martedì 16 novembre 2010

Gent / Gand, la città gourmand, che coniuga l'attenzione all'ambiente e il piacere del gusto

Gand au fil de l'eau from Ulysse, la culture du voyage on Vimeo.



La magnifica cittadina di Gand in fiammingo Gent, ha un patrimonio storico e architettonico che la pone come una delle destinazioni turistiche belghe più interessanti, girare tra i canali, i parchi, i giardini per respirare l'antica aria medioevale di quando Gent era considerata la città dei mercati, dei tessitori e delle spezie, una ricchezza che ha lasciato un patrimonio storico di indubbio valore che va dalla Cattedrale di San Govone, Abbazia di san Pietro, Castello dei Conti una matrice culturale che si proietta oggi nei Musei d'arte d'arte contemporanea e del design.

Quello che rende oggi Gent una delle mete più interessanti e un esempio per molti è il suo rapporto con l'ambiente ma sopratutto con l'aspetto particolare dei suoi abitanti molto goderecci, la citta di sera si anima più che di giorno ed è la citta che ha il più alto numero di ristoranti di qualità in rapporto ai suoi abitanti. Questa particolarità ha esaltato la città di Gent, quando ha istituito la giornata vegetariana della settimana. Ogni giovedi non si mangia carne. Dalle mense ai bar ai ristoranti. Un giorno alla settimana senza carne equivale alle emissione nell'atmosfera di 18.000 automobili di CO2.

Una decisione coraggiosa da parte del Comune proposta da Tobias Leenaert , presidente dell’Organizzazione vegetariana belga EVA, nonostante non vi sia un obbligo ma solo un offerta il 90% degli abitanti di Gand il giovedi ha aderito all'iniziativa, il 50% dei ristoranti propongono piatti vegetariani. L'idea è stata un forte stimolo per i chef dei ristoranti che hanno con la loro creatività inventato nuovi piatti e nuovi abbinamenti, tanto che i piatti del giovedi oramai vengono presentati anche durante la settimana.

Dimenticatevi i piatti noiosi di verdura, qualche esempio formaggio di capra in fogli di brick con pomodori confit e pesto di menta, tarte tatin d'invidia cipolle rosse con pasta sfoglia all'olio di oliva. Gli abitanti di Gand non hanno cambiato l'aspetto del loro carattere, come non sono divenuti vegetariani, ma il giovedi rinunciano in nome dell'ambiente a mangiare carne, questo ed altre decisioni in campo ambientale dallo smaltimento dei rifiuto alla viabilità hanno posto la città come uno degli esempi delle città con una maggiore attenzione all'ambiente.

Qualche indirizzo Gourmet utile per Gand:

Avalon, Geldmunt 32 tel. +32 9 224 37 24, è il ristorante vegetariano più famoso del Belgio è aperto solo per pranzo mentre la sera organizza serate speciali a invito.

Korenhuis, Korenlei 10 tel. +32 9 269 77 44, un ristorante noto per la varietà dei suoi risotti.

Brasserie Pakhuis, Schuurkenstraat 4 tel. +32 9 223 55 55, uno dei locali più trendy di Gant, prodotti stagionali, freschi e biologici, si va dal menu lunch a 13 euro con pesce al menu marchè a 42 euro con ostriche.

Brooderie Jan Breydelstraat 8 , ristorante con annesso panetterie e pasticceria sono famose le loro torte di verdyra, le lasagne al salmone e spinaci e i dolci di panpepato, dispongono anche di tre 3 camere per il pernottamento in Bad and Breakfast.

Himschoot Bed & Bread, Groentenmarkt 1 tel. +32 475 52 37 19, Una delle più vecchie panetterie del Belgio del XVI secolo 60 tipi di pane diversi di ricette antiche, si affaccia sul mercato di frutta e verdura (Groentenmarkt) .La panetteria affitta 3 romantiche camere

Vve Tierenteyn-Verlent, Groentenmarkt 3 tel. +32 9 225 83 36, gand era famosa per le stoffe e le spezie tra cui la senape, questa è il negozio della vecchia fabbrica della Senape.

Natale a Gand/ Gent : Mercatini di Natale dal 10 al 30 dicembre 2010 in Sint-Baafsplein, da lunedì a venerdì 13.00-21.00; Mercatini dei giocattoli: Vrijdagmarkt, dal 12 al 19 dicembre 2010.

Intanto fate il giro in battello con il filmato ma dal vero è ancora più affascianante che rende Gand una destinazione da turismo lento.

Info: Turismo Fiandre, Visit Gent ,Associazione Bed and Breakfast Gent,

21 commenti:

  1. Incredibile che ci sia un intero paese così attento in termini di ecologia. Mangiare carne sta diventando un vero danno per il pianeta, certo che è difficile rinuncirci, una volta la settimana mi sembra un giusto compromesso. A presto ciao.

    RispondiElimina
  2. finalmente un nuovo post, sai sempre sorprenderci per originalità, io che gant facevano la giornata vegetariana non lo sapevo è una bella idea

    RispondiElimina
  3. Gent/Gant visitata durante un lungo viaggio itinerante lungo il Belgio e l'Olanda, paesaggi veramente particolari.
    A prossimo post. Simonetta

    RispondiElimina
  4. Iniziativa interessante soprattutto per il risulatato di partecipazione raggiunto. Non si tratta di qualcosa di rivoluzionario ma di un segnale importante tanto per i visitatori che per la comunità locale. E il bello è proprio questo.

