venerdì 29 giugno 2012

Morcote, il lago di Lugano, mangiare con i piedi nell'acqua in un oasi di relax, silenzio e benessere

La mia ricerca di mete tranquille e rilassanti ma sopratutto fresche mi ha condotto sulle rive dolci del lago di Lugano, quell'estero a noi molto vicino e familiare  e precisamente nella località di Morcote considerata da tutti la perla del Lago di Lugano.
È famosa per gli edifici con porticato sulla riva del lago, risalenti in parte al tardo Medioevo del centro storico arricchito da dimore nobili che vanno dal XVI° al XVIII° secolo, dalla chiesa di Santa Maria del Sasso del XIII° secolo e dal Parco Scherrer, un parco botanico dove vi crescono palme, camelie, glicini, oleandri, cedri, cipressi, alberi della canfora, eucalipti con opere d'arte provenienti da tutto il mondo.


Ad attirate i turisti in primo luogo è che questo paese è un oasi di pace e di silenzio, si possono passare diverse ore in quiete, magari mangiando direttamente sul lago per godersi il dolce paesaggio del lago.
Morcote è una dei punti di arrivo delle gite di trekking dei Luganesi, San Salvatore alta via per Morcote, che da Lugano accedono alla Funivia Paradiso San Salvatore e in 3,30h percorrendo alta montagna arrivano a Morcote dopo una discesa di più di mille scalini e tornando indietro con il battello della Navigazione del Lago di Lugano.



Cè anche un classico percorso per bicicletta e Mountan Bike che da sopra Lugano esattamente da Pazzallo, Carona, Morcote e viceversa molto frequentato, il paese è biker wellcome con servizi dedicati ai ciclisti e alla loro sicurezza lungo tutto il percorso.
Pedalare pedalare viene anche fame allora nulla di meglio che fermarsi in uno dei ristoranti direttamente nel lago con molte specilità della cucina italiana e della cucina ticinese,



Osteria Lugano (nella 1a foto)
Ristorante al Porto
Grotto del parco, non sul lago ma una terrazza sul lago nel Parco Scherr
Arrivare a Morcote da Lugano c'è il Postale un autobus, oppure con il battello della navigazione del lago, si può arrivare anche un auto, dalla Chiasso- Lugano uscite presso Melide  e proseguire seguendo la direzione Morcote, ci sono dei parcheggi lungo la strada dove lasciare l'automobile e proseguire a piedi appena dopo la Casa di Riposo


Visualizza Morcote in una mappa di dimensioni maggiori

22 commenti:

  1. Bella località, conto di andarci.

    RispondiElimina
  2. Come sempre un post meraviglioso ...
    Ci piace viaggiare con te :))
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. Un luogo incantevole e rilassante!!! Grazie per l'interessantissimo reportage!!! Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia, sono posti incantevoli, grazie per farceli conoscere

    RispondiElimina
  5. Adoro tutti i laghi e questo sembra davvero un'oasi di pace.

    RispondiElimina
  6. Posto incantevole, grazie per la segnalazione!Ciao

    RispondiElimina
  7. Conosco la località !! E' molto carino il posto !!!

    RispondiElimina
  8. Hai descritto benissimo Morcote e hai ragione: è molto tranquilla!
    Nel mio giretto in bicicletta, che ho fatto parecchie volte, arrivare li (partivo da Taverne) era la pausa ambita :-)

    RispondiElimina
  9. Davvero belli ed invitanti questi ristorantini affacciati sul lago. :)

    RispondiElimina
  10. Che bello, ci vuole.. un paesaggio così, con questo caldo.
    Buon fine settimana e grazie di essere passato sul mio blog.
    Inco

    RispondiElimina
  11. che post sempre incantevoli beata tu buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. Un posto incantevole, i tuoi post Carmine sono meravigliosi ........
    A presto

    RispondiElimina
  13. Devo avere solo intravisto Morcote, ma di sicuro serbo bei ricordi di Lugano e del suo lago!

    RispondiElimina
  14. Ciao Carmine,
    questo itinerario me lo devo assolutamente segnare,
    a settembre dev'essere il periodo migliore, che ne dici? Meno caldo, meno gente?
    Il tuo blog è sempre fonte di ispirazione.
    Buon week end
    Angela

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia, Carmine! Impeccabile come sempre la tua presentazione di questa oasi di quiete, tra il verdeggiar dell'acque elvetiche.

    RispondiElimina
  16. Ecco un altro lago bello da vedere! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  17. Non sono mai stata a Morcote anche se ci sono passata vicino più di una volta. Dal tuo post sembra proprio valga la pena di andarci. Magari ci passo un lungo weekend in luglio. Ci posso andare in auto e lasciarla dove suggerisci tu.

    RispondiElimina
  18. Posti da vedere assolutamente.
    Post molto dettagliato. Bravissimo.
    Grazie del commento che hai lasciato al mio blog.
    Il tuo cognome è molto diffuso dalle mie parti.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  19. Ciao Carmine! Grazie di essere passato dal mio blog e complimenti per il tuo!!!! Conosco benissimo Morcote...è proprio una bellissima località!!!!

    RispondiElimina
  20. Grazie Carmine, i tuoi post sono sempre belli, viaggiare è bellissimo. Riesci sempre a trovare luoghi stupendi.
    A presto.

    RispondiElimina
  21. Ciao, sono passata ad invitarti ad un post di massa; se passi da me e leggi questo articolo capirai il perché

    http://iltemporitrovatodiantonella.blogspot.it/2012/07/timbuctu.html?
    > utm_source=BP_recent


    stanno distruggendo qualche cosa che appartiene al patrimonio dell’umanità, ma nessuno ne parla, se vuoi aiutaci a spargere la voce e a sollevare un “polverone”.
    Oggi leggi l’articolo sul mio blog poi, se ti va invita quante più persone puoi a leggerlo inviando loro questo commento, poi, sempre se ti va, martedì 10/07 passa da me, copia il post che pubblicherò e mettilo sul tuo blog,se lo facciamo tutti insieme e ci aiutate a spargere la voce aumentiamo la portata e possiamo far sapere a tutti quello che sta succedendo , perciò , se potete fate girare questo commento. L’intento è quello di creare un fenomeno di massa che permetta di far trapelare la notizia il più possibile, nel nostro piccolo vogliamo dare un contributo, se ti va aiutaci anche tu. Collabora con me in questa opera di sensibilizzazione Audrey autrice del blog Borderline.
    Antonella

    RispondiElimina