Passa ai contenuti principali

Lago di Como: Lenno

Il lago di Como è una delle più belle destinazioni d'Italia, non c'è un punto più bello è tutto da scoprire, il mese scorso vi ho portato in viaggio da Como sulla Funivia fino a Brunate, a piedi fino a Torno lungo la Strada Regia e ritorno in battello sul lago a Como. 
Questa volta andiamo sulla sponda occidentale a Lenno, che è centro della Green Way del Lario un percorso da fare tra lago e montagna che collega Colonno e Briante, passando per Isola Comacina, Lenno e Tremezzo (dove siamo stati lo scorso anno).
Si può arrivare a Lenno oltre che con l'automobile con il battello che si può prendere a Como direttamente sul Lago, ci vuole circa  1 ora e 45 minuti al costo di 8,30 euro.
Lenno è un paese molto accogliente con un bel fronte lago, chiuso al traffico, il paese è famoso per ospitare Villa del Balbianello, uno delle più belle ville del Lago di Como, con una vista sul lago favolosa, oggi la Villa appartiene al Fai.



Consiglio una visita alla Villa per il magnifico giardino, perché è stata location di molti film internazionali dalla Certosa di Parma a Star Wars, perché fa parte della storia d'Italia avendo ospitato molte figure di spicco della letteratura dell'arte e della politica tra cui Silvio Pellico e Massimo d'Azeglio.
Oltre alla bella passeggiata sul lungo lago, chi lo desidera può percorrere la Green Ways del Lario verso Isola Comacina oppure Tremezzo con incantevole Villa Carlotta. (per tutti i luoghi completi da vedere sulla Green Way del Lario rimando al sito Ufficiale del Turismo del Lago di Como).


Per i camminatori abili ed esperti consiglio l'escursione del Monte di Tremezzo a 1700 m, mentre per i più interessati al patrimonio storico e architettonico consiglio oltre alla Villa di Balbainello, la visita alla Chiesa di Santa Stefano, al Battistero di San Giovanni in stile romanico e ben conservato, ricordo inoltre che sopra abitato di Lenno sul Monte Ossuccio c'è l'Abbazia medioevale dell'Acquafredda da cui si gode un bel panorama del lago, all'interno affreschi del Fiammenghino al secolo il pittore Giovanni Mauro della Rovere. Dall'abbazia parte un percorso che arriva al'Abbazia di San Benedetto in Val Perlana, in mezzo al bosco luogo autentico di relax a circa due ore di cammino.

Alloggiare a Lenno: offerta limitata ad Albergo Lenno e a 3 B&B, il Balbianino, il Grifo e La Tana 
Mangiare a Lenno: Trattoria Santo Stefano tra la chiesa di Santo Stefano e il Battistero di San Giovanni, tavolini anche all'aperto con piatti di pesce di lago, di pesce di mare e carne, da segnalare inoltre Ristorante Albergo Lenno e la fabbrica del gelato, uno dei gelati più interessanti del Lago di Como.


Arrivare a Lenno in Battello da Como in battello circa 1,50-2 ore
Arrivare a Lenno in Autobus: da Como Stazione FS San Giovanni in autobus C10 delle ASF autolineee, della Linea Como Menaggio Colico circa 50 minuti da Como. 
Arrivare a Lenno in Auto da Como: si prende la SS 340 da Cernobbio e si prosegue direzione Tremezzo, circa 50 minuti a secondo del traffico.
Per saperne di più: Lake of Como



Commenti

  1. non sono mai stata in questa zona, non vedo l'ora di vedere tutte le cose di cui hai parlato!

    RispondiElimina
  2. Lenno proprio non la conosco, grazie per le preziose info ! buon we

    RispondiElimina
  3. Sempre molto dettagliati e bellissimi i tuoi itinerari. Buona serata Fabiola

    RispondiElimina
  4. NON CI SONO MAI STATA, PRIMA O POI.....BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. A volte non occorre andare lontano per ammirare locaità che sono piccoli gioielli.

