mercoledì 24 aprile 2013

Le migliori pasticcerie di Roma, Rome sweet Rome

Roma è la prima città turistica del mondo per definizione, si è attirati dalla dalla Storia della grande Roma Antica, dalla sede della Chiesa Cattolica del Vaticano, dai palazzi delle famiglie nobili del '500, '600, '700 ricchi di storia anche d'arte come i Colonna, Medici, Farnese. Solo negli ultimi anni si è visto crescere un certo interesse verso la cultura enogastronomica, una cucina popolare una cucina del territorio che attinge all'intera regione del Lazio, se chiedete a qualcuno quali sono le specialità romane vi diranno i carciofi alla giudia, puntarelle, il cacio e pepe, gnocchi, amatriciana ma nessuno nomina il dolce, come mai?
Roma è sempre stata la città dei Papi con un gran numero di persone di chiesa dove l'alimentazione era legata al calendario religioso, inoltre erano proibiti i piaceri terreni di qualsiasi natura, l'associazione dolce e piacere della gola è sempre stata vista come una debolezza, nella cultura popolare invece la povertà vedeva nel dolce qualcosa in più, qualcosa di superfluo.
I dolci gli preparavano i nobili nelle loro case per loro uso e consumo le prime pasticcerie nascono nei primi del novecento ma si diffondono nel dopoguerra con le famose pastarelle, abitudine domenicale della nuova Italia del Boom Economico, dolci grandi grandissmi con crema e panna.
Infatti il dolce più famoso, da mangiare rigorosamente a colazione è il maritozzo con la panna, unico dolce concesso in città sotto il periodo di quaresima, una specie di pane dolce ripieno con un quantitativo più che esagerato di panna montata, si regalava alla promessa sposa dal fidanzato appunto in dialetto "maritozzo".
Nei dolci tradizionli romani predomina la ricotta che si otteneva dagli scarti della lavorazione del formaggio, un prodotto di facile reperibilità a buon prezzo che proprio per questo veniva adoperato per fare i dolci dalla terrina di ricotta, ricotta fritta, budino di ricotta, alla torta ricotta e amarene e o visciole.
Come sempre accade ognuno ha una sua ricetta tradizionale la migliore secondo me per tradizione e per acclamazione di popolo è la crostata di ricotta e visciole al Forno Boccione nel ghetto Ebraico, via Portico d'Ottavia 1, non c'è insegna ma lo riconoscerete subito, dove tre sorelle impastano e portano avanti una vecchia tradizione di famiglia, ha un ottima fama anche la crostata mandorle e visciole e ricotta e cioccolato. on line la ricetta più interessante i pasticci dello zio piero.

