giovedì 5 aprile 2018

Salerno e la costiera amalfitana per i weekend di primavera

Soffia una nuova aria su Salerno da quando l'alta velocità del treno porta a Salerno, quale periodo migliore per una visita della città e della costiera se non la Primavera?
Capitale del Principato di Salerno creato dai Longobardi in età medioevale nell'XI secolo è stata fondata la Scuola Medica Salernitana, l'istituzione europea più famosa del Medioevo, antesignana delle Università di Medicina moderne.



Tra le presenza architettoniche storiche più rilevanti ci sono il Castello di Arechi che domani la città, raggiungibile con un sentiero di trekking urbano e la Cattedrale di Salerno, il suo disegno e la sua pianta ricalca l'Abbazia di Montecassino e l'antica basilica di San Pietro a Roma.
Uno spettacolo sono i Giardini della Minerva, Orto Botanico della Scuola di Medicina Salernitana, 382 piante presenti nel centro storico di Salerno.
Salerno unisce la sua storia con una nuova economia, è divenuta un polo agricolo tra i più importanti in Italia che unisce tradizione e innovazione nell'agricoltura.
Una delle iniziative più interessante lanciata negli ultimi mesi è il Miglio zero, su tratta dell'iniziativa di una cooperativa di pescatori Acquamarina con 33 barche, tutti professionisti della pesca locali, un luogo al porto Turistico Masuccio Salernitano dove acquistare e anche degustare il pesce del giorno.: un 'iniziativa che vuole sostenere il settore della pesca.
Se Napoli è famosa per la pizza Margherita a Salerno è la pizza Carmine, la pizza più famosa della città, il suo nome deriva da Carmine Donadio, proprietario della pizzeria "Carminuccio" nel quartiere storico di Salerno di Mariconda,  tra la via Piacenza 117 e la via Mauri Raffaele, che si caratterizza dalla presenza oltre che del pomodoro del formaggio e del basilico come la pizza Napoletana dalla pancetta tagliata a cubetti.

Un'altra lavorazione che è tipica della cittadina di Battipaglia,(SA) è la Zizzona, ottenuta dalla lavorazione del latte di Bufala, una mozzarella molto ma molto grande che ricorda un seno prosperoso, in dialetto Zizza sta proprio per tetta.
La frittata di pasta è una delle specialità che troviamo nel centro storico, Salerno si prepara con la pasta mista, uova, formaggio grattugiato e limone, tra le più rinomate quella del negozio di Giuseppe Adinolfi in via delle Botteghelle 65, non lontano dalla Cattedrale.
Grande festa nei dolci di Salerno, tutti assolutamente da provare:
La delizia al limone, una cupola di pan di spagna farcita di crema al limone, divenuta il dolce simbolo della costiera sorrentina e amalfitana.
Sfogliatella Santa Rosa, nata dalle mani delle suore dell'ex monastero di Santa Rosa a Conca dei Marini (Sa) sulla Costiera Amalfitana .

La scorzetta del Cardinale, un pan di spagna con fragoline di bosco, coperta di glassa rosa che ricorda il copricapo dei cardinali dell' Antica Dolceria Pantaleone nel centro della città di Salerno.
Torta allo strega, sempre dell'Antica Dolceria Pantaleone, una torta al cioccolato con una crema aromatizzato al liquore Strega, un liquore tipico della Regione Campania.
Un soggiorno a Salerno offre la possibilità di visitare tutti i giorni la Costiera Amalfitana, partono battelli dal porto per Amalfi, Furore e Positano, per i più audaci da Salerno partono battelli anche per Capri ed Ischia (1,30h).
Arrivare a Salerno: la città è collegata con Alta Velocità dalle principali città italiane con Trenitalia e Italo.
Dormire a Salerno : per chi vuole rimanere nel centro storico di Salerno consiglio i Bed and Brekfast, tra cui: B&B degli amalfitani, B&B La Garconniere.
Muoversi con il battello: Travelmar da Salerno per la Costiera Amalfitana e Alilauro per Capri e Ischia.
Per saperne di più: Turismo in Salerno



12 commenti:

  1. mon voyage de l'année passé... rêvons de pizze encore et encore :))) bises

    RispondiElimina
  2. Sono sempre molto affascinata dai tuoi post e da come proponi interesse per luoghi, usanze, evento e, non in ultimo, ottimo cibo 😋. (Ti si intravede riflesso nell’ultima foto)
    Quindi ... grazie!

    RispondiElimina
  3. Ummm, quanti buoni dolci. Grazie Carmine per questo sogno ad occhi aperti, luoghi affascinanti.
    Ciao Stefania

    RispondiElimina
  4. un classico tra le gite da fare, immancabile.

    RispondiElimina
  5. Luoghi stupendi! Li ho visti solo in estate ma forse questo è il momento migliore.
    Buon weekend
    enrico

    RispondiElimina
  6. Caro Carmine, credo che la costa amalfitana sia favolosa.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Sarebbe proprio bello un giro da quelle parti, metto l'idea in cantiere, chissà... un abbraccio e buon we :)

    RispondiElimina
  8. Una bella vacanza lì sarebbe l'ideale...ciao, Arianna

    RispondiElimina
  9. CArmine mi hai convinto a fine mese vado a Salermo.. Grazie dei consigli
    Maurizio

    RispondiElimina
  10. Ma che fiori, che colori, grazie Carmine !!

    RispondiElimina