    RispondiElimina
  5. ecco un'altra regione che mi piacerebbe visitare ; l'iniziativa è senz'altro u buon modo di educare le persone ad iniziare a pensare anche all'ambiente

    RispondiElimina
  6. Che spettacolo! L'uomo è riuscito a distruggere tante cose a volte irreparabilmente, ma anche a costruire delle case, dei monumenti, intere città che sono uno splendore, tanto da darti delle emozioni indescrivibili come questa bellissima Gand che ho visto tanti anni fa e che non ricordavo più.
    Un popolo civile se ha introdotto e riesce a rispettare il "divieto" della carne. Ricorda il venerdìa dei cristiani di cui però nessuno ha più memoria.

    RispondiElimina
  7. anch'io ho parlato di questa città nel mio blog...ci sono stata lo scorso anno e ne sono rimasta affasciata...è bellissima! consiglio a tutti di visitarla!

    RispondiElimina
  8. Già! La storia, l'arte! Mi vien un fremito!

    RispondiElimina
  9. Un luogo davvero fantastico, tutto da scoprire!!! Grazie per questo stupendo post!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Molto bella questa cittadina.Saluti a presto

    RispondiElimina
  11. mi fai sognare Carmine!!!!
    non sono vegetariana ma son certa che ne varrebbe la pena di provare un'esperienza così!
    Sei bravissimo a trovare queste "chicche" così invitanti.
    un bacio
    Ale

    RispondiElimina
  12. un aspetto di Gand che nessuno ha notato sei sempre in gamba

    RispondiElimina
  13. ..di Gent mi aveva parlato un'amica....ma ora è davvero più interessante....non posso che essere d'accordo con questa iniziativa coraggiosa,ma non solo perchè sono vegetariana...ma soprattutto perchè scegliere anche solo per un giorno alla settimana un'alimentazione vegetariana o meglio vegana....aiuta la terra...e far bene a Gaia è oramai un dovere di ciascuno...sono contenta di scoprire che questo sindaco con la sua scelta l'ha fatto diventare un fatto civile...
    grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
  14. Buongiorno Carmine, trovo Gand deliziosa, ma non capisco a pieno l'istituzione di una giornata vegetariana (sicuramente sarà un mio limite), in Italia i nutrizionisti sono anni e anni che ci tartassano, spiegandoci che la carne va mangiata una, massimo due volte a settimana(non a caso la dieta mediterranea è entrata a far parte del patrimonio immateriale dell'unesco), ho la sensazione che l'istituzione di un singolo giorno per mangiare verdura autorizzi chi aderisce all'iniziativa, acquietando la loro coscienza, a mangiare carne. Spero di sbagliarmi

    RispondiElimina
  15. non sono mai stato a Gand, ma questo fatto della giornata senza carne non mi dispiace anzi non è un idea malvagia non toglie niente a nessuno ma aiuta anche l'ambiente

    RispondiElimina
  16. Abbiamo tanto sentito parlare di Gent come di una località magnifica e anche tu con il tuo post avvalori questo! Lo sai che l'abbiamo messa in lista tra i luoghi da visitare?
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  17. noi siamo stati a Gent Gant durante il festival estivo, una gita eccezionale, spumeggiante!
    anche la gastronomia è interessante, a partire dai banchetti di dolcetti gelè confettati, i cubern, ai molti ristorantini.
    a dire il vero noi la seconda sera siamo finiti in un ristorante che fa parte di una catena, ma da leccarsi letteralmente le dita!! si! sul serio, si mangiava rigorosamente le costoline di maiale con le mani! ^_^

    ti seguirò volentieri
    a presto

    RispondiElimina
  18. Che bel posto, me lo segno. buona domenica, ancutza

    RispondiElimina
  19. interessantissimo post,bisognerebbe imparare anche noi queste buone eoculate abitudini...purtroppo siamo ancora molto lontano.quando ho voglia di sognare un po' leggo vengo a trovarti e trovo sempre qualcosa che oltre ad informare ti fa riflettere,bravissimo!!!felice serata e settimana

    RispondiElimina
  20. @maria cristina, grazie anch eio creod che una volta alla settimana non sia difficile
    @cristina, sei troppo gentile cris
    @simonetta grazie
    @sanvitoch vedi mi piacerebbe che in Italia si potesse fare
    @caty, grazie importante è pensarci
    @ambra, grazie ci hai ricordato una cosa bellissima acui nessuno più bada al di là della religione io credo che non sia cosi dannoso
    @serendity grazie della testimonianza da un po vedo che non aggiorni il blog, grazie dell'attenzione
    @adriamo impariamo anche da te
    @cavalieri non tanto oscuro, grazie
    @lady boheme grazie della visita
    @Ale, nemmneno io sono vegetariano ma questa idea di mangiare più frutta e verdura mi piace
    @Anna, si ho messo in luce quello che credevo sia importante
    @Lo, ero sicuro che ti piaceva questo post
    @sciarada, non vorrei che il messaggio fosse errato si tratta di un giorno alla settimana non per sempre, un piccolo sacrifico, non dico di rinunciare alla carne
    @gunther, impariamo tanto da te
    @luca e sabri la coppia più bella del web ciao
    @la francese , grazie della testimonianza
    @matrioska adventures, grazie
    @antonella.vera 55, grazie a te della visita neanche io vado dappertutto ogni tanto guardo e ammiro anche io

    RispondiElimina
  21. Sembra una città molto bella.

    RispondiElimina