    RispondiElimina
  6. Sono bei posti, anche se resi un po' cupi dai monti intorno; questo ramo del lago comunque mi manca e ovviamente spero di visitarlo ;) ciao, Arianna

    RispondiElimina
  7. Meravigliosa la nostra Italia non immaginavo ci fosse così tanto da scoprire intorno al lago, dopo vado a vedere il tuo post precedente che mi son persa...grazie per le notizie! ciao un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto il lago ed il lago di Como ha angoli stupendi :)
    Quante informazioni interessanti che ci hai regalato....grazie.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  9. Bei luoghi! Grazie per tutti gli ottimi consigli che ci dai.

    RispondiElimina
  10. Bellissimo il lago di Como, hai scelto degli scorci veramente intriganti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Buongiorno! Piacere di conoscerti! Wow che posto! Bellissimo! Complimenti per le foto! Buona giornata!

    RispondiElimina
  12. Che posti meravigliosi, grazie per la condivisione! Ciao

    RispondiElimina
  13. Bellissimi ricordi, bei posti... :)
    Che ne dici di seguirci reciprocamente via GFC + FB + Twitter e su G+? Clicca su ''join this site'' nel mio blog e lascia un messaggio con il tuo link cosi' passo a ricambiare e se vuoi partecipa pure al mio Contest!! grazie. :)
    ♥ ♥ ♥ BLOG That’s Amore

    RispondiElimina
  14. Posti che prima o poi visitato.'
    Ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Algeri, la capitale dell 'Algeria sul Mare Mediterraneo

Algeri è la capitale di uno dei paesi più grandi dell'Africa, ha le spiagge tra le più belle di questa parte del Mar Mediterraneo tuttavia è una destinazione sconosciuta ai viaggiatori del nuovo millennio. Una volta era la meta preferita dei turisti inglesi, i sudditi della Regina Vittoria di un certo livello sociale andavano a svernare da Londra ad Algeri.  Gli ultimi decenni sono stati poco fortunati con questa città e con questo paese, si associa l'Algeria alla fine violenta del colonialismo francese, la guerra civile degli anni ’90 che è costata duecentomila vittime, gli attacchi terroristici e il fondamentalismo islamico hanno creato un clima di diffidenza e di paura.  Con la sua eredità fenicia, romana, bizantina, ottomana, piratesca e coloniale francese, Algeri contiene un tesoro in grado di stupire qualsiasi appassionato di cultura, architettura, letteratura, musica, arte, design, botanica o geografia.  @directionlalgerie Algeri la blanche Tutto quello che noi conosciam

Festividad Jesus de Gran Poder 2024, La Paz Bolivia ( dal vivo on line)

Fiesta Mayor de los Andes o Festa del Señor Jesus del Gran Poder come si chiama tradizionalmente si svolge oggi 25 Maggio a La Paz in Bolivia.  Per i lettori di questo blog non è una novità ma quando arrivano questi giorni la mia mente mi riporta in Sud America, posso essere in qualsiasi parte del mondo fisicamente ma la mia mente è per le strade di La Paz in Bolivia. Difficile spiegare le ragioni che mi legano a questa festa ma l'ambiente, la musica, il ballo riuscirono a muovere delle emozioni dentro di me che non è facile descrivere, come non è facile dimenticare. Si parla di folckore, si parla di fede, si parla di devozione ma c'è un aspetto che spesso viene trascurato che è quello del riscatto sociale, essere protagonisti per un giorno per la propria comunità. Ogni persona che vedete indossa un vestito che ha creato da se, tagliato, cucito, adornato, un anno di preparativi con gli altri membri della comunità. In questo evento c'è un anno di sacrificio, un anno di fede,

Stranieri Ovunque Foreigners Everywhere : 60° Biennale Arte di Venezia 2024

La Biennale d'Arte di Venezia è un sogno per qualsiasi artista o persona che a diverso titolo lavora nel mondo dell'arte.  La Biennale d'Arte di Venezia per fama e partecipazione può essere paragonata alle Olimpiadi del mondo dello sport, a cui tutti vogliono partecipare. Oltre agli artisti presenti alla mostra 311, questa sarà affiancata da 87 Partecipazioni Nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia.  Sono 4 i Paesi presenti per la prima volta alla Biennale Arte: Repubblica del Benin, Etiopia , Repubblica Democratica di Timor Est e Repubblica Unita della Tanzania . Repubblica di Panama e Senegal partecipano per la prima volta con un proprio padiglione. Un successo a livello internazionale che porta a riconoscere la creatività come libera  espressione  dell'interiorità dell'animo umano, in qualsiasi nazione in qualsiasi parte del mondo. Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere , è il tema della Biennale d'

