sabato 16 maggio 2015

La sostenibile leggerezza dei Maccheroncini di Campofilone, Fermo (Marche)

Per tutti nostri amici del centro italia segnaliamo che oggi sabato 16 e domenica 17 maggio 2015 a Campofilone, nelle Marche e più precisamente in Val d'Aso, si svolge un evento dedicato al celebre Maccheroncini di Campofilone.
Una serie d'eventi denominati cucina a regola d'arte che vede il primo incontro dedicato alla sostenibile leggerezza dei Maccheroncini di Campofilone IGP, si svolgerà un convegno la mattina del 16 Maggio interamente dedicato ai Maccheroncini IGP per poi proseguire con curiosi e gustosi Cooking show in cui la tradizionale pasta fresca di Campofilone sarà preparata da due grandi chef : Aurelio Damiani e Moreno Cedroni. 
Il territorio comunale di Campofilone occupa una superficie di circa 12 km quadrati; vi abitano circa 1600 persone che si dedicano prevalentemente all'agricoltura e alla produzione della pasta all'uovo. 
La tradizione della pasta all'uovo di Campofilone inizia secondo leggende popolari nel 1400. I primi documenti certi che si riferiscono a questa pasta denominata anche "capelli d'angelo", risalgono al Concilio di Trento del 1560 in cui vengono citati con la dicitura "così sottile da sciogliersi in bocca" rifacendosi alla loro caratteristica di essere molto sottili. 
I Maccheroncini sono anche citati nei ricettari di alcune casate nobili del 1700 e del 1800 come i conti Stelluti-Scala e i conti Vinci, anche il celebre poeta marchigiano Giacomo Leopardi, compilando un elenco di 49 piatti che più preferiva inserisce tre ricette di pasta all'uovo di Campofilone.
I Maccheroncini di Campofilone sono una varietà di pasta all'uovo tipica della cucina italiana che ha ricevuto la denominazione IGP, esclusiva del territorio e della cittadina di Campofilone. La caratteristica sottigliezza della sfoglia (0,3-0,7 mm) e del taglio (da 0,8 a 1,2 mm) ne fa un prodotto unico per caratteristiche organolettiche. Il disciplinare prevede l'utilizzo delle sole uova fresche nell'impasto, senza alcuna aggiunta di altri liquidi. si servono in modo classico con il ragù, mentre i grandi chef di oggi le servono con verdure, con erbe aromatiche e con bucce d'agrumi. Fanno parte delle ricette tipiche marchigiane come i vincisgrassi e olive ascolane.
Per saperne di più: Consorzio Fabbrica Cultura, Piceno Turismo

Dove mangiare a Campofilone
In paese consiglio:
Osteria il Borgo, piazza Umberto 1
in località Tre camini , vicini al mare: Agriturismo Mare in Campagna,
fuori dal centro abitato: Agriturismo La Vecchia Monta









9 commenti:

  1. Sicuramente sarà da divertirsi per chi può andare. Buon evento e buon fine settimana !

    RispondiElimina
  2. Sarà certamente un gustoso e succulento evento
    ciao buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Un bellissimo evento e anche un buon modo di trovarsi insieme in compagnia!
    Un abbraccio e buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
  4. Ho avuto la ventura di assaggiarli e sono veramente buoni!

    RispondiElimina
  5. LA PASTA E' LA MIA PASSIONE, QUANTO MI PIACEREBBE POTER ESSERE LI'!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  6. Luoghi e buona cucina...binomio perfetto...!!

    RispondiElimina
  7. bellissimo evento per valorizzare uno dei tanti ottimi prodotti del nostro bel paese !!!!

    RispondiElimina
  8. Arrivo in ritardo e dopo lunga assenza, ma arrivo. Posti splendidi e cucina gustosa.

    RispondiElimina
  9. da buoni italiani dobbiamo imparare a valorizzare la nostra amata pasta! bella manifestazione

    RispondiElimina