giovedì 20 ottobre 2011

Parigi a Ottobre: Beato Angelico e cioccolata calda, sacro e profano

Ci sono delle città che mi ispirano la visita solo in alcuni periodi dell'anno, il mese di Ottobre mi fa pensare a Parigi alla mattina quando l'aria è fredda, ma non molto fredda, camminare sull'argine della senna in una specie di foschia, c'è un silenzio diverso, sentire i battelli passare, i primi freddi la voglia di rintanarsi in qualche bar per bere qualcosa di caldo. Le città del passato secondo me vanno viste con un velo di grigio, ma Parigi non è solo una città del Passato è una città culturale non nel senso che possiede un patrimonio artistico e storico di grande fama, ma è una città nella ricerca continua di stimoli culturali, le grandi mostre d'arte si organizzano a Parigi, si creano si plasmano e si fondono con la cultura di oggi.


Beato Angelico e i maestri della luce


"Fra Angelico et les Maîtres de la lumière" au... di culturespaces

Cosi qualche giorno fa in occasione della mia ultima visita ho scoperto una mostra dedicata al Beato Angelico artista pittore italiano, forse più noto all'estero che in Italia, non ho mai visto una mostra che valorizza così le opere del Beato Angelico, un frate domenicano che segui epopea dei Medici e di Firenze tra la fine del 1300 e inizio del 1400.
La sua pittura ancora oggi ha la capacità di affascinarci, questo mondo ideale che rappresenta di una pittura decorativa con motivi religiosi con una grande luce e senza ombre, una rappresentazione dello spirito umano religioso, se ne coglie l'essenzialità, la forma e ha la capacità di infondere un messaggio positivo.Un invito per tutti quelli che si recheranno a Parigi a non perdersi questa originale mostra che colloca il Beato Angelico fra i padri del Rinascimento.
Musée Jacquemart-André, 158, boulevard Haussmann, 75008 Paris, fino al 16 gennaio 2012

Il tempo per una cioccolata calda

Non si può vivere solo d'arte figurativa, nutrire l'animo ma anche il corpo, camminare per tutto il giorno a piedi a Parigi, è una città da fare rigorosamente a piedi o con i mezzi pubblici, ci vuole una bevanda che ci tonifica bene, primo freddo, vuole dire una cosa sola voglia di cioccolata calda, si ma dove? A Parigi è nato l'uso del cioccolato come noi lo conosciamo oggi, nella città la più alta concentrazione di artigiani cioccolatai al mondo, ma la cioccolata calda è un altra cosa, ecco i miei indirizzi preferiti dove trovare ristoro

1) Jean Paul Hevin, se per la pasticceria Pierre Hermè e il numero 1 a Parigi per il cioccolato è JP Hevin, bella calda con cioccolato di qualità Crollio che proviene dal Venezuela nella regione di Maracaibo, cacao con una piccola percentuale di burro di cacao poco zucchero, il solo profumo inebria, per chi desidera anche cioccolata all'aroma di zenzero, cannella, io vi suggerisco quella classica, vi rimarrà l'aroma di cioccolato nel palato per tutta la giornata.Il prezzo dalle 6/7 euro.
Jaen Paul Hevin 231 rue Saint Honore

2) Maison du chocolat  52 Rue Francois 1er, nella zona di Champs Elysèes a meta della Av. George V, nella zona dello shopping. il prezzo dalle 6/7 euro.

3) Ladurèe, 18 rue royale , è la boutique storica della Ladureè, oggi divenuta un marchio internazionale, questa vecchia pasticceria è rimasta originale come nel 1862 anno dell'apertura, una bella e buona cioccolata calda in una delle sale da thè storiche di Parigi. Il prezzo dalle 6,5/7  

4) Le Pain Quotidien, si può mangiare una buona cioccolata calda senza recarsi in posti cosi cari? Si, un ottimo indirizzo 2,5 euro, ci sono in diversi punti come :  18, place du Marché St. Honoré e 18-20, rue de Archives nel quartiere del Marais.

Per i soli amanti del cioccolato ricordiamo che dal 28 ottobre al 1 Novembre a Parigi c'è il Salon du chocolat

Informazione Parigi: Paris info
Ricordo a tutti le offerte Artesia per raggiungere Parigi in treno da 35/45 euro.
Pernottare a Parigi Bed&Breakfast, Scambio appartamenti, Appartamenti in affitto.
Parigini per un giorno parigini per sempre con Paris Greeter,

21 commenti:

  1. Bel post! E Parigi affascinante....anche con la foschia!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Carmine...mi hai fatto venire una voglia di cioccolata calda che non puoi neanche immaginare! Tra l'altro qui sta piovendo e fuori il cielo è grigio e cupo..situazione ideale per una bella tazza fumante!!! A parte tutto questo, trovo interessante che la pittura italiana venga esposta e valorizzata anche all'estero, mi piacciono gli scambi tra i vari paesi e le collaborazioni tra più musei...se c'è l'occasione di vedere qualcosa di interessante non me la faccio scappare!
    Ciao e buona giornata...

