martedì 20 maggio 2008

Slow boat, viaggi in cargo: farsi dare un passaggio in mare

Un nuovo modo di viaggiare, dedicato a chi piace il mare i suoi silenzi e i suoi ritmi, è il modo più glamour per viaggiare, sulle rotte dei cargo che toccano i porti da leggenda come Alessandria, Shangai, Singapore, Macao, Rio de Janeiro.
Fino a non molto tempo fa ci si poteva imbarcare come mozzi e fare viaggi straordinari, oggi le norme lo vietano, però ogni nave cargo può trasportare sei passeggeri. 
Non è come fare una crociera, non c'è piscina, nè sala da ballo, ma vi assicuro che è un viaggio indimenticabile, farete conoscenza con un equipaggio da cargo con persone di diversa nazionalità, cultura e provenienza e avrete modo di fermarvi in città dove non arrivereste mai. 
Deve piacere la lettura, guardare il telescopio le cabine sono semplici ma dotate di frigorifero, televisore, dvd il personale è cortese e contento di potere parlare con gente diversa.
Dall'Italia la Grimaldi organizza dei viaggi sulle rotte in partenza da Monfalcone per Izmir, Haifà, Pireo oppure per Setubal e Regno Unito. 
Uno dei più affascianati è quello con partenza da LeHavre verso Bilbao, Casablanca, Dakar, Freetown, Salvator de Bahia, Rio de Janeiro, Montevideo, Buones aires, Tillbury, Amburgo in 50 giorni. 
Altri operatori:
Cargo Ship Voyage, rotte in tutto il mondo verso il Sudamerica, Cina, Canale di Suez , 
The Cruise people viaggiare intorno al mondo in cargo

2 commenti: