l'indipendenza energetica della stazione di Anversa e al circolazione dei treni Thalys sulla linea ferroviaria. I 50.000 mq di pannelli in grado di produrre 3,5 megawatt di energia all'anno. Energia prodotta è in grado di fare circolare per 500 ore un TGV a 300 km / h e risparmiare oltre 2000 tonnellate di emissioni di CO2 all'anno.
Per i trasporti ferroviari i pannelli solari sono un ottimo modo per minimizzare il loro impatto ambientale, una volta completata l'istallazione dei pannelli solari dovrebbero evitare il rilascio di 47.300.000 di CO2 in atmosfera per un periodo di 20 anni,. Lo scorso anno un altra esperienza invece delle ferrovie francesi su un treno espresso regionale era stato dotato di pannelli solari sulla linea Poitou-Charentes, ma l'energia raccolta è stata utilizzata per alimentare l'illuminazione treni e aria condizionata, non per fare andare il treno.
Questa esperienza devo dire che mi piace molto vorrei che anche in Italia fosse resa possibile, viaggiare senza preoccuparci delle emissioni di Co2, turismo lento è anche questo.

9 commenti:

  1. Una splendida notizia!!! Grazie dell'interessantissimo post, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Saranno anche in crisi politico-istituzionale in Belgio, ma qualche passo in avanti verso un futuro sostenibile lo stanno pur facendo!

    RispondiElimina
  3. Da loro dovremmo prendere esempio in Italia, invece di essere sempre gli ultimi!

    RispondiElimina
  4. Gianna Aliverti7 giugno 2011 09:34

    iniziativa che mi piace molto, meno male che in Belgio un governo non ce l'hanno, noi lo abbiamo ma delle idee cosi mica vengono

    RispondiElimina
  5. Questo è il futuro;tecnologie che rispettano l'ambiente.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  6. Speriamo che siano i primi di una lunga serie di innovazioni.

    RispondiElimina
  7. wow però, non ne avevo sentito parlare!!! Ottima notizia!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina