lunedì 3 ottobre 2016

Bressanone, Mercato del Pane e dello Strudel Alto Adige 2016

Questo fine settimana c'è stato il Mercato Storico del Pane e dello Strudel nella Piazza del Duomo a Bressanone, un appuntamento diventato un evento classico dell'autunno gastronomico.
La provincia di Bolzano ha una grande varietà di pane, ogni valle utilizza ingredienti diversi, dovuto alla tradizione tutta contadina di montagna di utilizzare a seconda della stagionalità e del territorio quello che era disponibile. 


I panificatori hanno cosi ereditato dal passato, un patrimonio non solo gastronomico ma anche culturale. Dalla coltivazione di più cereali le farine (farina di farro, farina di segale, farina di grano, farina di grano saraceno), utilizzo delle erbe aromatiche, della frutta secca, delle spezie, utilizzazione del lievito, le tecniche di pianificazione. 
Tutto questo ho portato ad una grande varietà di forme e pani, degli ingredienti dovuti alla localizzazione geografica, alle tecniche agricole, alla panificazione e infine alla stagionalità. 


Il pane bianco rappresenta solo il 20% della produzione di pane in Alto Adige, una diversificazione che rappresenta una ricchezza. 


Una tradizione del passato che si evolve, a partire dal 2011 il progetto Regiongrano in Alto Adige ha dato uno stimolo alla produzione di cereali locali in grandi quantità in alcuni casi cereali dimenticati, riprendendo alcune produzioni di cereali come segale, farro e orzo, l'intenzione e quello di favorire solo panificazione con cereali prodotti localmente, ci si vuole avvicinare al concetto di km zero che nel settore del pane rappresenta un assoluta novità, essendo l’Europa dipendente dai rifornimenti di farina dall’Ucraina, dall’America e dall’Australia . 



Il pane più famoso è sicuramente lo Schüttelbrot, il pane di segale duro fatto con farina di segale con aggiunta di cumino, coriandolo e semi finocchio, un pane che si doveva mantenere a lungo e conservare durante l'inverno. 
Ci sono poi i panini di segale al cumino, che possono essere arricchiti a seconda della stagionalità e della zona di con frutta secca, nocciole, pere, prugne. 


Molti apprezzati sono in pane misti di segale e frumento e/o tritello di frumento come il pane della Val Venosta con farina di segale e frumento più erba trigonella, cumino, finocchio. 
I pani con farina integrale d'orzo, pane alle noci, pane alle castagne e il pane ai sei cereali (segale, frumento, orzo, avena, farro e grano saraceno), il pane d'avena con  nocciole, potrei continuare al'infinito, ogni valle ogni paese, ogni contrada ha un suo pane caratteristico. 


Lo Strudel è il dolce che più identifica la provincia di Bolzano, al classico di mele si uniscono strudel fatti con le pere, le pere e il cioccolato, l'uva, di topfen (tipo ricotta), le prugne, nel periodo estivo si possono trovare anche strudel alla ciliegia e alle albicocche. 
L’evento è stata anche l’occasione per apprezzare più dolci della tradizione dell’Alto Adige preparati dai fornai dal Buchteln con marmellata di albicocche e crema, alla tradizionale torta di grano saraceno con confettura di lamponi, i krapfen, cuori di castagne. 
Una vacanza in Alto Adige è anche una vacanze all'insegna della cultura e dell'enogastronomia di qualità.
Arrivare a Bressanone con i mezzi pubblici: in treno siamo sulla linea Verona Bolzano Brennero Innsbruck, sono molti i treni nazionali e internazionali che si fermano a  Bressanone info Ferrovia Tedesche. Sono diverse le linee di pullman che passano per Bressanone a partire quelle che vanno da Milano a Torino a Monaco di Baviera, Innsbruck o Vienna. 
La rete locale è assicurata dal Trasporto Integrato Alto Adige che collega Bressanone con tutta la provincia di Bolzano 
Arrivare a Bressanone in Auto: siamo sull'autostrada del Brennero A22 uscita Bressanone Sud o Chiusa Val Gardena poi immettersi sulla statale 12 del Brennero.