L'Antica Pasticceria Bernasconi Kasher, piazza B. Cairoli 16, tra le sue specialità la Torta Radesky
Pasticceria Andreotti, via Ostienense 54/56
Lontana dal centro storico si trova vicino alla stazione di Roma Ostiense, un indirizzo popolarissimo famoso per le tartine di crema e frutta, bignè alla crema e cioccolato, sfogliatelle e babà.
Panificio Mosca, via Candia 15
A due passi dal Vaticano, dal classico maritozzo con la panna alle crostate di pasta frolla, ottime anche le specialità salate dalla celebre focaccine Mosca da mangiare accompagnate con cioccolato.
Panifico Bonci, via Trionfale 34
Recente apertura del celebre piazzaiolo televisivo della Prova del Cuoco, che oltre ad avere pane focaccia e pizze ha un piccolo spazio riservato ai dolci di grande interesse. Più che andare verso la tradizione romana però si ispira nel dolce alla cultura internazionale, millefoglie, crostata alla crema di limone l'assaggio più piacevole, la chiave del successo del locale è la selezione degli ingredienti.
Bocca di Dama, laboratorio in via dei Mansi 24, negozio in via Arenula 17,18
Una veste molto raffinata per una pasticceria insolita per la città di Roma, la carta dolci cambia tutte le stagioni ma hanno fama bocconotti con crema e visciole, caprese con mandorle e nocciole e le nuove sperimentazioni come la crema pasticcera all'assenzio.
Pasticceria Regoli, via dello Statuto 60
Si trova nei pressi della Stazione Termini, nel quartiere Esquilino, è la tipica pasticceria romana di qualità con le pastarelle sempre fresche, torte dalla classica saint honore alla mimosa al cioccolato, le paste dal classico maritozzo con la panna alla crostata con fragoline di bosco, paradisiaca.
Pasticceria De Bellis, Piazza del Paradiso 56,57
Se volte uscire fuori dalla pasticceria tradizionale delle pastarelle e scegliere una pasticceria moderna dal gusto più raffinato e internazionale, un ottimo indirizzo è questa pasticceria nei pressi del Mercato Campo dei Fiori, tra i dolci più noti la millefoglie con le fragoline di bosco la Saint Honorè, dei classici reinterpratati con gusto e maestria, su Facebook e Andreadebellis.it.
Gelateria San Crispino, via della Panetteria 42
Si tratta di una nuova gelateria con la filosofia della qualità del gelato, gusti nuovi come basilico, zenzero, uva fragola, arancia selvatica, mandarancia, dove la qualità degli ingredienti fa ritrovare il sapore del gelato di una volta.
Castroni caffè, è un emporio sulla strada che dalla fermata della metropolitana di Ottaviano porta alla Basilica di San Pietro, c'è tutto il meglio delle specialita da tutto il mondo, anche dolci ma ultimamente è molto richiesto perchè è uno dei pochi negozi se non l'unico dove si trova il mix di erbe per preparare il Mate, la bevanda preferita dal nuovo Papa Francesco I.

NB: so che le pasticcerie a Roma buone sono molto di più ma in un solo giorno potevo visitare solo queste.

La mappa Go Slow Green Roma aggiornata con i nuovi indirizzi trovate più informazioni, più Pasticcerie, più Ristoranti, B&Breakfast, Caffè.


Visualizza Go Slow Green Roma in una mappa di dimensioni maggiori

Arrivare a Roma in treno:  info presso Italo e Trenitalia

52 commenti:

  1. Quante delizie!!! Adoro il maritozzo con la panna!!! Complimenti per il fantastico reportage!!!

    RispondiElimina
  2. e pompi? veramente mi piacciono tutte le pasticcierie, e sopratutto quando hanno specialitá propie. molto interessante!

    RispondiElimina
  3. pompi sono quelli del tiramisù, non ho fatto in tempo ad andare al prossimo viaggio

    RispondiElimina
  4. Bello l'itinerario dolce mi fermo ai maritozzi il resto solo salata non posso aggiungere altro sweet...bel reportare e la parte ebraica è conosciuta da pochi non ce un grande passaggio turistico.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  5. Ciao Crmine,
    complimenti bellissimo post!

    Antonella.

    RispondiElimina
  6. Complimenti per il reportage, mi hai fatto venire voglia di crostata con le visciole e ricotta. Domani torno a Roma, potrei farci un pensierino! Anche io ti stavo per consigliare Pompi...è super per il tiramisù.

    RispondiElimina
  7. Diciamo che hai fatto un bel giro e che condivido molte delle tue segnalazioni!
    La dritta sulle torte di visciole e ricotta del ghetto una buona dritta.
    Io che a Roma ci vivo in pianta stabile da 20 anni, posso aggiungere all'itinerario sweet Rome, qualcosa che sfugge al turista perchè non propriamente in centro o sebbene lo sia, in qualche caso è snobbato
    Il Maritozzaro in via Ettore Rolli 50 vicino alla stazione di Trastevere, inutile dirti cosa vende!
    E per buon gelato ed una cremolata alla mandorla o al caffè, la Gelateria Monteforte vicino al Pantheon.
    Bel post!
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. laura grazie dei cosnigli gli accetto molto volentieri, i miei sono indirizzi da visitatore

      Elimina
  8. grazie Carmine per i preziosi consigli!!!

    RispondiElimina
  9. Ma io me le segno tutte adesso eeheheh Alla prima occasioen mi fiondo :-) Grazie!!

    RispondiElimina
  10. non appena tornerò a Roma(lo desidero da tempo) una capatina in quei dolcissimi posti la faccio, grazie !

