mercoledì 27 maggio 2015

La Nivarata, Acireale (CT) dal 29 al 31 Maggio

In questo blog parlo poco della Sicilia, per lo meno non quanto vorrei, la distanza rispetto ad altre destinazioni la rende una meta più difficile.
Per me la Sicilia non è una regione, non è un isola ma un continente per la varietà dei paesaggi e la ricchezza culturale ed enogastronomica.
Voglio cogliere l'occasione per parlare della granita siciliana, perchè in questi giorni ad Acireale in provincia di Catania, si svolge la Nivarata, il Festival della Granita Siciliana.
Dimenticate tutte le granite che avete mangiata fino ad adesso, la granita siciliana è un altra cosa, non è solo un alimento dissetante ed utile a rinfrescarsi nella calda stagione estiva siciliana, è un’arte per chi la prepara e un rito per chi la assapora.
Se a Londra c' e il Tea Time, quel momento dedicato alla degustazione del tè in Sicilia c'è il Granita Time, sono 30 minuti slow di vero relax, seduti ai tavolini di un bar all’aperto, guardando chi passa, facendo finta di leggere un giornale o parlando del più e del meno con gli altri clienti, un momento di comunione e di relazione sociale.
Mi chiederete da dove arriva il nome Nivarata? Fin dal Medioevo in Sicilia esistevano i nivaroli, cioè quegli uomini che d’inverno si occupavano di raccogliere la neve sull’Etna e di conservarla nelle neviere, dei buchi scavati nella terra, per preservarla dal calore, poi durante l'estate la trasportavano al mare per lavorarla per rinfrescare i nobili. 
La neve veniva con un apposito strumento a manovella resa come fiocchi al quale veniva aggiunto miele, spremute d'agrumi, limone, arance ma anche sciroppo di gelsi, latte di mandorle e caffè. 
In dialetto la granita era la nivarata cioè fatta con la neve, solo più tardi con la macchina a manovella diventa granita, nivarata anche perchè la granita siciliana riesce a dare una consistenza a fiocchi molto gradevole al palato, oggi le tecniche si sono evolute, non si va più a raccogliere la neve dall' Etna ma la tradizione della granita nonostante la diffusione del gelato non si è persa.
I gusti classici della granita siciliana sono la mandorla, pistacchio di Bronte, caffè, cioccolato, limone, fragola e gelsi.
Cosi il prossimo weekend a Villa Belvedere, il giardino pubblico della città,  tra le vie del centro storico di Acireale si svolgerà la quarta edizione della Nivarata, il Festival della Granita Siciliana, con un vero concorso per la ricerca di nuovi gusti e nuovi abbinamenti con gelatieri provenienti dall'Italia e dell'estero per imparare la vera granita siciliana.
Arrivare a Acireale: In aereo Aeroporto Fontanarossa di Catania (aeroporto-Acireale 25km). In auto
Autostrada A18 Messina/Catania, uscita al casello di Acireale. In treno Stazione di Acireale sulla linea Messina Catania ( 3km dal centro città) In autobus da Messina, Ragusa, Siracusa.
Per saperne di più: La Nivarata, Acireale dal 29 al 31 Maggio 2015




Ringraziamo zammu tv per la condivisione del video sul canale you tube

8 commenti:

  1. Parole sante! :-) La granita Siciliana non ha nulla a che vedere con le altre granite. Stesso discorso vale anche per il sorbetto. Mmmmmmmmmm le brioche Siciliane col tuppo ... slurp :-)
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  2. Caro Carmine, ora ci porti a conoscere la buona granita siciliana. È sempre bello seguirti in giro per l'Italia e Europa.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Indubbiamente un evento molto goloso. Adoro la granita e quella siciliana è speciale! A presto

    RispondiElimina
  4. Che terra meravigliosa, la Sicilia! Straordinaria la sua cucina ed istituzioni come la granita. Inimitabile!
    Grazie, caro Carmine. E' sempre una gioia venire a consultare la tua dettagliata, meravigliosa guida.
    MG

    RispondiElimina
  5. Ma che storia questa degli uomini che raccoglievano la neve nelle buche! Incredibile. Che interessante il tuo post!

    RispondiElimina
  6. In effetti le granite siciliane diventano indimenticabili, dopo averle assaggiate, bellissimo il post, Carmine, grazie! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Adoro la granita e quella siciliana è sicuramente inimitabile! Interessante sapere la storia della granita siciliana! Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  8. non sono mai stato in Sicilia ma conto di andarci un giorno

    RispondiElimina