mercoledì 20 marzo 2019

Grecia segreta : la Ferrovia a Cremagliera Odontotos da Diakofto a Kalavryta

Per molti la Grecia è spiagge dorate, taverne e cultura antica classica, c'è invece una Grecia diversa che invito a scoprire, per farlo andiamo nel Peloponneso a Diakofto tra Patrasso e Corinto, da questa piccola cittadina partiamo con un treno a cremagliera alla direzione di Kalavrita.
Si tratta di uno dei percorsi in Europa più affascinanti da fare in treno, da Diakofto vi attendono 22 km verso la città di Kalavryta in un 'ora di percorso.
Passerete dai grandi alberi di limoni e uliveti, ai pini e alle cime innevate del Monte Aroania conosciuto come Monte Chelmos (2355 m.), perché la citta di Kalavrita è nota come centro sciistico, uno dei pochi nel mare mediterraneo con 12 piste di varia difficoltà e sette impianti di risalita.
Il percorso del treno è un viaggio dentro il Peloponneso più inaccessibile attraverso foreste, montagne e canyon con viste mozzafiato, paesaggi unici con laghi che vi sembrerà di stare in Svizzera. Il periodo migliore per la visita è sicuramente la  primavera, quando la natura "si sveglia", qualsiasi cosa tu abbia visto in Grecia è in questa stagione dell'anno sarà diversa da quella che tu ricordi.
L'impressione che si ha percorrendo questa tratta è che il treno faccia parte dell'ambiente naturale, un modo di costruire che dovrebbe essere d'esempio ai trasporti moderni, un viaggio dove non mi sono  mai sentito un turista è facile immergersi nell'atmosfera della vita quotidiana greca.
La costruzione della rete su progetto di ingegneri Francesi iniziò nel 1889 e l'inaugurazione ebbe luogo il 10 marzo 1896. Da allora e fino ad oggi il treno viaggia tutti i giorni, tutto l'anno.


La storia più recente porta Kalavrita sulle pagine della cronaca quando nella Seconda Guerra Mondiale, l'esercito tedesco uccise tutti gli uomini (1.500) sopra i 14 anni, un monumento ricorda il tributo che questa località ha dato alla guerra, un fatto ancora vivo nella memoria di ogni famiglia della cittadina.
A 5 km da Kalavrita c'è il Monastero di Agia Lavra, fondato intorno al X° simbolo della nascita dello stato Greco Moderno. Distrutto e ricostruito 3 volte, prima dai turchi, poi da Ibrahim Pascià d'Egitto e dai Tedeschi nel 1943. Il monastero è un luogo di memoria storica nella Grecia, conserva in vangelo con diamanti dono di Caterina di Russia, la bandiera della Rivoluzione Greca, una ricca collezione di croci decorate con pietre preziose ma è soprattutto un luogo di culto dove regna un atmosfera di grande spiritualità della Chiesa ortodossa.
Una piccola scoperta culinaria questo angolo di Grecia, più vicino alla cultura mediterranea dove le verdure biologiche, gli agrumi  e l'olio d'oliva  hanno una grande rilevanza, piatti a base di carciofi e melanzane sono tra le specialità più note, originale la tradizione d' inserire nei prodotti a base di carne come le salsicce il profumo d'arancia, arrosti al limone, ricche di sapere invece le focacce d'olive al formaggio, profumati invece i dolci con sesamo e miele.
Come arrivare: tutti i traghetti che partono dalle città italiane dell'adriatico arrivano a Patrasso, si tratta di una tappa obbligata per arrivare in Grecia. Da Patrasso in circa un 'ora di bus si arriva a Diakofto informazioni sul sito Trainose, da Diakofto la ferrovia Odontotos porta a Kalavrita, parte tutti i giorni dalle 3 corse infrasettimanali alle 5 nei fine settimana la prima corsa alle 9,05.
Per saperne di più: Ferrovia Odontotos da Diakofto a Kalavrita.



14 commenti:

  1. Un percorso molto interessante, grazie sai sempre darci suggerimenti stimolanti.

    RispondiElimina
  2. Caro Carmina,entrare qui da te è come partire per un viaggio!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Io cosa posso dire per questo post? Bellissimo! Anche nella mia zona c'è un percorso stupendo e di un anno più antico. Dal 1895 c'è la ferrovia da Volos verso Milees per opera di De Chirico padre.
    https://www.youtube.com/watch?v=A6CM1OxGXtc

    RispondiElimina
  4. Non sono mai stata in Grecia purtroppo...
    ma trovo questo percorso molto interessante e suggestivo!!!

    RispondiElimina
  5. Post molto interessante, con due bellissimi video.

    RispondiElimina
  6. Non ho mai visitato la Grecia, grazie per i video e per farci conoscere questi posti meravigliosi! Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Che splendida proposta, ho visitato la Grecia e nel cuore mi sono rimaste le Meteore oltre naturalmente a tantissimi altri luoghi, mi piacerebbe tornarci e questo è un motivo in più!!!
    Baci

    RispondiElimina
  8. conosco solo la Grecia vacanziera, questa mi manca e penso proprio sia bellissima !

    RispondiElimina
  9. Hai proprio ragione la Grecia è conosciuta sopratutto per le sue spiagge,non è un caso che vengono scelte come mete le isole per esempio Mykonos.
    Ma è molto altro e vale la pena visitarla anche sotto gli altri aspetti!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  10. Un interessantissimo viaggio tra le meraviglie nascoste della Grecia; que monastero più volte ricostruito è un simbolo di rinascita.

    RispondiElimina
  11. Che bella esperienza, un viaggio da sogno!

    RispondiElimina
  12. La Grecia è bellissima, molto interessante il tuo articolo!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Ciao Carmine, grazie delle informazioni, nel caso tornassi in Grecia, saranno utilissime!

    RispondiElimina