    RispondiElimina
  3. buona giornata , grazie delle tue parole rincuoranti.A chi mi chiede dico che il mio progetto è un viaggio a Parigi a dicembre2012 per festeggiare un anniversario importante ...intanto faccio tesoro ddei tuopi appunti di viaggio!

    RispondiElimina
  4. Quanto ci vorrebbe una bella tazza di cioccolata calda ora!!!
    Ma non qui!!!! ..a Parigi!!!
    Per ora sogno!!!!!
    Grazie dei consigli!!!
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  5. Ahimé, non fu poi tanto lento il mio turismo a Parigi, di settembre, tanti, tanti anni fa, ma le immagini che mi sono rimaste impresse, talora anche su vere fotografie, sono in genere quelle scelte da te: devo sempre tornarci, ma prima o poi lo farò, magari con il TGV di nuovo in partenza da Ventimiglia ...

    RispondiElimina
  6. Grazie a Tiziana ho scoperto te... questo blog è quello che ho sempre cercato, ci credi? Mi sono fatta un giretto e ho salvato un sacco di cose, per i prossimi itinerari :)
    Merci

    RispondiElimina
  7. Adoro Parigi e magari partire per una bella cioccolata calda. . . . Che sogno!

    RispondiElimina
  8. che romantica Parigi!!
    la trovo una citta' molto raffinata, anche i locali sono particolari, da visitare tutta di sicuro!! ;)
    ciao felice pomeriggio :)

    RispondiElimina
  9. Come sempre un meraviglioso servizio ... Ah .. la France !!!
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  10. anche io ho dei bellissimi ricordi di Parigi, ma non conoscevo i localini che hai citato mannaggia mi salvo il post, grazie delle dritte, ciao.

    RispondiElimina
  11. I miei complimenti e grazie per il fantastico post! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Anche dopo parecchie visite a Firenze, una visita alla basilica di San Marco è doverosa per ammirare le opere dl Beato Angelico. Bel post, come sempre.

    RispondiElimina
  13. Paris c'est toujours Paris.
    Sono stata insegnante di francese ed ho sempre amato la Francia ma in modo particolare Parigi che ha un fascino unico.Non l'ho mai visitata in questo periodo dell'annor penso che seguirò il tuo consiglio, magari l'anno prossimo. Interessanti le mostre e grazie di tutti i consigli sulle cioccolaterie (io sono una cioccolatomane)e sugli alloggi.
    Dolce serata magari con una tazza di cioccolata calda.

    RispondiElimina
  14. Hai ragione quando dici che le città storiche vanno viste con un po' di grigio: la mia Venezia è incantevole con le prime foschie autunnali.
    Ottimi i tuoi consigli, come sempre.

    RispondiElimina
  15. Meraviglia. Ci andrei ogni week-end.

    RispondiElimina
  16. Ho sempre desiderato andarci in questo periodo. Me la segno questa! :)

    RispondiElimina
  17. che bella Parigi!
    col fatto che ho paura a volare non ci sono mai andata ma i miei figli l'hanno fatto (beati loro).
    Ciao e grazie infinite per la visita!

    RispondiElimina
  18. Parigi è splendida. E' l'atmosfera che vi si respira a renderla una città unica. Come dici tu è il centro della cultura o meglio degli stimoli culturali, ma non solo. Niente è più piacevole che girare per i boulevard o per le stradine, seduti in quei caffé dai tavolini piccoli piccoli, ma così accoglienti. Ottima proposta un viaggio a Parigi.

    RispondiElimina
  19. Ciao Carmine, a Parigi ci sono stato, con mia moglie, due volte, ma sempre d'estate e quindi niente cioccolata calda. Grazie per gli indirizzi e li riterremo per la prossima visita. La nostra fortuna è che di solito ci andiamo con una coppia di amici che conosce perfettamente la città e la metropolitana. In questo modo arriviamo a non perderci ed hai ragione, non mi ci vedrei a spostarmi in macchina con tutto quel traffico. La tua proposta di turismo lento è superindicata per questa città che per vedere tutta (mostre comprese) avrebbe bisogno di un lunghisimo soggiorno. Buona serata.

    RispondiElimina
  20. Io andrò a Parigi a fine novembre per i 40 anni di mio marito..............segno gli indirizzi che mi hai segnalato................

    RispondiElimina
  21. Ciao Carmine, grazie per i tuoi appunti di viaggio sempre molto utili. Ne faccio tesoro per il prossimo viaggio a Parigi, che mi è rimasta nel cuore...
    un caro saluto :=)

    RispondiElimina