Passa ai contenuti principali

El expreso de la Robla, scoprire i Paesi Baschi in treno Bilbao - Leon (Spagna)

Della Spagna in genere conosciamo la costa del Mare Mediterraneo, le città di Madrid e Barcellona, le isole Baleari e le più lontane Canarie, ma il paese è grande e offre delle attrattive sconosciute al grande pubblico come i Paesi Baschi. Una delle modalità che piacciono di più a me di Turismo lento sono i percorsi da fare in treno, che permettono di godere dei panorami inusuali stando comodamente seduti e rilassati.
El expreso de la Robla, ( Bilbao - Leon ) ripercorre il tracciato di quello che una volta il treno postale Correo, che impiegava undici ore per percorrere l'intera tratta, in passato è stata adoperata per il trasporto del carbone dalle miniere per raggiungere Bilbao
Con questo treno speciale la tratta si apre al trasporto dei passeggeri, fino a ieri riservata solo al passaggio dei treni merci, un nuovo modo per percepire il turismo da parte della Spagna.
Da Bilbao il treno va verso Sud in direzione della Cordigliera Cantabrica lasciando spesso scorgere il Pico de Europa
Nonostante il paesaggio sia la maggiore attrattiva, tra le tappe più interessanti:
-  il villaggio di Espinosa de los Monteros a poca di distanza dall'eremo di San Bernabè, Sabero con il museo delle Miniere
- la citta di Leon una città d'arte e di storia, tra le più originali e ricche di Spagna tra i monumenti più belli da vedere, la Cattedrale di Leon, Real Basílica di Sant'Isidoro, Monastero di San Marcos de León, Palacio de los Guzmanes, Casa Botines opera di Gaudì ma anche un opera moderna com il Musac il museo d'arte contemporanea
Leon è anche punto di passaggio privilegiato del Cammino di Santiago di Compostela .
Dopo Leon il treno fa ritorno a Bilbao. Un itinerario di 4 giorni e 3 notti, ad ogni tappa un pullman che accompagna gli ospiti nelle escursioni e nelle cene tipiche. 
Le carrozze anche se un po' vintage, sono dotate di ogni comfort incluso wi fi. Un servizio di prima qualità soprattutto un servizio enogastromico alla scoperta delle migliori specialità basche.
Info: 

Commenti

  1. Un viaggio entusiasmante, alla scoperta di luoghi molto suggestivi!!!! Grazie per il bellissimo post, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Bella questa proposta di viaggio, i paesi baschi sono bellissimi, noi siamo stati prima che nascesse la piccola di casa, ma è nella nostra lunga lista dei paesi dove vogliamo tornare. grazie delle tue info sempre preziose, Robertina

    RispondiElimina
  3. Credo proprio, anche da altre mie letture, che si tratta di un viaggio indimenticabile.

    RispondiElimina
  4. Deve essere un viaggio con un panorama fantastico, bellissimo. Grazie per le informazioni e buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Anche a me piace moltissimo viaggiare in treno per i motivi che tu citi. E il percorso che tu suggerisci deve essere pieno di panorami suggestivi da godersi comodamente seduti sul treno.

    RispondiElimina
  6. Veramente favoloso: se ho occasione di scrivere di viaggi, ti linko di sicuro!
    grazie, continua così :-)

    RispondiElimina
  7. Perfetto per il mio rientro dopo il Cammino di Compostela

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

16° Sagra del Gorgonzola a Gorgonzola (Milano), dal 20 al 21 Settembre

Dal Baccalà del Veneto dello scorso post passiamo ora al Gorgonzola un formaggio tipico lombardo ma oramai comune a tutta la Val Padana, è uno dei formaggio italiani più conosciuti nel mondo. L'origine del formaggio Gorgonzola rimane avvolto nella leggenda, si va dal frate Concordio che a Gorgonzola produceva il formaggio del Diavolo, cosi chiamato per il gusto molto piacevole, che Sant'Ambrogio ribattezzò Formaggio di Concordio alla più poetica del passaggio delle stella cometa, la cui visione fece dimenticare ai contadini la lavorazione della cagliata e alla più romantica di un giovane garzone che dimenticò di lavorare il formaggio, pensando alla figlia del padrone di cui era innamorato. In realtà forse parte di queste leggende sono vere ma è il clima di Gorgonzola il principale artefice del sapore del gorgonzola è il processo di erborinatura, un clima caratterizzato da periodi freddi da Novembre a Aprile, dove la temperatura segnava sotto zero per 100 giorni al

Bolzano : Festa dei fiori e Food and Flower per il 1° Maggio

La Festa dei Fiori è uno degli appuntamenti più attesi della primavera a Bolzano: si tratta di una festa che si tiene dal 29 aprile al 1° maggio dove per l'occasione la città si riempie di fiori nuovi per la stagione primaverile e diventa un tripudio di gerani, garofani, fucsie, margherite e petunie. Un occasione per acquistare le piante che adorneranno fino all'autunno i balconi e le finestre della città, per il turista e anche l'occasione per conoscere le tradizioni della regione, ci saranno danze, balli e musica. Nei ristoranti ci sarà la rassegna “Food & Flower”, con menù a base di erbe , come lasagnette ai fiori ripiene con animelle di vitello e asparagi, praline di formaggio fresco ai fiori di montagna e risotto ai fiori misti. Fiori per tutti e cinque i sensi dall'olfatto al gusto. Info. Bolzano Turismo

24-25 Maggio, Giornate Nazionali Dimore Storiche Italiane

Weekend ricco d’eventi questo del 24 e 25 Maggio 2014, si terrà la quarta edizione delle Giornate Nazionali ADSI cioè dell'associazione delle Dimore Storiche Italiane, che permette di conoscere la propria città e il proprio territorio in una veste diversa come il turismo lento dovrebbe fare. Tutti sappiamo che l’Italia ha un grande patrimonio storico e architettonico non tutto è pubblico e visitabile, ci sono dimore e palazzi con cortili e giardini bellissimi che sono privati, dove da qualche anno è possibile in rare occasioni avere l’opportunità di visitare. Dal momento che bisogna cogliere le occasioni quando capitano, uno buona idea per il prossimo weekend è andare per i cortili delle dimore storiche che saranno abbinati ad eventi culturali quali mostre e concerti, grazie alla disponibilità dei proprietari.  Inoltre in diverse località sono coivolti nell’iniziativa i maestri artigiani : marmisti, restauratori, corniciai, vetrai, ceramisti, bronzisti, argentieri