venerdì 17 novembre 2017

Dimenticare l'inverno: Olhão, Portogallo (Frutti di mare, Barrio Barreta, Folar)

Mio nonno che era un lupo di mare diceva che per dimenticare l'inverno bisogna sentire parlare portoghese, cosi per lasciare il freddo e il brutto tempo di questi giorni vi voglio portare con me in questo viaggio virtuale verso Olhão, nella regione d'Algarve nel Sud del Portogallo.
In questi giorni le temperature sfiorano i 20°, c'è ancora sole ma è difficile che durante l'inverno le temperature scendano sotto i 16°, un clima mite sembra di stare in primavera, ci sono 300 giorni di sole all'anno assicurati in Algarve.
Olhão noto in tutto il Portogallo per il pesce ma in particolare per i frutti di mare come le cozze e le vongole, provenienti dal Parco dell'estuario del Ria Formosa, che potete trovare in vendita al Mercato de Olhão, direttamente sul mare, c'è un grande spazio dedicato al pesce, tutto freschissimo e d'ottima qualità, questa zona dell'Oceano Atlantico è molto ricca di pesce.
Non sono poco coloro che sia da tutto il Portogallo e dalla Spagna arrivano ad Olhao per mangiare le cozze, le vongole, la zuppa di pesce, il riso con i cannolicchi ma anche le più semplici alici, sarde, il tonno, i gamberi.
Ad attirare l'attenzione sono proprie le case dei pescatori, nel quartiere di Barreta, edifici a forma di cubo, risalenti al XVIII° secolo, sono racchiuse tra strade strette e tortuose d'aspetto che richiama i paesi del Nord Africa.
Sono case bianche, con terrazze moresche e modanature con bordi grigi e blu, decorate in molti casi da magnifiche ceramiche colorate,  che sono l'orgoglio della città. Il Barrio Barreta si trova proprio nella zona vicino al mercato della città. Le case oltre che per la loro forma geometrica sono caratterizzate dalle terrazze sul tetto, belvedere, piccole vedette, torri e balconi, che i cittadini di Olhao sono determinati a preservare  come facente parte della loro cultura e stile di vita.

One lovely morning in Olhão, Portugal from Johan Reitsma on Vimeo.


La terrazza sul tetto sono una chiara influenza marocchina, una caratteristica comune delle case lungo la costa dell'oceano Atlantico, lo scopo non è solo la vista panoramica ma avere un luogo dove poter seccare il pesce e la frutta, le tecniche di conservazione più economiche.
Olhão non guarda solo il mare, bisogna volgere lo sguardo anche verso la terra ferma, una terra ricca di frutta e verdura grazie ai sistemi d'irrigazione introdotti dagli arabi, che hanno insegnato come preservare una risorsa molto importante come l'acqua, cosi il paesaggio è caratterizzato da muri di pietra e chiuse costruite in fiumi o torrenti, servono a trattenere, sollevare e deviare l'acqua destinata all'irrigazione.
La caratteristica del paesaggio agricolo sono le norie, un sistema di ruote idrauliche per sollevare l'acqua, in portoghese 'cegonha' , che permette all'acqua di essere prelevata da pozzi e fiumi, abbassando e sollevando un secchio meccanicamente.


Il consiglio è quello di provare il dolce tipico di Olaho: Folar. Si tratta di un dolce che tradizionalmente si regalava alla madrina della bambina per la cresima, è composto diversi strati di pasta lievitata alternati con caramello, cannella e succo d'arancia, da Anabel Rita il migliore dolce della città. 
Sono tante le cose che si possono fare anche in autunno e inverno, le escursioni in barca nelle isole del Parco Naturale di Ria Formosa come isola di Culatra, che divide Olhao dall'Oceano, ci sono delle ottime spiagge e percorsi naturalistici ben segnalati.
Si può inoltre con la rete degli autobus e la rete ferroviaria visitare tutte le altre località dell'Algarve come Faro, Albufeira, Portimao, Lagos.


Come arrivare a Olhão: la città è molto vicina a Faro, dall'aeroporto di Faro a Olhão, sono circa venti minuti d'auto. Per arrivare a Faro ci sono i voli della Tap Portugal che fanno sosta a Lisbona, circa 5h il viaggio. Si può arrivare ad Olhào da aeroporto Faro con il bus 4 euro e dalla Stazione Ferroviaria di Faro con il treno regionale 1,40 euro in dieci minuti.
Dove alloggiare a Olhão: uno dei luoghi più affascinati è il Bed and Breakfast ConventoOlhao, un vecchio edificio ristrutturato dove una volta vivano le ragazze nubili che lavoravano al conservificio per la lavorazione del tonno e delle alici sott'olio.
Per saperne di più : Visit Algarve, Visit Portugal

16 commenti:

  1. Mi sono sentita in procinto di partire per il Portogallo! Un viagetto non sarebbe niente male in questo periodo!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Potendolo fare sarebbe bellissimo. Chiudere casa, svernare in quei luoghi e tornare in Italia in primavera. :-)
    Felice weekend
    enrico

    RispondiElimina
  3. Posti che scaldano l'anima con la loro apparente semplicità e con la loro serenità di vita. Sei sempre in grado di stupirci con le mete che proponi.

    RispondiElimina
  4. Grazie di avermi fatto scoprire questo incantevole angolo di Portogallo.

    RispondiElimina
  5. Sempre affascinanti e ricchi di belle immagini i tuoi post!
    Grazie, Carmine!!!

    RispondiElimina
  6. avrei sempre la valigia pronta , che bei posti !

    RispondiElimina
  7. Mai stata da quelle parti , che voglia di andarci ... Un abbraccio ! Ciao Carmine !

    RispondiElimina
  8. Magari poter dimenticare l'inverno :)
    Che posti stupendi!
    A presto

    RispondiElimina
  9. Io abito in un posto di mare dove non fa tanto freddo, però un viaggio in questo posti meravigliosi lo farei volentieri. Buona settimana.

    RispondiElimina
  10. Ti dirò, Carmine, che anche in Liguria ci siamo dimenticati l'inverno. Quando è freddo ci sono 12 gradi! Oggi è bellissimo e viaggiamo sui 18°. Comunque il Portogallo è sempre fascinoso. Un abbraccio grande, a presto

    RispondiElimina
  11. mi piacerebbe moltissimo visitare il portogallo, ma per il momento abbiamo sempre rimandato.

    RispondiElimina
  12. Ah che meraviglia! Come a Funchal insomma, dove ho vissuto per quasi un anno. In Portogallo mi sento proprio a casa.

    RispondiElimina
  13. Oggi è una giornata uggiosa e plumbea e anche se amo questo clima tipicamente autunnale, verrebbe proprio voglia di fare le valigie dopo aver letto il tuo post, caro Carmine!
    Grazie di cuore per le tue sempre preziose informazioni.
    Un caro saluto,
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  14. Oggi è una giornata uggiosa e plumbea e anche se amo questo clima tipicamente autunnale, verrebbe proprio voglia di fare le valigie dopo aver letto il tuo post, caro Carmine!
    Grazie di cuore per le tue sempre preziose informazioni.
    Un caro saluto,
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  15. Sono stata in Portogallo ma non ho visitato questa città. Il pesce è ottimo.

    RispondiElimina