giovedì 24 marzo 2011

Bruxelles, il Belgio in bicicletta e gourmand (go slow bike e go slow food)




Una città dall 'Architettura elegante che ha ispirato molti settori dell'arte e del design con le sue forme ornamentali, una città che è divenuta il simbolo dell' Europa, un paese piccolo ma che tutti sentono vicino, in particolare noi Italiani, possiamo dire che è un buon 10% della popolazione è di origine italiana, non è raro trovare persone che volentieri si fermano a parlare in Italiano appena intuiscono da dove si viene, questo aspetto la rende ancora più simpatica.

Bruxelles in Bicicletta ( Go Slow Bike, andare lentamente in bici)
Come tutte le città, la migliore cosa da fare per conoscere bene è girarla a piedi ma Bruxelles offre un servizio di guida della città in Bike, per mezza giornata o per l'interna giornata organizzato dall' Associazione Provelo, che vi fara vedere una Bruxelles inusuale. Bruxelles può essere anche il punto di partenza di una vacanza in bicicletta in Belgio, diversi percorsi ciclabili collegano Bruxelles con Liegi, Namour, Brabant. Dal 2 al 13 maggio Bike esperienze, si lascia la macchina a casa e si girerà per Bruxelles in bicicletta. Le informazioni le trovate sul sito della Provelo.

© Bénédicte Bantuelle del ristorante bouchery

Bruxelles Gourmand ( Go Slow Food, andare lentamente degustando)
Pedala e pedala si sa che viene fame e allora scoperta delle specialità culinarie belghe , il punto di riferimento negli ultimi anni per la ristorazione di qualità è :
- Christophe Hardiquest del Ristorante Le Bon Bon
- Una proposta classica è invece Bouchéry 812a, chaussée d’Alsemberg
- Una proposta di classe Rouge Tomato 190 avenue Louise

Proposta invece esclusivamente italiana lo spazio denominato Mmmmh! creato da Carlo De Pasquale, un punto di ritrovo dei foodisti belgi è libreria, negozio, assagio, scuola di cucina
-Mmmmh 92, Chaussee de Charleroi

Non mancano le cosidette Brasserie dove mangiare qualcosa di semplice,buono e locale le più in voga tra i stessi belgi sono:
- Bozar Brasserie di David Martin, 3 rue Baron Horta (del Musèe des Beaux-Arts)
- Brasserie la paix, 49 rue Ropsy-Chaudron
- Brasserie Belga Queen, 32, rue du Fossé- aux-Loups
- Sea Grill, 47 rue du Fosse- aux-Lops
- Wiels 354, avenue Van Volxemlaan

Bruxelles è anche sinonimo di birra allora non si può fare un salto da :
- Brasserie Cantillon, 56 rue Ghende, birra classica, birra alla ciliegia, birra al lampone
- Bar a birra Moeder Lambic, 68 rue de Savoie, alla scoperta di una birra dai sapori dimenticati

Per il cioccolato Laurent Gerbaud 2d rue Ravenstein, sono sopratutto noti i suoi accostamenti con la frutta (Bergamotto di Calabria., Yuzu, Pistacchio) e le spezie (Chiodi garofano, cannella, pepe)

Specialità belga da scoprire:

1) Speculoos
Sono i biscotti fatti con cassonade e spezie, si trovano un po' dappertutto ma gli originali li trovate da Dandoy, 31 rue au beurre




2) Le frite, si le patatine fritte
dal XIX le fritte sono diventate la vera specialità belga, vengono rigorisamente accompagante con maionese. Tre i luoghi per provare quelle "originali" , mettetevi in fila
- Maison Antoine, place jourdan
- Friterie Flagery in palce flagey,
- Betje Boos, Rue aux Laines

3) Lo sciroppo di Liegi
é un salsa alla frutta molto concentrata viene ottenuta da diversi frutta cotti separatamente, mele, pere, prugne, albicocche vengono cotte, estratto il succo e concentrato, è una salsa che si sposa bene con i formaggi, nella versione originale non deve essere aggiunto zucchero.

Serre Reali di Laeken
Per chi ama invece la botanica e la storia non deve perdersi la visita alle Serre Reali di Laeken, furono disegnate dall'architetto Balat (professore di Victor Horta), fanno parte dei gioielli architettonici di Bruxelles. Un luogo unico per gli appassionati di architettura del XIX° secolo e gli esperti di botanica, dove una flora rara attende i visitatori per farsi ammirare . Visitabili solo dal 15 Aprile al 8 Maggio.

Come arrivare una nota non positiva:
In treno i diretti tra l'Italia e il Belgio, sono stati tutti aboliti per promuovere alta velocità. Dall'Italia, oggi Bruxelles si raggiunge via Parigi o via Colonia.Da queste città esistono poi i collegamenti rapidi e diretti della linea Thalys:Bruxelles - Parigi : 1.25h in Thalys, ogni ora.Bruxelles – Liegi - Aix-la-Chapelle– Cologne: 6 volte al giorno in Thalys. pertanto alternativa più breve rimane l'aereo.

Info: Belgio Turismo, Tourisme Belgique Brussel , Bruxelles Tourisme, Bruxelles Greeter,

15 commenti:

  1. ciao a Bruxelles ho dei parenti
    E'una bella citta'
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  2. Devo prendermi il tempo giusto per andarci sono attratta verso quei paesi. Un saluto

    RispondiElimina
  3. Fantastico un giro in bicicletta per Bruxelles alla scoperta di specialità gastronomiche! Sarebbe una bellissima esperienza! Un abbraccio e felice giornata

    RispondiElimina
  4. Ma che bella idea! Io quasi quasi ci andrei proprio in pianta stabile...
    :-)

    RispondiElimina
  5. tutti mi avevano detto che a Bruxelles non c'era niente da vedere....

    eppure a me è piaciuta tanto... con tutti quei fumetti disegnati sulle pareti

    RispondiElimina
  6. mi piacerebbe l'idea di raggiungere città vicine in bici...

    RispondiElimina
  7. complimenti per tutto!!!!Buona cucina!!

    RispondiElimina
  8. davvero una bella città...mi è sembrata una città a misura d'uomo...anch'io mi ci trasferirei al volo! :-)
    vi consiglio anche Gent...è abbastanza vicino a Bruxelles ed è tanto carina! :-)

    RispondiElimina
  9. Una bellissima città Bruxelles. Il tuo post, così ricco di dettagli, mi ha fatto venire una gran nostalgia. Vorrei ritornarci, ma chissà se ci riuscirò.
    Girarla in bicicletta dev'essere fantastico.

    RispondiElimina
  10. me lo stampo e vado a farmi un tour come dici tu, li provo tutti!

    RispondiElimina
  11. Andare lentamente, annusando l'aria e osservando le piccole cose: stupendo. Grazie per i tuoi bellissimi post che mi fanno sognare...

    RispondiElimina
  12. Le kermesse, l'arte fiamminga, la storia ...

    RispondiElimina
  13. grazie della tua visita.
    molto interessante il tuo blog
    a presto

    RispondiElimina
  14. Una città vissuta a piedi o in bicicletta è il massimo, solo così la si può gustare appieno!
    Spero proprio che l'alta velocità da noi non provochi altre conseguenze in negativo...
    Ciao, buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  15. Veramente interessante!!!!!
    Non ho mai visitato il Belgio!!!!
    Mai dire mai....però!!!!!!
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina