domenica 26 ottobre 2008

Paris Greeter: parigini per un giorno, parigini per sempre

Il turismo lento è un turismo per viaggiatori curiosi e amanti dei dettagli, ho aperto una rubrica proprio sui quartieri perchè c'è la grande volontà d' esperienze di viaggio e di "vissuto", non si vuole e non si sente turisti, ma si vuole vivere anche solo per un giorno come un qualsiasi abitante di quella città, di quel paese, di quel borgo, nel nostro caso vivere Parigi come dei Parigini. Questo è una degli aspetti che io intendo per Turismo Lento.
Questa tendenza è stata ben compresa dal Comitato regionale del Turismo (CRT), Ile-de-France. Una destinazione, che vuole ringiovanire la sua immagine, intende fare affidamento sulle "aspettative dei visitatori, di scoprire le mostre, ma anche per incontrare persone e vivere come la Parigi dei parigini ". In attesa del lancio, in Inverno con un nuovo sito, la capitale francese vuole così promuovere il turismo locale attraverso la "Paris greeter", che è un asociaizone di volontari che vi faranno scoprire una parigi diversa . E' interamente dedicato a coloro che vogliono scoprire una città o meglio un quartiere "come un amico": vedere quale è il giardino più gradevole, dove bere il migliore bicchiere di vino, il miglior mercato, i migliori prodotti da forno, il migliore pasticcere, come trovare il miglior pesce o patatine fritte, i negozi più trend. Si possono fare della autentiche passeggiate su prenotazione. Al motto "parigini per un giorno, parigini per sempre". Info Paris Greeter. Il quartiere che mi piae di più: Marais.
Vi ricordo che è ancora in corso la promozione fino al 2 Novembre Promo Paris Fun a 45 euro per i treni Artesia Platino e Artesia Stendhal , Promo carta vantaggio e prezzi smart (25 -50 euro) fino alla fine dell'anno.

21 commenti:

  1. magari parigina per sempre, dove devo firmare!

    RispondiElimina
  2. Gianna Aliverti27 ottobre 2008 08:43

    Parigi è sempre stata un mio sogno, prima o poi ci andrò, grazie delle indicazioni

    Gianna A.

    RispondiElimina
  3. Sarebbe da fare. Sono stato a Parigi più di una volta e mi piacerebbe provare anche questa esperienza.

    Ciao!
    Daniele

    RispondiElimina
  4. liudvik@alice.it27 ottobre 2008 10:31

    Un giorno io ci starei per sempre Ludovica

    RispondiElimina
  5. parigi secondo me è una delle città pù belle. ricca di storia

    RispondiElimina
  6. Ti ho trovato da sirio. Stupendo il tuo blog. Lo linko subito. Grazie!

    RispondiElimina
  7. non c'è migliorare città che camminare nei quartieri di a Parigi io consiglio a tutti il marais

    RispondiElimina
  8. ricambio con vero piacere la visita ;)

    RispondiElimina
  9. questa è senza dubbio una bella iniziativa per dare il giusto valore alla vita in un dato posto. e credo che in ogni caso ,una volta vista Parigi resti nel cuore .Certo i miei sono ricordi da gita scolastica , ma tanta pioggia , incredibili foglie autunnali che il vento spargeva ovunque , e il poster del Sacro Cuore perchè l'ho appeso ed ogni volta che lo guardo penso con nostalgia alla pace provata in quell'attimo. ma prima o poi ci torno e con tutte le tue preziose indicazioni !scusa le chiacchere .buona giornata.

    RispondiElimina
  10. Mi piacerebbe essere parigina un giorno, ma non per sempre.
    Grande Carmine!!
    ciao

    RispondiElimina
  11. Prima o poi riuscirò a vedere Parigi?
    Lo spero proprio...la tua presentazione invoglia,alla grande!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  12. ciao
    ho aggiunto il link dei tuoi blog da me...
    passa a trovarmi quando vuoi...
    io farò altrettanto.
    ciao e buon martedì

    RispondiElimina
  13. complimenti per il blog, parigi ci vivrei se potessi

    RispondiElimina
  14. siamo tornati meno due settimane fa dal nostro viaggio di nozze a parigi... a parte il romanticismo, ancora fortissimo, di questa meravigliosa città, questa sarebbe davvero un'altra buonissima ragione per tornarci di nuovo... magari per il nostro anniversario! ;-)

    RispondiElimina
  15. Bella questa idea di vivere un viaggio non come turisti ma come abitanti del posto. Io sono contrario al turismo "impacchettato" sono per il turismo vissuto. E non importa se poi mi perdo nelle sciocchezze e tralascio qualcosa di importante, l'importante è soffermarci su ciò che ci piace.

    Un saluto, Virgilio

    RispondiElimina
  16. robertamangano29 ottobre 2008 10:21

    è molto bella questa idea del turismo "vissuto", per esempio in un weekend non si può vedere tutto, meglio dedicarsi a solo un quartiere

    RispondiElimina
  17. è vero meglio un solo quartiere ma bene! complimenti

    RispondiElimina
  18. Una cosa che mi e' sempre piaciuta fare: il turismo lento. Alcune volte non puoi, altre ti godi la quotidianita' come se fossi a casa tua..

    RispondiElimina
  19. Ciao a tutti,
    i Greeters esistono anche in altre città francesi, come nella bellissima Nantes e in altri Paesi (http://www.globalgreeternetwork.info/).
    Non perdetevi una visita di questo tipo!
    by Enrica
    una Greeter italo-nantese
    http://www.greeters-nantes.com/index-1.htm

    RispondiElimina
  20. Partirò per Parigi martedì che emozione!!

    RispondiElimina
  21. Proprio vero, Parigini per un giorno Parigini per sempre!

    RispondiElimina