Da Ortisei sull'alpe Rasciesa fino al Rifugio Resciesa, funicolare più camminata panoramica

Tra qualche giorno l'estate finisce e allora vediamo di fare l'ultima escursione in alta montagna. Si tratta di un percorso classico per chi è in vacanza a Ortisei in Val Gardena , adatto a tutti, non è un percorso proprio di trekking, mi piace di più chiamarla passeggiata panoramica. Da Ortisei si prende la Funicolare Raschotz / Resciesa , è stata inaugurata da qualche anno, una volta c'era solo la seggiovia monoposto inaugurata negli anni '50, era da mettere i brividi, più di trenta metri in alto, con le mani toccavo la punta degli abeti, molto affascinante, ricordo un mio amico che per non prenderla partiva due ore prima e saliva a piedi, tanto che gli faceva impressione, ci vediamo al Rifugio Resciesa per pranzo. Si trattava di una salita piuttosto impegnativa, ma quando si hanno venti anni niente è abbastanza audace e difficile. Fortunatamente ora c'è la funicolare, da qualche anno un trenino comodo e pratico. 18 euro a persona andata e ritorno ndr,

Isole greche per camminatori: Creta, Sifnos, Kythera

Antonella T.; Bari: Volevo chiederle se ci sono delle isole in Grecia organizzate per fare trekking. Tutte le isole hanno nel bene o nel male dei percorsi ma non sono sempre praticabili o segnalati, ma c'è qualche isola organizzata in questo senso, meta per questo tipo di vacanza? Si, sono delle destinazioni che vi ho fatto già conoscere, le isole greche che sono più organizzate per  camminare a tutti i livelli sono : Creta, Sifnos, Kythera. Si tratta per la Grecia di un fenomeno nuovo quello del Trekking, fino a qualche anno fa, il turismo in Grecia a parte Atene, voleva dire un attività economica solo per i mesi di Luglio e Agosto. Se qualcuno di voi ha provato ad andare in qualche isola negli altri mesi dell'anno, avrà trovato la maggior parte delle attività chiuse. Un cambiamento economico Questo nuovo segmento di mercato del turismo sta prendendo piede anche in Grecia, in genere i camminatori arrivano a settembre dopo la fine dell'alta stagione, e grazie ad alcune loc

La Festividad del Señor Jesus del Gran Poder, 3 Giugno La Paz (Bolivia)

Fiesta Mayor de los Andes o Festa del Señor Jesus del Gran Poder come si chiama tradizionalmente si svolge quest'anno sabato 3 giugno 2023. La Paz in Bolivia.   Per i lettori di questo blog non è una novità, quando arrivano questi giorni la mia mente mi riporta in Sud America, posso essere in qualsiasi parte del mondo fisicamente ma la mia mente è per le strade di La Paz in Bolivia. La festa ha delle origini antichissime ed è legata al culto dell'immagine di Cristo che venne portata in Bolivia l' 8 dicembre 1663 , quando venne fondato il Convento della Madre Concezione, l'immagine delle tre facce del Signore Gesù del Gran Poder. L'immagine composta da un cristo con tre facce, era volta all'evangelizzazione della Bolivia, secondo le suore rappresentava Padre, Figlio e Spirito Santo . Per gli indigeni fu più facilmente comprensibile in quanto rappresentava con le tre teste Alaxpacha (il mondo superiore), Akapacha (la terra) e Manqhapacha (gli inferi). Negli ann