    RispondiElimina
  11. Bella e dolce guida!! Che bello!! Ci dovrebbe essere per tutte le città. Cristina

    RispondiElimina
  12. che post goloso carmine, mi hai fatto venir voglia di andare a roma x fare una scorpacciata di prelibatezze!!!
    Alice

    RispondiElimina
  13. In un giorno ti sei girato tutte queste?...Con relativi assaggi presumo...e potevi chiamarmi che (da Venezia) arrivavo di corsa, ciao!!!!

    RispondiElimina
  14. Che post meraviglioso caro carmine! E mi hai fatto venire un acquolina!!! Quella spettacolare ricotta e visciole la conosco molto bene e lì vale la pena provare anche la traccia piena di canditi e ultra soffice! Grazie del bel giro fra le dolcezza di roma e complimenti x il post!

    RispondiElimina
  15. gianna aliverti23 aprile 2013 20:55

    che invidia il tour per pasticcerie, non vedo l'ora di farlo :-)

    RispondiElimina
  16. Un viaggio all'insegna del gusto e della dolcezza Carmine, davvero molto interessante!!! Complimenti, un abbraccio e buona festa

    RispondiElimina
  17. Un bel post... diciamo goloso.Ottime informazioni...grazie!

    RispondiElimina
  18. Da romana ti ringrazio...alcune non le conosco proprio...anche se per me il top è la pizza ebraica da Boccioni...notte cri

    RispondiElimina
  19. Ti ringrazio hai fatto proprio un bellissimo lavoro, le tue segnalazioni sono da tenere nella giusta considerazione. Ciao.

    RispondiElimina
  20. Questo dolcissimo post va salvato tra i preferiti!!! assolutamente!

    RispondiElimina
  21. Mamma mia, solo a leggere questo tuo bellissimo post, sono ingrassata di un chilo. Sarò a Roma ai primi di giugno, nonostante la dieta, farò qualche visita alla pasticceria più vicina al mio albergo, tanto per riportarmi un ricordo da Roma:)

    RispondiElimina
  22. un post da salivazione a manetta! Grazie! sai che alcuni dolci non li conoscevo? sempre ottime informazioni da te. Buonissima giornata. Sonia

    RispondiElimina
  23. Ciao Carmine devo andare a Roma a trovare un'amica in autunno...penso che questo tuo post mi sarà molto utile...magari la guido io per le pasticcerie :-D Grazie a presto

    RispondiElimina
  24. ok hai colpito ancora, PASTICCERIE...un brontolio di stomaco e bava alla bocca...grazie anche del consiglio " spirituale"

    RispondiElimina
  25. Grazie Carmine di essere passata da me.
    Bella Roma, mia figlia è stata la scorsa settimana con la scuola è rimasta affascinata.
    Buona giornata.
    Inco

    RispondiElimina

  26. ░░░ ░
    ░░░░♪░░░
    ░░░░░░ ♪
    ░░░░░░░
    ♪░░░░ ░░░
    ░░░░♪
    __████████████
    __███▒(“v”)▒▒▒▒▒███████
    _███▒▒ ‘v’▒▒▒▒▒▒▒███__ ██
    ███▒▒▒▒▒▓▓▓▓▒(“v”)██ __██
    ██▒▒▒▒▓▓▓▓▓▓▓▒’v'▒██ _ ██
    ██▒▒▒▓▓▓▓░▓▓▓▓▒▒▒██ ██
    ██▒▒ ▓▓▓░░░▓▓▓▓▒▒ ████
    ██▒▒▓▓░◕░◕░▓▓▓▒▒███__█
    ██▒▒▓▓░░♥░░▓▓▓▓▒███_██
    _██▒ ▓▓▓░░░▓▓▓▓▒██ ███
    __ ██▓▓▓░░░░▓▓▒██
    ___ ██▓▓▓░░▓▓▓██
    _____██████████
    _████████████████ Buon caffe!!

    RispondiElimina
  27. Mamma mia, complimenti! Allora, io sono romana, la pasticceria della mia infanzia, fenomenale, a piazza caduti della montagnola: pastarelle fresche tutti i giorni, buonissime quelle alla crema e al cioccolato :-) Ciao!!