Si ringrazia per Turismo Lento, il contributo fotografico Andreas Planker

Informazioni: Mercato del Pane e dello Strudel Alto Adige, Bressanone / Brixen Turismo, Alto Adige/ Sudtirol Turismo

29 commenti:

  1. Bellissima questa manifestazione. Peccato essere cosi' lontana; avrei apprezzato tutto, specialmente i buchteln con marmellata di albicocche e crema :-)

    RispondiElimina
  2. Bellissima manifestazione a cui non sono mai riuscita ad andare...
    Andrò qualche giorno a Bressanone in novembre, che tu sappia c'è qualcosa in quel periodo?
    Grazie
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà il tema dei prossimi post, a iniziare dal torggelen che è appena iniziato e termina a inizio dicembre, la festa del raccolto fino a metà novembre e le settimane della Castagna tra ottobre e novembre

      Elimina
    2. Grazie di tutte queste notizie...
      Flora

      Elimina
  3. che bella manifestazione chissa' che profumo!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  4. Sono andato l'anno scorso a Bressanone alla festa del Pane. Buonissimo, come del resto lo strudel!!! Quest'anno ero di passaggio da Bressanone perché sono andato all'Abbazia di Novacella e a Campo Tures in Val Aurina. Comunque ho comprato dal panettiere il pane nero dell'Alto Adige. Bel post Carmine, Ciao

    RispondiElimina
  5. Che evento meraviglioso e quante specialità dolciarie e non. Sarebbe bello andare ma da Roma è un pò lontano. Buona serata

    RispondiElimina
  6. Una bella manifestazione.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Caro Carmine, veramente un post che vale la pena di vedere!
    Grazie di averlo condiviso con tutti noi.
    Tomaso

    RispondiElimina
  8. A Bressanone ci sono stata solo una volta in occasione dei mercatini di Natale, ma faceva un tale freddo...un'occasione come questa sarebbe stata preferibile!
    Un caro saluto
    Carmen

    RispondiElimina
  9. fantastico questo mercato...sarebbe stato il mio posto; amo lo strudel, a presto!

    RispondiElimina
  10. Credimi se ti dico che ho letto e riletto, guardato e riguardato le immagini, io sono una grande cultrice del pane, quello sano, come quello che sfornano in Alto Adige, per non parlare dei dolci, bellissime anche le fotografie che ritraggono i balli folkoristici, a me dispiace molto abitare così lontana, non mi perderei mai nessun evento, grazie per il post! Un caro saluto

    RispondiElimina
  11. Guarda quante golosità! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  12. Anche oggi un articolo davvero interessante, io poi sono super appassionata di pane e prima o poi non mi dispiacerebbe fare un salto a questo mercato... grazie come sempre!

    RispondiElimina
  13. Bressanone è molto bella e questo mercato sarebbe proprio da vedere! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Quanto amore e quanta passione in queste tradizioni! questa del pane di Bressanone ne ho sentito parlare già tempo fa, ma io sono di pescara e per me è lunga ... comunque le tradizioni italiane sono il nostro più grande patrimonio ... queste immagini e il tuo post sono un vero spettacolo! Grazie mille per averle condivise con noi! A presto

    RispondiElimina
  15. Bressanone è bellissima e mi piacerebbe tornarci in occasione di questo mercato

    RispondiElimina
  16. Mi fai venire l'acquolina in bocca.

    RispondiElimina
  17. Peccato essere così lontana. Sicuramente una manifestazione che avrei gradito moltissimo, visto la mia passione per i lievitati e le farine in genere. grazie per le info sempre utili.

    RispondiElimina
  18. sono stata un paio di volte a Bressanone per i mercatini di Natale , ricordo di essere andata a visitare l'Abbazia di Novacella, uno spettacolo !

    RispondiElimina
  19. Eccomi da te, amico mio! Ho adorato leggere di questo mercato.. io adoro il pane di segale, sai? Quello col cumino deve essere stupendooo :D Mi hai fatto venire una voglia immensa di strudel adesso... Grazie, per i tuoi post interessanti e per la tua presenza sempre gradita! <3 Un abbraccio!

    RispondiElimina
  20. ciao
    festa bella. Il pane dell'alto Adige e lo strudel sono buonissimi.

    RispondiElimina
  21. Ottimo il pane di questa regione. Proprio oggi ho fatto lo strudel di mele anch'io.

    RispondiElimina
  22. chissà che bontà!!! e che profumi!

    RispondiElimina
  23. bellissima manifestazione, mi sarebbe piaciuto esserci.

    RispondiElimina
  24. Ciao Carmine ! ma che esplosione di sagre ! Anche dalle mie parti la castagna fa da regina .... ciao e grazie !

    RispondiElimina
  25. Evvaiiii! Questo post è proprio quello che fa per me! Ho condiviso subito su google plus! Un abbraccio!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  26. Tutti gli anni mi riprometto di andare e poi capita sempre qualcosa che mi fa rinunciare. Prima o poi ce la farò :)

    RispondiElimina