Da Domodossola a Berna: il Trenino Verde delle Alpi

Il Trenino Verde delle Alpi collega la città di Domodossola con la capitale elvetica Berna, un tragitto di poco più di due ore attraverso la linea ultracentenaria del Sempione e del Lötschberg .  Sulla stessa tratta circola un treno veloce con poche fermate ma che non permette di fermarsi in tutte le località e ammirare il paesaggio delle Alpi tra i più belli.  Un percorso storico che ha sempre unito nord Europa con Sud Europa, dalle mulattiere siamo passati ai  percorsi ferroviari supertecnologici.  Forse pochi sono a conoscenza che questo percorso è nato per la commercializzazione del formaggio. Nel Medioevo diverse comunità Walser furono spinte sugli altipiani della Val d'Ossola e della Valle Formazza e portarono con loro la lavorazione del formaggio ad alta quota, che grazie alle erbe della Val d'Ossola in particolare l'erba mutellina che conferiva al latte e al formaggio un sapore molto gradevole e apprezzato. Le comunità Walser che arrivarono in Italia mantennero

I luoghi delle rose in Italia: Abbazia di Rosazzo, Manzano (Udine)

Ogni anno oltre ai luoghi delle rose noti, andiamo a scoprirne giardini di rose meno noti, lo scorso anno siamo stati al Monastero di Castagnevizze a Nova Gorica solo pochi metri dal confine Italia e Slovenia. Questa volta andiamo invece in provincia di Udine, sui Colli Orientali in una località isolata, in mezzo ai vigneti nella vicinanze di Manzano . Sopra un colle c'è Abbazia di Rosazzo, la fondazione dell'abbazia è molto antica, di particolare interesse storico artistico la Chiesa San Pietro Apostolo del IX° secolo. Il nome Abbazia del Rosazzo è dovuto a cespugli di rose che nascevano spontanei sul colle dove sorge il complesso. Uno dei pochi giardini ad avere una sua varietà di rosa, la rosa di Rosazzo una rosa bianca che si pensava estinta dopo un inverno rigido che aveva fatto morire tutte le piante nel 1929. Nella Prima Guerra Mondiale il complesso venne utilizzato come Ospedale della Croce Rossa, un soldato francese, portò via un piccolo cespuglio

Milano - Tangeri in treno, un viaggio alla ricerca del sole d'inverno

Perché da Milano a Tangeri? Quando le giornate si fanno sempre più corte e le temperature scendono mi viene voglia di andare in un luogo caldo dove posso prendere un caffe all'aperto, passeggiare sotto un sole caldo e guardare il mare.  Così mi è venuto in mente di andare a Tangeri , in Marocco . Certo il modo più veloce e comodo è prendere un aereo ma volevo intraprendere un viaggio e non un soggiorno, conoscere e parlare con più persone. Ho studiato un po' di soluzioni di viaggio ma la più interessante credo sia un viaggio in treno più battello che arrivi direttamente al porto di Tangeri dentro la città. Questo mi consente di fermarmi in più città che il percorso ferroviario mi consente di fare a : Ginevra, Lione, Barcellona, Madrid, Malaga, Tarifa e Tangeri. 1° giorno Sono partito dalla Stazione Centrale di Milano sul treno per Ginevra in direzione di Tangeri. N on devo essere tanto normale, sono alla vista delle Isole Borromee e dalle montagne appena innevate e sono su un

Verezzi, il borgo terrazza sul mare ligure

Vi voglio portare con me, questa volta in Liguria , in provincia di Savona , dove in questi giorni sembra ancora estate o meglio un dolce autunno. Dalla Statale Aurelia in direzione Ventimiglia, passato Finale Ligure arriviamo a Borgio Verezzi, il comune è l'insieme di due abitati Borgio sul mare, che ha visto la diffusione del turismo negli anni '60 e '70 e il borgo di Verezzi su in alto in collina a 250 m slm. Negli ultimi anni a raccogliere l'interesse dei viaggiatori è stato più Verezzi che Borgio, che offre la possibilità di fare trekking e percorsi a piedi, ma proprio la riscoperta di luoghi più autentici e originali. Durante l'estate c'è un ricco cartellone teatrale del Festival di Verezzi, palcoscenico proprio la piazza di Verezzi, molto spettacolare con questa vista sul mare ligure. Diversi piccoli bar ristoranti a conduzione familiare, da segnalare per la vista Ristorante il Cappero , oppure antica osteria saracena Bergallo