domenica 21 febbraio 2016

Roma, Palazzo della Cancelleria, la Sala dei Cento Giorni del Vasari

Il Giubileo Straordinario, valuto dal Papa Francesco, è iniziato l'8 dicembre e si concluderà il 30 Novembre del 2016, riserva alcune aperture straordinarie come la Sala dei Cento Giorni chiamata così perché il Vasari ricevette l'ordine dal committente di metterci solo cento giorni per dipingerla.
La Sala dei Cento Giorni è all'interno del Palazzo della Cancelleria, oggi sede dei Tribunali della Santa Sede, il Palazzo è considerato Sede Apostolica e pertanto gode delle immunità riconosciute alle Ambasciate estere in quanto zona extraterritoriale della Santa Sede.
Si tratta di uno dei più bei palazzi Rinascimentali di Roma,  ma spesso passa inosservato a tutti i turisti che durante il giorno fanno la spola tra il Mercato di Campo dei fiori, Palazzo Farnese e Piazza Navona.
Il palazzo oltre che ospitare il famoso Tribunale della Sacra Rota, ospita una mostra permanente dedicata a Leonardo da Vinci il Genio e le invenzioni, con le macchine costruite da abili artigiani, in scala originale con le indicazioni dei codici di Leonardo da Vinci.
Sempre al piano inferiore c'è l'ambiente suggestivo di un laghetto con il sepolcro a filo d'acqua del console Aulo Irzo, il palazzo nasconde perché inglobata, con ingresso sulla facciata sulla destra, la Basilica di San Lorenzo in Damaso, una chiesa di fine '400 costruita sulle fondamenta di un chiesa voluta dal Papa Damaso I, 37° papa della Chiesa Cattolica, nel 380.

Si ringrazia  © laran tour of lazio per la condivisione del video da youtube

Il palazzo edificato tra il 1485 al 1515 dal Cardinale Riano camerlengo del Papa Sisto IV, venne confiscato dal Papa Leone X dei Medici. Gli affreschi del Vasari ebbero la committenza del Cardinale Alessandro Farnese nell'anno 1546, per decorare il salone di rappresentanza dell'appartamento cardinalizio al piano nobile, voleva celebrare l'incontro tra Paolo III Farnese (nonno del Cardinale Alessandro), Carlo V d'Asburgo e Francesco I di Valois avvenuto a Nizza nel 1538.
Il salone di circa 300 mq  è il ciclo di affreschi più esteso del Vasari, l'importanza dell'affresco è nel suo significato, siamo nel periodo del Concilio di Trento, con Papa Paolo III papa della controriforma.
L'affresco vuole celebrare la centralità del Vaticano, con il Papa Paolo III al centro del mondo, del suo potere materiale e spirituale, si vede il papa che dispensa a tutti gli ambasciatori del mondo dei dispacci, la capacità del Papa di ricompensare le virtù tra questi ci sono i ritratti di Tiziano, Vasari e Michelangelo.
La visita alla Sala dei Cento Giorni è contingentata è permessa solo nei giorni di Martedì pomeriggio 16-18 e Sabato mattina 9-12, va richiesta autorizzazione all'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, prenotando con anticipo di almeno un mese, scrivendo a economato@apsa.va.
Come raggiungere il Palazzo della Cancelleria: si trova a Roma in Piazza della Cancelleria, lo si raggiunge dalla Stazione Termini con gli autobus 40 e 64.
Nelle vicinanze del Palazzo della Cancelleria c'è il vicino Mercato di Campo dei Fiori, consiglio una visita alla famoso Forno di Campo dei Fiori, ampia scelta di pizze e focaccia, come la focaccia ai fiori di zucca e alici, anche i dolci come le torte di ricotta e la torta di crema e pinoli.

8 commenti:

  1. MERAVIGLIOSA ROMA CON TUTTI LE SUE BELLEZZE ARCHITETTONICHE PRIMA O POI CI DEVO FARE UN SALTO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Avrei proprio voglia di prendere il treno e fermarmi due giorni a Roma con l'obiettivo di seguire l'itinerario e la visita da te suggeriti.

    RispondiElimina
  3. chissà che quest'anno non ci ritorni a Roma, mi piacerebbe tanto visitare quello che ancora non ho visto, questo meraviglioso palazzo mi manca ! Buona settimana

    RispondiElimina
  4. Grazie, Carmine, di tutte queste interessanti informazioni sia storiche che artistiche, pratiche e gastronomiche. Bellissimo e suggestivo anche il video! I tuoi post sono davvero un pozzo di informazioni per chi vuol conocscere a fondo il nostro patrimonio culturale.
    Buona settimana!!!

    RispondiElimina
  5. A roma ci sono stata innumerevoli volte ma questo palazzo mi manca ... spero un giorno di poterci tornare. Grazie per le sempre utili info che ci dai

    RispondiElimina
  6. Ottimo consiglio, nelle vicinanze ci sono altri posti che mi piacciono molto, come la Galleria Spada, la piccola Biblioteca del Burcardo e, vicino Piazza Navona, Palazzo Altemps. Grazie del post, non sapevo nulla di questa apertura straordinaria.

    RispondiElimina
  7. Questo non l'ho mai visitato. Ma si sa, Roma è troppo grande e ricca di tesori e bisognerebbe andarci più spesso.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina