giovedì 7 agosto 2014

A piedi tra le nuvole nel Parco del Gran Paradiso



Quest'anno è la XII° edizione di questa iniziativa "A piedi tra nel vuole" all'interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso.
Un iniziativa da turismo lento, nata con l'intento di coniugare il rispetto della natura, mobilità sostenibile e anche con il movimento fisico all'aria aperta, che ha portato a chiudere tutte le domeniche nel mesi di Luglio e Agosto un tratto di 6 km alla libera circolazione che conducono al Nivolet che possono essere percorsi a piedi, in bici oppure con una navetta che parte dal comune di Ceresole Reale.
Il Nivolet è uno splendido pianoro di torbiere e ambienti umidi a 2.500 metri di altitudine, dove vivono stambecchi, camosci, marmotte, ermellini, volpi, uccelli migratori e stanziali, e specie floristiche rare. Si può raggiungere a piedi su comodi sentieri dalla Valsavarenche oppure dal comune di Ceresole Reale.
L'iniziativa è tesa a favorire lo spostamento dei viaggiatori senza l'auto, si può partire anche da Torino, con autobus dela linea 137 della GTT, che porta a Pont (che in alternativa si può raggiungere con il treno), Loana, Noasca, Ceresole, Colle del Nicovet.
Quest'anno l'iniziativa si estende al vallone di Piantonetto, vallata selvaggia e sconosciuta ma amata dagli scalatori tutti i sabati fino al 30 agosto sarà attivo un servizio di navette che, dal piazzale Casermette di Locana, porterà fino alla diga di Telessio, da dove si potrà proseguire a piedi, accompagnati da una guida del Parco, fino al Rifugio Pontese, oppure si potrà più semplicemente scegliere i numerosi sentieri panoramici che il Parco è in grado d'offrire.
Il parco offre anche più iniziative come l'escursioni notturne in Val Soana e la vita delle piante in montagna con visita del giardino botanico alpino Paradisia
In tutto il parco non mancale le località di ristoro dove potere gustare le tipiche specialità di montagna, piatti semplici ma gustosi come un tagliere di salumi e formaggi locali, polenta concia, tornino di castagne e formaggio, agnolotti con fomaggio e noci, trote e dolci dallo zabaione alla torte al cioccolato
Per saperne di più: Parco Nazionale del Gran paradiso

5 commenti:

  1. Adoro il Gran Paradiso, Carmine.. è un luogo che sembra veramente strappato al cielo. Un abbraccio e un felice giovedì, caro!

    RispondiElimina
  2. Certo che muoversi non importa se a piedi o in bicicletta in uno scenario spettacolare come questo non può che avere un effetto corroborante sia sullo spirito che sul corpo.

    RispondiElimina
  3. Bello a camminare in montagna. Bellissimo il Gran Paradiso ,spero di arrivare lì un giorno. Se va tutto bene, domani io e il mio marito andiamo a fare una bella passeggiata nei Appennini ,a Crespino del Lamone. Ci piace a passeggiare in montagna . ciao e buon weekend!

    RispondiElimina
  4. Che bel titolo!!! Fa proprio sognare....Anche a noi piace passeggiare in mezzo alla natura e lo abbiamo fatto tutti i giorni nel nostro ultimo viaggio alle isole Lofoten. Buon Agosto!!!

    RispondiElimina