martedì 19 maggio 2015

Il labirinto di Franco Maria Ricci

Quest'anno si susseguono nuove aperture di luoghi di grande interesse storico artistico e culturale, uno dei più attesi è l'apertura al pubblico del Labirinto di Franco Maria Ricci, un noto editore amante dell'arte. Un labirinto di migliaia di bambù di diverse varietà, un giardino ma anche un luogo che racchiude una galleria con una ricca collezione d'arte e di bibliofilia (500 opere dal Cinquecento al Novecento) dove scultura, pittura e libri convivono dando luogo a un museo eclettico unico nel suo genere.
Si tratta di un luogo assolutamente originale, la ripresa del tema del labirinto è molto affascinante, nella storia ricordiamo il labirinto di Cnosso a Creta per imprigionare gli spiriti maligni e i nemici, i labirinti del medioevo, del Duomo di Siena,, della cattedrale di Reims e Chartres che rappresentano il cammino spirituale dell'uomo verso Dio. I labirinti invece moderni rappresentano più la capacità dell'uomo di controllare il proprio destino, per lo scrittore argentino Jorge Louis Borghes i labirinti rappresentano il percorso della conoscenza umana.
Il labirinto della Fondazione Franco Maria Ricci si rifà alla forma del labirinto romano vuole essere più metafora di conoscenza d'arte e cultura, attraverso la conservazione dei i libri e le collezioni d'arte del suo creatore e favorire attività culturali e d'intrattenimento.
La scelta dei bambù a cui Ricci tiene molto vuole offrire una specie di riscatto del patrimonio paesaggistico d'Italia circondato da disadorni capannoni industriali, tutti uguali che spesso rovinano la vista del paesaggio italiano.
Il labirinto di Franco Maria Ricci vuole trattenerci per incantarci in uno spazio unico nel suo genere dove non si vorrebbe mai uscire.
Grande spazio anche per i servizi  per i visitatori con caffetteria, un ristorante, uno spazio gastronomico parmigiano, un bookshop dove si potranno trovare anche molte edizioni ormai rare di Franco Maria Ricci. 
Il labirinto di Franco Maria Ricci, Strada Masone a Fontanellato, (indicato anche come labirinto della Masone) apre al pubblico il 29 Maggio si accede per prenotazioni è già possibile prenotare le visite a Giugno, biglietti d'ingresso 18 euro, consiglio da Milano uscita autostradale a Fidenza Salsomaggiore, poi Strada Provinciale 12/SP12. Prendi SS9bis e SS9 in direzione di Str. Masone a Fontanellato. 

11 commenti:

  1. Ho visto un servizio in tv su questo magnifico labirinto. Da andarci senz'altro. Grazie come sempre.

    RispondiElimina
  2. UN POST MOLTO INTERESSANTE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia! Ti ringrazio moltissimo, Carmine. Mi era sfuggita la notizia dell'apertura al pubblico di questo magnifico labirinto. Andrò sicuramente. Grazie ancora!
    Un caro abbraccio!
    MG

    RispondiElimina
  4. Che opera originale! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  5. Peccato non sia più comodo da raggiungere da Milano. E pensare che la sede milanese è a due passi da casa mia.

    RispondiElimina
  6. wow!!!Direi proprio una cosa molto originale da vedere!!Bisognerà tenerlo in considerazione!

    RispondiElimina
  7. ma dai! ma non ne conoscevo affatto l'esistenza! ci stupisci sempre!

    RispondiElimina
  8. ma dai! ma non ne conoscevo affatto l'esistenza! ci stupisci sempre!

    RispondiElimina
  9. Grazie dell'informazione. Già a vedere questo foto dall'alto si resta a bocca aperta.

    RispondiElimina
  10. bellissimo questo labirinto... a vedere questa foto mi fa un pò paura... di perdermi e non poter più uscira a riveder le stelle

    RispondiElimina