martedì 23 giugno 2015

Isole della lentezza: Hydra, Grecia

Originale la storia di quest'isola greca, per molti anni è stata disabitata a causa della mancanza d'acqua e di terreni fertili, la prima comunità che è venuta ad abitare l'isola è stato un gruppo d'albanesi ortodossi provenienti dal Peloponneso.
La fortuna dei suoi abitanti a Hydra arriva dal mare, diventano abili  navigatori e marinai, una scuola di marina nota e famosa ancora oggi, forse è per questo che nell'isola non circolano veicoli a motore, per spostarsi solo muli, un aspetto che la rende molto go slow green.
Il periodo d'oro dell'isola è stato l'800 talmente potente la flotta di Hydra che rifornisce di grano ucraino la Francia durante il blocco inglese contro Napoleone.
La storia dell'isola ruota intorno alla figura di Lazaros Kountouriotis, armatore greco che finanzierà l'indipendenza della Grecia.
La casa oggi visitabile la sua dimora che rende l'idea del potere acquisito da Hydra, il pavimento a scacchiera, soffitti in legno intagliati, mobili antichi e la sua collezione di dipinti, riflettono il livello di ricchezza che c'era a Hydra in quel periodo storico.

Hydra Island, Greece

L'isola è un paradiso per escursionisti e naturalisti, si va solo a piedi, il suo clima mite e l'ottima segnaletica dei sentieri, intorno una grande ricchezza di fiori fiori selvatici come ciclamini e papaveri.
Non meno interessanti la presenza di pernici, quaglie, tortore e tante specie d'uccelli, che in primavera è in autunno si fermano sulle rotte delle migrazioni.
Quello che a Hydra incanta al suo arrivo è la sua luce e i colori che negli anni ha catturato l'attenzione di numerosi artisti come  Chagall, Khatzikyriakos-Ghikas, Panayotis Tetsis.
A Hydra i mezzi di trasporto sono gli asini e oppure la barca, cosi si scoprono le acque cristalline delle spiaggia dove nuotare, le spiagge più famose sono Spilla, Hydronetta, Vlychos, San Giorgio, San Nicola e Mandraki, non ci sono spiagge di sabbia fine.

Video Hydra sul you tube courtesy by © Like2 TravelbyCar

Arrivare a Hydra: da Atene l'isola è collegata tramite il porto del Pireo con traghetti che in circa 1,30 h di viaggio vi portano a Hydra, ci sono 8 corse al giorno, informazioni Hellenic Seaways, ideale soggiorno per chi vuole vedere Atene e fermarsi in un isola per qualche giorno.
Alloggiare a Hydra: per chi ama gli alberghi di un certo livello può recarsi all'Hotel Bratsera, che ha delle bellissime suite ed il miglior ristorante dell'isola. Proposte più economiche è molto valide anche sul fronte degli appartamenti e della pensioni come Guest House Nereinds, con 50/60 euro al giorno.
Mangiare a Hydra: ci sono diverse taverne in tutta l'isola in prossimità delle spiagge come a Vlychos il ristorante Enalion, o Taverma Marina con specialità di pesce (gamberi, polpi e patate, alici gratinate orate), e specialità greche con verdura come melanzane al forno, peperoni con riso, fagiolini con pomodoro.
A Hydra invece va per la maggiore il ristorante italiano Il Casta, Zefiros, la Veranda,  i migliori gelati invece da The Cool Mule .

La mappa Go Slow Green Hydra con i luoghi, alberghi e ristoranti.



14 commenti:

  1. che bei posti, bravo come sempre!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Questi posti sono bellissimi, beato chi è stato lì !

    RispondiElimina
  3. ad oggi della Grecia ho avuto modo di visitare Mykonos e Naxos,la prima un'isola frequentata da molti giovani e piuttosto caotica,la seconda più tranquilla e meno commerciale.Sicuramente Hydra è una meta che non mi dispiacerebbe affatto specie se è rimasta così incontaminata senza mezzi di trasporto se non a piedi:Fantastico!!!!

    RispondiElimina
  4. Bellissima,chissà un giorno!!!
    Grazie delle spiegazioni!

    RispondiElimina
  5. Mi ci vorrebbe proprio una vacanza qui! Grazie per tutte le informazioni, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. questa isola fa per me, fa proprio per me caro Carmine! bellissima

    RispondiElimina
  7. non conosco Hydra ma ne ho sentito parlare molto bene, deve essere veramente splendida !

    RispondiElimina
  8. Fa per me, così lenta.

    Baci

    RispondiElimina
  9. Caro Carmine, grazie a te giro pure io un po!
    luoghi sempre nuovi!!!

    RispondiElimina
  10. Me la segno assolutamente come una tappa da sogno! grazie Carmine! :-)

    RispondiElimina
  11. Ecco un altro bel giretto! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  12. un posto dove il sogno diventa realta'!!bellissima!!
    ciaooo

    RispondiElimina
  13. Questa me l'appunto per la prossima vacanza marittima. Mi sono persa un bel po' dei tuoi viaggi in questo periodo... mi rifarò!

    RispondiElimina