    RispondiElimina
  28. Molto esaustiva e completa, complimenti. Ti segnalo anche Mondi e Roscioli (specie per i biscotti da forno della tradizione romana). Fai un salto sul mio blog se ti va e un bello scambio di idee e luoghi ci sarà. Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. non sono mai stata a Roma, praticamente sono stata quasi ovunque, tranne che a Napoli e a Roma. Le tue pasticcerie però mi hanno fatto proprio venire voglia di andarci

    RispondiElimina
  31. Post spettacolare ^__^ ho preso appunti per il prossimo viaggio!!! Che fame però :)
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  32. Ho sempre sentito parlare della mitica crostata di ricotta e visciole del forno Boccione e non mi farò scappare l'occasione di assaggiarla quando tornerò a Roma. Grazie per il bel carnet d'indirizzi.

    RispondiElimina
  33. Wow Carmine, qui mi prendi per la gola.... Annoto, annoto, chissà che prenda un treno per Roma:::::

    RispondiElimina
  34. Forse di tradizionale a Roma ero riuscito ad assaggiare il "grattachecca" (spero si scriva così!), comunque, la migliore "granita" della mia vita. Il maritozzo con la panna, uno dei miei dolci preferiti, l'ho sempre gustato dalle mie parti: dubito, pertanto, di essere mai arrivato al top. Nella tua "lista" spiccano, ad ogni buon conto, delle specialità a me ignote, ma i cui ingredienti da soli mi stimolano la gola.

    RispondiElimina
  35. Ma sai che hai ragione? Io sono stata a Roma varie volte e mai mi sono recata in una pasticceria. Mi segno questi indirizzi.

    Buon 25 aprile!

    RispondiElimina
  36. Ciao oggi va abbastanza bene e
    approfitto per ringraziarti
    della tua gentile visita e augurarti
    un buon 25 aprile
    complimenti per il golosissimo post

    ciao Tiziano.

    RispondiElimina
  37. Ho preso un chilo solo a leggere! Anche io ho parlato di Roma nel mio post, se ti fa piacere vieni a leggere, un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  38. ho salvato il post e l'ho stampato subito perchè mia nipote domenica parte per una settimana a roma e sono sicurissima che troverà questi tuoi consigli utilissimi!!!!grazie...

    RispondiElimina
  39. c'ho fatto il soldato nel 67, al mattino mi magnavo du bombe co la crema e il cappuccino senza schiuma... spennevo appena 2 piotte

    RispondiElimina
  40. Dopo questa carrellata di delizie, come si fa a non partire per Roma??!!! Che meraviglia...

    RispondiElimina
  41. Mi faccio un copia-incolla di questo ottimo e dolce post. Se tutto va bene, l'anno prossimo porto mia moglie a Roma perché comincia ad essere stanca di Venezia. Buonanotte.

    RispondiElimina
  42. Carmine non mi parlare di maritozzi! Con quella generosa panna, quando vado a Roma è la prima leccornia che cerco. Si è capito che sono golosa?

    RispondiElimina
  43. Allora la prossima volta che vado a Roma cercherò anch'io il maritozzo! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  44. Queste me le segno tutte, caro Carmine anche perchè devo andare a Roma a fine maggio. Ogni volta cerco il maritozzo con la panna ma da parecchio non lo trovo più...Ora so dove poterlo trovare. Grazie!!!

    RispondiElimina
  45. Bellissimo questo reportage e anche difficile perché noi a Roma abbiamo tanto in termine di monumenti ma pochissima pasticceria! Grazie di avermi visitato e dato la possiblita di conoscerti

    RispondiElimina
  46. Bellissimo questo reportage e anche difficile perché noi a Roma abbiamo tanto in termine di monumenti ma pochissima pasticceria! Grazie di avermi visitato e dato la possiblita di conoscerti

    RispondiElimina
  47. Ciao Carmine, grazie mille per la visita!
    Sono contenta di aver scoperto il tuo blog per quando...portò ricominciare a viaggiare!
    Un salutone

    RispondiElimina
  48. Alcune le conoscevo...le altre ho preso nota!!...tutte da provare!! :-)

    RispondiElimina